Day: gennaio 6, 2014

Fulvio Abbate giornalista del Fatto Quotidiano a proposito… del Festival di Sanremo 2014…


fulvio abbateFulvio Abbate, scrittore e firma del Fatto Quotidiano che 1998 ha dato vita a Teledurruti, non ci sta e in una lettera inviata a Dagospia  invita a boicottare il Festival di Sanremo 2014 perché “si appresta a imporsi con bugiarda, opaca stupidità” e perché espressione di “clientelismo dal volto umano di una sinistra che muove da Veltroni e va verso Renzi”.

Il  giornalista  scrive:

Caro Roberto, posso dirti che sto sperando nel boicottaggio del Festival di Sanremo? Di più, ne sogno il blocco. Lo sogno in nome di Situazionismo e libertà, il ripugnante movimento che ho fondato tempo addietro, qui in Italia, cioè nel paese dove perfino Almirante si ritiene ormai fosse un situazionista. La parola d’ordine è assai semplice, casual: che c@zzo ci canti?

Ci pensi che per decenni abbiamo ritenuto fallacemente che la sinistra fosse sinonimo di rivolta e invece era semmai un ente provinciale del turismo, una proloco clientelare, ovviamente clientelismo dal volto umano, eppure pur sempre tale, condito di zuppa di farro, di tacco basso, di sobrietà del cazzo e della fica al post-patchouli.

Sanremo è uno dei massimi simboli dell’ipocrisia che io denuncio. Non so di preciso in quali azioni (tassativamente non violente, è ovvio) potrebbe tradursi il boicottaggio del Festival, quel che è certo è che la fetta di coloro – specie tra gli stessi artisti e cantanti – a cui quest’ipocrisia fa schifo dovrebbe trovare il modo di rendere noto il proprio punto di vista producendo un minimo di disturbo. Come avveniva nel ‘68 in occasione della prima alla Scala.

(Mi infastidisce) La presenza pressoché in blocco della P2 culturale veltroniana del Paese: Fabio Fazio, Michele Serra, Francesco Piccolo. Me ne sbatto che il direttore musicale sia Mauro Pagani, ex collaboratore di De André: basta dare un’occhiata alla lista dei selezionati per capire che lavoro di uncinetto clientelare sia stato fatto. (…) Per quale motivo c’è Cristiano De André se non per il fatto che Fazio e Pagani sono amici di famiglia di Dori Ghezzi? Esiste qualcuno che ricordi una sola canzone di Cristiano De André? Oppure Ron, col suo parrucchino…. Ma perché questo cose devo dirle io, che Sanremo non l’ho mai sopportato, e non le dice qualche cantante o cantautore? “.

Quanti la pensano come lui?

#ValerioScanuStaPerTornare non è una minaccia …è una promessa!


valerio-scanu-singolo

Abbiamo notato che alcuni buontemponi su Twitter e anche qualche sito online  hanno ironizzato sull’hashtag #ValerioScanuStaPerTornare balzato in testa ai trend topic sul social, attribuendo all’evento effetti comici. Di fatto il cantante di “Per tutte le volte che“, vincitore della 60esima edizione del Festival di Sanremo, punta di diamante dell’ottava edizione di Amici di Maria De Filippi a cui deve il suo lancio, lasciata la Emi Italia, dopo un intenso anno di lavoro in “autoproduzione”, con cui ha sperimentato il camminare sulle proprie gambe e con successo, torna ufficialmente alla ribalta con un nuovo progetto discografico  prodotto direttamente con la Natyloveyou, accurato nella preparazione e nella scelta dei brani che ha richiesto oltre un anno di lavoro e che si avvale della collaborazione di professionisti musicali quali Luca Mattioni  per gli arrangiamenti e Mario Cianchi che rappresenta al meglio la direzione dell’Album (cit. Valerio Scanu).  Valerio Scanu si rimette in gioco presentandosi rinnovato nell’immagine e nel sound fresco, contemporaneo, orecchiabile e questo ha pertanto generato l’hashtag dettato dall’entusiasmo e dall’impazienza dei numerosissimi fan che il 7 gennaio finalmente potranno soddisfare la loro curiosità. Infatti il 7 gennaio sarà on air e disponibile in tutti i digital store  il primo singolo  “Sui Nostri Passi” estratto dal nuovo Album in uscita il 28 gennaio, di cui ancora non è stato reso noto il titolo.

A Dalila Miggiano è stata affidata la regia del video che accompagna il brano che così lo descrive:”Lo sguardo di Valerio è più riflessivo nelle strofe e solare, positivo nell’inciso. Valerio guarda lo spettatore negli occhi. Corre deciso, cammina, osserva e corre nuovamente. É alla ricerca del suo domani, del suo futuro. 
Il video è stato girato con steadycam per dare più fluidità alle immagini. L’alternarsi nel montaggio di cambi d’abito/luce/ambiente, possono suggerire lo scorrere del tempo”.

#ValerioScanuStaPerTornare!…No signori cari… non è una minaccia… è la promessa di un gran bel viaggio  con la “musica” di Valerio Scanu a cui oltre ai suoi numerosi e trepidanti fan è invitato naturalmente  chiunque vorrà ascoltarlo.

Ricordiamo che Martedì 7 gennaio Valerio Scanu sarà ospite di Barbara d’Urso a Pomeriggio5 alle 16,45 dove presenterà il suo nuovo singolo Sui Nostri Passi.