Month: aprile 2013

Franco Califano – Non escludo il ritorno – Concerto a Roma per ricordare il cantautore.


califanoIl concerto  in ricordo di Franco Califano  il celebre cantautore romano scomparso il 30 marzo scorso, intitolato “Franco Califano Non escluso il ritorno” epitaffio voluto dal Califfo e tratto dal titolo di una celebre canzone – organizzato dal Comune di Roma – in occasione delle celebrazioni per il 2766° Natale di Roma,  ha visto una  Piazza del Popolo gremita, in 50mila sono accorsi, persone di tutte le età per quattro ore di concerto alla guida di Fabrizio Frizzi. Tantissimi gli ospiti, da Edoardo Vianello a Enrico Montesano, Gianluca Grignani, Federico Zampaglione, Raf, Simone Cristicchi, con Fiorello e Renato Zero in video), e proprio Federico Zampaglione  leader dei Tiro Mancino, a poche ore dalla scomparsa del “Califfo”, dalla pagina ufficiale  di Facebook della band  si sfogava, prendendosela con “quegli stronzi del music business” che “l’hanno messo da parte” provocandogli “infinite frustrazioni” scrivendo queste righe:

Ora gia’ mi immagino che in molti faranno a gara a sperticarsi nel dire quanto era grande e quanto gli volevano bene…Pubblicheranno tutti i suoi dischi per mangiarci sopra..non e’ cosi’ ? i soliti ipocriti pronti a ricordarsi di un artista vero solo quando non non c’ e’ piu’ …Per poi portare avanti pupazzi senza idee ne’ spessore.
La verita’ e’ che era stato messo da parte, considerato un personaggio scomodo, eccessivo..quegli stronzi del music business lo evitavano ed io ho assistito a scene disgustose e meschine ..E ora voglio parlare!!! Quando proposi le collaborazioni con lui mi dissero che ero pazzo e che era ormai fuori dai giochi…ricordate merde ? Poi facemmo tanti successi e stettero tutti zitti.
questa chiusura nei suoi confronti da parti di molti del mondo dello ” spettacolo “era il suo piu’ grande dolore, la sua infinita frustrazione .
Succede quando sei diverso e non cedi ai dettami di un sistema sudicio che ti vuole ingabbiare
La sua non era musica e basta, la sua era vita vissuta e a tanti dava fastidio..lo consideravano una macchietta
Vergognatevi…avete relegato ai margini uno dei piu’ grandi poeti del nostro tempo!!!! VERGOGNATEVI !!!!!!!
Voglio organizzare qualcosa di grande per quest’ uomo ! Con i pochi amici veri che gli volevano bene..non un baraccone del cazzo per andare a promuovere i propri dischi , come e’ successo in tanti altri casi ( anche recenti)
Lo voglio ad ogni costo.”.

Edoardo Vianello organizzatore e direttore artistico dell’evento ha dichiarato: “In vita è stato un pò avversato da qualcuno, si è trovato un pò in difficoltà. Molte sue cose sono rimaste nascoste, ci sono canzoni e poesie che sicuramente verranno rivalutate perhè sono davvero belle“.

Ma…per lui è troppo tardi e  lasciano l’amaro in bocca queste celebrazioni post mortem,  spesso di facciata  e dal sapore vagamente  speculativo al di là dei fiumi di parole spese  per commemorare chi non c’è più.

Valerio Scanu al Teatro Cagnoni di Vigevano


Mancano pochi giorni per il concerto di Valerio Scanu a Vigevano – Teatro Cagnoni –  il 5 Maggio,  quarta tappa del suo Tour live acustico che sta riscuotendo un grande successo e le cui tappe precedenti di Milano, Roma e Locarno hanno registrato tutte il sold out.  Ecco un bell’articolo che ricorda l’appuntamento:

vigevano 2

e lo ricorda anche Valerio dalla sua pagina Facebook:

Vigevano

Successo della cantante sarda Ilaria Porceddu all’Auditorium Parco della Musica


Al festival di Sanremo ha partecipato con la canzone “In equilibrio” che dà titolo all’album, una voce cristallina, quella di Ilaria Porceddu, cantante sarda,  “musicista”  elegante e raffinata.  Il 21 di aprile  si è esibita a Roma all’Auditorium Parco della Musica riscuotendo un grande successo di pubblico e critica.

