Day: gennaio 14, 2015

VALERIO SCANU ALL’”ISOLA DEI FAMOSI” : VENALE? NO… (A MODO SUO) “TIENE FAMIGLIA” …


l-isola-dei-famosi-2015-anticipazioni_166367

Corre voce  insistentemente che il cantante,imitatore,Vblogger e “imprenditore” nel senso più ampio del termine per essere titolare di etichetta discografica e anche co-titolare di uno dei negozi di moda pià belli di via Margutta a Roma,Valerio Scanu, sia pronto ai blocchi di partenza con la comitiva di “naufraghi” che animeranno la scena dell’ “Isola dei famosi”, annoso “reality” stavolta targato Mediaset e non più Rai arrivato alla decima edizione in onda dal 26 gennaio su Canale5. Sui motivi che possono averlo spinto ad affrontare privazioni, digiuni, fatiche, inconvenienti non facilmente preventivabili e i già garantiti e attesissimi (sono parte integrante dello spettacolo) battibecchi all’ultimo sangue (la fame fa sragionare!) con altri concorrenti nella quotidiana battaglia per la sopravvivenza, si è espressa la sua “scopritrice” televisiva, Maria De Filippi, che ha dichiarato a un rotocalco “Se Valerio andrà all’ ‘Isola’ lo farà per guadagnare dei soldi che gli consentono di autofinanziare i suoi dischi, come sta già facendo peraltro” e non c’è niente di così sconvolgente nelle sue parole, se non fosse che, puntuali come al solito, si sono scatenate sul Web le fin troppo scontate interpretazioni“miopi”, superficiali e molto “in malafede” di chi ha voluto crearsi dei pretesti prendendo alla lettera e facendo pesare come macigni i termini “soldi”, “autofinanziamento”, essendo il ragazzo titolare di una casa discografica indipendente, la “NatyLoveYou” e i rimandi a un movente di mero interesse.

Valerio-Scanu-cop-300x225Ma può essere solo per avidità e desiderio di inebriarsi con i soavi effluvi del denaro – “pecunia non olet” – oltre che per “battere cassa”, o meglio reperire fondi da reinvestire nella sua attività imprenditoriale musicale che il cantante ha deciso di imbarcarsi in quest’avventura strampalata, apparentemente a distanze incalcolabili dal suo mondo e dai binari entro cui abitualmente è solito muoversi, oltre che non priva di insidie non rappresentate unicamente dall’isola deserta, visto che gli toccherà avere a che fare con un’opinionista come Mara Venier e un inviato come Alvin, non propriamente suoi “fans” sviscerati? Chi non riesce (o non vuole) a vedere altro, nella partecipazione di Valerio Scanu, evidentemente non ha capito niente di lui o appartiene a quella schiera di detrattori che, fortunatamente, in virtù delle sue azzeccate apparizioni televisive più recenti, si sta riducendo progressivamente di numero, che tuttora continua ostinatamente a giudicarlo ottusamente “a prescindere”, senza appello, negando anche l’evidenza, ovvero quanto sia maturato in fretta da quando ha iniziato ad autoprodursi e si è assunto l’oneroso impegno di portare avanti, sulle sue spalle di 24enne, addirittura un’azienda, la riflessione di tante persone inclini allo scetticismo dovrebbe partire proprio da qui, da una presa di coscienza delle tante qualità dimostrate da cantante in questi ultimi tempi, fra cui il grande senso di responsabilità di cui appare investito, ben sapendo che le sorti di chi dipende da lui e che con lui ha un progetto comune, nella fattispecie musicisti, tecnici, coristi e naturalmente il suo “staff”, non semplici collaboratori, ha precisato pubblicamente, ma molto di più, “amici”, gente “di casa”, la sua seconda “famiglia”, “persone che gli vogliono bene” sono interamente nelle sue mani e quindi, alla luce di questo, anche la scelta di andare all’ “Isola”, ben lungi dall’obbedire a aride logiche egoistiche di profitto, si può configurare al contrario come inscrivibile in un quadro di condivisione, dove anche i benefici economici che ne ricaverà sono comunque da considerare nella prospettiva della costruzione di un futuro professionale per sé e per chi lavora al suo fianco.

Da ammirare, non certo da criticare.

[by Fede]

ORNELLA VANONI Prosegue la tournée teatrale “UN FILO DI TRUCCO UN FILO DI TACCO …L’ULTIMO TOUR”


 

 ornella

Prosegue lo spettacolo teatrale di ORNELLA VANONI “Un filo di trucco un filo di tacco …l’ultimo tourche ha fatto registrare il tutto esaurito con un mese di anticipo al Teatro dal Verme di Milano, dove andrà in scena il 10 febbraio. A grande richiesta si aggiunge una nuova tappa nel teatro milanese, il 17 marzo (prevendite già disponibili).

