Day: aprile 7, 2016

RENATO ZERO PRESENTA “ALT” A MILANO : “Ognuno di noi è Gesù” e può fare la rivoluzione


 

zero

Questa mattina, alle ore 12, presso l’Area Pergolesi di Milano, si è tenuta la conferenza stampa del nuovo cd di Renato ZeroAlt”.

Anche il nostro Blog ha avuto modo di assistere al gran ritorno in scena del cantautore romano dopo 3 anni di fermo, assistendo all’evento. Un ritiro voluto, ha affermato Renato, perché l’importante non è correre, ma sapere sempre cosa dire, quando dirlo e in un periodo politicamente e socialmente difficile come questo era arrivato il momento di intervenire drasticamente. Una conferenza dalle sfumature sociali, che riprende le linee guida dell’album: la violenza, la politica, la povertà, il problema di internet che limita i giovani, la famiglia in tutte le sue forme. Una battaglia o forse proprio una “rivoluzione… fatta e rifatta! Vissuta di faccia e di cuore”, quella che spinge Renato che per la prima volta pensa più al presente che al futuro, in una metrica insolita, volendo vivere appieno tutto ciò che la vita gli regala, incapace di stare in panchina rassegnato al tempo.

Ci vuole il coraggio di tornare fra la gente” – afferma Renato – “vivere la vita perché se non si vive, non si scrive”. Dalla vita vera nascono le canzoni, un atto d’amore per coinvolgere gli altri, ma sempre nuove, mai omologate. La scrittura di un testo e la composizione di un arrangiamento devono andare di pari passo, senza mai dimenticarsi il lavoro dei musicisti.

Con la sua impronta ironica e autoironica critica la televisione, ormai tornata al bianco e nero, diventano la messa in scena e la nascita di alieni, che non appaiono nella loro reale condizione ma con la nuova qualifica di “tuttologi”. Ai giovani invita, invece,a fare pratica e tutto con passione, con il coraggio di uscire da Internet, “perché c’è talmente tanta solitudine che poi genera depravazione”.

Si scaglia senza mezze misure contro la pirateria informatica e contro chi ha messo online i brani di Alt prima dell’uscita del cd, chiedendo esplicitamente ai “sorcini” coinvolti di non andare più ai suoi concerti e non acquistare più i suoi cd, perché per un auto produttore come lui, un gesto del genere rappresenta una mancanza di rispetto verso l’artista e l’uomo che vive di arte.

L’amore che è sempre stato il filo rosso dei suoi cd per una volta viene lasciato in disparte ma non mancano momenti in cui, a cuore aperto, prepotentemente fa capolino. Amore in tutte le sue forme, perché la famiglia, qualunque essa sia, basta che sia solida e continuativa.

Nessuno può giudicare le famiglie” – continua Renato – “il problema è degli stronzi che non amano e sono soli anche se hanno figli”.

Alt si figura come una ricetta contro i mali dei nostri tempi, contro la falsità, la superficialità, l’abuso sulle donne e di potere, il plagio e la violenza, perché altro non vuole essere che un sollecitatore di chi ha la voce flebile per poter parlare, di chi non è raccomandato da nessuno, di chi si fa da solo contro un sistema in cui tutti ambiscono a ruoli di spicco, rovinando l’Italia e il suo popolo.

Per Roma ha sempre un pensiero d’affetto, la città in cui vive e non lascerebbe mai, ma che purtroppo percepisce cambiata, spogliata dalla sua circolazione reale, in una situazione di difficoltà nel degrado dell’amministrazione. “I romani sono in periferia, in centro rimangono i vescovi, i politici di Montecitorio, i fattorini”. Non cede invece alle domande mirate sulla politica, volendo essere neutrale, ma non nega la sua avversione verso i sindacati che minano il rapporto tra datore di lavoro e l’operaio. Si schiera totalmente contro i sindacalisti che poi vanno a finire a Montecitorio, ma ci tiene a sottolineare che non è contrario ai sindacati ma all’ostruzione.