Un uragano di emozioni, un oceano di sensazioni. Non sono frasi fatte, basta chiedere al pubblico accorso ieri sera (sold out) all’Auditorium Parco della Musica di Roma per chiedere conferma: Ilaria Porceddu  ha sorpreso tutti, una volta di più. “In Equilibrio“, che prende il nome dal fortunato pezzo sanremese, è un tour senza sbavature, essenziale, coinvolgente, dove regna sovrana la qualità. Si mescola l’alto col basso, con la cantante sarda che non ama prendersi troppo sul serio, che suona il pianoforte come fosse una parte di sé, che in “Ubaldo e Loredana” balla un canto brasileiro! Ilaria regala alla gente (urlante e festosa) i brani del suo ultimissimo disco, oltre ad alcune cover di pregevolissima fattura…”   [Fonte Velvetmusic.it]

Ilaria esegue “Oceano” una cover che col tempo ha superato la versione originale…

Valerio Scanu ai fans “la mia forza siete voi”


valerio1

Ecco una bella intervista a Valerio Scanu di Igor Scopelliti (cliccare sul link sotto). Una chiaccherata fra amici, fluida e incalzante nelle domande e nelle risposte schiette e senza filtri col  cantante di successo. Coraggio fuso a passione per la musica e intraprendenza e una voce “speciale” fanno di lui uno dei più promettenti cantanti del panorama musicale del momento .

Radio Italia Live-Il concerto – Sabato 11 maggio in Piazza Duomo a Milano.


PaolaGallo

Mario Volanti, editore e presidente Radio Italia: “Siamo davvero felici di ripetere RadioItaliaLive-Il Concerto: è stato un evento talmente bello, quello dello scorso anno, che ci sembrava davvero un peccato dover aspettare un altro anniversario! – – Abbiamo messo insieme un cast di altissimo livello e il nostro primo ringraziamento va proprio agli artisti che hanno accettato volentieri di esserci nonostante molti siano impegnati nei loro rispettivi tour”.

 Il concerto sarà trasmesso in diretta contemporanea su Radio Italia, Radio Italia Tv (canale 70 DTT) e in streaming su radioitalia.it, sul  canale YouTube grazie alla collaborazione con YouTube e Zodiak Activ, e vivrà in tempo reale sulle Aapp gratuite “iRadioItalia” per iPhone, iPad, Android e Kindle Fire. Su Twitter è attivo da oggi un hashtag ufficiale, #radioitalialive, attraverso il quale i volti della radio, gli artisti e tutto il pubblico possono interagire.

Paola Gallo, inviata speciale nel backstage, la sera del concerto coinvolgerà tutti i cantanti condividendo media esclusivi sui  social di Radio Italia in programma  già nel pomeriggio di venerdì e sabato le prove di alcuni artisti e la diretta su Radio Italia e Radio Italia Tv con interviste e news dal backstage. Previsto per Sabato dalle 18:00 dj-set e preshow a cura dei dj e dell’animazione di Radio Italia metterà in scena, in collaborazione con Ubisoft, un flashmob che si preannuncia come il più grande mai realizzato da una radio: colonna sonora il brano Cercavo amore di Emma Marrone (che quella sera sarà a Roma… per Amaici12), tutor il videogioco Just Dance 4 della cui libreria il brano fa parte.

Alessandra Amoroso e Marco Mengoni sono tra i cantanti del cast di RadioItaliaLive-Il concerto. L’evento è gratuito e si svolgerà inPiazza del Duomo di Milano. Sabato 11 maggio, a partire dalle ore 20.

Presenti anche Cesare Cremonini, Fabri FibraNegramaroNek,RafEros RamazzottiStadioAntonello Venditti e Zucchero, accompagnati dalla “Sanremo Festival Orchestra”, l’orchestra che da anni accompagna i cantanti in gara a Sanremo, diretta dal maestro Bruno Santori.

