AMICI 14 – LA “FINALE”: TRIONFO (MERITATISSIMO) DI STASH E “THE KOLORS” E … MARIA DE FILIPPI, SCONGIURATE LE (BRUTTE) SORPRESE AL TELEVOTO


amici14-finale-video-stash-the-kolors-vincitore1-300x205

[scritto da Fede]

Risultato forse scontato, tanto che qualcuno, in rete, se ne lamenta, quello di “Amici” edizione 2015, a noi invece “piace così”, Stash e i “Kolors” hanno vinto meritatamente il “talent” dopo aver dato prova, di settimana in settimana, della loro capacità non solo di riuscire a calarsi nei pezzi di cui hanno cantato le “cover”, ma di saperne dare degli arrangiamenti in grado di “rinfrescare” e “ringiovanire” gli originali, sarà pure una “boy band” di quelle fatte apposta per conquistare legioni di ragazzine strepitanti, come ha detto più di un giornalista presente in studio venerdì 05 giugno, ma non si tratta certo di sprovveduti, alle spalle hanno una bella gavetta, come ha rivelato la “voce” del gruppo, Stash, che ha raccontato alla stampa gli anni duri affrontati a Milano, dove per campare hanno fatto tutti i mestieri possibili e immaginabili, compresa la vendita di mozzarelle, esibendosi con compensi da fame nei locali anche davanti a una manciata di spettatori, tuttavia le ritiene un bagaglio di esperienze altamente formative. Comunque sia, i tre ragazzi campani sono stati in grado di mettere d’accordo sia pubblico che critica, conquistando ad un tempo il trofeo di “Amici”, decretato dal voto da casa e quello della commissione di giornalisti, fra i quali c’è molta curiosità per questo gruppo che, essendosi creato uno stile musicale proprio in cui confluiscono echi anni ’80 e ’90, in grado di attirare più generazioni e cantando in inglese, può contribuire a “sprovincializzare” la musica italiana e aprirsi nuovi sbocchi, prova ne è che una radio di Los Angeles trasmette i loro brani.

kolors

Premio di consolazione a Briga, da parte dell’emittente radiofonica “Rtl 102,5”, c’è da dire che nel corso della trasmissione è parso “rientrato nei ranghi” e ha mantenuto un contegno adeguato alle circostanze, arrivando al punto di fare “pubblica ammenda” per le insolenze di cui è stato capace, mostrando anche molta sportività nella competizione con Stash, più un confronto fra compagnoni che fra “rivali”. I brani proposti dai due nella serata conclusiva, esclusi quelli tratti dai rispettivi cd, non sono stati tutti scelte azzeccatissime con cui poter andare a “colpo sicuro”, Briga avrebbe potuto riproporre (era consentito) “Formidable” di Stromae, che aveva interpretato molto sentitamente in una delle puntate precedenti, piuttosto che “La fine” di Nesli, pieno zeppo di turpiloquio e “sfancu*ate” al mondo intero e Stash poteva rifare “Another brick in the wall” dei Pink Floyd, avrebbe causato un terremoto magnitudo8in studio, invece ha voluto portare, tra gli altri, l’arcinota “Without you” nella versione di Mariah Carey e subito il critico Franco Zanetti si è avventato su di lui rimproverandolo di non sapere che la canzone originale risale a molti anni prima, notevole “self-control” mantenuto dal ragazzo, ma lo avremmo voluto, nel caso specifico, più “cattivo” nella replica, imparerà … , carico di suggestioni ed emotivamente coinvolgente, da “scioglimento”, invece, l’omaggio alla sua Napoli con “Cumm’e”, già cavallo di battaglia di Roberto Murolo e Mia Martini.

E tanto per rimanere in tema di vincitori, si afferma come indiscussa “conquistatrice”, nella gara di ascolti, Maria De Filippi, i suoi 6milioni e 536mila spettatori per il 34,20% di “share” sono assai più eloquenti delle parole.

Qualche “beffa” indesiderata poteva giocarla il televoto, strumento molto incerto in mano alle platee televisive, portate a reazioni “di pancia”, viscerali piuttosto che ragionate e obiettive e la sfida Stash-Briga sembrava configurarsi prevalentemente come un confronto all’ultimo sangue fra tifoserie delle rispettive zone d’origine e c’erano di mezzo, poi, i numerosi “fans” di Emma, “coach” del “rapper”, avrebbero fatto sentire il loro “peso” a suo favore o meno?La vittoria netta di Stash e “The Kolors” con ben il 61% di preferenze smentisce le ipotesi paventate giorni prima e sembra indicativo di quanto la “band” sia amata e sostenuta da Milano a Calatafimi, il più grande successo, infatti è divenire un fenomeno “nazionale”, in attesa di altri, ambitissimi, traguardi anche fuori dal nostro Paese.

