Day: luglio 18, 2015

Fiorello difende Enrico Ruggeri e critica la tv: “…mi inviteranno come ospite ma non ci andrò”.


fiorello

Attacca gli haters, difende Enrico Ruggeri …Secondo Fiorello sui social network ci sono molti snob e radical chic e cita il caso di Enrico Ruggeri preso di mira per aver cantato nello spot del salame: “Ho trovato questa polemica così becera, così snob, così laida. Tutti quelli che l’hanno fatta sono dei laidi. Ruggeri ha fatto una pubblicità e allora? L’hanno attaccato tutti. Perché ha fatto il salame. De Sica fa la Simmenthal e nessuno gli ha detto niente. De Sica fa ridere e allora lo può fare? Ruggeri no, perché? Che c’è? Sophia Loren ha vinto l’oscar e ha fatto la pubblicità del prosciutto…Accattatevill.

Questa la risposta di Ruggeri: “Ti volevo bene già prima, adesso passo all’attrazione fisica…!”, sono state le parole scritte su Twitter dal celebre cantautore, scrittore e conduttore televisivo italiano Enrico Ruggeri nei confronti del simpaticissimo Rosario Fiorello, showman, imitatore, conduttore radiofonico, comico, cantante, conduttore televisivo, attore e doppiatore italiano molto amato e seguito dal pubblico.

Fiorello si sfoga in un ‘Live from pillow’ (in diretta dal cuscino) su Periscope, lungo 22 minuti, andato in diretta alcuni giorni fa.

Il problema della televisione è che è il risultato di prove, stress, ansia conferenze stampa, critiche. Non è fatta per me, non mi va. Quando invece fai uno spettacolo dal vivo fai uno spettacolo. In teatro mi vengono a vedere solo quelli che mi stimano. In tv non mi divertivo, era stressante. Ho ricevuto tante critiche poi ora ci sono pure i social ma quelli non fanno testo. Se ci mettiamo a dare retta agli haters che stanno a casa davanti al computer… Fanno i fighi su Twitter ma per scrivere battuta ci mettono mezz’ora, su Periscope non ce la fanno, hanno paura di misurarsi con la diretta”.

Lo showman intanto continua a rodarsi con grande passione nel suo tour teatrale “L’ora del Rosario”: “Faccio spettacoli dal vivo e mi diverto. Racconto e sono me stesso. Come al solito cerco di far ridere con semplicità. Ovviamente mi inviteranno come ospite ma non ci andrò”.

you tube ALESSANDRA AMOROSO RACCONTA IL VIAGGIO IN MESSICO UN ANNO FA


alessandra_amoroso_grito_y_no_me_escuchasAlessandra Amoroso è  pronta per varcare i confini nazionali. In un video pubblicato questi giorni la cantante salentina di “Immobile” con il quale ha vinto l’ottava  edizione di Amici di Maria De Filippi, ha pubblicato un video che racconta dalla sua  esperienza in Messico l’anno scorso e che è servita a porre  le basi per il lancio di alcuni suoi successi in lingua spagnola come “Grito y no me escuchas” ovvero la traduzione del brano “Urlo e non mi senti” scritto da Kekko Silvestre dei Modà e estratto dell’album “Il mondo in un secondo” uscito nel 2010 – Ecco il mio primo singolo in spagnolo: Grito y no me escuchas – ha cinguettato Alessandra Amoroso su Twitterspero vi piaccia, ci ho messo tutta me stessa”.  E proprio in questi giorni la cantante di Galatina è sbarcata in Messico per girare il videoclip ufficiale del nuovo singolo in spagnolo, Me Siento Sola, il  brano che  verrà rilasciato il prossimo 27 luglio e realizzato in collaborazione con Mario Domm, co-protagonista della clip ufficiale e autore del testo con Paulina Garraz . Alla regia di Me Siento Sola c’è il regista Gustavo Garzón, Il singolo  anticipa la pubblicazione del primo album omonimo in lingua spagnola che arriverà sul mercato latino dopo l’estate, nel mese di settembre, ma di cui non è ancora stata resa nota la data del rilascio.

