Il Patron del MEI Giordano Sangiorgi: “Sta finendo per il consumo di massa il concetto di album musicale”. INTERVISTA


san

Anche quest’anno a  Faenza dal 23 al 25 settembre  si terrà il  Meeting Etichette Indipendenti. Per spiegare meglio e concettualmente  come viene percepita, comunicata  e “consumata” la musica oggi abbiamo realizzato una intervista col cuore pulsante del Mei, il suo patron Giordano Sangiorgi. Ecco cosa ha risposto alle nostre domande.

Meno di un mese al Nuovo Mei. Qual è il valore della musica indipendente in Italia? Com’è percepita dal grande pubblico?

Seconda una recente indagine della WIN , l’associazione mondiale dei discografici indipendenti, oggi la musica indipendente in Italia vale il 26% del mercato ed è sempre quella legata a un nuovo modello di sviluppo di ricerca e innovazione nel settore. Oggi il grande pubblico percepisce in linea di massima solo la grande differenza tra artisti big e emergenti, ma è noto che questi ultimi sono prodotto da indies oppure come capita sempre più spesso direttamente autoprodotti.

Ci sarà il primo incontro tra giornalisti musicali dalla carta stampata al web. Come viene comunicata la musica oggi? 

Realizziamo il primo festival del giornalismo musicale proprio per questo, per capire insieme a loro come viene comunicata la musica oggi e quale sarà per loro il futuro della musica: di questo tutti ne parlano esclusi proprio i giornalisti. Abbiamo voluto sentirli con una due giorni di approfondimento e la cosa ha avuto un grande successo con oltre 100 partecipanti e certamente invito tutti a non perdersi questo momento che traccerà delle linee future di grande interesse il 24 e 25 settembre.

Come cambia l’approccio dei millennial nei confronti della musica indipendente? Che ruolo svolgono i social media?

I millennials oggi scoprono tutto on line, grazie soprattutto a YouTube, vero monopolista globale della musica in tutto il mondo, e spesso attraverso le informazioni che gli arrivano dalle chat come Facebook e Snapchat e altre sempre più per le giovani generazioni. E’ da lì infatti che spesso nascono fenomeni che scopriamo all’improvviso e che provengono da quel mondo come accade sempre di più con i nuovi artisti rap ad esempio. Il loro consumo è cambiato dalla generazione precedente e spesso e’ fatto solo di singoli brani o al massimo di due o tre per ogni artista, c’è una indagine che dice che sulle piattaforme on line il 66% degli utenti non ascolta più di due o tre brani di un album. Sta finendo quindi per il consumo di massa il concetto di album musicale.

Nel programma del Nuovo Mei le arti figurative e la letteratura affiancheranno la musica. Come si interfacciano i diversi linguaggi?

C’è un’esplosione di libri sulla musica e di questo vogliamo tenere conto con una giornata intera di presentazioni di libri sul tema musicale italiano e con una mostra di editori indipendenti curata dalla Goodfellas di Stefano Zurlo e Massimo Roccaforte che porterà oltre una cinquantina di editori indipendenti in mostra e vendita per il fine settimana del Mei nel Centro Storico di Faenza.

Mei è anche giovani musicisti emergenti. Quali opportunità hanno per fare carriera?

Il Nuovo Mei 2016 al 90% sarà fatto da giovani artisti emergenti provenienti dagli oltre 100 contest da tutta Italia della nostra Rete dei Festival. In realtà, per chi propone musica originale, inedita e creativa fuori dal circuito dei talent le opportuntia’ sono purtroppo sempre meno: vi sono meno risorse e meno spazi per il live. Serve con una politica culturale anche istituzionale invertire questa tendenza che porterebbe a inaridire il futuro della nostra musica. Noi tutto l’anno con tantissime iniziative lavoriamo proprio a questo.

Questo il programma delle tre giornate

programma

[Intervista a cura di Gianluca Basciu]

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...