Day: novembre 18, 2013

Successo di Jack Savoretti al Roxy Bar di Red Ronnie


jack

Interessante puntata di RoxyBar  ieri 17 novembre, fra gli ospiti Max Gazzè, che non ha bisogno di presentazioni, impegnato con il tour “Al teatro sotto casa”  oltre Henry Padovani (accompagnato dalla band dei “Synchronicity”,  Bobby Solo , Nada e Jack Savoretti su cui ci soffermiamo. Classe 1983, professione songwriter, amava scrivere poesie  finchè  la madre non gli regalò una chitarra a 16 anni e allora  cominciò a capire la potenza espressiva che poteva  avere la musica , il suo linguaggio universale in forza di un contatto immediato e di un’apertura all’altro. Di  padre italiano e di madre polacco-tedesca è cresciuto a Londra. E’ specializzato in musica acustica e alcuni esperti lo considerano l’erede di Bob Dylan. Before the Storm, masterizzato nei mitici studi di Abbey Road è il suo ultimo album,   delicato ed intimista, fatto di ballate melodiche e avvolgenti, che parlano di storie di vita, amori, sconfitte e risalite,mai banale. Ieri  ospite di Red Ronnie ha riscosso tantissimo successo.

Chlöe promessa del pop inglese in Italia con “No Strings”


chloe

Chlöe Howl,  una giovane artista dalla  voce a metà tra Adele e Lily Allen che si sta affacciando sul panorama musicale internazionale e che sta riscuotendo un notevole successo in UK e non solo.
Cresciuta a suon di hip-hop e di album dei New Order e degli Smiths, la Howl ha capito che la musica sarebbe stata il suo destino già dall’età di 10 anni. Mentre i suoi amici volevano imparare a memoria i testi delle loro canzoni preferite degli S Club 7, Chlöe cercava di capirne il significato. “Volevo comprendere cosa significassero i testi di ogni canzone, anche di quelle delle Spice Girls”.

I tratti distintivi di Chlöe sono la sua classe, il suo grande fascino e la sua pop attitude (ne ha da vendere!), così come la pungente arguzia che caratterizza i sui pezzi, arguzia che mancava da tempo nel panorama musicale pop.
La sua inclinazione a essere provocatoria e a dire tutto quello che pensa attraverso la sua musica le ha fatto guadagnare un paragone con Lily Allen. In realtà è stata la musica dolorosamente sincera di Amy Winehouse a ispirarla: “Mi mettevo a scrivere le mie canzoni dopo avere letto i testi delle sue, senza dubbio mi ha influenzata per quanto riguarda il song writing, in particolare mi ha ispirata molto il brano ‘Me and Mr Jones’. Quando dovevo decidere quale sfumatura dare alla canzone che stavo scrivendo ascoltavo quel pezzo e mi dicevo: ‘Ecco! Così deve essere!’”, dichiara con entusiasmo.

Chlöe è già partita alla conquista delle radio italiane con il suo singolo “No Strings”, e si appresta ad accompagnare (in qualità di opening act) John Newman nel suo tour europeo, che toccherà anche l’Italia. Vedremo Chlöe e John dal vivo sullo stesso palco il prossimo 20 novembre presso La Salumeria della Musica di Milano (http://www.barleyarts.com/Concerti/1/3/8646/john-newman-milano), una data imperdibile che permetterà al pubblico italiano di scoprire la musica della Howl, additata già come la nuova reginetta del pop inglese.
Nel frattempo, giusto per darvi un’idea di che tipo di artista avete di fronte, date un’occhiata ai video proposti a seguire:

Cover di “Millionaire” by Kelis:


Cover di “Love Me Again” by John Newman:

Cover di “Pompeii” by Bastille: