Mese: dicembre 2019

CS_A “Verissimo” tra gli ospiti Alessandra Amoroso, Wanda Nara, Pupo e Federica Panicucci


Sabato 21 dicembre, alle ore 16.00, appuntamento dall’aria natalizia con Verissimo.

In esclusiva, saranno ospiti i due nuovi super opinionisti del prossimo “Gf Vip 4”: Wanda Nara e Pupo.
Per la prima volta a Verissimo anche Rita Rusic, tra i concorrenti della nuova edizione del reality condotto da Alfonso Signorini.

Per la loro prima intervista di coppia in tv, saranno in studio Federica Panicucci e il compagno Marco Bacini.

E ancora, ospite Alessandra Amoroso, protagonista il 23 dicembre su Italia1 dell’’Amoroso Day’ che celebra i suoi 10 anni di carriera.

Infine, l’umanità e simpatia irresistibile di Paolo Ruffini e il racconto doloroso di Aida Yespica.

Verissimo è anche sul web con un sito ricco di contenuti inediti, video e curiosità: www.verissimo.it

Redazione

#RAI1 21_DIC_2019, 20:35 Soliti Ignoti – Il Ritorno Speciale Telethon |I volti dello spettacolo si mettono in gioco


(none)
Anche quest’anno sarà Soliti Ignoti – Il Ritorno, con una puntata speciale, in onda in prima serata in diretta su Rai 1 domani, sabato 21 dicembre alle 20.35, a chiudere la maratona benefica dedicata a Telethon. Lo speciale del game show vedrà arrivare per l’occasione, al Teatro delle Vittorie, tantissimi ospiti: Stefano Accorsi, Edoardo Leo, Rocco Papaleo, Massimo Ceccherini, Simona Ventura, Lorella Cuccarini, Riccardo Rossi, Il Volo, Vittoria Puccini, Benedetta Porcaroli. Tra loro, alcuni giocheranno la partita e si cimenteranno con l’indagine per indovinare il maggior numero delle identità presenti in studio e vincere il montepremi che sarà interamente devoluto a Telethon, altri faranno parte del gruppo di identità da svelare e altri ancora saranno ospiti speciali che regaleranno sorprese e momenti di grande spettacolo durante la serata.
Redazione

CS_IL VOLO in Piazza Duca D’Aosta a Milano (di fronte alla Stazione di Milano Centrale) per un mini live a sorpresa!


Il trio italiano che ha conquistato le platee internazionali festeggia 10 anni di carriera

image002 (4) 

 

Una grande sorpresa di Natale per tutti i fan…

DOMANI A MILANO MINI LIVE IN PIAZZA DUCA D’AOSTA

di fronte alla Stazione di Milano Centrale

 

All’interno dell’iniziativa TIM SenStation

ore 19.00 – ingresso libero

 

Sarà l’occasione per celebrare insieme alle tre voci internazionali questo 2019 di successi!

Il Volo_Matera foto di @luigilista 2 b

Dopo due album, “Musica” e “10 Years”, dopo il successo al Festival di Sanremo e un tour mondiale costellato di sold out… IL VOLO regala ai fan una sorpresa di Natale per festeggiare insieme questo 2019 di successi: domani, venerdì 20 dicembre, il trio si esibirà in Piazza Duca D’Aosta a Milano!

Il mini live, che comincerà alle ore 19.00, è organizzato in occasione dell’iniziativa TIM SenStation, format di intrattenimento voluto, ideato e realizzato grazie alla collaborazione di TIM, main partner, BWS e Grandi Stazioni Retail nell’area antistante alla Stazione Centrale di Milano. Per aggiornamenti sugli eventi di SenStation in programma seguire la pagina Facebook di Milano Centrale https://www.facebook.com/milanocle/.

L’ingresso è libero.

Sarà l’ultima occasione quest’anno per vedere live Piero, Gianluca e Ignazio, in attesa del tour che riprenderà nel 2020.

Queste le date in Italia nel 2020:

30 agosto all’Arena di Verona

31 agosto all’Arena di Verona

4 settembre al Teatro Antico di Taormina

5 settembre al Teatro Antico di Taormina

26 novembre al Pala Alpi Tour di Torino

30 novembre al Mediolanum Forum di Assago, Milano

4 dicembre al Palazzo dello Sport di Roma

I biglietti in prevendita sono disponibili su Ticketone.it e nei punti vendita abituali.

Le date sono prodotte Il Volo Srl e organizzate da Friends & Partners.

10 Years” è uscito in varie versioni, compresa una realizzata ad hoc per il mercato latino e una per quello giapponese. Raccoglie i brani più rappresentativi del repertorio de Il Volo, da “’O Sole mio”, a “My Way”, a “Grande amore”, dal bel canto della tradizione italiana, agli evergreen americani. La tracklist è composta sia da brani registrati in studio, sia da nuove registrazioni live. Comprende anche l’esclusivo DVD “Live in Matera”.

Piero Barone, Gianluca Ginoble e Ignazio Boschetto hanno iniziato la loro carriera giovanissimi, nel 2009, e la loro ascesa costante li ha portati a duettare con artisti del calibro di Barbra Streisand e Placido Domingo, a vincere il Festival di Sanremo a soli vent’anni, a riempire l’Arena di Verona e il Radio City Music Hall di New York, a raccogliere standing ovation nei tour in Europa, America e Giappone.

Redazione

CS_Lunedì 23 dicembre al Teatro EuropAuditorium di BOLOGNA per l’ultima tappa di “Lucio!! Il Tour”, l’omaggio live di Ron all’amico di sempre Lucio Dalla.


RON

LUNEDÌ 23 DICEMBRE

AL TEATRO EUROPAUDITORIUM DI BOLOGNA

ULTIMA TAPPA DI “LUCIO!! Il tour”

l’omaggio live di Ron all’amico di sempre Lucio Dalla

RON_locandina Bologna_b.jpg

UNA SPECIALE DATA CONCLUSIVA PROPRIO NELLA CITTÀ NATALE DI LUCIO DALLA

 

PER L’OCCASIONE IL COMUNE DI BOLOGNA CONFERIRÀ A RON

LA TURRITA D’ARGENTO

 

Lunedì 23 dicembre Ron sarà in concerto al Teatro EuropAuditorium di Bologna per l’ultima tappa di “Lucio!! Il Tour”, l’omaggio live all’amico di sempre Lucio Dalla (Piazza della Costituzione, 4 – ore 21.00).

Una data speciale, quella di Bologna, che diventa la perfetta chiusura dell’importante tour, partito a maggio 2018 dal Teatro Dal Verme di Milano e che vedrà la sua conclusione nella città che ha dato i natali a uno dei più importanti cantautori italiani, Lucio Dalla.

I biglietti del concerto sono disponibili su www.ticketone.it, sul sito ufficiale del Teatro (www.teatroeuropa.it) e presso la biglietteria del Teatro Europauditorium, aperta dal lunedì al sabato, dalle ore 15.00 alle ore 19.00, e del Teatro Celebrazioni (via Saragozza 234, Bologna), aperta dal martedì al sabato, dalle ore 15.00 alle ore 19.00.

Il comune di Bologna ha inoltre annunciato che per l’occasione a Ron sarà conferita la TURRITA D’ARGENTO.

«Ron è un autore straordinario che con la sua creatività ha saputo innovare il linguaggio della musica italiana. È un piacere annunciare che il sindaco Virginio Merola ha deciso di conferirgli la Turrita d’Argento che gli consegneremo in Comune in occasione del concerto – afferma l’Assessore alla Cultura e Promozione della città del Comune di Bologna Matteo Lepore – A questo proposito, desidero ringraziare Ron perché al Teatro Europauditorium ricorderà Lucio Dalla come un’icona della nostra musica e ci affiancherà nel promuovere la sua arte e la sua figura come patrimonio culturale internazionale».

«Cantare Lucio Dalla è un’esperienza che mi ha insegnato a capire tutta la sua grandezza, la sua unicità», dichiara Ron.

«Il tour di Ron è stato un grande omaggio a Lucio Dalla e soprattutto un ricordo affettuoso da parte di un caro amico che Fondazione Lucio Dalla insieme a Pressing Line è oggi felice di avere l’occasione di ringraziare. Siamo davvero felici che il tour si concluda a Bologna rinnovando l’affetto che ha sempre legato Lucio alla sua città e auguriamo una grande accoglienza a Lucio!! che a Bologna tra l’altro riporterà l’inedito “Almeno pensami” che, partito dallo “Studiolo” di Lucio di Via D’Azeglio, affidato con gioia alla magica interpretazione di Ron in occasione di Sanremo 2018, ha emozionato tutta l’Italia», dichiara Andrea Faccani, Presidente della Fondazione Lucio Dalla.

Ron racconta Lucio, dall’infanzia agli ultimi tempi, attraverso le sue canzoni, con video e foto inediti per uno spettacolo pensato come una pièce teatrale. L’artista, infatti, presenta al pubblico una scaletta ricca e variegata contenete i brani più importanti che Ron e Lucio hanno scritto insieme e molti altri brani del repertorio di Dalla, da “Piazza Grande” ad “Henna”da “Anna e Marco” a “Tutta la vita”. Canzoni che sono parte integrante della storia della musica italiana, alcune delle quali sono state reinterpretate da Ron e raccolte nell’album “Lucio!” (uscito a marzo 2018 e contenente anche il brano “Almeno Pensami”, inedito di Lucio Dalla interpretato da Ron in occasione del Festival di Sanremo 2018) e nel disco live “Lucio!!”, uscito lo scorso aprile.

Omaggio al grande artista, il disco “Lucio!!” è composto da undici brani: otto duetti registrati durante il live al Teatro Romano di Verona, un duetto registrato in studio insieme a Federico Zampaglione sulle note del brano “Felicità”, e due brani, “Anna e Marco” e “Tutta la vita”, interpretati unicamente da Ron e registrati appositamente in studio per l’occasione. Per la realizzazione del disco “Lucio!!” si ringraziano tutti gli artisti presenti nell’album e i rispettivi management, i cugini di Lucio e la Fondazione Lucio Dalla.

CS_SANREMO, AL BANO: IO OSPITE? STRAPOSITIVO MA AVREI VOLUTO ESSER IN GARA, MI MANCA COMPETIZIONE, FORSE HANNO PENSATO FOSSI TROPPO VECCHIO (VIDEO)


Al Bano min

Il cantante ospite di Un Giorno da pecora: ‘Felicità’ sul palco dell’Ariston? E’ canzone nata a Sanremo che ha conquistato mondo; se passo natale con Romina o Loredana? No comment…

Io e Romina ospiti a Sanremo? “Si, però per me Sanremo è sempre la gara, il fatto che vai ospite è bello, è un fatto strapositivo ma quando sai di andare in gara si svegliano dentro tutte quelle armi ed emozioni antiche. Così è bello, fai un Sanremo straordinariamente interessante ma mi manca la gara”. Lo dice a Un Giorno da Pecora, su Rai Radio1, Al Bano Carrisi, oggi ospite della trasmissione condotta da Geppi Cucciari e Giorgio Lauro.