by Ponyo

Roberto Casalino Sabato 18 luglio, alle 21 ai Giardini pubblici di Latina


Roberto Casalino con chitarraRoberto Casalino è un nome già noto nel mondo musicale e soprattutto del cantautorato, la sua verve autorale capace di emozionare, lo classifica già fra le grandi firme della musica italiana. Classe 1979 di Avellino ma latinense di adozione si approccia alla musica fin da bambino e a 12 anni studia chitarra classica e compone la sua prima canzone. Dal 2004 anno di esordio con il primo singolo, “Così non vale” (Lead Records/ Venus) e il 22 maggio 2009 del suo primo album dal titolo “L’atmosfera nascosta” (Lead Records-NiSa/EMI) Roberto Casalino me ha fatta di strada imponendosi come autore di spicco con “Non ti scordar mai di me”, “Stai fermo lì” (scritte a quattro mani con Tiziano Ferro) e “Novembre”, brani di successo radiofonico e di vendita intrepretati da Giusy Ferreri e contenuti nell’album “Gaetana”, certificato in Italia cinque volte disco di platino. Scrive brani per Alessandra Amoroso, Emma Marrone, Annalisa Scarrone, Fedez, Guè Pequeno, Gemelli DiVersi, Virginio Simonelli, Moreno, Francesco Renga, Dear Jack, Antonello Venditti, Syria, Iva Zanicchi. Nel 2012 scrive a quattro mani con Elisa il brano “Distratto”, portato al successo da Francesca Michielin (vincitrice di X-Factor 5) e in vetta alle classifiche radiofoniche e di vendita. Sempre con Elisa scrive “Sola”, singolo di lancio dell’album di Francesca Michielin “Riflessi di me”. Al Festival di Sanremo arriva in qualità di autore per ben quattro anni consecutivi: nel 2012 con il brano “Per sempre” interpretato da Nina Zilli; nel 2013 con il brano “L’essenziale” cantato da Marco Mengoni che, con questa canzone, si aggiudica la vittoria del Festival. Nel 2014 sono tre i brani al Festival: due per Giusy Ferreri (Ti porto a cena con me e L’amore possiede il bene) e uno per Francesco Renga (A un isolato da te). Nel 2015 con il brano “Oggi ti parlo così” interpretato da Moreno. Il 4 novembre 2014 viene pubblicato il suo secondo album dal titolo “E questo è quanto”, che contiene 11 tracce e viene anticipato dal singolo “Torno io se torni tu” in radio dal 10 ottobre e di cui viene girato un videoclip. Si esibisce in tutta Italia, Inghilterra, Brasile, Albania. Partecipa al Tim Tour, Giffoni Film Festival, Telethon, 28°Torino GLBT Film Festival.
Dal 2010 è autore in esclusiva per la Universal Music Italia.

Sabato 18 luglio, alle 21 si esibirà ai Giardini pubblici di Latina per il primo concerto del tour estivo “E questo è quanto Tour 015” (Festa Democratica Giardini pubblici – LATINA – ingresso libero). Roberto sarà accompagnato dai suoi storici musicisti (Alberto Lombardi a Chitarra elettrica e acustica; Michele Amadori al Piano; Mario Gentili a Violino e Synth, Andrea Romani al Basso e Stefano Suale alla Batteria), prevede in repertorio anche molti successi scritti per altri artisti italiani, tra cui Marco Mengoni, Emma, Fedez, Giusy Ferreri, Francesco Renga, Nina Zilli per citarne solo alcuni.

Più che un semplice autore e compositore di canzoni, Roberto Casalino è un “fabbricante di ricordi”, perché i suoi brani sono così radicati nella vita di ognuno di noi da essere, per forza di cose, associati a momenti che abbiamo vissuto.
Stefano Mannucci, “Il Tempo”