Avviso per i fans di Valerio Scanu


valerio a vigevano

Sulla Pagina Ufficiale del cantante che  Domenica 5 Maggio si esibirà a Vigevano al Teatro Cagnoni per la quarta tappa del suo tour live acustico,  è comparso questo comunicato:

AVVISO a tutti i fans di Valerio Scanu. dal 20 al 25 aprile, i primi 30 di voi che acquisteranno il biglietto per assistere al Live del 5 maggio, avranno la possibilità d’incontrare Valerio prima dell’inizio dello spettacolo; partecipare è semplicissimo basta inviare una mail ad info@natyloveyou.com con la copia del ticket acquistato ed i vostri riferimenti. Ogni nominativo deve essere abbinato ad una sola mail e quindi ad un solo biglietto, non saranno ammesse sostituzioni e non potrà concorrere chi ha già avuto la possibilità di incontrare Valerio a Milano e Locarno. [Fonte Pagina Ufficiale]

 

 

Fioretta Mari : Marco Carta fa tenerezza e ha potere su popolo.


 

fioretta mari

Fioretta Mari  l’insegnante di recitazione e di dizione di  Amici   ha rivelato di essere stata in qualche modo l’artefice del successo di  Marco Carta. Infatti racconta che alla settima edizione del talent show, due settimane dopo l’arrivo del ragazzo nella scuola, fu ritenuto non in grado di stare in trasmissione da alcuni suoi colleghi e in particolare da un professore, di cui ha preferito non fare il nome, nonostante Marco  avesse superato i provini ed essere stato scelto fra 20mila aspiranti. Ma grazie all’intervento della Mari, che si professa paladina della giustizia è rimasto. Ecco cosa dice di lui:

Ho contribuito all’ascesa di Marco grazie al mio ruolo d’insegnante. Due settimane dopo il suo arrivo alla scuola di ‘Amici’, alcuni colleghi volevano mandarlo via. Un docente in particolare, di cui non faccio il nome, aveva detto che Marco non era all’altezza di stare in trasmissione. A quel punto mi opposi tenacemente, in quanto non ritenevo giusto mandarlo via in quel modo, senza dargli un’altra opportunità. E specialmente dopo che aveva superato i provini ed era stato scelto tra circa 20mila aspiranti. Sono per la giustizia e mi batto sempre per quelli che valgono. E poi stimo molto Marco perché ha una grande personalità, oltre ad incredibile potere sul popolo: sia perché fa tenerezza, sia perché si vede che si è impegnato moltissimo per arrivare dov’è arrivato.

E bisogna dire che la Mari ci aveva visto bene, Marco Carta  ha raggiunto degli obiettivi importanti, ha vinto il festival di Sanremo 2009, vinto vari premi di importanti manifestazioni musicali, ha certificato oro e platino tutti i suoi dischi, è stato in vetta alle classifiche ed ha pure varcato i confini nazionali con successo, in più ha un pubblico importante che lo sostiene perché piace e perché è semplicemente “Marco Carta”…

Marca Carta sarà in concerto  a Milano e Roma rispettivamente il 14 maggio all’Alcatraz e il 17 Maggio all’Atlantico.

Nuove band: Fragile Machine il 23 aprile parte il tour live.


I Fragile Machine nascono nel 2008 da un’idea comune di creare qualcosa di nuovo. Dopo pochi mesi la band trova una sua identità e riesce a scrivere il primo disco, Anatomy, un electro rock carico e trascinante. Unici nel loro genere i Fragile Machine miscelano in modo personalissimo un rock venato di suoni duri e una raffinata produzione elettronica. La fusione di scene diverse come la dance e il rock con sfumature industriali genera un elettro/pop/rock cool con atmosfere emotive forti alternate a momenti sensuali e delicati, sempre all’insegna del grande intrattenimento. Attualmente il gruppo lavora sui pezzi di quello che sarà il secondo disco rinnovato nello stile orientato più verso l’hard rock  e in cui  l’elettronica sarà più “misurata”.
In collaborazione con Live your band i Fragile Machine  (Elia Boldrini – Vocals,    Leonardo Caminati – Guitar, Andrea Piva – Drums e Matteo Bettini – Basso),  saranno  al Bullone il 23 aprile 2013 (Via Atleti Azzurri d’Italia) Piacenza  per proporre alcuni pezzi del loro nuovo album.
Non perdete l’appuntamento!

