Giorno: ottobre 31, 2017

CLAUDIO BAGLIONI CHIAMA “IL VOLO” AL FESTIVAL DI SANREMO 2018


il-volo-ottobre-2017.jpg

Hanno trionfato  alla 65 edizione del Festival di Sanremo nel 2015 con “Grande amore” e da allora non si sono mai fermati portando in giro per il mondo un lunghissimo tour,  e sono tra i primi ospiti convocati da Claudio Baglioni al Festival di Sanremo 2018 in onda su Rai1 dal 6 al 10 febbraio 2018 –  si tratta del trio tenorile  Il Volo.  Questa volta  a lanciare la notizia  è stato il giornale Tv Sorrisi e Canzoni  ma per quanto riguarda  il resto del cast per il momento girano solo voci di corridoio e il tutto è ancora completamente sconosciuto. Ugualmente per quanto riguarda i co-conduttori, è infatti intenzione di Claudio Baglioni mantenere il massimo riserbo fino al momento della conferenza stampa di presentazione della kermesse canora che si terrà a  gennaio.

 Redazione

RAI2: AL VIA “STASERA CASAMIKA” Ospiti : Dita Von Teese, Luca Argentero, Valentina Bellè, Elisa, Rita Pavone e Riccardo Scamarcio 


 

Primo grande appuntamento con la nuova edizione di Stasera CasaMika, oggi martedì 31 ottobre, alle 21.20 su Rai2. Mika riaprirà le porte della sua casa speciale per dare vita ad un One Man Show che rinnova la magia dei grandi varietà italiani e internazionali. Compagna di viaggio di questa nuova edizione sarà Luciana Littizzetto, che porterà a CasaMika la sua travolgente energia. Arriverà in studio anche Gregory, amico di infanzia  di Mika molto speciale. Melachi e Amira, le due amatissime golden retriever dello showman, saranno spettatrici privilegiate delle serate, comodamente adagiate sul divano di casa.
 
Nel corso della puntata, Mika accoglierà nella sua casa tanti amici, grandi artisti con cui dialogare, cantare, ragionare, pensare e divertirsi insieme al pubblico. Prima ospite internazionale sarà Dita Von Teese, la  Regina del Burlesque e icona di stile mondiale. Nel corso della serata, entreranno a CasaMika anche gli attori Riccardo Scamarcio, Luca Argentero e Valentina Bellè. Infine, grandi protagoniste musicali saranno Elisa e Rita Pavone, con esclusive performance accompagnate dalla resident band diretta da Valeriano Chiaravalle.
Tra i momenti speciali della serata, anche quello che vedrà protagonisti Mika e Elisa insieme al Coro femminile Eufonia di Gavoi diretto dal Maestro Mauro Lisei, per una performance vocale unica e ricca di emozioni che unisce tradizione e modernità, folklore e musica internazionale. Non mancheranno, naturalmente, le sorprese e i grandi successi canori di Mika e della storia della canzone italiana e internazionale.
Redazione

Orietta Berti sui talent: “Questi giudici si commuovono ogni cinque minuti davanti ai concorrenti, ma quale pelle d’oca, io ai più gli tirerei una scarpa”.


Orietta Berti nata Galimberti, 74 anni, undici Sanremo e 16 milioni di dischi venduti  rilascia  un’intervista  al Corriere della Sera e parla a briglia, soprannominata l’usignolo di Cavriago sostiene di essere stata sempre  sottovalutata rispetto ad altre colleghe a cui andavano gli elogi della critica che invece trattava lei come una “vecchia ciabatta”.

Questo quello che ha raccontato:

Ogni volta che volevo aumentarmi il cachet, Osvaldo si raccomandava: ricordati Orietta che devi far guadagnare quelli che lavorano con te, così ti vorranno sempre bene. Pensa prima a loro. Infatti sono ancora qui. Ne ho visti di cantanti egoisti che dopo cinque stagioni sono spariti e adesso mi telefonano a Natale, con la scusa degli auguri, per spillarmi soldi. Come certe colleghe famose e squattrinate che la critica porta in palmo di mano, mentre io sono stata sempre trattata da vecchia ciabatta. Mi prendono da parte dietro le quinte o nella toilette: Orietta, tu sei sempre in tv, prestami qualcosa”.

La cantante ha poi aggiunto:

“Una mi ha chiesto quattromila euro per tre anni di fila. Poi il suo manager mi ha consigliato di non dargliene più, che li spendeva in droga oppure al gioco”.

Parlando dei suoi esordi, poi, Orietta Berti ha raccontato:

«Con Claudio Villa siamo stati un mese negli Stati Uniti, diciannove date. Era inverno e in albergo faceva un caldo tremendo, un guaio per la voce, avevo messo gli stracci umidi sui radiatori e saliva su la puzza di detersivo. Un giorno quel matto si mise a cantare per strada O’ sole mio. Daje Orie’ che rimediamo un po’ di soldi. E via con tutto il repertorio napoletano…Alcuni passanti ci hanno riconosciuto e pensando che fossimo ridotti in miseria volevano invitarci a mangiare a casa loro. Una volta invece mi ha convinto a seguirlo da Milano a Lugano sulla sua moto. Tiette stretta Orie’. Mi ero fatta un bel pupullo (uno chignone lungo il tragitto sono volate via tutte le forcine e all’arrivo sembravo una matta».

Ha detto di non aver mai ricevuto proposte sconce da parte di qualche produttore:

“A me non è mai successo, forse perché non ero belloccia, solo carina, non portavo minigonne e tacchi, ai piedi solo paperine”.

E sui talent, infine:

“Questi giudici si commuovono ogni cinque minuti davanti ai concorrenti, ma quale pelle d’oca, io ai più gli tirerei una scarpa”.

L’ultimo album di Orietta Berti, “Dietro un grande amore“, è uscito nel 2015: un cofanetto contenente quattro dischi di successi (per ripercorrere i suoi cinquant’anni di carriera) e un disco di inediti (tra questi il singolo omonimo).

Redazione