Ha scelto lei di non andare in gara? “Mah, hanno detto forse non hai più l’età per andare in gara. Secondo me si sbagliano ma va bene così”. Forse la scelta di presentarla come super ospite è una maniera per celebrare la sua grande carriera. “Indubbiamente va bene la celebrazione, certo. Ma siccome io ho vissuto sempre Sanremo con le gare…ho partecipato due volte come ospite d’onore e non è la stessa cosa”. Avesse potuto scegliere lei, insomma, sarebbe stato tra gli artisti in gara. “Sicuramente”. Sa già quali pezzi farete con Romina Power? “Ancora non lo so, non abbiamo ancora deciso. E’ sempre bene aprire un tavolo e parlare”. ‘Felicità’, però, la farete di sicuro. “Quella è una canzone che nasce a Sanremo e ha conquistato il mondo”. Le feste di Natale le passerà con Romina o con Loredana Lecciso? “No comment, non facciamo gossip…”, ha concluso Al Bano a Un Giorno da Pecora.

VIDEO / CLICCA QUI PER AL BANO A UN GIORNO DA PECORA: https://wetransfer.com/downloads/8dc05a3ecb0a316434cb7b6d49068b1620191219135132/ef5412a15b601d44a8e813298d9ea86020191219135132/90c35a  

Redazione

CS_GIANNA NANNINI: da venerdì 3 gennaio in radio il nuovo singolo “MOTIVO” ft. COEZ| Il 30 maggio in concerto allo Stadio Artemio Franchi di Firenze


GIANNA NANNINI

Gianna Nannini_Locandina 2b (1)

Da venerdì 3 gennaio 2020 in radio il nuovo singolo

“MOTIVO” ft. COEZ

estratto dall’ultimo album di inediti LA DIFFERENZA

 

A maggio 2020 in tour in Europa

Il 30 maggio un concerto speciale allo Stadio Artemio Franchi di Firenze

E da novembre live nei principali palasport d’Italia!

 

Biglietti disponibili in prevendita su Ticketone.it da lunedì 2 dicembre

 

Da venerdì 3 gennaio 2020 sarà in radio “Motivo”, il nuovo singolo di GIANNA NANNINI ft. COEZ, estratto dall’ultimo album di inediti “LA DIFFERENZA” (Charing Cross Records Limited / Sony Music).

«“Motivo” è stata la prima canzone che ho scritto per questo album e ne volevo fare un duetto – racconta Gianna Nannini – Mi piace la voce graffiante di Coez. Gli feci ascoltare il brano che lo colpì particolarmente, mi disse che voleva provare a fare una cosa alla sua maniera. Ecco, mi dissi osservando quel suo modo elegante di fare, un altro che fa la “differenza”».

Nel 2020 Gianna Nannini tornerà live non solo in Italia ma in tutta Europa, con la sua voce unica e la sua presenza scenica inconfondibile.

Il tour europeo partirà da Londra il 15 maggio per poi proseguire a Parigi, Bruxelles, Lussemburgo e arrivare a giugno in Germania per 4 date. Un lungo viaggio in tutta Europa che si concluderà ad ottobre, quando si esibirà di nuovo sui palchi della Germania con 6 date e poi su quelli della Svizzera con 2 date (#GNEuropeanTour). 

La prima tappa speciale in Italia sarà il 30 maggio allo Stadio Artemio Franchi di Firenze: un evento unico in cui la rocker sarà accompagnata anche dal grande batterista Simon Phillips.  Sarà l’occasione per vivere tutta l’energia di una vera… Gianna da stadio!

A partire da novembre Gianna Nannini porterà nei palasport italiani “LA DIFFERENZA” e i grandi successi che hanno segnato la sua lunga carriera, in cui ha conquistato generazioni di fan con il suo marchio di fabbrica che unisce dolcezza melodica e trascinante energia.

Di seguito le date del tour nei palasport: il 18 novembre al Pala Florio di Bari, il 19 novembre al Pala Partenope di Napoli; il 21 novembre al Pala Catania di Catania, il 25 novembre al Pala Verde di Treviso, il 28 novembre al Pala Alpitour di Torino, l’1 dicembre al Mediolanum Forum di Assago, Milano, e il 3 dicembre al Palazzo dello Sport di Roma.

