Giorno: settembre 14, 2015

The Kolors conquistano anche la copertina di Rolling Stones di settembre ma Stash non dimentica: “ci dicevano che non saremmo andati da nessuna parte”.


 Dopo il successo di  Everytime, un pezzo fresco giusto per l’estate,  con oltre tre mesi di programmazione in tutte le radio e sigla dei nuovi spot della Vodafone, è in radio il  secondo singolo dei  The Kolors:  Why don’t you love me?,  estratto dal loro album Out (ArtistFirst/Baraonda), rimasto primo in classifica per oltre tre mesi con 150.000 copie vendute e terzo album più venduto in Italia nel 2015. Vincitori dell’ultima edizione di Amici di Maria De Filippi, usciti dal talent hanno collezionato un successo dietro l’altro in una irresistibie ascesa dopo gli inizi difficili come confessa il leader del trio Stash:  “Ci dicevano che non saremmo andati da nessuna parte”.

E fa parte di questo successo anche la conquista della copertina di Rolling Stone di settembre, considerato la principale forza promozionale per la musica nella cultura americana, insieme a MTV, una rivista fra le più influenti quindi che dedica al frontman del gruppo, Stash Fiordispino, in versione glitterata, la cover del numero in edicola.

rolling-stone-the-kolors-copertina

“Ci dicevano che non saremmo andati da nessuna parte”, racconta il cantante, nel ripercorrere la carriera, dalla decisione di lasciare il paese d’origine, Cardito, in provincia di Napoli, per sbarcare a Milano, fino ad Amici: “Quello che è successo là dentro io la considero gavetta vera. In sei mesi abbiamo fatto quello che avremmo fatto fuori in quattro anni. Maria De Filippi ci ha detto la cosa più rock’n’roll della vita. Al primo provino abbiamo portato un repertorio un po’ paraculo. Avevamo preparato In ginocchio da te di Gianni Morandi, una canzone dei Coldplay e poi il nostro inedito, Everytime. Finita l’esibizione, Maria si alza e ci dice: ‘Si vede che in questo pezzo siete voi’. Nel caso doveste entrare, non voglio copie, voglio che facciate solo quello che siete“. Poi Stash ammette che senza Amici probabilmente avrebbe tentato la strada di Londra per cercare di sfondare.

I The Kolors venerdì scorso hanno aperto la serie di grandi concerti gratuiti che si tengono presso l’Open Air Theatre di Expo 2015.

by Ponyo

IN ANTEPRIMA ESCLUSIVA SU VELVET MUSIC IL VIDEOCLIP DI “THE KING OF MY OWN SOUL”, IL SINGOLO DI DENI BEAT ESTRATTO DAL SUO PRIMO EP “KAOS”


dani beat

IN ANTEPRIMA ESCLUSIVA SU VELVET MUSIC IL VIDEOCLIP DI “THE KING OF MY OWN SOUL”, IL SINGOLO DI DENI BEAT ESTRATTO DAL SUO PRIMO EP “KAOS”

L’ex allievo della scuola di Amici di Maria De Filippi è tornato

con un nuovo progetto, un controverso alter ego: dice NO alle case discografiche e sceglie l’autoproduzione.

“The King of my Own Soul” è il singolo che apre l’EP, l’unico brano prevalentemente pop che si discosta completamente dagli altri pezzi che invece richiamano sonorità più dance.

E’ il pezzo più contemplativo e intimo che ricrea la tipica atmosfera surreale targata Deni Beat. Si focalizza sul percorso di crescita per diventare uomo, sulla ricerca affannosa del vero significato della vita. Prefissarsi obiettivi e far di tutto per raggiungerli, cercando di superare ogni tipo di difficoltà.

Guarda qui il video: http://velvetmusic.it/2015/09/14/deni-beat-nuovo-singolo-video-anteprima/

Una piccola porzione di terra ai confini del mondo; la personificazione del bene e del male trova spazio dentro due esseri fatati che percorrono la stessa strada per poi incontrarsi alla sorgente della vita. Lì c’è l’Uomo che le aspetta, per fondersi insieme ad esse. Tutto intorno prende vita.”

Un quadro astratto con cui Deni ha voluto dipingere il suo mondo: un tripudio di colori e sfumature che spesso sfuggono agli occhi dei tanti, che si modellano e cambiano a seconda della situazione, che vediamo solo noi, perché siamo noi stessi a generarle.

