LE NOSTRE INTERVISTE: STRANIVARI – Video


stranivari

STRANIVARI è un progetto nato nel 2012 a Urbino. Propone un genere che unisce il suono di strada Folk, il fascino dello Swing sporcato dal Blues, con il calore dei ritmi Calypso e Reggae. Oltre cinquanta spettacoli dal vivo nel 2015 e un tour “di strada” che li ha visti suonare lungo tutto il territorio marchigiano e romagnolo. Hanno partecipato al Festival Buskers “Luna Calante” ad Alba adriatica (TE) e selezionati per Ferrara Buskers 2013. Nel 2015 partecipano come finalisti allo GNU Music Festival di Bologna e al Veleno Contest di Lucca. Tra i concerti più importanti spiccano quelli come band di supporto ai Folkabbestia e nel marzo 2016 a Cisco “ Ex Modena City Ramblers”. In luglio 2016 partecipano alla rassegna musicale Astimusica, suonando in P.zza Cattedrale e sono semifinalisti del premio “Fabrizio De Andrè” per la sezione musica con il brano “C’est la vie”.

Lo spettacolo che propongono è caratterizzato da uno stile ironico e riflessivo, cantautorale e magnetico. Propone, oltre a brani del cantautorato italiano, un repertorio di brani inediti, alcuni dei quali sono inclusi nel primo EP “Padrone Garzone”. A febbraio 2016 hanno prodotto il primo singolo “Coincidenze”, realizzando il primo videoclip tratto da Padrone Garzone con la regia di Carlo Esposito.

L’intervista:

1) Quando hai scoperto di voler diventare cantante?

Ho scoperto di voler cantare, per raccontare storie, descrivere situazioni e persone…comunicare attraverso le canzoni qualcosa di intimo e personale… credo di aver avuto l’esigenza dai tempi dell’ora di musica alle scuole medie.

2) Come descriveresti la tua musica in 3 parole?

tre parole ci provo… sincera, ironica e anche un po’ malinconica

3) Le tue canzoni descrivono aspetti della tua vita personale?

Spesso si…

4) Quando canti cosa provi?

Quando canto non provo mai le stesse emozioni…di sicuro sono sempre cose positive

5) Come dove e quando hai iniziato la tua “carriera”?

Ho iniziato in sala prove a Urbino…per caso con amici…ma siamo sicuri di voler parlare di carriera???

6) A parte la musica…cosa ti piace fare nella vita?

Da piccolo mi piaceva giocare a calcio…ora ho rivalutato le cene con gli amici, il buon cibo e il buon vino….banale vero?

7) La discografia oggi va a pescare dai “talent” quanto è difficile farsi notare per chi ne sta fuori?

È molto difficile farsi notare…bisogna lavorare a piccoli passi…senza illudersi e lavorando credendo che c’è sempre qualcuno a cui arrivano le tue canzoni..

8) E’ il talent la formula giusta per emergere?

I talent sono pure illusioni….personalmente non credo facciano bene alla musica

9) Un opinione sulla musica che passa in radio?

Volendo generalizzare…mi pare che ruotino sempre gli stessi ..ci vorrebbe qualcosa di diverso… ma questo è un discorso rivolto soprattutto alle radio a diffusione nazionale..

Grazie per l’intervista.

Redazione

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...