Si aggiunge inoltre una tappa in Abruzzo, dove lo spettacolo andrà in scena il 28 marzo al Teatro dei Marsi di Avezzano (L’Aquila).

Queste tutte le prossime date confermate di “Un filo di trucco un filo di tacco …l’ultimo tour”:

7 febbraio – Padova – Gran Teatro Geox

10 febbraio – Milano – Teatro Dal Verme

20 febbraio – Alessandria – Teatro Alessandrino

9 marzo – Napoli – Teatro Augusteo

17 marzo – Milano – Teatro Dal Verme – NUOVA DATA

26 marzo – Roma – Teatro Olimpico

28 marzo – Avezzano (AQ) – Teatro dei Marsi – NUOVA DATA

10 aprile – Cosenza – Teatro Rendano

In “Un filo di trucco un filo di tacco …l’ultimo tour”, Ornella Vanoni canta e recita: interpreta i suoi grandi classici, alcune cover e i brani del suo ultimo album “Meticci (Io mi fermo qui)”, e, fondendo musica e teatro, racconta con la sua solita sincera ironia tutto ciò che ha vissuto in 80 anni di vita, la sua visione dei sentimenti e dell’amore e l’arte della seduzione.

Nello spettacolo Ornella è accompagnata dalla sua band: Eduardo Hebling (basso e contrabbasso), Paolo Vianello (pianoforte e tastiere), Placido Salamone (chitarra) e Eric Cisbani (batteria e percussioni).

Lo spettacolo, scritto da Ornella con Federica Di Rosa, si avvale delle scenografie di Giuseppe Ragazzini. Tutti gli accessori che Ornella indossa sono creati da Daniela Gerini.

Uscito in occasione del suo recente 80esimo compleanno, il triplo cofanetto antologico Più di me Più di te Più di tutto(Sony Music) contiene i due fortunati album già editi già editi Più di me (canzoni del suo repertorio e due brani inediti, cantati in duetto con alcuni dei più importanti artisti italiani) e Più di te (grandi brani della nostra canzone reinterpretati dall’inconfondibile voce di Ornella Vanoni, con qualche prezioso duetto), arricchiti da Più di tutto, una nuova imperdibile raccolta di grandi successi di Ornella.

ENRICO NIGIOTTI : in gara al FESTIVAL DI SANREMO nella sezione NUOVE PROPOSTE con il brano “QUALCOSA DA DECIDERE” DA VENERDÌ 16 GENNAIO IN RADIO


 gowill

enrico

Il cantautore toscano ENRICO NIGIOTTI parteciperà alla 65° edizione del Festival di Sanremo nella sezione Nuove Proposte con il brano “QUALCOSA DA DECIDERE”Il brano sarà in rotazione radiofonica da venerdì 16 gennaio e anticipa l’omonimo album d’inediti (Go Wild – Universal), che sarà pubblicato nella settimana sanremese.

«Ogni canzone che scrivo rappresenta una parte di me e sia questo brano sia l’omonimo album che lo contiene ne sono l’esempio – racconta Enrico Nigiotti – cantare il mio pezzo su un palco prestigioso come quello dell’Ariston è per me la realizzazione di un sogno: fare musica».

A dirigere l’orchestra del Festival di Sanremo per Enrico Nigiotti sarà il Maestro Umberto Iervolino.

 Enrico Nigiotti, classe 1987, è un cantautore e chitarrista livornese. Cresciuto con una passione viscerale per la musica blues, ereditata dal padre, ha sviluppato fin da bambino una vocazione speciale per la chitarra. Per anni viaggia tra Livorno e Roma seguendo alcune masterclass di chitarra e migliorando il suo stile. Nel 2008 avviene l’incontro con Caterina Caselli ed Enrico pubblica un primo singolo prodotto da Michele Canova, che vede la partecipazione straordinaria di Elisa in qualità di arrangiatrice dei cori. Nel 2009 il giovane cantautore partecipa alla trasmissione televisiva Amici, riscuotendo un grande successo di pubblico. Dopo la partecipazione al talent, il 26 marzo 2010 pubblica con Sugar il suo primo album d’inediti “Enrico Nigiotti” e successivamente inizia un tour promozionale in tutta Italia. Dopo la fine del contratto, Enrico si dedica per un paio d’anni allo studio e alla scrittura di nuovi brani e nell’ estate del 2012 conosce Adele Di Palma(manager di Fabrizio De André, Ivano Fossati, Gianna Nannini) e Brando (Emma Marrone – Modà – Nesli) che diventeranno rispettivamente la sua manager e il suo produttore.