Al limite tra il mistico e il pagano, ma sempre eclettico ed estroverso, un Renato dalle mille personalità, con una voce ben potente per denunciare ciò che non va in 14 tracce in cui non risparmia nessuno e invoca Gesù. “I mussulmani hanno estremizzato il concetto. Si sente molto l’assenza di Gesù, non parlo di Dio, ma Gesù è ognuno di noi”, perché ognuno di noi può fare la differenza. “Gesù, oggi niente miracoli? Mai più il coro degli Angeli? Ora odore di guerra. La terra in ginocchio sta.

E’ l’uomo che può cambiare l’Italia, che può fare la rivoluzione, che può scegliere le sorti del nostro Paese. E’ l’artista invece che può arrivare al popolo, spronarlo, incitarlo a fare la differenza, in una forma di rinascita. Renato porterà il suo Alt e il suo spirito rivoluzionario nella cornice dell’Arena di Verona, l’1 e il 2 giugno, dopo 18 anni di assenza . “ Sono felice di fare Verona perché mi deve tre malleoli. E’ la promozione più diretta e autentica. Sarà uno spettacolo unico”, per cui non resta a tutti i fan di accorrere numerosi, per non perdere un Renato più motivato e pronto di sempre.

per Redazione/G.E.

.

Noemi ospite a “Fronte del Palco” su Italia 1


noemi

Giovedì 7 aprile in seconda serata su Italia 1 Noemi sarà la protagonista di “Fronte del palco“, appuntamento con la musica live, ideato e prodotto da Radio Italia.

Nell’auditorium di Radio Italia Simone Annicchiarico intervisterà l’artista che ripercorrerà la sua carriera, racconterà segreti e curiosità inerenti al suo ultimo lavoro e svelerà i progetti futuri.

In scaletta sia brani recenti, tratti da “Cuore d’artista”, che hit del passato: “Vuoto a perdere”, “Fammi respirare dai tuoi occhi”, “Amen”, “Per tutta la vita”, “L’amore si odia”, “Briciole”, “Don’t get me wrong”, “Devi soltanto esistere”, “Idealista”, “La borsa di una donna”, “Sono solo parole” e “Dedicato”.

La speaker Manola Moslehi, in diretta dalla postazione radiofonica, rivolgerà alla cantautrice le domande degli ascoltatori.

In regia Lele Biscussi.

RENATO ZERO: domani esce “ALT”, il suo nuovo album di inediti, l’1 e 2 giugno in concerto all’Arena di Verona con “ALT, ARENA, ARRIVO!”


RENATO ZERO

zero

DOMANI ESCE ALT

IL NUOVO ATTESISSIMO ALBUM DI INEDITI

1 e 2 GIUGNO il grande ritorno live all’ARENA di VERONA con

ALT

ARENA ARRIVO!

Unico, rivoluzionario, libero, in prima linea da cinque decenni contro tutte le ipocrisie, innovatore, precursore, provocatore, attento come nessuno ad ogni tipo di minoranza e alla nostra interiorità.

A tre anni dal doppio progetto di “Amo”, incentrato su tematiche più intime e riflessive, RENATO ZERO torna, forte di rinnovata passione e spirito di denuncia, ai grandi temi sociali e alle battaglie civili con “ALT”, il nuovo disco in uscita domani, venerdì 8 aprile, nei negozi tradizionali, in digital download e su tutte le piattaforme streaming.

14 brani inediti, dove trovano spazio i temi della fede, della violenza, dei giovani, del lavoro, del destino dell’arte, dell’amore in tutte le sue declinazioni, dell’ecologia, delle politiche d’accoglienza e dei nuclei affettivi.