I biglietti sono disponibili in prevendita su Ticketone.it e nei punti vendita abituali (info su www.friendsandpartners.it). Il tour europeo, il concerto allo Stadio Artemio Franchi e il tour nei palasport italiani sono prodotti e organizzati da Friends & Partners.

Il nuovo album di Gianna Nannini, “La differenza”, è disponibile nei negozi tradizionali e sulle piattaforme digitali, in versione fisica (CD e vinile) e in digitale: https://SMI.lnk.to/La_Differenza. L’album è uscito il 15 novembre 2019, proprio nei giorni del trentesimo anniversario della caduta del Muro di Berlino, alla quale Gianna Nannini era presente nel 1989: «Dopo la caduta di quel muro, purtroppo ne sono nati molti altri, mentali, e con queste canzoni vorrei abbatterli. Ognuno ha la sua differenza, questo è il bello» ha affermato la rocker, fresca vincitrice del PREMIO TENCO 2019, che ha sempre cantato di libertà e uguaglianza.

In un periodo storico in cui spesso la realizzazione dei dischi è affidata prevalentemente al digitale, Gianna Nannini ha scelto di realizzare La differenza a Nashville, Tennessee, nel regno dell’analogico, sede di grandi produzioni artistiche blues-rock. È ripartita dalle origini folk, blues e rock alla ricerca di ciò che fa la differenza, senza prestare il fianco a nessuna moda ma riaprendo quel capitolo rimasto in sospeso con l’album “California”. Il risultato sono 10 tracce registrate in presa diretta, «che bruciano di un fuoco puro e antico ma suonate in epoca digitale», come l’artista stessa le ha definite.

Questa la tracklist dell’album: La differenza, Romantico e bestiale, Motivo feat. Coez, Gloucester Road, L’aria sta finendo, Canzoni buttate, Per oggi non si muore, Assenza, A chi non ha risposte e Liberiamo.

 

Redazione

CS_#RAI2 18_DIC_2019, 23:40 “LL’Arte d’ò Sole” La più ricca rassegna di canzoni napoletane realizzata per la televisione italiana negli ultimi anni


(none)

Renzo Arbore e la sua Orchestra Italiana, una storia lunga una vita. Sono esattamente 28 gli anni di carriera dello showman dedicati alla valorizzazione e al rilancio della Canzone Napoletana Classica in Italia e all’estero. Era il lontano 1991 l’anno in cui nasceva “L’Orchestra Italiana”, 15 “…all stars” come ama definirli lo showman, eccelsi solisti del proprio strumento (chitarre, mandolini, fisarmonica, pianoforte, tamburi, tamburelli e voci) e un grande repertorio da portare in giro per il mondo.

Dopo il successo della messa in onda su Rai5, “Ll’arte d’ ‘o sole” torna con una riedizione aggiornata – in onda il 18, il 25 dicembre e l’1 gennaio 2020 in seconda serata su Rai2 alle 23.40– che riavvolge il nastro di questo incredibile “ensemble” e racconta il sogno-scommessa di “Renzo Arbore L’Orchestra Italiana”, un marchio di fabbrica diventato nel tempo una vera e propria “mission”: promuovere la musica napoletana più internazionalmente conosciuta, rappresentare all’estero “l’immagine dell’Italia”, suscitare e consolidare simpatia e rispetto verso il nostro Paese.

Il programma è una dichiarazione di onnipotenza nella cultura napoletana, che viene identificata da Arbore come l’arte che ha generato bellissime canzoni per merito una città, Napoli, che ha fatto del sole il suo biglietto da visita e la sua fonte di ispirazione. Certi brani non potrebbero essere mai nati se non ci fosse stata la complicità dell’arte del sole.

 “Ll’ arte d’ ‘o sole” si presenta come una tra le più importanti rassegne di canzoni napoletane realizzate per la televisione italiana negli ultimi anni. Un viaggio a tappe che parte dagli esordi e approda ai più grandi successi dello showman con la sua Orchestra: Montreux Jazz Festival (debutto nel 1991), in cui Renzo Arbore fu battezzato da Quincy Jones come “The new italian renaissance man” della musica e dello spirito creativo italiano.

Seguono centinaia e centinaia di concerti nei principali teatri e piazze d’Italia: Torino, Milano, Napoli, Palermo, Firenze, Roma e poi quelli indimenticabili al Radio City Music Hall, al Madison Square Garden e alla Carnegie Hall di New York, alla Royal Albert Hall di Londra, all’Olympia di Parigi, sulla Piazza Rossa di Mosca, e tanti altri ancora in Canada, Australia, Brasile, Giappone, Argentina, Messico, Venezuela, Tunisia, Spagna, Montecarlo, Malta, fino ad arrivare agli inizi del 2007 alla strepitosa accoglienza avuta in Cina nei teatri di Pechino, Shanghai, Hangzhou, Tianjin e Nainjin. Per poi tornare agli inizi del 2008 nuovamente in USA e Canada con una applauditissima tournée nelle città di Chicago, Atlantic City, Vancouver, Montreal e Toronto. Il 24 giugno 2015, su invito dell’Ambasciata d’Italia a Mosca, si esibisce nel prestigioso Teatro del Cremlino, per promozionare l’Expo 2015 oltre a questo si ricorda la Giornata Mondiale della Gioventù a Cracovia dove ha tenuto un concerto per i papa boys.

 Il nuovo programma sancisce di fatto il ritorno televisivo di Renzo Arbore, che è sempre una gran bella notizia, dopo il clamoroso successo mediatico ottenuto su Rai 2 con “Guarda stupisci”. Da qui la scelta di ambientare il nuovo format in quello stesso studio del Centro di produzione Rai di Napoli avvalendosi delle bellissime scenografie di Cappellini e Licheri ricche di dettagli ed elementi che ricordano la città, il suo golfo, le sue tradizioni e gli artefici della canzone umoristica napoletana.

 L’attore Maurizio Casagrande leggerà e commenterà i testi di alcuni di questi brani eseguiti dall’Orchestra Italiana, sottolineati con aneddoti di Renzo Arbore.

 “Ll’ arte d’ ‘o sole” è un programma di Renzo Arbore e di Gino Aveta con la consulenza di Adriano Fabi. La regia è di Barbara Napolitano.

Redazione

 

#RAI1 18_DIC_2019, 21:25 “Giorgio Ambrosoli – Il prezzo del coraggio” Mercoledì 18 dicembre in prima serata la docu-fiction sull’eroe borghese


