ALESSANDRA AMOROSO IN CIMA ALLE CLASSIFICHE, OLTRAGGIO A DAVID BOWIE E ALLA BUONA MUSICA


alam.jpg

Confesso che quando mi è stata commissionata una recensione sull’ultima “uscita” discografica di Alessandra Amoroso, ho accolto la proposta allargando le braccia per l’inevitabilità di dover ottemperare a quanto richiesto, ma sottolineo, alquanto controvoglia, avendo avuto più di un assaggio del “capolavoro” in radio.

Dunque, il singolo di lancio si intitola “Stupendo fino a qui” e il suo testo è proprio di quelli degni di rimanere non solo impressi nella memoria collettiva, ma di figurare fra i cento brani che saranno tramandati come pietre miliari della storia della canzone italiana di sempre, basta soffermarsi su qualche passaggio a caso “Probabilmente chiara come il sole la mia tendenza alla continuità”, abbiamo inteso che è un elogio della monogamia, ma saltiamo velocemente oltre “Tu vuoi una rosa che non abbia spine” immagine alla portata dell’estro inventivo persino del lattaio di fronte, si può tranquillamente risparmiare sul paroliere e ancora “Vivo ogni secondo come l’ultimo secondo” e che sarà mai, condannata a morte? L’ ‘Etranger’ di Camus, che pur aveva una sentenza di pena capitale sospesa sopra il cranio reagiva meglio … e proseguiamo “Rifarei tutto … i passi falsi e litigare” e il collegato “fare di una macchina la casa in cui abitare” d’accordo che c’è la crisi, c’è gente sul lastrico e i mutui a tasso variabile hanno persino causato a tanti la perdita del loro alloggio, il riferimento non solo viene da sé, ma te lo schiaffano autenticamente davanti, potevano, volendo, trovare tematiche migliori in alternativa, un po’ di buon gusto e più ancora di tatto e poi preparatevi al finale travolgente “Probabilmente non c’è più confine ogni bugia diventa realtà, un compleanno senza candeline … ma resto qua” con la rima addirittura da linguaggio infantile, che accoppia “confine” e “candeline” e quel “resto qua” ripetuto allo sfinimento, si è poi capito che la protagonista del brano non ci sta a schiodarsi da quella storia, pur nei disagi che comporta e allora che “ci resti” pure. Non c’è, in realtà, molto da dire, in aggiunta, la Amoroso ai “minimi storici” come qualità della voce e interpretativa e gli autori che hanno fatto il minimo sindacale, in tutti i sensi, della ricercatezza lessicale e dell’elaborazione musicale, comunque sempre di “minimo” si tratta, anzi di “minimalismo”. Avrei preferito raccontare delle concessioni al “gossip” della “ex-amiciana” che dei suoi progressi canori, ebbene per pura digressione dico che le più recenti “soffiate” (“Dipiù” n. 3 25/01/2016) la vogliono da qualche mese al fianco di Stefano Settepani (40 anni), una spiccata somiglianza con il comico Giobbe Covatta, però, non casualmente, produttore della trasmissione “Amici”, dove la ex-concorrente è solita fare regolari “puntate” come ospite o anche solo per far visita a Maria De Filippi.

Attualmente, l’album della Amoroso “Vivere a colori” svetta in testa alle classifiche di vendita qui da noi, avendo appena (più che inconcepibile, uno vero scandalo!) scalzato dal trono il “testamento artistico” dell’inimitabile e ineffabile “mito” britannico David Bowie, “Blackstar”, classificatosi primo nel Regno Unito e in altri 20 paesi del mondo e che rapisce fin dal primo istante di ascolto per la sapiente miscela di “jazz”, “soul”, musica elettronica, “trip hop”, “hard bop”, capace di ritmi sincopati a tinte “dark”, dove, a detta dell’autorevole settimanale “Panorama” (11/01/2016), il Duca Bianco si “reinventa come in ogni disco” e la sua unica regola è fare quello che gli piace.

E ora mi calo nuovamente nel mio “antro” e mi sparo a palla, al colmo delle beatitudini, i “Gods of Rock” più forsennati, questa sì che è vita, “stupendo ad oltranza” non ci si può accontentare del “fino a qui” …

by Fede

15 comments

  1. Bello vedere che, più passano gli anni e più questo pseudo-blog gestito da fannette di Scanu scriva boiate sempre più epiche!
    D’altronde non ci si può aspettare di meglio da fanatiche così ignoranti e prive di senno!

    1. Matteo tu rappresenti degnamente il fan maleducato e ignorante , il solito meschino che nascosto dall’anonimato dai dei fanatici agli altri, complimenti per l’intelletto. Speriamo sia solo un caso isolato perche’ non fai certo onore al/alla tuo/tua artista del cuore !!!

    2. Accomuno i sedicenti Matteo e Giada, non posso che constatare l’abusività delle vostre osservazioni (di uguale matrice e similarità di espressioni usate) visto che vi trovate nella posizione di due perfetti sconosciuti che non solo non sanno niente di chi ha scritto il “post”, ma si permettono persino delle deduzioni assolutamente arbitrarie e prive di fondamento e considerando che non seguite regolarmente il “blog”, cosa ne sapete dei gusti musicali dei/delle “blogger”?esiste solo Valerio Scanu al mondo?a me sembra che in genere si spazi molto di più, qui e che nell’articolo di cui sopra, in particolare, si vada sull'”internazionale”, certo che se qualcuno ha orizzonti troppo angusti non potrà mai vederci di più …

  2. Mi mancava il disagio estremo di questo blogghettino scanino!E’ sempre stato un rito per ogni progetto di Alessandra e il veleno qui presente le ha sempre portato molta fortuna, quindi ben vengano i limiti delle solite! Non a caso la stessa “autrice” del presunto post ammette di essere completamente di parte (per essere gentili), quindi credo si commenti da sola. La più alta forma di ignoranza è sempre portata alla grande qui, mi complimento e lascio una buona seratahahahah

    1. Io non sono fan di scanu ma l’Amoroso è in vetta alle classifiche perché fa uno store al giorno. Se fosse una vera Big della musica non ne avrebbe bisogno ( forse ne farebbe solo 2 al massimo ). Ho ascoltato il cd e devo dire che è ka solita lagna melensa cantata tutta uguale.

  3. scusa Giada ma perche’ prendersela in questo modo?? e’ semplicemente il parere di una persona e tale rimane. Il web e’ pieno di blogger che , in base ai gusti personali esprimono un loro parere , lo fanno con tutti gli artisti e non per questo devono essere aprostofrati per ignoranti e tantomeno di parte. Ognuno e’ libero di avere le proprie opinioni e proprio in ragione della liberta’ ogni giudizio rimane personale e mai collettivo.
    Un esempio pratico: se un fan di un artista, insulta un altro artista, significa che l’Artista e tutti i suoi fan sono maleducati??? non direi non ti pare? pensero’ semplicemente che quel fan e’ un maleducato , ignorante nulla di piu’.

  4. Ci tengo solo a precisare che le fannette…come le chiami tu,matteo,sono abituate a ben altro canto,e molto ” viziate” dalla bellezza della voce del loro artista. Perciò immagina…e comunque questo articoli è ironico,esprime un parere e,in alcuni casi,delle constatazioni. E detto questo,buona fortuna a lei e a chi uscirà con un album!

  5. Anche se ho perso l’abitudine a scrivere sui blog, questo blog è uno dei pochi che ha sempre detto la verità anche quelle scomode e che ha mantenuto la sua indipendenza a differenza di altri che si sono convertiti al peggio della musica facendola passare a livello informativo per buona, piegandosi al potere di chi quella musica la propone. Vedere Amoroso che fino al 2008 ignorava perfino l’esistenza di David Bowie passargli davanti in classifica con una canzonetta ha dell’indecenza ed offende i gusti musicali degli italiani. A volte stare un passo indietro è indice di intelligenza, mai nessuno crederà alla prima posizione di un Amoroso soprattutto con quella canzone, davanti ad un capolavoro come quello di Bowie, senza farsi delle domande e pensare ancora una volta che questa cantante appena mediocre non sia raccomandata. Il gusto degli italiani va ben oltre il “fino a qui” di cui parla la canzonetta in parola.. Leggo @Matteo poi @giada, dai toni mi sembra la solita esaltata fan dell’Amoroso che si firma in mille modi a partire da Giusy mi pare. Esiste ancora noto, gli anni passano in genere ci si evolve,a quanto pare lei no, si è cristallizzata nella sua ignoranza. Non risponderò a repliche.

  6. ma perchè queste polemiche? a me l’Amoroso piace, questa canzone un pò meno di altre perciò trovo l’articolo ironico, simpatico e per questa volta anche veritiero. Sicuramente Alessandra rimedierà con un altra canzone 😀

  7. CHI critica STAR penso che non abbia capito ciò che ha scritto e siccome risponde a realtà deve subito tirare in ballo chi sta andando avanti con grandi sacrifici e non ha i tappeti rossi al suo passaggio anche se per le eccellenti doti vocali anche liriche (PAvarotti docet)potrebbe meritarli.Riepilogando trovo giustissima l’osservazione di Star che in INghilterra,e in 20 paesi David Bowie, con il suo ultimo testamento Cd sia ai primi posti e qui in Itallia è stato scalzato da una cantante a cui hanno sempre costruito la carriera e finchè ci sarà chi fa per lei andrà avanti tra pianti ,ansie ospitate deamiciane .questo dimostra che chi ha comprato VIVERE A COLORI NON CAPISCE NULLA DI MUSICA .ma è tempestato dai passaggi radio e dalla pubblicità di essere ovunque presente in tv ,a parte i 17 instore programmati…certo la nostra italietta non cambia mai

    1. buonasera @ma
      grazie per l’intervento e per la presa di posizione, ma va precisato che l’articolo l’ha scritto @Fede della nostra Redazione. Un saluto

  8. Ho provato ad ascoltare il singolo per essere un pò oggettiva…..ma non ce l’ho fatta 😀 Ho sempre asserito che il timbro dell’Amoroso mi da fastidioso, è un parere soggettivo, quindi va rispettato, ma questa canzone è noiosa!! Mi sono sempre domandata ma……se la “sua mamma famosa” non l’avesse presa sotto le sue ali che fine avrebbe fatto Alessandra Amoroso?? Ultimamente, in una intervista, ha asserito di “camminare con le sue gambe” e quindi di gestire la sua carriera artistica, allora mi domando….tutte le ospitate fatte da “mamma Maria” cosa servono?? E’ stata l’unica cantante ad andare a “Tu si que vales” nel 2015 proprio per sponsorizzare il suo singolo….quindi come al solito “mamma Maria” ha due pesi e due misure!!! Di tutti i talenti usciti da Amici…..solo due nomi risaltano nel panorama amiciano??? Troppe domande e forse le risposte stanno a….. Fascino, investimenti e quindi profitti!!! A prescindere dai gusti musicali…..gli artisti emergenti dovrebbero essere supportati dal pubblico, il pubblico è sovrano…invece, alla corte di Maria, tutto diventa suddito, è ora che la gente apra gli occhi…..ma soprattutto le orecchie!! La “mamma famosa” dovrebbe essere oggettiva, visto che è anche un personaggio pubblico e televisivo, le sue preferenze personali tenerle per sè, come fa per tanti e tanti suoi “FIGLI” di serie B o meglio Z!! 😉

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...