Giorno: giugno 16, 2015

La Posta del Cuore: Con Fabrizio Frizzi e Rita Dalla Chiesa, consigli su ‘affari di cuore’ – dal lunedì al venerdì sul RaiUno ore 14,00


fabrizio-frizzi_rita-dalla-chiesaDa ieri 15 giugno 2015 in onda su RaiUno a partire dal lunedì al venerdì alle ore 14,00 La Posta del Cuore sotto la conduzione di Fabrizio Frizzi e Rita Dalla Chiesa, collaudata coppia del mondo dello spettacolo, sposati dal   dal 1992 al 1998 dopo un fidanzamento durato dieci anni,  ritornano insieme ma solo alla guida del  nuovo programma che tratta, guarda caso, di … affari di cuore!  La Posta del Cuore,  è un people show basato sui sentimenti della  gente comune: “C’è sempre un momento in cui abbiamo bisogno di un consiglio sugli affari di cuore… io per prima! …” sostiene  Rita dalla Chiesa che ritorna in televisione dopo l’abbandono di Forum nel 2013 e il mancato programma a La7, mentre  Fabrizio Frizzi,  lo vedremo ancora,  a breve , alla guida di un nuovo programma ‘Gli italiani hanno sempre ragione’ prossimamente in prima serata sempre su Rai 1.

Ma Fabrizio Frizzi e Rita Dalla Chiesa non saranno soli a trattare “affari di cuore”, supportati   da alcune giornaliste, blogger e psicologhe accoglieranno in studio i vari protagonisti e dopo aver ascoltato le storie e il dibattito sulle storie raccontate anche attraverso filmati girati in esterna, spetterà a  Rita consigliare saggiamente.

Chi avesse bisogno di un consiglio potrà quindi inviare  una mail a lapostadelcuore@rai.it oppure chiamare il numero 0236557891. La Posta del Cuore dal Lunedì al Venerdì su RaiUno ore 14,00.

Coca-Cola SUMMER FESTIVAL! Gli artisti italiani e internazionali del momento il 25, 26, 27 e 28 giugno sul palco di Piazza del Popolo a Roma.


coca cola

TORNA IL 25, 26, 27 E 28 GIUGNO IN PIAZZA DEL POPOLO A ROMA

L’IMPERDIBILE APPUNTAMENTO CON LA MUSICA DELL’ESTATE

SUL PALCO GRANDI OSPITI ITALIANI ED INTERNAZIONALI

A LUGLIO IN ONDA PER 4 PUNTATE IN PRIMA SERATA SU CANALE 5

E IN CONTEMPORANEA SU RTL 102.5

Torna l’estate… e torna il “Coca-Cola SUMMER FESTIVAL #daiunbacio”! Come ogni anno, gli artisti italiani ed internazionali del momento si esibiranno sul palco di Piazza del Popolo a Roma, il 25, 26, 27 e 28 giugno (dalle ore 20.00 – ingresso gratuito), nel corso dell’imperdibile manifestazione che decreterà, in tv e in radio, la canzone dell’estate 2015!

Vero appuntamento fisso con la colonna sonora dell’estate, le quattro serate saranno seguite in diretta su RTL 102.5 e a luglio andranno in onda in quattro puntate in prima serata su Canale 5 e, in contemporanea, su RTL 102.5.

Anche quest’anno, oltre ad ospitare i big della musica italiana, ilCoca-Cola SUMMER FESTIVAL #daiunbacio” darà spazio alla musica emergente. Saliranno infatti sul palco della manifestazione 6 giovani artisti che si sfideranno e che avranno così la possibilità di esibirsi davanti al grande pubblico.

AlCoca-Cola SUMMER FESTIVAL #daiunbacio” “la musica vota la musica”: il meccanismo di votazione sarà come quello dell’anno scorso, saranno i big ospiti a votare i brani dei 6 giovani. Nel corso dei primi tre appuntamenti verrà decretato un vincitore di tappa ed i tre vincitori si sfideranno durante il quarto e ultimo appuntamento, durante il quale verrà eletto il vincitore finale del “Coca-Cola SUMMER FESTIVAL #daiunbacio” (vinto negli anni scorsi da Clementino e Santa Margaret).

Al “Coca-Cola SUMMER FESTIVAL #daiunbacio” RTL 102.5 assegnerà lo speciale “PREMIO RTL 102.5 – CANZONE DELL’ESTATE 2015”.

In ognuno dei quattro appuntamenti verrà decretato un brano vincitore di tappa (risultato del gradimento ricevuto dal pubblico del web sul sito ufficiale di RTL 102.5 www.rtl.it e dai dati della classifica EarOne), tra tutti quelli che gli artisti proporranno sul palco di Piazza del Popolo, e durante l’ultimo appuntamento verrà decretato il brano “vincitore finale” delle quattro puntate.

Anche quest’estate Coca-Cola ha deciso di legarsi al Summer Festival per celebrare la musica e per invitare a liberare le proprie emozioni, a comunicarle agli amici e a condividerle con il mondo.

L’hashtag che accompagnerà tutta la manifestazione sarà infatti #daiunbacio: un chiaro rimando all’omonima campagna che inviterà, per tutta l’estate 2015, a dare un bacio alla persona del proprio cuore, all’amico/a o… a chi si voglia.

Il trait d’union con l’universo musicale è chiaro: quanti dei baci più emozionanti che abbiamo dato nella nostra vita (o che sogniamo di dare) non sono legati a una colonna sonora?

(by Ponyo)

UMBRIA JAZZ 15 / IL 19 LUGLIO LA SERATA DELL’ARENA SANTA GIULIANA AD INGRESSO GRATUITO


umbria jazz

Coloro che hanno acquistato il biglietto avranno diritto al rimborso completo.

La serata, che avrà inizio alle 21.00, sarà dedicata ai “nuovi suoni”, con un viaggio tra le nuove tendenze della musica e uno sguardo verso il futuro.

21.00 / TAYLOR McFERRIN

22.30 / ORLANDO JULIUS & THE HELIOCENTRICS

00.00 / GILLES PETERSON DJ SET feat. MC EARL ZINGER

TAYLOR MCFERRIN, giovane musicista figlio del maestro Bobby McFerrin, prende in prestito dalla golden era del soul e dai grandi del jazz, che contestualizza grazie al beatmaking e alle più contemporanee espressioni della musica elettronica. Con lui alla batteria Marcus Gilmore, nipote di uno dei più importanti batteristi della storia del jazz: Roy Haynes.

ORLANDO JULIUS & THE HELIOCENTRICS : semplicemente uno dei maggiori compositori di tutta la musica africana, autore di uno dei dischi che segnano il primo punto d’incontro tra la musica nera africana e quella afroamericana statunitense.

 GILLES PETERSON DJ SET feat. MC EARL ZINGER. Peterson non ha bisogno di presentazioni, il suo curriculum parla da sé: DJ, produttore, conduttore radiofonico, label manager, ispiratore del movimento acid-jazz. Earl Zinger altri non è che Rob Gallagher che fu leader della band della Talkin’Loud “Galliano”.

(by Ponyo)

“SONO SOLO TIMIDO” E’ IL NUOVO SINGOLO DI MAX LO BUONO ESTRATTO DALL’ALBUM “TUTTO MOLTO DANDY


fo

Un viaggio musicale tra il sound inglese e le melodie italiane.

Il concetto di temporaneo e sottile disagio è inserito in un contesto ironico, ritmato, in una musica appositamente leggera e frivola al primo ascolto, proprio come fosse una maschera che si indossa nel momento in cui si sale sul palco. E’ un brano dal sound sorprendente, frutto dell’interazione tra Max Lo Buono ed Ettore Diliberto, che ha curato mix e produzione artistica per Et Team.

Sono molto timido” fa parte dell’album “Tutto molto dandy”, un disco sorprendentemente accurato e ricco, frutto del duro lavoro di Max Lo Buono insieme ad Ettore Diliberto, Anna Portalupi e tutti i componenti dell’etichetta Et-Team.

L’album unisce la versatilità della lingua italiana ad un sound di matrice inglese, farcito di una base pop-rock, armonie e falsetti tipici del glam, ed una forte componente elettronica. Si passa da brani energici e ballabili (“Sono solo timido”, “Senza finti dei”, “Melody”), a sonorità e atmosfere più intimiste (“L’illusionista”, “Inevitabilmente follia”, “Ti amo da vivere”).

Il Dandy è’ un cittadino del mondo che vuole circondarsi di arte, bellezza, ironia, spesso controcorrente, è l’anti-snob, quello che convoglia, “con voglia”, le malinconie amare della vita nelle più leggere, auto-ironiche, ma eleganti sfaccettature, una maschera superficiale su un pensiero profondo. Così le canzoni di questo album partono da semplici melodie, per giungere attraverso arrangiamenti elaborati, a riflessioni quotidiane, a sottili ironie, a giochi di parole ricercati.

BIO

Nasce a Genova il 2 maggio 1983.

Durante il liceo scientifico, nel 1998, inizia la sua esperienza nella band 2nd Floor, in cui è cantante e chitarrista fino al 2006, annoverando passaggi radiofonici, decine di live, e la finale di Rock Targato Italia.

Dal 2003 al 2005, durante il periodo universitario, è parte del cast della Compagnia Teatrale Goliardica Mario Baistrocchi in qualità di ballerino e corista, partecipando anche ad una puntata del “Maurizio Costanzo Show”.

Dopo lo scioglmento dei 2nd Floor inizia il periodo solista che lo porta alla finale del “Premio Canzone d’Autore” Città di Ghedi 2007 con il brano “ L’illusionista”.

Intraprende nel 2008 un progetto di produzione di musica pop, ambient ed elettronica utilizzata per cortometraggi, eventi aziendali, video pubblicitari di vario genere, performance di arte contemporanea, parallelamente all’attività live nei locali della liguria e dintorni.

Produce la colonna sonora per il cortometraggio “Coffee a go go”, vincitore del Los Angeles Noir Short Movie Fest 2013.

Nel giugno del 2014 esce il suo primo singolo ufficiale “Sei la fine del mondo” scritto da lui stesso, con l’arrangiamento di Guido Guglielminetti, edito da Pull Records.Nel 2015

Mtv Awards 2015 – Festa della musica -Premi e premiati e…piccole curiosità


mtv
Mtv Awards 2015, doppio premio per Mengoni vincitore sia nella categoria Superman che in quella Artist Saga.
Pif consegna a J-Ax premio carriera e lui si commuove Nella sezione New artist a primeggiare è stato Lorenzo Fragola, per Wonderwoman Alessandra Amoroso. Per la categoria ‘Miglior video’ si è affermato Tiziano Ferro con ‘Senza scappare più’, mentre il Best Mtv show è risultato ‘Mario’, la miniserie di Maccio Capatonda
Una bomba gigante di stelle filanti rosse ha aperto gli Mtv Awards al parco delle Cascine di Firenze, con circa 10mila i giovanissimi accalcati sotto il grande palco allestito sul prato. Ad aprire le danze, nelle vesti di conduttore-presentatore, il rapper Emis Killa, che ha affidato l’inizio dello show al duo formato da J-Ax e Il Cile: Maria Salvador, l’ultimo singolo di J-Ax, il brano eseguito dai due cantanti. A Firenze tra gli ospiti del Mtv l’ex Iena Pierfrancesco Diliberto, in arte Pif: che a proposito della corruzione a Roma dice: “temo che ancora il peggio debba ancora arrivare” –  “La cosa drammatica è questa, e cioè che ancora non abbiamo visto il peggio. Ci siamo già tutti scandalizzati, ma siamo ancora all’inizio: e lo ripeto, il peggio deve ancora venire“. J-Ax: legalizzare marijuana? Siamo paese reazionario “Non credo saremo i primi a legalizzare un bel nulla: siamo un paese reazionario, e di sicuro un domani le persone intelligenti proponessero, non solo per la marijuana ma anche per prostituzione e altri temi una spinta verso la legalizzazione, ci sarebbe comunque una controspinta reazionaria fortissima a bloccare le cose“, ha detto il rapper J-Ax, rispondendo nel backstage dell’Mtv Awards ai giornalisti che gli chiedevano se in Italia, dopo l’avvio di sperimentazioni a scopo terapeutico sulla cannabis, ci fosse da aspettarsi entro pochi anni la legalizzazione della marijuana. “In uno Stato come il Colorado, che per le libertà non è esattamente la California – ha poi aggiunto – hanno capito che legalizzandola entrano nelle case pubbliche milioni di dollari da utilizzare per i cittadini. Il Colorado è grande più o meno come la Sicilia, dove, per mancanza di soldi, in alcuni posti non arriva nemmeno la luce. Immaginiamo cosa si potrebbe fare con i soldi della marijuana legalizzata per questi posti in Sicilia…”. J- Ax ha detto anche che “la guerra alle droghe è stata un fallimento: la gente si droga più oggi di cinquant’anni fa. Ed è stupido vivere in un paese dove sono legali videopoker, alcool, e cose più dannose della marijuana, e la marijuana no“. A chi gli ha domandato se fosse un consumatore di marijuana, il rapper ‘ha ironicamente risposto: “Chi, io? no, non fumo più, non fumo più da anni. Lo dico e basta, come fa Il Cile, solo per spirito di polemica”. Nek invece ha raccontato un aneddoto sul brano che ha portato a Sanremo e che ha vinto il premio cover:”Se telefonando”  la scelse sua moglie su Youtube  che dovette anche impegnarsi a convincerlo a cimentarsi nella riproposizione della canzone di Mina.  Per  Max Pezzali, intervistato nel backstage, i ragazzi di oggi sognano come quelli di ieri.   “Dagli anni ’90, quando ero giovane io, sono cambiate le condizioni, il contesto: ci son state le rivoluzioni, son caduti muri, è arrivato internet, la globalizzazione che ha imposto accelerazioni in progressione geometrica – ha detto – i ragazzi di oggi sono più insicuri del futuro rispetto a quanto lo fossimo noi, ma i loro sogni, le loro aspirazioni, le loro paure, sono gli stessi di quelli che abbiamo avuto noi. Si parla sempre delle stesse cose, come l’amore, che c’è ad ogni età. Cambia solo il contorno“. Quanto al modo in cui l’avanzare dell’età ha cambiato la sua visione delle cose, Max ha spiegato che cerca di “raccontare la mia quotidianità come ho sempre fatto. Soffro un po’ di sindrome di Peter Pan, e poi questo lavoro ti rende più vicino al mondo dei giovani per il tipo di vita che hai: per me è più naturale avere un dialogo con loro che non con i miei coetanei”, ha concluso. –