Giorno: marzo 27, 2013

Emma “Schiena” o piuttosto “fondo-schiena”?


cover_emma_copia__2012-7595 [a cura di Fede]

Il 22 Marzo Emma Marrone ha debuttato con il singolo autorale “Amami” ,francamente, canzoncina di una banalità disarmante, ma che è balzato subito al primo posto della classifica iTunes. Il disco anticipa l’uscita il 9 aprile del nuovo album della cantante salentina di inediti dall’insolito titolo di “Schiena” .A colpire, la copertina, dove la cantante è ritratta di spalle senza veli e con un’espressione dello sguardo volutamente torbida e ammiccante, anche se come soggetto “hot” abbastanza “de noantri” fa molto banconista di supermercato in un’immagine amatoriale da spedire al “casting” di qualche “reality”, per intenderci, Helmut Newton è all’altro capo dell’universo. E’ lei stessa a presentare il suo cd a “Il Messaggero”:“Ho iniziato a lavorare a questo disco piena di dubbi, paure, incertezze … L’unica consapevolezza era quella di voler uscire allo scoperto, non volevo più nascondermi, volevo solo accettarmi. Accettare ogni parte di me, soprattutto quella che per anni ho sacrificato dietro immense coperte di Linus … Ho imparato a camminare con la schiena dritta non per parare meglio i colpi ma per aprirmi meglio al mondo …” Ebbene, si fa fatica a credere che l’alone di complesso psicologismo di cui si ammanta sia tutto sintesi della sua esperienza e soprattutto farina del suo sacco, l’impressione è che abbia mandato a memoria un copione debitamente preconfezionato, che applicato al suo caso appare altamente stridente con la sua persona, per i motivi illustrati di seguito. Procediamo con ordine, lei dice di “voler uscire allo scoperto” e di non volersi più “nascondere”, ma, c’è da chiedersi, esiste qualche cantante “ex talent” più svelata, spogliata, scrutata, “messa a nudo” (in tutte le accezioni possibili) “sezionata” di lei? Sono della scorsa estate le ampie e generose zoomate di fotocamere che la ritraevano su un palcoscenico, cosce al vento, in inquadrature “ginecologiche” che ben poco lasciavano all’immaginazione, che intendesse proprio questo con il suo “aprirmi meglio al mondo”? E anche dal punto di vista della sua dimensione privata non esistono praticamente scomparti segreti, chi si è “data in pasto” ai “media” più di lei, segnatamente dopo la burrascosa conclusione del “love affair” quasi approdato alle nozze con Stefano De Martino? Per mesi è stata sulle copertine di tutte le principali riviste di “gossip” e ha raccontato in maniera estenuante, in una specie di ciclo di sedute psicoterapeutiche pubbliche, le sue dolenti disavventure sentimentali da cui va oltremodo fiera di essere uscita a testa alta e di essersi risollevata stoicamente, un’eroina popolare, quasi, salvo poi, al termine di tutta questa sceneggiata a puntate vissuta sotto i riflettori, improvvisamente volersi richiudere a riccio, rivendicare a voce alta il proprio diritto alla normalità e lamentare l’invadenza irrispettosa e soffocante di paparazzi e articolisti, ma a che gioco giochiamo? E per favore, non scomodiamo le “coperte di Linus” sotto cui rifugiarsi, gli psicologi hanno ribattezzato con il nome dell’amico di Charlie Brown (ndr si tratta di due personaggi dei fumetti della serie “Peanuts”) una sindrome adolescenziale che consiste in una “timidezza patologica”, grande timore del giudizio altrui, difficoltà di relazione e fragilità, come dire una tipologia di personalità che fa a pugni con quella esibita dalla Marrone, sicuramente molto più adatta alla pubblica piazza che al ripiegamento interiore.
E concludendo, cercando un’attinenza con il titolo, la “schiena” più spesso presente nell’immaginario collettivo è quella curva di chi trasporta faticosamente sacchi pesanti di materiale e si alza il mattino alle cinque, rincasando alle nove di sera, sacrificandosi per la famiglia, non certo quella di una che se oggi si vanta di poter stare “dritta” in mezzo agli altri, lo deve  al fatto di essere una delle due  “preferite” di Maria… altro che “Schiena”!