Ai neo-vincitori i nostri complimenti “cu tutt’o core”!

7 comments

  1. Il tuo stile è inconfondibile Fede, io quest’anno mi sono riavvicinata al ballo. Ho trovato strepitosa la crescita di Virginia che mi ha incantata per grazia, leggiadria, espressivitá. Riconosco che la vittoria di Stash e la sua band è meritata. Briga non l’avrei neanche fatto accedere al serale. Un abbraccio speciale a te.

    1. Molly, ma sei la “Molly” che conosciamo da anni?che piacere risentirti!!! vedo che ti sei riaccostata anche tu ai programmi defilippiani …. quest’anno ne valeva la pena, con Stash, Virginia, Klaudia (un po’ messa in disparte, in finale) e qualche altro.

      Un abbraccio anche da parte mia.

  2. Grazie Fede, per l’articolo, mi sono piaciuti i Kolors da subito, anche se come Molly mi ha colpito la ballerina Virginia, però si sa che da quando ci sono le CD i ballerini sono relegati in secondo piano, infatti la De Filippi sempre attenta, a chi vuole lei, ha messo la seconda vittoria!! Ho apprezzato l’atteggiamento sommesso di Briga, forse ha capito che l’arroganza e la supponenza non paga, a meno che sei supportato dalla “mamma famosa”!! 😉 Non ho apprezzato il comportamento della De Filippi in conferenza stampa, quando ha “vietato” ai suoi ragazzi (credo che si riferisse ai Kolors) di non andare a Sanremo??? Ma come…..è un modo per sdoganare i suoi prodotti invece, forse, vuole avere il diritto di prelazione sui guadagni grazie alla Fascino!!! Comunque questa donna prima se le canta, voleva a tutti i costi i suoi ragazzi (ovviamente non tutti ma solo quelli che “preferisce”) nelle radio e adesso se le suona…troppo clamore intorno ai suoi prodotti (prodotti da spremere come limoni)!! Contenta per i Kolors ma troppo osannati……grazie alla Fascino, a Baraonda e a RTL…….l’anno prossimo come sarà????????

    1. Ciao, sì, la De Filippi si riferiva proprio ai “Kolors”, dicendo che portando un repertorio in lingua inglese, salvo cambiamenti improvvisi, non sono indicati per il “festival della canzone italiana”, ma credo fosse solo il punto di partenza e il pretesto che si è creata “ad hoc” per “suonarle” a certa stampa che si diverte a compiere opera distruttiva a spese dei ragazzi dei “talent”, non solo di quelli usciti da “Amici”, anche a “Il Volo”, molto meno apprezzati dai critici che non Nek ne hanno dette di tutti i colori all’indomani di Sanremo, se vogliamo … E pensiamo anche a qualche “amiciano”, non si può dar torto a Maria, in questo, se i giovani guardano il “festival” è perché ci vanno i Dear Jack, Chiara Galiazzo e tanti altri usciti da quel genere di trasmissioni.

  3. Una piccola critica sui giornalisti, ma Maria vi ha addomesticati??? Certo meglio ora che nel 2008, ma mi sembravano troppo buonisti, secondo me alla finale dovrebbero stare zitti per non influenzare, sempre se il loro parere conta!!! Non amo il genere musicale di Briga neppure il suo carattere supponente da uno già arrivato, ma da parte di questi pseudo giornalisti alla corte di Maria, non sono stati equilibrati nel giudicare le performance dei due ragazzi 😉 è quello che ho percepito, troppo pro Stash 😀

  4. La musica non dovrebbe andare in “competizione” perchè dietro qualunque competizione ci sono interessi da difendere e dove ci sono interessi da tutelare si inventano strategie non sempre “limpide” e regolari che, nel caso della musica si riflettono sul futuro del prodotto e quindi sul cantante. Ragion per cui non sempre chi vince è il migliore cantante o la canzone più bella, ma vince semplicemente chi ha la capacità di imporre con più forza il proprio prodotto o cantante scelti secondo le tendenze del pubblico e degli studi di settore. Ormai si è capito inutile discutere su chi ha più o meno successo è chiaro che non dipende dal cantante.
    Maria sa fare bene il suo lavoro lavora per i suoi interessi e si procura tutto quello che serve per “vincere” stampa compresa.

    1. Ciao, Lucia! … e allora teniamo d’occhio le “carriere” di questi “astri nascenti”, solo il tempo ci potrà dire chi riuscirà effettivamente a crearsi una posizione stabile e consolidata nel panorama della musica italiana.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...