Month: gennaio 2021

27 Gennaio. La programmazione Rai per il Giorno della Memoria|Per non dimenticare


(none)

Un’intera giornata per commemorare, per partecipare ma, soprattutto, per non dimenticare: è questo il senso del Giorno della Memoria, la ricorrenza istituita nel 2005 dall’ONU, nel corso della sessione speciale che celebrò il sessantesimo anniversario della liberazione dei campi di concentramento nazisti e la fine dell’Olocausto. Ogni anno, nel giorno della ricorrenza, le iniziative sono diverse e molteplici, e la Rai, tutta, parteciperà, mercoledì 27 gennaio, al ricordo della tragedia della Shoah con i propri canali televisivi e radiofonici, le reti generaliste e specializzate, oltre che sul web e sui social.

Redazione

CS_ARISA in gara al 71° Festival di Sanremo con il brano “POTEVI FARE DI PIÙ”, scritto per lei da Gigi D’Alessio e contenuto nel suo prossimo album di inediti.


ARISA

IN GARA AL 71° FESTIVAL DI SANREMO CON IL BRANO

“POTEVI FARE DI PIÙ”

contenuto nel suo prossimo album di inediti

ARISA è in gara al 71° Festival di Sanremo con il brano “Potevi fare di più” (Pipshow Srl, licenza esclusiva di Believe Digital Srl), scritto per lei da Gigi D’Alessio e contenuto nel suo prossimo album di inediti.

Questa sarà lasettima partecipazione al Festival di Sanremo per l’artista che si è già aggiudicata due vittorie: la prima nel 2009, nella categoria Nuove Proposte, con il brano “Sincerità”, e la seconda nel 2014 nella categoria Campioni con “Controvento”. Nel 2015, inoltre, Arisa è stata co-conduttrice della 65° edizione del Festival.

Nel corso della sua carriera Arisa si è contraddistinta per il suo raffinato timbro vocale e per la sua versatilità: oltre alla carriera nella musica ha anche lavorato nel mondo cinematografico, come attrice e doppiatrice, e in ambito televisivo, come giudice di importanti talent show (X Factor e Amici) e come presenza fissa in programmi televisivi (Victor Victoria – Niente è come sembra).

Ha all’attivo sei album in studio, un Ep e due raccolte, vanta quattro certificazioni Platino (con “Malamorenò”, “La notte”, “Meraviglioso amore mio”, “Controvento”) e due certificazioni oro (con “L’amore è un’altra cosa” “Guardando il cielo”).

Si è aggiudicata vari riconoscimenti, tra i quali il Premio AssomusicaCasa Sanremo e il Premio della Critica “Mia Martini” al Festival di Sanremo 2009, un Venice Music Awards nel2009, il Premio Lunezia e il Premio Sala Stampa al Festival di Sanremo 2012, due Wind Music Awards, un Premio TV – Premio regia televisiva, oltre ad una candidatura al Premio Amnesty Italia (nel 2016 per il valore letterario del brano “Gaia”) e due al Nastro d’argento nella categoria migliore canzone originale (nel 2017 per “Ho perso il mio amore” e nel 2018 per “Ho cambiato i piani”).

Redazione

CS_’Ti sento’ su Rai2|Pierluigi Diaco incontra Donatella Rettore


(none)