Tutti i brani del disco, prodotto da Renato Zero e Danilo Madonia, sono stati scritti dall’artista romano insieme ad autori e compositori come Vincenzo Incenzo, Danilo Madonia, Maurizio Fabrizio, Phil Palmer, Valentina Parisse, Luca Chiaravalli, Mario Fanizzi e Valentina Siga. La cover dell’album e le foto contenute nel booklet sono state realizzate dal fotografo Roberto Rocco.

Questa la tracklist del disco “ALT: “Chiedi”, “In questo misero show”, “La lista”, “In apparenza”, “Il cielo è degli angeli”, “Il tuo sorriso”, “Perché non mi porti con te”, “Gesù”, “La voce che ti do”, “Nemici miei”, “Vi assolverete mai”, “Alla tua festa”, “Rivoluzione”, “Gli anni miei raccontano”.

A due anni di distanza dall’ultimo tour, Renato Zero torna live! L’1 e 2 giugno, infatti, l’artista si esibirà nella prestigiosa location dell’Arena di Verona, dove incanterà il pubblico con i suoi successi di sempre e presenterà per la prima volta dal vivo i nuovi brani contenuti nell’album “Alt”.

È possibile acquistare in prevendita i biglietti online su www.ticketone.it e nei punti vendita abituali.

RTL 102.5 è la radio media partner ufficiale di “ALT, ARENA, ARRIVO!”

Il disco “Alt” è stato anticipato dal singolo “CHIEDI(musica di Renato Zero e Maurizio Fabrizio; testo di Renato Zero), attualmente in rotazione radiofonica, il cui video, diretto da Sebastiano Bontempi con la fotografia di Timoty Aliprandi, è visibile al seguente linkhttps://youtu.be/R8ZhC0ojYCI.

28 album in studio, 3 raccolte, più di cinquecento canzoni. 45 milioni di dischi venduti. Ma Renato Zero ancora ai trofei preferisce la piazza, le sue accorate grida ed i suoi intimi sussurri.

La fede, la violenza, i giovani, il lavoro, il destino dell’arte, l’amore nelle sue declinazioni, l’ecologia, le politiche d’accoglienza, i nuclei affettivi.Tanti temi trovano spazio in queste nuove sorprendenti canzoni, che ancora una volta non leggono il giornale di oggi ma quello di domani, guardando avanti e alle nuove generazioni con coraggio, spirito identitario e irriducibile speranza.

Redazione 

Rockin’1000 vola a NYC per ritirare il Tribeca Disruptive Innovation Award


that's live

Rockin’1000 vola a New York City

per ritirare il Tribeca Disruptive Innovation Award

A metà aprile tutto il team Rockin’1000, attualmente impegnato nella costruzione di That’s Live, il concerto della più grande Rock band al mondo (24 luglio 2016 allo Stadio di Cesena) – volerà a New York City, in occasione del Tribeca Film Festival, per ritirare il Tribeca Disruptive Innovation Award, prestigioso premio assegnato a coloro che con i loro progetti hanno impressionato il mondo attraverso un’idea dirompente e innovativa. La consegna dei premi, che vedrà salire sul palco Fabio Zaffagnini con tutto il suo team, è moderata dalla giornalista Perri Peltz e si svolgerà al Tribeca Performing Arts Center BMCC venerdì 22 aprile alle ore 11.00. Il premio – ideato da  Craig Hatkof, co-fondatore insieme a Robert De Niro e Jane Rosentha del Tribeca Film Festival e Clayton M. Christensen, docente alla Harvard Business School – celebra la potenza della “innovazione dirompente” in tutti gli ambiti: media, tecnologia, biomedicina, politica, arte, istruzione, sanità, religione, economia, sport, moda e filantropia.


“Questo premio ci rende molto orgogliosi perchè coglie il senso profondo di Rockin’1000:  sfidare l’impossibile, unire le persone attraverso la musica, trasmettere passione e coraggio per costruire qualcosa di unico, grazie alla forza del gruppo – dichiarano i ragazzi del team Rockin’1000 – Rockin’1000 appartiene a tutta la Community: musicisti, volontari, sostenitori, questo è il loro premio, perché accettando il nostro invito hanno superato le regole, spronandoci a cavalcare l’immaginazione e procedere verso il nuovo folle progetto in cantiere per il 24 luglio 2016.” Nel corso degli ultimi sette anni  il Tribeca Disruptive Innovation Award è stato assegnato a personaggi del calibro di Jack Dorsey (Twitter/Square); Jimmy Wales (Wikipedia); Shane Smith (Vice); Jared Cohen, Eric Schmidt (Google), David Lynch, Justin Bieber e tanti altri.


TDIA si inserisce all’interno della 15 ° edizione del Tribeca Film Festival (13-24 aprile, New York) e documenta i progressi della teoria rivoluzionaria sulla “Disruptive Innovation” e riunisce i “perturbatori” più affascinanti del mondo, le cui storie possono essere di ispirazione  per chiunque abbia un interesse nei processi innovativi nel mondo.THAT’S LIVE (24 luglio 2016 a Cesena) è un evento organizzato e promosso da Rockin’1000, con la collaborazione del Comune di Cesena e del Cesena Calcio. Il progetto di crowdfunding è realizzato con PostepayCrowd. Main Media Partner: Radio DEEJAY e Rolling Stone.

Redazione

LAURA E PAOLA : ospiti Kevin Kostner, Luca Zingaretti, I Negramaro, Francesca Michielin.


paola e laura

Dopo un fortunato esordio venerdì 1° aprile  col 24,1% di share, lo show evento Laura & Paola, in diretta dagli storici Studios Depaolis di Roma con protagoniste assolute Laura Pausini e Paola Cortellesi, ritorna venerdì 8 per la seconda delle tre serate previste su Rai1  ancora con grandi ospiti musicali e non solo. A salire sul palco  I Negramaro uno dei gruppi più importanti del panorama musicale il cui frontman il Giuliano Sangiorgi vanta anche una certa fama “autorale”  Francesca Michielin,  che rappresenterà il nostro Paese nel prossimo Eurofestival col brano sanremese “Nessun grado di separazione” che gli è valso il  secondo gradino del podio del Festival di Sanremo  e un attore di fama internazionale Kevin Kostern, attualmente in Italia per la promozione del suo ultimo film ” Criminal” che verrà proiettato in anteprima sabato 9 aprile a chiusura del Bari International Film Festival e che sbarcherà nelle nostre sale cinematorgrafiche dal 13 aprile e poi un attore italiano, romano per la precisione,  Luca Zingaretti protagonista di Il Commissario Montalbano, sceneggiato campione di ascolti della rete ammiraglia.

Redazione 

I FINALISTI DELL’1M NEXT 2016 IL CONTEST DEL CONCERTO DEL PRIMO MAGGIO


1 maggio

ECCO I NOVE ARTISTI FINALISTI DELL’1M NEXT 2016

IL CONTEST DEL CONCERTO DEL PRIMO MAGGIO

2elementi (Roma), Banda Rulli Frulli (Finale Emilia), Carboidrati (Crotone),

Davide Campisi (Enna), I Santi Bevitori (Roma),

Il geometra Mangoni (Pistoia), Simone Costanzo Shark (Catania)

Stip’ Ca Groove (Bari), Toot (Roma)

LE FINALI LIVE SI SVOLGERANNO IL 22, 23 E 24 APRILE

AL CONTESTACCIO DI ROMA

Dalle oltre 1000 iscrizioni pervenute entro il 29 febbraio, ai 100 artisti selezionati e annunciati lo scorso 22 marzo e successivamente ascoltati e votati dallaGiuria di Qualità e dal Pubblico della Rete, si giunge oggi alla proclamazione dei 9 artisti finalisti dell’1MNext 2016, il contest del Concerto del Primo Maggio di Roma, che si avvia così alla sua terza e penultima fase di valutazione.

