Giorno: luglio 16, 2017

“Manson: io non ci sto” è il titolo della petizione contro il concerto di Marilyn Manson a Villafranca (Vr) ma il sindaco risponde:”Provincialismo”


manson

Il  25 e il 26 luglio Marilyn Manson la discussa e controversa star internazionale arriva in Italia e si esibirà rispettivamente sul palco del Rock In Roma e al Castello Scaligero di Villafranca (Vr). Ma gli abitanti di quest’ultima città in provincia di Verona non ci stanno e con una petizione dal titolo dal titolo “Manson: io non ci sto” si oppongono  a «una figura spesso ingannevolmente ben presentata dai mass media che, durante i suoi concerti è arrivato a bruciare la Bibbia, segno di una grandissima bassezza morale».  A guidare il fronte anti Manson il vescovo di Verona Giuseppe Zenti che ha invitato i fedeli della diocesi   a combattere il “male” a colpi di preghiere e rosari riparatori, bollando il concerto come “demente ancor prima che sacrilego“.

Tempestiva e secca la risposta del  Sindaco di Villafranca Mario Faccioli, che bocciata in primis la petizione, come “Provincialismo” afferma  poi che:

 Il Comune non ha una responsabilità diretta e non entra nel merito della competenza artistica. La petizione la inviino alle case discografiche. Io consegno il castello alla società organizzatrice per avere tot concerti che non sono organizzati dal Comune. Non mi risulta che a Roma il Vaticano si sia opposto. È un concerto a pagamento, non è obbligatorio entrare.

 e per quanto riguarda l’intervento del Vescovo risponde:

Sbaglia. Qui si possono incendiare gli animi con il rischio di creare un problema di ordine pubblico, con tutti i matti che ci sono in giro. Io non so chi sia questo signore che fa il concerto e nemmeno m’interessa. Il vescovo non lo vuole? Bene, paghi i danni della rottura del contratto. Ma stiamo scherzando?

Redazione

THE WINNER IS 2017: Vince Salvatore Lampitelli in arte Sabba, con un brano un brano degli Showmen – Guarda Video


sabba.jpg

Si è conclusa il 13 luglio 2017 la seconda edizione di “The Winner is” , la gara di canto condotta da Gerry Scotti su Canale 5, affiancato da Mara Maionchi, giurata, e Alfonso Signorini, opinionista. Si chiama invece Salvatore Lampitelli, in arte Sabba, il vincitore che si è aggiudicato il  montepremio in palio di 150 mila euro cantando il brano “Basta se mi vuoi” degli Showmen una band degli anni 60 e 70. Ascolti medi tra il 14 e il 16%.

Salvatore si è distinto per una forte vocalità che ha  sbaragliato la concorrenza seppure molto valida come il veterano Alessandro Canino, colui che partecipò al Festival di Sanremo nel 1992 con la canzone “Brutta” e  alla ricerca di una seconda opportunità, ma arrivato in semifinale e probabilmente comprendendo in anticipo che   non avrebbe vinto la sfida con Salvatore ha accettato il montepremi di 35mila euro,  dimostrando grande coraggio ed umiltà, come ha fatto notare Gerry Scotti.  E poi il  duo talentuoso dei Blonde Brothers che qualche anno fa hanno preso parte ad Area Sanremo e a diversi altri concorsi nazionali, quali il Wave Music Awards e il Festival delle Generazioni.  Il duo, come Canino, anticipando il giudizio dei giurati nella sfida finale con Salvatore Lampitelli, hanno accettato il montepremi di 50mila euro.

Il trentunenne campano Sabba, ha all’attivo già due dischi. Musicista e cantante di professione, ha partecipato al programma di Gerry Scotti per “dimostrare di essere un vero artista, come ce ne sono tanti altri in giro“. Salvatore ha iniziato ad esibirsi a 18 anni, con un gruppo blues. Entrato a far parte dei Sud Express, messi in piede dal famoso batterista Franco Del Prete, ha anche fatto parte della band dell’Anema e Core, celebre locale di Capri, e partecipato al musical “The Show”. “Sono ancora senza parole – racconta ancora emozionato Lampitelli – Ho pianto come un bambino, ma le grandi emozioni non si possono trattenere“.   Sabba è laureato in Lingue e Letterature Straniere a L’Orientale di Napoli. Una scelta mirata  anche in funzione della carriera di musicista. “Un tassello importante per cultura personale e per la professione di musicista”. In attesa di realizzare il suo sogno, Lampitelli gestisce con la sorella un negozio di abbigliamento che  si chiama Boutique Sabba”.

Redazione