Fabri Fibra: ad Amici12 a patto che non ci fossero nè Mengoni nè Scanu


Fabri Fibra, escluso dall’evento-concerto del 1° maggio, ha avuto la solidarietà espressa di molti artisti  cantanti e del mondo dello spettacolo, nonchè dei soliti due o tre giornalisti  fidelizzati  Mediaset, che hanno “letto” la sua esclusione dalla manifestazione come “discriminazione” dell’arte.  Il “rapper”, è stato recentemente inserito nella rosa dei cantanti Big   “duettanti”  in Amici12 di Maria De Filippi che quest’anno ha aperto al genere “rap” con Moreno.

fibra

Infatti, Fabri Fibra, nella seconda serata del “serale” di Amici12  ha duettato con l’allievo, dato per favorito alla vittoria e “gradito a  Maria,  ed   è stato ingaggiato nella preparazione del suo primo disco. Maria De Filippi è stata molto onorata della presenza del rapper , una volta notoriamente   allergico alle “ospitate tv”,   e nel ringraziarlo ha espresso parole di elogio per la sua “arte”. Anche i fans del rapper sul socialnetwork hanno accusato il cantante di “incoerenza” vista la sua passata “avversione” per i talent, dimenticando però che, agli antipodi della coerenza, in mezzo ci sta l’opportunismo, che nel caso specifico si traduce in “markettone” per il nuovo disco. L’ultimo numero di    Novella 2000 , in edicola da oggi,  svela però un retroscena dell’ospitata quale? Leggete:

“Due però le condizioni imposte dal cantante: ‘Vorrei che non ci fossero né Marco Mengoni né Valerio Scanu’. Alla fine Mengoni c’era, Scanu no”.

Se la notizia fosse vera, il rapper …si commenta da sè.

Il download illegale aiuta le vendite.


disco

L’avreste mai detto? Scaricare i dischi illegalmente incentiva il mercato discografico.  Questa la teoria di alcuni ricercatori,  leggete questo articolo:

“È valsa la pena di perseguitare tutti i progetti di file sharing, da Napster in poi? Sembrerebbe proprio di no, anzi, potrebbe anche essere stato il più clamoroso degli autogol.
Quasi due decenni dI crociate discografiche, con ingenti risorse spese, anche solo per le cause legali, non hanno tenuto conto di una semplicissima verità: il download illegale non danneggia le vendite di album e canzoni nei siti autorizzati ma, anzi, consente perfino di aumentarle. Alla conclusione – sorprendente solo per chi ha sempre analizzato superficialmente la materia –  sono giunti i ricercatori dell’Information Society Unit di Siviglia della Ue. “I nostri risultati – spiegano gli autori, Luis Aguiar e Bertin Martens – ci suggeriscono che la grande maggioranza della musica consumata illegalmente non sarebbe stata comprata legalmente in assenza degli stessi canali “pirata”, nonostante questi costituiscano una violazione del copyright”.
Esaminando oltre 16mila utilizzatori di musica online, si è scoperto che per ogni aumento del 10% dei download illegali, le vendite sul mercato legale aumentano del 2%. Conclusione sorprendente solo per chi ragiona per luoghi comuni, si diceva. Perché il principio, in fondo è il più banale del mondo: se qualcosa lo conosci, forse lo compri. Altrimenti, è molto più difficile. Dovrebbero essere in primis gli artisti – se le case discografiche non cambieranno rotta – a spingere su questo versante, spazzando via l’attuale, anacronistica disciplina del diritto d’autore. Con la forza dei numeri, stavolta, dalla loro parte”. [Fonte Leggo]

Il report ‘Copy Culture in the US and Germany’ ha dimostrato, infatti, che i ‘pirati musicali’ in realtà rientrano nella fascia di chi acquista più dischi e che il download illegale è dovuto più a un’urgenza di ascolto spinta dalla curiosità, infatti, secondo recenti studi  i più grandi pirati sono anche i più grandi compratori di musica” ribadisce il report. Alla luce dei fatti… che le case discografiche  debbano ringraziare … i loro nemici  di sempre?…