DOPPIO DISCO DI PLATINO PER STASH E I “KOLORS”, LE …“GUFATE” DEI GIORNALISTI E L’IRA DI MARIA DE FILIPPI “I MIEI ‘EX-TALENT’ ALLA LARGA DA SANREMO” …


stash

Nemmeno il tempo di godersi i riconoscimenti per le straordinarie vendite del loro album, uscito appena un mese fa, al traguardo del doppio platino, che il fenomeno canoro del momento, i “Kolors”, si trovano già a fare i conti con aspre critiche e improvvisate “Cassandre” facenti capo a testate giornalistiche tradizionalmente avverse a Mediaset, ma si sa, “non c’è rosa senza spina”. Il primo di questi spocchiosi e sprezzanti sputasentenze destinerebbe tranquillamente alla discarica i “talent show”, da lui visti come “omicidio della discografia” e in particolare “Amici”, nient’altro che “un programma tv, non una fucina di talenti” e a proposito di Stash & Co. non adopera mezzi termini, pur concedendo loro di saperci un po’ fare, benché non sia proprio il caso di gridare al miracolo, trova che “scimmiottino malamente i ‘Maroon 5’” (ma che c’azzeccano? Tutte queste arie da “saccente” e poi propone un paragone che non sta né in cielo né in terra, basta ascoltare i due gruppi) e intanto i commenti sotto il “post” sono a quota 226 (ci complimentiamo!), schierati fra difensori e sedicenti intenditori “indignati”, questi ultimi di una ripetitività desolante, l’argomento ricorrente, ne sono zeppe le pagine di “You Tube” suona più o meno di questo tenore “I talenti veri sono snobbati dalle case discografiche, io ho mio cugino Zaccaria (per dire!)/un amico/un mio ex-compagno di classe che cantano e suonano divinamente che rimarranno nell’anonimato fintantoché le audizioni e selezioni di aspiranti artisti saranno affidate solo a questo genere di trasmissioni”. Ora, prendendo con beneficio le troppe invenzioni che circolano sul Web, è assolutamente vero quanto si sostiene, ossia che le “giurie” siano del tutto incompetenti e non in grado di subodorare certe “potenzialità”? Morgan, Mika, J-Ax, Loredana Bertè, Francesco Renga, Piero Pelù ecc. non sarebbero dunque nessuno? E certi lettori/commentatori ritengono di conoscere meglio degli esperti del settore quali sono i requisiti posseduti dai candidati verso cui il mercato è più “ricettivo”? Si, perché l’ipotetico “cugino Zaccaria” può avere voce ed essersi diplomato alla più prestigiosa accademia musicale, ma se poi è (perdonatemi!) “o’scarrafone”, un “pezzo di legno” davanti a una telecamera o su un palco e non sa scucire mezza frase in croce, è fuori dai giochi, la “mediaticità”, oggi più che mai, è la discriminante fondamentale, ma anche in passato, non si creda che non sia stato così.

Un rotocalco a vasta tiratura, invece, suonando sinistramente da “menagramo” (fortunatamente i “Kolors” sono di Napoli quindi … scongiuri a volontà!) scrive “La maggior parte dei ragazzi usciti dal ‘talent’ della moglie di Costanzo corrono spesso il rischio di cadere nel dimenticatoio … Quanto durerà tutto questo successo (di Stash)?” e rincara la dose con qualche sottile e perfida insinuazione “Quanto a lungo resisterà il giovane Stash alla tentazione di mollare i Kolors per intraprendere una carriera da solista?” e si aggiunge che la vera “star” del gruppo è lui e che potrebbe non comodargli più dividere incassi che lievitano a vista d’occhio con i suoi soci, perché “il successo mischia le carte in tavola”; ci si augura naturalmente che siano malignità che lasciano il tempo che trovano.

E ci ha pensato Maria De Filippi a rispondere in vece del “vocalist” dei “Kolors” alle insistenti domande dei giornalisti su Sanremo 2016 “Loro cantano in inglese, non sarebbero accettati” è stato il punto di partenza per uno sfogo della conduttrice “Per qualche anno non ci metteremo piede … Se qualcuno dei ragazzi di ‘Amici’ va all’Ariston e vince dicono che è solo grazie al televoto; anche se non vince la polemica si scatena comunque …” e a chi le ha chiesto come risolvere, al “festival”, il problema del voto della giuria di qualità che solitamente “ridimensiona” la portata del televoto, ha prospettato una sola soluzione “Farei dei circuiti paralleli. Il vincitore per il pubblico e quello per la giuria di qualità e dei giornalisti. Separati”.

