Giorno: aprile 5, 2020

CS_RAIPLAY24 Jovanotti “Non voglio cambiare pianeta”, dal 24 aprile in esclusiva su RaiPlay Lorenzo Jovanotti racconta le sue avventure tra Cile e Argentina


(none)

Dagli Appennini alle Ande: Jovanotti sorprende ancora una volta il suo pubblico e con una pedalata di 4000 km arriva in esclusiva su RaiPlay. S’intitola “Non voglio cambiare pianeta” il docutrip in sedici puntate di Lorenzo Cherubini, online dal 24 aprile sulla piattaforma digitale della Rai. Un viaggio nel viaggio: una ricerca di solitudine per sentirsi un po’ meno soli oggi. Musiche, parole, panorami, salite, discese e tanto sudore per condividere l’avventura umana e sportiva vissuta pochi mesi fa tra Cile e Argentina. Un’iniezione di energia e speranza, per partire e ripartire. Paesaggi mai visti. Pensieri mai fatti. Parole mai dette. 
RaiPlay, la piattaforma digitale Rai diretta da Elena Capparelli, è stata scelta da Lorenzo Jovanotti per raccontare il suo viaggio e lanciare un messaggio d’amore verso il nostro pianeta, ancora capace di emozionarci e sorprenderci. 
Jovanotti, protagonista della straordinaria avventura compiuta all’inizio di quest’anno, ha percorso la Panamericana da solo su una bicicletta e realizzato in totale autonomia tutte le riprese che documentano scenari incredibili, incontri multiculturali e riflessioni personali. 
“Tra gennaio e febbraio scorsi ho fatto un viaggio in bicicletta nell’altra parte del mondo – ha dichiarato Lorenzo – Sono tornato e il mondo era diventato un altro mondo. Ho fatto un viaggio per cercare un po’ di isolamento nella natura. Sono tornato e mi sono trovato dentro ad un altro isolamento, questa volta obbligato dalla natura stessa. Ho fatto un viaggio per prepararmi al futuro, e sono tornato impreparato a questo presente, ma ripensando a quei 4000 km a pedali mi rendo conto che neanche uno di quei km è andato perduto, perché mai come oggi è chiaro a tutti che la nostra vita è un grande viaggio pericoloso nell’ignoto, anche stando chiusi in casa. Con RaiPlay abbiamo scelto di realizzare questa ‘serie tv’ adesso, di non tenerla ferma, per avere sulla piattaforma un contenuto inedito, leggero, sorprendente che può far piacere a qualcuno che in queste settimane ha voglia di qualcosa di diverso e di nuovo, il primo docutrip musical-avventuroso”.
Episodi, estratti e contenuti aggiuntivi di “Non voglio cambiare pianeta” saranno disponibili in esclusiva su RaiPlay senza bisogno di registrazione.

Non voglio cambiare pianeta è “pedalato” e filmato da Lorenzo Jovanotti tra gennaio e febbraio 2020 in Cile e Argentina. Montato e diretto da Michele Maikid Lugaresi. Realizzato con Federico Taddia. Musica originale, cover e improvvisazioni di Lorenzo Jovanotti. La produzione è di SoleLuna per RaiPlay.

Redazione

C.S._#RAI1 05 APR 2020, 14:00 Domenica In |Tanti amici e ospiti in collegamento


(none)

La 29° puntata di “Domenica In”, in onda domenica 5 aprile, alle 14:00,  in diretta dagli Studi ‘Fabrizio Frizzi’ di Roma e condotta da Mara Venier, avrà come protagonisti tanti amici ed ospiti in collegamento: Giorgio Panariello racconterà come sta vivendo questo periodo chiuso in casa e farà sorridere ricordando alcuni dei suoi celebri personaggi; Stefano De Martino si collegherà dalla sua casa di Milano per mandare un messaggio ai tanti giovani invitandoli a stare a casa e rispettare le regole per il bene di tutti; con Red Canzian si parlerà del suo nuovo progetto musicale dedicato alla città di Venezia ed in collegamento ci sarà anche il Sindaco di Venezia Luigi Brugnaro; Roby Facchinetti, dopo il grande successo di domenica scorsa con l’anteprima della sua canzone dedicata a Bergamo ‘Rinascerò, Rinascerai’, manderà un videomessaggio di ringraziamento a Mara Venier; Katia Ricciarelli sarà in collegamento da Bardolino, in provincia di Verona, mentre il tenore Vittorio Grigolo si collegherà da Kiev dove sta tenendo una ‘masterclass’ internazionale di canto lirico; Max Biaggi si collegherà per mandare un messaggio a tutti gli sportivi. Poi, uno spazio per un approfondimento sul coronavirus con il prof. Francesco le Foche, immunologo del Policlinico Umberto I di Roma.
La regia è di Roberto Croce. 

Redazione