Il Festival di Sanremo, Baglioni, la Rai, Salzano e il conflitto di interessi| La cauta risposta della Rai alle polemiche


sanremo-2019-duetti-quarta-serata

Quelle che prima erano solo polemiche e voci sul probabile (o forse evidente?) conflitto di interessi che sta caratterizzando  la 69ma edizione del Festival di Sanremo assumono sempre più le dimensioni di un vero “caso” e, a pochi giorni dall’esordio della kermesse canora,  il senatore Gianluigi Paragone, capogruppo del Movimento 5 Stelle in commissione Vigilanza Rai, vuole vederci chiaro. Per questo, ha annunciato di voler presentare un’interrogazione all’AD Fabrizio Salini e al direttore di Rai1 Teresa De Santis sul presunto conflitto d’interessi della Friends & Partners di Ferdinando Salzano nel Festival di Sanremo.  Infatti, l’Agenzia  di Salzano si occupa di rappresentare e organizzare i tour di numerosi artisti, tra cui Claudio Baglioni e tra i ventiquattro big in gara figurano numerosi colleghi di agenzia del cantautore romano: Paola Turci, Nino D’Angelo, Francesco Renga, Il Volo, Achille Lauro e Nek.

Le precisazioni fornite ieri dalla Rai a seguito delle varie polemiche  sorte in merito non sembrano però trovare valide giustificazioni e d’altra parte il servizio pubblico sembra addirittura prendere le distanze dalla eventualità di conflitto di interessi qualora fosse accertata.

L’esclusione di qualsiasi conflitto di interessi è una condizione imprescindibile per la Rai nella stipula di tutti i contratti di collaborazione. Un principio inserito ovviamente anche all’interno degli accordi presi con Baglioni, così come è avvenuto con i suoi predecessori

Il criterio di trasparenza è un elemento cardine dell’offerta del servizio pubblico e del rapporto tra Rai e direttore artistico, in un contesto, quello di Sanremo, in cui fondamentali sono il giudizio insindacabile sul valore dell’offerta musicale e sulla qualità dello spettacolo affidata a una commissione composta da 5 esperti oltre al direttore artistico. Nel contratto, l’azienda prende atto delle dichiarazioni formulate da Baglioni sotto la propria responsabilità. Egli dichiara di avere un contratto di natura editoriale con un’etichetta discografica e uno per la realizzazione di spettacoli musicali dal vivo, prodotti e commercializzati dalla F&P Group Srl e dalla Friends & Partners Spa. Come da contratto, qualora dovessero emergere ’situazioni di incompatibilità e/o conflitto di interessi’, la Rai avrebbe ‘il diritto insindacabile di sostituirlo negli incarichi, senza alcun indennizzo“…

e – quanto agli ospiti – specifica che:

F&P non cura il management di nessuno degli artisti presenti a Sanremo, ma soltanto gli eventi live di alcuni di loro“.

Redazione

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...