(none)
A quarant’anni dall’assassinio dell’eroe borghese Giorgio Ambrosoli, mercoledì 18 dicembre arriva, in prima serata su Rai1, “Giorgio Ambrosoli – Il Prezzo del coraggio”, una docu-fiction originale prodotta da Stand by me in collaborazione con Rai Fiction per raccontare alle nuove generazioni la storia esemplare di un uomo comune ed eroico al tempo stesso, che amava la sua famiglia e il suo lavoro e che credeva nel significato della responsabilità e della legalità fino a metterle al di sopra della sua stessa sicurezza.
Una narrazione che unisce l’impatto emotivo della ricostruzione in fiction – affidata all’interpretazione degli attori Alessio Boni (Giorgio Ambrosoli), Dajana Roncione (Annalori Ambrosoli), Claudio Castrogiovanni (Silvio Novembre), Fabrizio Ferracane (Michele Sindona) – alla forza del racconto documentaristico che si avvale di materiali di repertorio, documenti esclusivi e testimonianze inedite, tra cui l’intervista alla moglie Annalori e l’intervento del figlio Umberto Ambrosoli che ha collaborato alla realizzazione del docufilm.
Il racconto si concentra sugli anni cruciali della vicenda, dall’ottobre del 1974 fino all’uccisione l’11 luglio 1979, periodo in cui Giorgio Ambrosoli fu commissario liquidatore della Banca Privata Italiana di Michele Sindona. Il punto di vista è quello del maresciallo della Guardia di Finanza Silvio Novembre, recentemente scomparso, che fu accanto ad Ambrosoli nei cinque anni del suo incarico, collaboratore prima, amico poi. La “sua” voce fuori campo – interpretata da Claudio Castrogiovanni, ma allo stesso tempo autentica perché ispirata alle parole espresse dallo stesso Novembre in alcune interviste e articoli tra cui “Le fatiche della legalità” – guida lo spettatore nelle scene di finzione e nelle parti documentaristiche, restituendo un’immagine inedita dell’Ambrosoli pubblico e privato, dell’avvocato coerente e lavoratore instancabile ma anche del marito e padre devoto verso la moglie e i tre figli.
I cinque anni in cui Ambrosoli indagò gli snodi di un sistema politico-finanziario corrotto e letale sono ricostruiti nelle scene di finzione e approfonditi con estremo rigore filologico all’interno dei contenuti documentaristici, tra materiali di repertorio e documenti chiave (in particolare le agende private, in cui Ambrosoli annotava tutto, custodite nell’Ufficio Corpi di Reato del Tribunale di Milano, e gli atti relativi alla Banca Privata Italiana e alla sua liquidazione, che dopo il deposito presso l’archivio della Camera di Commercio di Milano sono stati resi disponibili al pubblico solo alla fine del 2016).
Tra le testimonianze autorevoli, l’intervista esclusiva alla moglie Annalori, donna coraggiosa ed eroica, che nonostante le evidenti preoccupazioni, non farà mai mancare il suo sostegno al marito, occupandosi dei figli e cercando di mostrarsi serena. Una donna eccezionale come del resto aveva scritto lo stesso Ambrosoli nella lettera-testamento a lei indirizzata: “Sarà per te una vita dura, ma sei una ragazza talmente brava che te la caverai sempre e farai come sempre il tuo dovere costi quello che costi”.
Tra i testimoni illustri della docu-fiction, il figlio Umberto; i cari amici di famiglia Giorgio Balzaretti e Franco Mugnai; il professor Vittorio Coda e l’avvocato Sinibaldo Tino, che affiancarono Ambrosoli nel lavoro di liquidazione; i magistrati Gherardo Colombo e Giuliano Turone, incaricati dei processi a carico di Sindona; lo scrittore Corrado Stajano che con il suo libro “Un eroe borghese” per primo gli restituì la giusta ‘fama’; il giornalista Antonio Calabrò; Anna Maria Tarantola, all’epoca dei fatti in Banca d’Italia; il procuratore americano John Kenney, titolare delle indagini sul fallimento della Franklin Bank di Sindona, che collaborò assiduamente con Ambrosoli.
Redazione

CS_CARMEN CONSOLI // 25 ANNI MEDIAMENTE ISTERICI ALL’ ARENA DI VERONA


CARMEN CONSOLI

squared_800x800.jpg

LA CANTANTESSA STA TORNANDO

IL SUO ROCK RIVOLUZIONARIO TORNA LIVE

IN UNO SPETTACOLARE CONCERTO-EVENTO ALL’ ARENA DI VERONA

DATA UNICA

25 AGOSTO 2020

“25 Anni Mediamente Isterici” 

con 

un’Orchestra Sinfonica,

Samuele Bersani, Max Gazzè e tanti altri

25 anni Mediamente Isterici che hanno fatto la rivoluzione: sono gli anni di carriera di Carmen Consoli che, tra testi ricercati, sarcasmo esasperato e capacità di dipingere le parole, la cantautrice siciliana festeggerà nel 2020 con un concerto-evento spettacolare il prossimo 25 agosto all’Arena di Verona (prodotto e organizzato da OTR).

