Giorno: maggio 15, 2013

Eurovision Song Contest: primi pronostici – Marco Mengoni in quinta posizione.


eurovision song contest

Sabato 18 maggio su Rai2 e in diretta  la finalissima dell’Eurovision Song Contest che quest’anno viene ospitata dalla cittadina di Malmö, in Svezia, grazie alla vittoria di Loreen nella precedente edizione svoltasi a Baku, l’Italia sarà rappresentata da Marco Mengoni col brano “l’essenziale” con cui ha vinto Sanremo 2013. Prima di lui Raphael Galuazzi, che ha segnato il ritorno dell’Italia alla kermesse  e Nina Zilli l’anno scorso con “L’Amore è femmina/Out of Love”. Un sondaggio estero dà per favoriti: al primo posto la Danimarca con Emmelie de Forest e la sua ‘Only Teardrops’ data da Paddy Power 6/4, poi l’Ucraina con ‘Gravity’ di Zlata   e la  Norvegia con ‘I Feed You My Love’ di Margaret Berger. Marco Mengoni, che quest’anno rappresenta l’Italia, trova una onorevole posizione al quinto posto nel sondaggio estero, dietro la Russia, ma considerate le visualizzazioni del suo video  ufficiale (13milioni), non è detto che riservi qualche sorpresa. Il cantante   intervistato  dai media svedesi sullo stato della discografia italiana, ieri,  ha affermato con fermezza  “Le case discografiche sono diventate delle aziende, non c’è tantissima libertà, occorre di tanto in tanto fare qualche compromesso…“, anche se ammette di aver notato “una certa ascesa, ripresa” e, sulla questione,  sembra tranquillo.

I finalisti della prima semifinale del 14 maggio sono: Moldavia, Lituania, Irlanda, Estonia, Bielorussia, Danimarca, Russia, Belgio, Ucraina e Paesi Bassi con Anouk.

Giovedì 16 maggio, la seconda semifinale su Rai5 presenta Federica Gentile.

Ecco i pronostici secondo il sondaggio estero e le quote dei possibili vincitori dell’Eurovisione Song Contest 2013 (fonte SoundsBlog).

6/4 Danimarca
4/1 Ucraina
8/1 Norvegia
14/1 Russia
18/1 Italia
20/1 Paesi Bassi
20/1 Germania
20/1 Svezia
22/1 Georgia
25/1 Irlanda
25/1 UK
25/1 San Marino
25/1 Azerbaijan
50/1 Bielorussia
66/1 Grecia
66/1 Serbia
80/1 Malta
80/1 Armenia
80/1 Moldavia
80/1 Romania
80/1 Francia
80/1 Finlandia
100/1 Lituania
100/1 Islanda
100/1 Slovenia
100/1 Ungheria
100/1 Croazia
100/1 Israele
100/1 Austria

Marco Masini: lo sfogo “l’Italia uccide poi intitola i premi a chi ha ucciso”


masini

Marco Masini è stato ospite nella puntata del 12 Maggio di Domenica In Così è la vita. Il cantante intervistato da Lorella Cuccarini  pare non abbia ancora metabolizzato il discredito e le accuse infamanti di cui è stato vittima in passato,e ha puntato il dito contro un “sistema” senza scrupoli che usa la “macchina del fango”  per indebolire, annientare, sbaragliare la concorrenza, invidie, gelosie, povertà d’animo, avidità e arrivismo sono spesso l’accensione. Tra le vittime illustri Mia Martini, che, come lui, veniva additata come “portatrice di iella”  e che arrivò al gesto estremo di  suicidarsi dopo un periodo di depressione,  osannata e celebrata solo post mortem da quelle stesse persone  che al tempo contribuirono a   condannarla, giornalisti a servizio di una stampa mercenaria, ipocrita e disonesta.  Negli anni ’90, infatti, fu il cantante ad essere etichettato come “iettatore” una condizione che lo portò allo sconforto, sua l’affermazione: “Questo paese uccide e poi intitola i premi a chi ha ucciso”, nonostante un discreto successo e una vittoria al festival di Sanremo, molte selezioni del Festival gli sono state precluse. Masini sostiene che prima o poi rivelarà i nomi di chi l’ha infangato per costringerli ad uscire allo scoperto e che comunque  “Sono gli stessi che hanno infamato Mia Martini”.

.