Sanremo, al momento non sembra il palcoscenico più indicato dove Stash e i “Kolors” possano brillare, loro preferirebbero decisamente scatenarsi “a tutto rock” a Glastonbury e se cominciassero, invece, a pensare a una puntata al prossimo Eurofestival?

[by Fede]

4 comments

  1. buon giorno,

    credo che i Kolors indipendentemente da tutto cio che si dice e dal talento piu o meno marcato del suo lieder possano avere un grande futuro perche sono accattvanti, sanno stare sul palco, sono comunicativi col pubblico (cosa essenziale per avere un futuro artistico! se sei bravissimo tecnicamente ma non coinvolgente non vai molto avanti anche se per me sapete bene che la tecnica è fondamentale..ma ci vuole anche altro per fare una grande carriera!)…fanno pezzi che comunque piacciono al grande pubblico, che tutti dopo un primo ascolto canticchiano e quanto altro ne volete..sul fatto che i talent non sfornino talenti non sono assolutamente d’accordo…è verissimo che in migliaia partono e in pochi proseguono la carriera artistica…ma questo capita indipendentemente dal fatto che si partecipi ai talent o meno…credo che in questi anni di talenti sia da Amici, sia da the voice, sia da x factor ne siano usciti e pure molti..e questi continuano la carriera chi alla grande chi fa fatica ma comunque rimane a galla…Mengoni, Amoruso, Emma, Voli, Scanu, e tanti altri che non nomino per ovvi motivi di spazio non certo per il talento…quindi sparare sui talent a prescindere credo sia non credibile…e poi ditemi quali altre opportunita di visibilita hanno i ragazzi oggi se non ricorrere al talent?…sono grato al talent soprattutto per avermi fatto conoscere quello che considero il re dei talenti e cioe Valerio Scanu…ma che purtroppo al di la del talento stratosferico si meriterebbe molto di piu, palcoscenici prestigiosi sia in italia che all’estero..e allora la domanda mi viene spontanea..al mondo di oggi avere talento paga? boh non saprei…

    1. Ciao, Roberto!contributo interessante, il tuo; sembra che al di fuori dei “talent show” ci sia il regno dei “geni incompresi”, ossia grandissimi artisti penalizzati da questo “format” monopolistico, quando i soliti critici velenosi non sanno a che argomento ricorrere, finiscono sempre lì, ebbene, in ogni selezione si presentano “ronzini” e “cavalli di razza”, però, come dici giustamente tu, qualcuno che ha i numeri giusti, anche ad “Amici” “X-Factor” “The Voice” e simili ogni tanto esce …

      1. non ho mai creduto nei “geni incompresi”…il talento non è aria fritta e credo che chi lo possieda indipendentemente da tutto se lo ha veramente prima o poi esce fuori senza stranezze o artifizi alcuni..poi si sa la fatica che i ragazzi oggi fanno per diventare “famosi” o come si dice oggi per “farcela”…io credo che la differenza la faccia il talento, il carisma, l’impatto col pubblico..se manca uno di questi fattori si puo essere bravi cantanti ma rimanere al palo…il pubblico va ad emozioni..e quelle gliele deve dare l’artista…il pubblico non puo essere uno scienziato della tecnica come gli insegnanti e gli addetti ai lavori dovrebbero e tante volte non lo sono…ma hanno un ruolo comunque…quindi chi si piange addosso va preso secondo me con le giuste misure un abbraccio

  2. salve mi inserisco un attimo, chiedo scusa ma mi sento di intervenire perchè mi pare si dimentichi un qualcosa di molto importante che va al di là del talento e del carisma che insieme all’impatto col pubblico concorrono al successo di un cantante, ci si dimentica delle radio, fondamentali per la divulgazione della musica ma ormai monopolizzate dalle varie case discografiche e i più grossi management di marketing discografico alcuni dei quali diventati anche produttori di progetti discografici a tutti gli effetti, che condizionano notevolmente l’impatto del cantante sul pubblico, in pratica “no radio no successo” se non limitato alla sfera dei vari fandom.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...