HO DETTO NO A “X FACTOR” E …LA VITA LE HA DATO RAGIONE


Ebbene si… aveva colpito Mara Sottocornola, all’epoca ventiseienne di Talamona,  che per difendere il sacrificio e lo studio per la musica  ammessa agli Home Visit di XFactor, ad un passo dal poter partecipare al talent, dopo aver   conquistato e commosso i giudici e il pubblico presente alle audizioni  con il brano Dancing di Elisa, decise   di rinunciare al talent e alla celebrità televisiva immediata che un programma del genere  è in grado di dare. A fine giugno scorso si è trasferita in Belgio per iniziare l’Accademia musicale di canto lirico. Al Giornale di Sondrio ha raccontato subito dopo il suo abbandono di XF:

Mi trovo bene a Bruxelles. La musica è una passione che ho da sempre, il primo concorso l’ho fatto a 7 anni. Tanti sono i concerti e le esibizioni che ho tenuto in questi anni. Ho iniziato a studiare lirica da 4 anni e mezzo e nonostante sia un genere nato in Italia all’estero è più apprezzato. Spero che il mio futuro sia qui con una carriera nella lirica.

Morgan le  disse:

“Sei una voce, nel senso che comunichi tutto quello che hai dentro con il canto, hai la vocazione, cioè, l’azione vocale, muovi la musica col tuo canto.

Ma lei sentiva che quella non era la sua strada e in controcorrente con i tempi e con i sogni da talent show a cui è avvinghiato il popolo dei provini e dei casting a oltranza, si sentiva fuori posto dentro XFactor e ha detto “no grazie, questa non è la mia strada”.Ecco una intervista con la cantante valtellinese,  oggi ventisettenne, tratta da Panorama:

“Bella presenza, voce potente da soprano e buone possibilità di vittoria.
Ho detto no e non mi pento. Non sarei riuscita a vivere due mesi nel loft del programma, ad affrontare lo stress del televoto, a cantare brani scelti da altri. Io sono refrattaria alle regole, ai tempi imposti. Mi avranno presa per una pazza supponente, però ho preferito salvaguardare la mia integrità, mentale e artistica. Mi ero iscritta per gioco, poi le cose hanno preso un’altra piega. Morgan mi ha mandato un sms, gli autori e i responsabili dle programma hanno cercato di convincermi. Sono stati tutti molto carini e io non ho nulla contro X Factor, ma per me sarebbe stato destabilizzante. Sono fragile, sensibile, mi sarei sentita persa. Non sono e non voglio essere una macchina da guerra.
Nessun tormento, dunque?
Se lo dicessi, mentirei: non è stata una passeggiata, ho sofferto e pianto molto, un no così pesante a 26 anni non è uno scherzo. Ma so di aver fatto la cosa giusta.
Vive a Bruxelles Mara, dove si è trasferita per amore di un uomo estraneo al music business. “Studio canto all’Académie de musique, e sto lavorando a una miniopera con i miei compagni di corso.”
Una vita senza scossoni, ma il destino aveva altri piani.
Squilla il telefono, è Luca Barilla. Dice di essere rimasto impressionato dalla mia voce nei provini di X Factor, ma anche dalla spontaneità e dai modi semplici da ragazza d’altri tempi”, racconta. “Ci siamo visti a Bruxelles: io, lui e il direttore marketing. Così sono diventata la testimonial vocale di una loro campagna televisiva con il brano ‘Finally’. Incredibile.
Ma allora, nella vita, la seconda chance esiste….
Con il solo talento puoi anche invecchiare cantando sotto la doccia. La differenza, poi, la fa il fattore C. Ci siamo capiti….”.

Si, Mara ci siamo capiti…. Inutile pensare che funziona diversamente, in Italia il paese per eccellenza delle raccomandazioni… il solo talento non basta e, spesso sono i veri talenti a risentirne sminuiti dal giudizio  di “personaggi” investiti di ruoli “inappropriati” al loro tipo di esperienza e spesso privi di cognizioni musicali che “sentenziano” giudizi volti a favorire non sempre i  talenti migliori ma solo “scelte” di Programma, volti e destinati ad un successo meramente commerciale dove spesso il discorso “musica”  è estraneo. Di esempi ne abbiamo a iosa, soprattutto in un talent come Amici di Maria De Filippi in cui si sono sovvertiti tutti i criteri e i principi  valutativi e addirittura le prerogative tipiche del “cantante”… E in cui  i veri talenti sono tenuti a debita …. distanza!

[da Panorama]

Sentite Mara Sottocorniola… questi sono i veri talenti…. lontani e mantenuti lontani dalla televisione!

http://http://www.youtube.com/watch?v=PXze9t_di48&feature=share&list=RD04bPXV4M0zbHY

10 comments

  1. Salve blog
    Visto il contenuto dell’articolo…. si parla di talenti… vi invito a mettere qualche video di chi secondo voi è un talento “superlativo” … 😉
    Chiara Galiazzo è stata comunque una bella alternativa alla Sottocornola … sarebbe stata una bella sfida “spettacolare” fra le due a XF6 che sicuramente avrebbe messo in crisi i giudici.

      1. ciao Donuccia! Tutto bene??? Passa a salutarci che ci fa’ sempre un gran piacere! 😉

  2. FACCIO UN GROSSO IN BOCCA AL LUPO A QUESTA RAGAZZA ,CHE MI ERA PIACIUTA TANTISSIMO!
    Concordo pienamente con Star..tra lei e Chiara ..sarebbe stato un bel sentire! 😉

  3. Giulia ha vinto un talent meritatamente,davanti ad una strepitosa Ambeta,era brava anche nella recitazione eppure non ha fatto la strada che merita e questo non per mancanza di fattore C ma per ingiustizia

  4. ha,ha,ha Gemma il fattore c….????
    Ingiustizie???? Ma dove ..ma quando??? E il pubblico che decide….seeeee come no! 😉

  5. Ciao … e tre!continuo a saltare di qua e di là.
    Bravissima, questa ragazza, lei sì che ha la voce “black”, altro che certe sciacque …

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...