Paolo Limiti; Emma e Amoroso delle dive? Semmai fra cinque anni…


Quante volte abbiamo sentito usare il termine “star” o “diva” riferito alle nuove leve (soprattutto femminili)  del panorama musicale italiano, pluriplatinate per aver venduto migliaia  e migliaia di dischi e sempre ai vertici delle classifiche? Ebbene, Paolo Limiti critico, conduttore, esperto musicale e autore di fama, pare “insensibile” ai numeri e per nulla impressionato dalla fama e notorietà e attento invece alle peculiarità necessarie per essere definite “dive”, interrogato su tre cantanti popolari del panorama musicale italiano attuale  che vanno per la maggiore come Emma Marrone, Alessandra Amoroso e Malika Ayane ,  dai microfoni de I Radioattivi su Radio Club 91 ha dichiarato:

Emma e la Amoruso delle dive? Semmai fra cinque anni, ma ora non hanno ancora né la personalità e né il modo giusto di interpretare. Devono aspettare, come fece Barbra Streisand. Nessuno si identifica abbastanza in loro da poter essere dive. E, se non avessi incontrato Mina, avrei scritto comunque bellissime canzoni ma non quelle che ho scritto per lei.

E a Malika Ayane, si sente di dare un altro consiglio:“Fa canzoni difficili, irriproducibili e poi a volte manca l’intonazione.

Poi a Ettore Petraroli e Rosario Verde racconta ancora:“Se la vita non ci fosse la musica sarebbe come dire che non ci sono i tramonti e gli animali che amiamo”“Mina è esattamente quello che ti provoca la canzone quando la senti – conclude – l’idea è che ogni cantante diventa la canzone che canta. Se non avessi incontrato Mina quelle canzoni sarebbero nate lo stesso perché per fortuna ci sono altri bravi cantanti nel mondo, però certo non sarebbero nate con quell’impronta e in quella maniera. Quelle canzoni erano irripetibili, come ogni persona lo è”.

Insomma, per Paolo Limiti, le tre sono ancora “acerbe” e devono crescere in personalità, intonazione, e interpretazione, ma bisogna ammettere però che soprattutto le due salentine di fan ne hanno davvero tanti e allora… è sicuro Limiti che nessuno si identifichi “abbastanza” in loro? Non c’è da scommetterci!

by Ponyo

17 comments

  1. Beh diciamo che per il mercato italiano e per l’italiano medio che non CONOSCE LA MUSICA vanno strabenissimo, come Gigi D’Alessio, la Tatangelo etc…. Chi ne capisce di musica (perdonate il mio essere così diretto ma questa è la realtà), sa che i veri Artisti italiani sono : Mina, Giorgia, De Gregori, Dalla, Roberto Ciotti (per chi non lo sapesse è uno dei più grandi bluiesman italiani e non solo), Litfiba (personalmente sopra tutti o quasi), ovviamente Lucio Battisti, Claudio Baglioni, Pino Daniele e non dimentichiamo il grandissimo Renzo Arbore (personalmente non amo la sua musica ma lui è un vero ARTISTA un grande conoscitore di musica e potrebbe insegnare a mezzo mondo visto che ha assistito alla nascita dei Beatles e dei Rolling Stones!!!). Per il resto apprezzo qualche canzone qua e la ma perdonatemi la musica è ben altro. Il vero problema è che in Italia non c’è libertà di scelta musicale perché le MAJOR (Sony, Warner Bros, BMG etc…) impongono quei brani che vendono e se non vendono te li fanno ascoltare (tramite radio) 100 volte al giorno finché non ti piacciono. Ecco questa credo sia l’analisi corretta. Se si pensa alla Germania Skorpions e Motley Crue, USA B.B. King, Aretha Franklin, Metallica, Bon Jovi, Ella Fitzgerald,Louis Armstrong, Joe Cocker, Guns and Roses, Madonna; UK IRON MAIDEN, Kiss, Judas Priest, Elton John, Beatles, Rolling Stones, Clash, Jim Morrison and The Doors etc…. Negli altri paesi la musica è varia di ogni genere. Poi per carità hanno anche i Take That e le Spice Girls ma non è musica, è un insieme di note canticchiabili mentre si fanno le cose. No non è musica quella con la M maiuscola!!!