È Donatella Rettore l’ospite di Pierluigi Diaco nell’appuntamento con ‘Ti sento’, il nuovo programma di Rai2 in onda martedì 26 gennaio alle 23.45. Pierluigi Diaco e la sua ospite saranno coinvolti in una esperienza “sonora” dai risvolti imprevedibili, in cui l’ascolto, l’emotività, il ricordo, si faranno racconto. Un percorso di dieci frammenti sonori, disseminato di storie, personaggi, voci, figure, ricordi ed emozioni a tutti familiari e riconoscibili che spazierà dalla storia personale di Donatella Rettore all’attualità, dal costume alla società, dallo spettacolo alla musica. Uno dei brani musicali in scaletta sarà scelto preventivamente da Pierluigi Diaco e riguarderà una canzone per lui particolarmente significativa e adatta alla personalità della sua ospite: “Sally” di Vasco Rossi.
L’artista Gek Tessaro, utilizzando diverse tecniche, fra le quali la pittura sull’acqua, realizzerà in tempo reale e in perfetta sintonia con le atmosfere del programma, una serie di tasselli e rimandi, dando forma e colore a ogni frammento sonoro, punteggiando i temi toccati durante l’intervista. Al termine dell’incontro, Donatella Rettore dovrà svolgere due semplici esercizi utilizzando, a sua scelta, un tablet o un semplice foglio di carta. Nel primo dovrà esprimersi con una frase – una dedica, una poesia, un messaggio, un verso, un appello, una semplice parola – che per lei abbia un significato importante e attuale.  Successivamente, Diaco inviterà la sua ospite a disegnare sul momento un soggetto a piacere dal più elementare al più concettuale con cui si congederà.

Redazione

CS_A “Stasera tutto è possibile” si gioca sul tema kids


Conduce Stefano De Martino, su Rai2                   

(none)

Dopo il successo della puntata di esordio della nuova stagione, secondo appuntamento con “Stasera tutto è possibile”, martedì 26 gennaio alle 21.20 su Rai2.
Il comedy show condotto da Stefano De Martino dedica la puntata al tema “kids”. Ospiti: Biagio Izzo, Francesco Paolantoni e Vincenzo De Lucia, che proporrà l’imitazione di Mara Venier. Poi Max Giusti, Sergio Friscia, Jonathan Kashanian, Arteteca, Lucia Gravante, la sorvegliante de “Il Collegio”, e Jenny De Nucci. Con loro l’immancabile mascotte, il Panda, “animato” dal ballerino Egon Polzone. 
Tutti si metteranno in gioco, cimentandosi in diverse prove, a partire dalla celebre Stanza Inclinata, vera e propria icona del programma con il suo pavimento obliquo di 22,5 gradi. Tra gli altri giochi della puntata: Segui il labiale, Serenata STEP, Stammi dietro dance, Speed quiz, Do re mi fa male, Spot tarok, Grande brivido, Cover STEP, Decollo immediato, Dental STEP, Mimo senza fili.
Come sempre, sarà possibile commentare il programma sui social usando l’hashtag #staseratuttoepossibile.

Redazione

CS_Noel Gallagher registrerà un album di canzoni inedite degli Oasis… ovviamente senza Liam


undefined

Durante l’intervista nel podcast “Funny How?” di Matt Morgan, Noel Gallagher ha raccontato di aver ritrovato vecchie canzoni degli Oasis e ha in progetto di registrarle, ma senza il fratello Liam, con cui è in continua lite dal 2009, momento dello scioglimento della band. “Ho elencato le canzoni corrette e ce n’erano 14”, ha spiegato l’ex chitarrista degli Oasis, che poi ha aggiunto: “Sono semplicemente finite nel dimenticatoio di vari progetti negli anni. Ho intenzione di registrarle. Alcune sono abbastanza vecchia scuola”. L’artista inglese ha poi raccontato: “Stavo guardando la tracklist e ho pensato: ‘A dire il vero, cazzo, mi approccerei a quella canzone in modo diverso’. È stato molto interessante. Il regalo non è aver trovato gli accordi. Il dono che mi è stato dato è di ricordare tutto. Se suono una canzone una volta ed è in sintonia, rimarrà per sempre. Ovviamente, mi dimentico le piccole cose ma anni dopo aver suonato qualcosa penso: ‘Aspetta, questa è quella melodia che avevo’. Questo è il dono, non la scrittura di canzoni”. Ancora non si sa se Noel richiamerà i vecchi componenti della band per registrare le canzoni, ma di certo non verrà contattato Liam, che era all’oscuro di tutto e si è sfogato sulle pagina dei fan “Oasis Mania Official”: “Sono assolutamente devastato. Svegliarmi leggendo questa notizia questa mattina mi ha già distrutto”. (RadioBruno.it)