I 9 finalisti selezionati sono: 2elementi (Roma), Banda Rulli Frulli (Finale Emilia), Carboidrati (Crotone), Davide Campisi (Enna), I Santi Bevitori (Roma), Il geometra Mangoni (Pistoia), Simone Costanzo Shark (Catania), Stip’ Ca Groove (Bari) e Toot (Roma). Le selezioni sono state effettuate attraverso il conteggio delle valutazioni ottenute sommando, in quota ponderata, il voto del web (con quota di influenza del 35%) e il voto della giuria di qualità (con quota di influenza del 65%).

NOTA: (alla valutazione dei 100 Selezionati non ha partecipato il giurato Carlo Massarini per improrogabili impegni personali; Massarini sarà invece presente alle finali live).

A questi finalisti, andranno ad aggiungersi poi altri 3 artisti selezionati attraverso il Circuito Keepon Live, il Circuito dei Live Club italiani.

Le finali dal vivo si svolgeranno venerdì 22, sabato 23 e domenica 24 aprile presso il Contestaccio di Roma, noto live club la cui direzione artistica è affidata a Marina Luca.

Durante le tre serate sarà presente la Giuria di Qualità al completo, che avrà il compito di scegliere i 3 artisti che si esibiranno durante il Concerto del Primo Maggio di Roma, in Piazza San Giovanni In Laterano. Il vincitore assoluto sarà poi proclamato durante il Concertone.

Nasce inoltre un’importante partnership tra 1MNEXT e Rete dei Festival.

Attraverso la Rete dei Festival, 1MNext amplierà infatti i propri premi, garantendo al vincitore assoluto un mini tour nazionale in alcuni tra i principali Festival della “Rete”.

Saranno infatti 4 i festival aderenti alla Rete ad ospitare il vincitore dell’1MNext2016, con ultima tappa al MEI di Faenza, che quest’anno si terrà tra il 23 e il 25 settembre.

La giuria di qualità dell’1MNEXT 2016 è composta da:

Massimo Bonelli, produttore, manager ed editore, Ceo di iCompany e organizzatore del Concerto del Primo Maggio; Massimo Cotto, giornalista, autore e speaker radiofonico, per anni in Rai come conduttore e autore; Carlo Martelli, label manager e talent scout, ha lavorato in BMG ed EMI Music seguendo il percorso di numerosi artisti tra cui Frankie-hinrg e Caparezza; Carlo Massarini, giornalista, conduttore televisivo e radiofonico. Tra le ultime trasmissioni da lui condotte ci sono Ghiaccio Bollente e Cool Tour per Rai 5; Luisa Melis, figlia d’arte, dal 2004 è organizzatrice e direttrice artistica del Premio Fabrizio De Andrè;Riccardo Sinigallia, produttore, cantautore e musicista, ha lavorato con Niccolò Fabi, Tiromancino, Luca Carboni, Max Gazzè e tanti altri; Maria Cristina Zoppa, conduttrice e autrice radiofonica e co-direttrice artistica del Festival Meraviglioso Modugno.

Quest’anno, il Concerto del Primo Maggio sarà condotto per la prima volta da Luca Barbarossa. Il cast è composto da nomi di grande prestigio, anche internazionale: gli Skunk Anansie, che sulle note dei loro inni alternative rock faranno ballare l’intera piazza; Vinicio Capossela, che presenterà in anteprima alcuni brani del disco “Canzoni della Cupa”, accompagnato dall’inconfondibile sound di frontiera dei Calexico; l’incontro di musiche e suoni del mondo degliAsian Dub Foundation; il balkan rock dei bosniaci Dubioza Kolektiv; il folk d’autore dei Modena City Ramblers, che si esibi-ranno con la Fanfara di Tirana, per una performance che si preannuncia davvero unica; il cantautorato d’avanguardia dei TheGiornalisti ed, infine, il crossover tra canzone d’autore e rap di Coez.

Redazione