Il mood del video vuole richiamare lo stile dark di Tim Burton, così come i particolari outfit indossati da Deni nel videoclip. Il cantante ha da poco aperto un popolare style blog (blog.denibeat.com), in cui raccoglie tutti gli outfit indossati nei suoi video e concerti, e si diletta a parlare di moda, stile, lifestyle..

Deni spiega così il suo album: “Kaos parte da me, l’origine di tutto. Nella mitologia greca, il caos simboleggia la personificazione dello stato primordiale di vuoto, il buio anteriore alla generazione del cosmo, da cui emersero gli déi e gli uomini e da cui tutto ebbe origine. Con questo album, voglio esprimere proprio il concetto di vuoto come stato necessario per la creazione di qualcosa di straordinario. Luce e oscurità, disfatta e rivalsa, odio e amore, sentimenti contrastanti, che mi aiutano a comporre nuove melodie ma mi opprimono se non sono bilanciati l’uno con l’altro. Kaos è sicuramente l’inizio, il mio inizio. 6 brani, 3 in italiano e 3 in inglese che parlano di me, della mia vita e rinascita artistica, del mio essere artista senza regole e compromessi, in perenne ricerca della luce” .

L’evoluzione di Deni Beat, artista sempre in movimento, lo ha portato, negli ultimi anni, ad abbandonare l’etichetta di artista di talent show per avvicinarsi sempre più a quella di cantante e producer di contaminazione pop-dance: il suo album d’esordio, Kaos, racchiude la voglia di scrivere e comunicare la sua musica, in maniera diretta e senza compromessi artistici. Il sound, mai banale, si sposa perfettamente con la passione di Deni per la melodia italiana, mixata con il beat dance, suoni tecno underground che aiutano a ricreare le atmosfere disco degli anni ’80 e ’90, ma con un tocco di modernità.

Deni Beat è la mia rinascita artistica” – afferma- Il beat non è solo quel termine tecnico con cui si indica la frequenza del ritmo, ma è anche il battito del cuore, un cuore che rinasce, il mio battito, ma anche quello della natura che ci circonda, e di chi la ascolta”.

Track List “Kaos”:

  1. The King of Own Soul

  2. Nuovo Sole

  3. Compromise

  4. I met an angel

  5. Aspettando dicembre

  6. La fine del mondo

THE KOLORS: CONCLUSO L’AFFOLLATISSIMO “TOUR” ESTIVO … CON STASH A LETTO


theK

Il loro è stato un “tour” all’insegna dei grossi numeri, in crescendo, dalla vittoria ad “Amici” fino a ieri sera (12 settembre) non hanno praticamente avuto un attimo di respiro, tappa dopo tappa, da un’estremità all’altra della Penisola, cercando di accontentare i numerosissimi “fans” disseminati in tutte le regioni -mancano ancora all’appello Sicilia e Sardegna, ma a quanto pare l’appuntamento è solo differito di qualche mese-  e per i “The Kolors” sono stati continui bagni di folla, culminati l’11 settembre addirittura all’Expo di Milano, come dicono, la loro “seconda casa” (dopo Cardito), dove li attendevano più di 10.000 spettatori, questi i dati di una stagione trionfale e vorticosa, straripante di presenze, che si è appena conclusa con il “live” a Langhirano, vicino Parma. Per rigore di precisione, è in agenda ancora l’ospitata al concerto di Elisa a Cividale del Friuli il 27 di questo mese, ma per il momento la “band” non ha in programma nuove esibizioni in pubblico, in attesa dell’uscita di un calendario aggiornato con i prossimi impegni, naturalmente. E nel frattempo la “voce” del gruppo, Stash, ha anche trovato il tempo di buscarsi un malanno, ha infatti messo al corrente il suo “popolo” di “fans”, in queste ore, dalle sue pagine di Facebook, di essere a letto con ben 39 di febbre, immediatamente la grancassa di Internet si è messa in moto, facendo da calamita per messaggi e messaggini (1174 commenti) colmi di “Emoticon” con faccine spaventate, sornione o con strizzatina d’occhio, oltre a ondate di cuori, nuvolette, disegnini di impronte di labbruzzi rossi, immagini di cartoni animati, di tutto di più, con gli immancabili affettuosi consigli e raccomandazioni di adolescenti sognanti, in allarme per le condizioni di salute del loro idolo, cui si sono aggiunti quelli di mamme “adottive” che gli scrivono che forse si è “strapazzato” troppo e senza risparmio e gli suggeriscono qualche giorno di meritato riposo, ci mancano solo le cure e i rimedi “fai da te”, a base di decotti a preparazione casalinga mille volte più efficaci di qualsiasi antibiotico e la celebrazione delle proprietà ineguagliabili del brodo di gallina, che la fa sempre da padrone in questi casi e poi c’è tutto. Qualche ragazzina dotata di attento spirito di osservazione ha scritto invece di avere notato che Stash appariva molto affaticato a Langhirano, abbiamo voluto esaminare i più recenti video che lo riguardano caricati su You Tube e dobbiamo convenire, era piuttosto provato e il colorito dava sul cereo, ma già sul palcoscenico dell’Expo lo si poteva osservare, d’altra parte la canotta estiva da lui indossata, perfetta per l’”Estathè Market Sound” in un luglio milanese in cui c’era da strapparsi la pelle per il caldo, forse era un tantino azzardata per le serate di settembre in cui la temperatura, al Nord, dopo il tramonto, precipita di colpo, con un’escursione termica di anche dieci/dodici gradi rispetto alle ore centrali della giornata, certo, nella sua Napoli si va ancora in spiaggia e alla sera si esce in maniche di camicia, ma ad altre latitudini, diciamolo, purtroppo, di questi tempi solitamente si è a un passo dall’autunno e si devono già rispolverare giacche di mezzo peso e impermeabili, per cui è meglio premunirsi di fronte agli scherzi mancini del meteo.

Nonostante sia costretto a letto, tuttavia, nello stesso comunicato, il cantante ha anche scritto “Il tour si è concluso in maniera strepitosa. Ci siamo divertiti parecchio. Decisamente l’estate più bella della mia vita”.

E allora, aspettando che il gruppo torni a “ruggire” e mietere successi, che altro aggiungere? Riguardati, Stash!

by Fede

SORPRESA! “TIENIMI IL POSTO” di ERICA MOU DEBUTTA AL 24° POSTO DELLA CLASSIFICA FIMI!


 erica

SORPRESA! “TIENIMI IL POSTO” di ERICA MOU DEBUTTA AL 24° POSTO DELLA CLASSIFICA FIMI

Il disco “Tienimi il posto” di Erica Mou è nella classifica dei dischi più venduti in Italia al 24° posto ed è la più alta new entry femminile e indipendente!

Dopo uno straordinario ingresso in classifica iTunes al 7° posto già nel giorno seguente al lancio, “Tienimi il posto” di Erica Mou si posiziona come una piacevolissima sorpresa al 24° posto della classifica FIMI dei dischi più venduti della settimana in Italia. Tra i nuovi ingressi, è chiaramente ildisco femminile e indipendente più acquistato!

In vendita dal 4 settembre 2015, “Tienimi il posto” è prodotto da Auand Records con il sostegno di Puglia Sounds e distribuito da Artist First. Il singolo adesso in radio è “Se mi lasciassi sola”, canzone che suona già come un grande classico italiano, con l’arrangiamento e gli archi di Davide Rossi. On line il videoclip (regia di Roberto Tafuro) al link: https://www.youtube.com/watch?v=S7XPAECEd6

Le canzoni di “Tienimi il posto” sono fatte con amore per continuare a vivere storie andate via e a sentire tutto ciò che si lascia scorrere in altri mondi possibili, da cui però saltare in avanti, per tenere libero un posto su cui poter ritornare con serenità, perché nonostante tutto il mondo non finisce, mai.

Tienimi il posto è un album che parla di separazione: da una persona amata, dalla vita, dall’infanzia, dalla bella stagione, dall’ideale di perfezione, dalle abitudini, soprattutto dalle certezze.

Tienimi il posto è una sedia lasciata libera, ma con oggetti visibili a occuparla, che stanno lì a sorridere rassicuranti e a sottintendere un ritorno… 

o per lo meno un distacco che manterrà per sempre delle tracce visibili, profonde.”

(Erica Mou)

by Ponyo