Una data senza repliche in cui l’artista, immagine del rock femminile in Italia, sarà accompagnata dalla sua iconica fender rosa e dai tanti colleghi e amici che l’hanno affiancata nel suo straordinario viaggio artistico, ripercorrendo una pagina di musica e successi senza uguali.

I primi ospiti annunciati dell’atteso evento sono Samuele Bersani e Max Gazzè, geniali artisti e affiatati ‘complici’, e molti altri se ne aggiungeranno nel corso di questi mesi (i biglietti sono già disponibili su ticketone.it).

Quello di Carmen è un viaggio partito nel 1995 da Catania e proseguito in tutto il mondo. Una carriera costellata di eccezionali primati: nel 2003 è stata la prima artista a calcare il palco dello Stadio Olimpico di Roma, ha partecipato come sola rappresentante italiana alle celebrazioni in Etiopia per la scomparsa di Bob Marley, ha segnato, con l’ultimo tour, 4 sold out a New York, è stata la prima donna a vincere la Targa Tenco nella categoria Miglior Album con “Elettra” e anche la prima donna a rivestire il ruolo di Maestro Concertatore per il Concerto della Notte della Taranta, solo una piccola parte di quello che sono stati questi 25 anni di carriera in musica.

Carmen Consoli continua a essere un esempio di unicità canora, compositiva, interpretativa e autorale. Una Cantautrice che è riuscita a evolversi pur rimanendo sempre fedele a sé stessa. Dall’Ultimo Bacio a AAA Cercasi, da Eva contro Eva a Elettra, dall’anima rock di Mediamente Isterica, quello che lei definisce “album della vita” ai suoi progetti più acustici come “Eco di Sirene”.

Quello che sta per iniziare sarà così un nuovo anno importante che vedrà l’uscita di un album di inediti e, a seguire, il grande concerto all’Arena di Verona con oltre 3 ore di musica dove andranno in scena le due anime musicali di Carmen Consoli. Carmen sarà accompagnata da un’orchestra di 50 elementi che vestiranno di nuovo i brani dell’artista, un meraviglioso esperimento portato in scena del 2001 a Taormina con “L’anfiteatro e la bambina impertinente”, e dalla sua storica rock band.  Per il live all’Arena di Verona Carmen regalerà al pubblico le sue due anime musicali, che insieme sono l’eccezione che l’ha resa unica nel panorama cantautorale italiano ed internazionale in questi 25 anni di carriera.

L’anello di congiunzione tra questi due momenti molto diversi tra di loro sarà la partecipazione straordinaria di artisti e colleghi che in questi anni hanno condiviso con lei canzoni e palchi.

La prevendite dei biglietti saranno attive su Ticketone.it da domani 18 dicembre alle 11:00.

 

Redazione

VALERIO SCANU “Christmas Edition”, live acustico il 21 Dicembre a Roma


Sabato 21 dicembre ore 21.00 

all’Auditorium Parco della Musica (Teatro Studio Borgogna) di Roma

Valerio Scanu

in concerto

Valerio Scanu “Christmas Edition”, acustic live a Roma il 21 dicembre 2019

il cantante di “Per tutte le volte che…” per l’ottavo anno consecutivo dà appuntamento ai suoi fan a Roma per il tradizionale concerto di Natale, quest’anno in versione acustica, “Christmas Edition”: un viaggio in musica attraverso i ricordi, i sogni e i desideri: un concerto che lo scopo di far riaffiorare alla mente emozioni che solo il Natale sa suscitare perché per sognare, in fondo, non è mai troppo tardi…

Lo accompagneranno sul palcoGianluca Massetti alle tastiere, Fabio Greco alle chitarre e Irene Calvia ai cori.

Redazione