    1. Ciao, Stefano, analisi ineccepibile e hai nominato pure, fra tutti i “mostri sacri”, gli “Iron Maiden” e i “Metallica” … sei un intenditore di buona musica …

      1. Graze Fede. La tua risposta mi fa capire che siamo almeno in due a capirne di Musica. Gli Iron sono i miei preferiti e i Metallica subito dopo insieme ai Judas Priest. COn la cover Metal band cantavo i brani di questi artisti, ora invece faccio musica nostra con la nuova band. A parte questo purtroppo in Italia non avendo cultura musicale non si riescono ad apprezzare deterinati generi musicali. Cmq complimenti anche a te.

  2. Stonata Malika ? (anche se a me non piace ) Scusate se rido, il signore in questione è sicuro, di non aver lasciato il cornetto acustico a casa ? .Mina è molto brava , ma forse il signore ha dimenticato che secoli fa ,lei cantava ,nisuno ti giuro nisuno bah . Fateli vivere sti giovani ! Se sono rose fioriranno .

    1. Laura buongiorno. Mi permetto di farti alcune annotazioni.
      1. Credo che Paolo Limiti abbia sufficente esperienza (è un eufemismo) per poter dare un suo giudizio in merito, condivisibile o meno;
      2. Io ho esperienza di canto di tutti i generei (Pop, Rock, Metal, Piano Bar e Karaoke). sono 15 anni che canto in una band. Tu lo sai che esiste un prodotto della Roland che si chiama BOSS VOX e che oltre a farti i cori ti aggiusta in automatico il pitch (ahn perdonami il pitch è il livello di intonazione basato sulle frequenze della tua voce);
      3. Lo sai che nei mixer professionali da concerto il PITCH ADJUST può essere fatto in tempo reale e tu non (come tutti gli altri non sei in grado di distinguerlo ?
      4. Malika è un prodotto commerciale così come Fedez, Gigi D’Alessio, Pausini, Zarrillo etc… Quindi io personalmente come chi davvero conosce la musica almeno un pò.
      5. Non so se hai mai studiato canto ma le tecniche canore variano in funzione del tipo di musica che fai e delle tonalità che raggiungi. La pronuncia di Mina è “tecnica”. Esempio : Come mai se vai a teatro o ti ascolti l’Opera Lirica c’è un libretto con i testi dell’Opera ? Perché altrimenti non capiresti. Non perché tu non capisci ne perché i cantori non sappiano l’italiano o l’inglese o altro. Semplicemente perché il canto lirico è molto GUTTURALE e di conseguenza una “O” può essere pronunciata come “U” e quindi molto chiusa oppure come “A” e quindi molto aperta o addirittura una via di mezzo tra le due.
      E poi perdonami : difendi Malika e critichi MINA ? E’ come criticare PINO DANIELE perché non fa le canzoncine (misere misere) come gigi d’alessio. Meglio Gigi vero ?
      Se è così beh allora davvero in Italia ci meritiamo Gigi D’Alessio stesso, la Pausini, Masini, Alessandra Amoroso, si si.
      Tu lo sai che il primo X-FACTOR costato alla SONY circa 4 milioni di euro (o forse 40 milioni di euro) è stato fatto SOLO ED ESCLUSIVAMENTE per trovare la voce italiana uguale e identica a quella di Amy Whinehouse ? La differenza é che AMY WHINEHOUSE riusciva a cantare in controtempo sui sedicesimi (se sai cosa intendo), la Giusi fa canzonette del menga.
      Prova a cercare Paolo Fresu o Roberto Ciotti.
      Potrò sembrarti anticipatico e arrogante ma la Musica è cultura e chi non ha cultura fa musichetta. In Italia fatto salvo qualche mostro sacro il 90% è musichetta perché all’estero dove la MUSICA è MUSICA e parlo di UK e USA certi personaggi sarebbero in fabbrica.
      Per maggiori chiarimenti leggi il mio primo commento.
      Stefano

      1. ……hai dimenticato la vera regina della musica mondiale,Nina Simone…Mina mi ha sempre annoiato,meglio Mia Martini o Loredana Berté,Giuni Russo,di Edoardo Bennato nw vogliamo parlare?Già ma forse per te sono solo”canzonette”….
        La Musica é di chi la asclta,la Musica é d che la sceglie,la Musica é soggettiva.

      2. Buongiorno intanto giusto menzionare Bennato (i primi anni della sua musica dopo è diventato commerciale anche lui, Mia Martini giustissimo, Loredana Berté si qualcosina di buono lo ha fatto e Nina Simone te la do per buona. Quello che intendevo dire e lo ribadisco : la Musica è soggettiva quando SI HHA CULTURA MUSICALE. Per capirlo meglio guarda(tevi) School Of Rock il film e precisamente quando il protagonista (Jack Black che interpreta l’insegnante), spiega ai ragazzi iniziando con “Volete imparare qualcosa ? etc… Allora capirai cosa voglio dire. Io ho citato Arbore che è una spanna sopra tutti ma a me quel genere non piace. Cerca di capire. Molti giornalisti non sanno scrivere e sbagliano congiuntivi e condizionali però fanno i giornalisti!!!!!

  3. Ciao, Stefano, ho letto che suoni con la tua “band”, qual’ è il vostro genere musicale?A proposito degli “Iron Maiden”, “Fear of the dark” mi procura ancora i brividi … Che mi diresti, invece, dei “Led Zeppelin”?per riallacciarci al tuo discorso di cui sopra, sul “blog” abbiamo pubblicato quest’estate un articolo sulla “subcultura musicale”, riguardava i “Nirvana” e chi non sa nemmeno che si trattava di un gruppo entrato, per una serie di ragioni, nel mito, se ti va leggilo.

    1. Fede grazie della dritta. Mi aiuti a trovarlo ? Lo leggo molto volentieri. Per quanto riguarda la mia band ci chiamiamo Xname, facciamo Metal classico. Abbiamo qualche video sul tubo. Se sei curioso puoi cercare xname live at percorsi musicali su youtube appunto. Grazie Stefano

      1. Ciao, Stefano, ti rispondo subito, per trovare l’articolo cercalo cliccando sulla lente (in alto a qs. pagina) di lato a Sondaggi e digita “Nirvana” e … ne leggerai delle belle. Vedrò i vostri video su YT.
        A proposito, io sono una “quota rosa” …

    2. Dunque il capolavoro degli iron viene ritenuto HALLOWED BE THY NAME ma a me piace molto anche 2 MINUTES TO MIDNIGHT e ACES HIGH. THE DANCE OF DEAD un altro capolavoro. Per quanto riguarda i Led Zeppelin che dire. Dei fuoriclasse per l’epoca davvero. COn la voce di quel fantastico fenomeno. Basta pensare a Rock’n’Roll o alla canzone ritenuta una delle più belle 50 canzoni di tutti i tempi : STARWAY TO HEAVEN. I Nirvana hanno centrato nel segno scegliendo un genere (Grunge) che ha in effetti uno stile e delle sonorità tutte sue.

      1. Fede buonasera. Letto l’articolo mi è piaciuto davvero tanto e l’ho condiviso su FB e su G+ dove l’ho anche commentato. Scusami per non aver capito che sei quota rosa (se me ,o dicevi subito ci provavo ahahahahaha); Mi piacerebbe sapere cosa ne pensi di quello che facciamo come Xname. Ciao Stefano

      2. Ciao, Stefano, ho ascoltato la tua “band” in “Misty Winter”, ebbene, ragazzi, continuate a darci sotto col “rock”, se guardi la colonnina a ds. di questa pagina “Tag più usati” e entri nella voce “rock” (scritto molto in piccolo) ci sono una serie di articoli sull’argomento, altri ne usciranno, si parla anche dei “Kiss” che citi sopra, non sai quanto mi dispiaccia essermi persa i “Rolling Stones” a Roma nel 2014 … Ho piacere che tu abbia apprezzato l’articolo sui Nirvana, purtroppo la subcultura imperante di matrice mass-mediatica sta producendo danni irreparabili.

        Guarda che sono una “quota rosa” della generazione che ascoltava “Disco Ring” …. ahahahah!

  4. Allora Fede anch’io ascoltavo disco ring .. ahahahahah
    Per capire meglio il nostro genere ti consiglio di ascoltare WAR (che è una condanna alla guerra), You Are Mine (si rifa ad un fatto di cui parla il film ACT OF VALOR) e la Ballad SMOCKEY NIGHTS. Si lo so costa molto tempo però….

      1. Ciao Nessuno mi fa piacere tu abbia letto e messo subito il riferimento!!! Grande. Resta da capire se hai ascoltato la nostra canzone You Are Mine… ahahahahhahaha
        ‘o’ Steve

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...