Day: novembre 16, 2017

17/11/2017 – 21:25 #RAI1: TALE E QUALE SHOW – parte il mini torneo di tre puntata. Nella prima Maria De Filippi quarto giudice


Parte la caccia al titolo di “Campione di Tale e Quale Show 2017” con un mini torneo di 3 puntate. Dopo la proclamazione del “Campione di Tale e Quale Show 7”, avvenuta sabato scorso, che ha visto la vittoria di Marco Carta, comincia la corsa verso la finalissima del 1 dicembre.
Sul palco dello studio 5 della Dear di Roma, si “sfideranno” i 3 migliori uomini e le 3 migliori donne di questa settima edizione (Marco Carta, Filippo Bisciglia, Federico Angelucci, Annalisa Minetti, Alessia Macari, Valeria Altobelli) e i migliori 6 dell’anno scorso (Bianca Atzei, Manlio Dovì, Lorenza Mario, Davide Merlini, Silvia Mezzanotte e Tullio Solenghi). Eliminati dalla competizione invece Piero Mazzocchetti, Dario Bandiera, Platinette, Edy Angelillo, Benedetta Mazza e Claudio Lippi.
Come sempre i big  dovranno imitare alla perfezione voce, portamento e stile di artisti nazionali e internazionali, cantando esclusivamente dal vivo, sempre sotto l’occhio scrupoloso e ironico della giuria composta da Loretta Goggi, Enrico Montesano e Christian De Sica. A cui si aggiunge per l’occasione, come quarto giudice, Maria De Filippi.
L’ottavo appuntamento con il programma, andato in onda sabato 11 novembre, ha visto alla fine trionfare Marco Carta, “Campione di Tale e Quale Show 7”. Sul podio, Annalisa Minetti e Filippo Bisciglia, mentre la vittoria di puntata è andata a Federico Angelucci che ha imitato Loretta Goggi.
Nel corso dell otto puntate, ricapitolando, Angelucci si è aggiudicato 3 vittorie di puntata (Mina, Freddie Mercury e Goggi) così come la Minetti (Celine Dion, Lp e Mia Martini) mentre Bisciglia è arrivato davanti a tutti in due occasioni (Franco Califano e Ligabue). Marco Carta pur non avendo vinto nessuna delle puntate,  grazie al piazzamento  costante al secondo posto delle classifiche settimanali (e da qui l’appellativo di “eterno secondo”)  l’ha spuntata su tutti avendo maturato il maggior punteggio complessivo  rispetto a chi pur vincendo le puntate settimanali non sempre ha ricoperto le prime posizioni  scivolando a volte a metà classifica e oltre. Una vittoria a punti quindi ma  che distaccando la seconda classificata, Annalisa Minetti,  di ben 20 punti sta a significare che oltre ai punti c’è stato pure  un merito riconosciuto e costante da parte della giuria.
Redazione

RAI4 ORE 23:00 #KUDOS “ultimo atto” della stagione.


kudos

Questa sera a partire dalle 23.00 arriva puntuale su Rai4 la decima e purtroppo ultima puntata di KUDOS Tutto passa dal web che chiude la seconda stagione del programma di attualità, cinema, serie tv e temi più propriamente legati a internet che mette in primo piano la rete e le sue dinamiche. La seconda stagione del programma verrà ricordata per l’esordio in qualità di conduttore di Valerio Scanu che dimostrandosi perfettamente inserito nella redazione e a suo agio nei panni di conduttore intervistatore, a fianco di  Giulia Arena e Diletta Parlangeli, ha superato egregiamente la prova. Cantante, imitatore, influencer, conduttore, personaggio televisivo…  ma cosa ci si deve aspettare ancora da Valerio Scanu?  Di sicuro  il concerto di Natale del 16 dicembre al Sinopoli di Roma (Auditorium Parco della Musica) meglio dettagliato nella sua pagina ufficiale: Valerio Scanu – Home | Facebook e poi considerate  le sue innumerevoli risorse … Lo scoprirete solo vivendo..

Redazione

 

EMILIO FEDE : Capita più spesso che le donne cerchino di fare sesso con il regista per avere una parte piuttosto che sia il regista a chiedere del sesso alla donna per darle la parte”.


fede emilio

Emilio Fede noto giornalista e scrittore è intervenuto qualche giorno fa al programma condotto da Roberto Arduini e Andrea Di Ciancio su Radio Cusano Campus, l’emittente dell’Università degli Studi Niccolò Cusano di Roma, e senza peli sulla lingua, tra le altre cose, ha detto la sua sui  casi di denunce di  abusi e violenze sessuali che hanno colpito il mondo del cinema dopo il caso Weinstein, gettando “ombre” e sospetti sulla moralità di alcuni registi anche italiani  fino a ieri dalla fama inappuntabile. Queste le dichiarazioni del giornalista:    “Non capisco tutto questo piagnisteo, a me risulta che se tu non la vuoi dare non la dai. Gli stupri sono un’altra cosa. La signora Asia Argento ha fatto il botto, lei, il personaggio, è improvvisamente diventata la paladina di una restaurazione della dignità femminile. Ma la donna ha già la propria dignità. La donna è amata, la donna è vita. Questa storia qui è diventata una rottura”.

E sul caso Brizzi aggiunge: “Detto fra noi, ma non possiamo anche porre un’alternativa? Possiamo sentire gli uomini che sono stati stuprati? Violentati psicologicamente dalle donne? Guardate che esistono! Io ho sempre rispettato la donna, non ho mai tentato di avere rapporti che non fossero esclusivamente professionali, la donna che ho meno rispettato è stata mia madre e me ne sono pentito, mi faceva fare i lavori domestici, lavare i piatti, per questo ero astioso nei suoi confronti”.

Io ormai con una donna non prendo nemmeno l’ascensore – ha poi proseguito – ho paura che poi vada dai carabinieri a dire che Fede l’ha palpeggiata ed esca l’agenzia che vuole l’ex direttore del Tg4 indagato. Capita più spesso che le donne cerchino di fare sesso con il regista per avere una parte piuttosto che sia il regista a chiedere del sesso alla donna per darle la parte”.

Redazione

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: