Giorno: agosto 12, 2014

Duran Duran, nuovo album co-prodotto da Nile Rodgers con Mark Ronson –


DD-Nile-Mark-300x200

 Con un comunicato sul loro sito e una foto i Duran Duran hanno annunciato che  per il seguito di “All you need is now”(2012) si avvarranno della collaborazione di Nile Rodgers assieme a Mark Ronson.  il ritorno di Rodgers che aveva già lavorato con la band co-producendo “Notorius” e remixando “Wild boys” e “The reflex” è stato comunicato ieri con una foto dei quattro Duran (Simon Le Bon, Nick Rhodes, John Taylor, Roger Taylor) in studio a Londra, ieri, 10 agosto assieme ai due.

L’uscita dell’album, il quattordicesimo della carriera, è previsto per la primavera 2015, spiega il post. Oltre Ronson, la band inglese aveva in precedenza confermato la  la collaborazione con John Frusciante (ex chitarrista nei Red Hot Chili Peppers). “Abbiamo tenuto per noi questa bella notizia perché volevamo darvi tutti i dettagli al momento giusto ma la voce è circolata e ci ha preso in contropiede, dunque abbiamo deciso di dare noi la conferma… sì, è vero, lo straordinariamente talentuoso John Frusciante ha davvero contribuito al nostro nuovo album dal suo quartier generale in California. Ci siamo scambiati le tracce tramite Internet e siamo entusiasti del risultato. Siamo grandissimi fan del lavoro di John e siamo onorati di averlo con noi, ad aggiungere il suo tocco magico al disco! Al momento non è previsto che John venga in tour con noi, ma le sue chitarre suonano davvero incredibili nei brani”.

 

Trovato senza vita l’attore Robin Williams.


ObitRobinWilliamsJPEG-03d7f_1407801226-502-kwUF-U103024700968571MI-640x320@LaStampa.it

Protagonista di numerosi film, da “Good Morning Vietnam” a “Hook – Capitan Uncino” e “Mrs. Doubtfire”,  vincitore di un Oscar nel 1998 come miglior attore non protagonista per Good Will Hunting diretto da Gus Van Sant e con la sceneggiatura di Matt Damon e Ben Affleck,  Robin Williams, è stato trovato privo di vita nella sua abitazione in California, a Tiburon, a nord di San Francisco.

 L’artista, a quanto si apprende, soffriva di una grave depressione.

 “Questa mattina ho perso mio marito e migliore amico, mentre il mondo ha perso uno dei suoi più amati artisti e bellissimi esseri umani. Sono assolutamente con il cuore spezzato “, ha detto sua moglie, Susan Schneider.

Lo scorso luglio, l’attore era andato in un centro di riabilitazione del Minnesota  per farsi curare dalla dipendenza dall’alcol. Già nel 2006, l’attore americano era andato in un centro per disintossicarsi.