CS_La comicità di “Voice Anatomy” torna con “voce e seduzione”|Ospiti di Pino Insegno, su Rai2, Rocco Siffredi, Claudia Gerini e Sandra Milo


  

(none)

Il mondo della voce, in tutte le sue declinazioni, torna protagonista su Rai2 con Pino Insegno. Dopo l’interruzione natalizia, a partire dal 25 gennaio riparte “Voice Anatomy”, che con il nuovo anno cambia collocazione e si sposta al lunedì, sempre in seconda serata. Cinque nuove puntate per raccontare, tra ironia e serietà, le potenzialità e le infinite sfaccettature della nostra voce: un elemento fondamentale del nostro vivere, che bisognerebbe imparare a usare bene per poter migliore in molte azioni del nostro quotidiano, dai rapporti umani a quelli sociali e social. Ospiti della puntata, dal tema “voce e seduzione”, saranno Rocco Siffredi, Claudia Gerini e Sandra Milo. Divulgazione, intrattenimento e comicità continueranno ad essere le tre direttrici di “Voice Anatomy” grazie alla complicità di un nutrito gruppo di amici che amano divertirsi, oltre che giocare e lavorare con la voce. Tra questi il soundteller Albert Hera, uno dei più grandi vocologi al mondo, l’imitatore Claudio Lauretta, il medico delle grandi star Franco Fussi, l’elegante performer Roberta Siciliano e il suo coreografo Claudio Ferraro, il professore di dizione Andrea Papalotti e i Cluster, resident band a cappella. 

Redazione

CS_Su Rai1 “Domenica in” con Mara Venier|Tra gli ospiti Gina Lollobrigida, Franco Nero, Lino Guanciale e Isabella Rossellini


(none)

La nuova puntata di ‘Domenica In’, in onda domenica 24 gennaio alle 14 su Rai1, in diretta dagli Studi ‘Fabrizio Frizzi’ di Roma e condotta da Mara Venier con la regia di Flavia Unfer, proporrà ai telespettatori diversi ospiti di grande appeal iniziando da Teo Mammucari, vincitore della prima edizione de ‘Il Cantante Mascherato’, che sarà protagonista di una ampia intervista nella quale ripercorrerà i momenti più significativi e divertenti della sua carriera di conduttore televisivo. Spazio, poi, a Gina Lollobrigida, che proprio questa settimana si è sottoposta al vaccino e sarà presente in studio per portare la sua testimonianza a favore della Campagna di Vaccinazione. Franco Nero, protagonista di numerosi film di successo in Italia e all’estero, dal canto suo si racconterà tra carriera e vita privata mentre Lino Guanciale, amatissimo e seguitissimo attore di fiction, interverrà per presentare la nuova fiction ‘noir’ di Rai1 ‘Il Commissario Ricciardi’, tratta dai racconti di Maurizio De Giovanni, per la regia di Alessandro D’Alatri. Non mancherà la musica con Michele Bravi che presenterà il suo ultimo singolo ‘Mantieni il bacio’. Ci sarà anche un ampio spazio dedicato alla Campagna di Vaccinazione in atto nel nostro Paese con l’immunologo Prof. Francesco Le Foche e Vittorio Feltri, in collegamento da Milano, mentre l’attrice Isabella Rossellini sarà in collegamento da New York.

Redazione

CS_Lino Guanciale è il “Commissario Ricciardi”


Sei prime serata su Rai1 da lunedì 25 gennaio

(none)

Lino Guanciale torna protagonista su Rai1 nell’attesissima serie tv “Il Commissario Ricciardi”, sei prime serate tra poliziesco, noir, mystery e melò, tratte dagli omonimi romanzi di Maurizio de Giovanni (editi da Einaudi), in onda in prima visione da lunedì 25 gennaio. Una coproduzione Rai Fiction-Clemart srl, prodotta da Massimo Martino e Gabriella Buontempo, per la regia di Alessandro D’Alatri e sceneggiature firmate dallo stesso scrittore napoletano Maurizio de Giovanni insieme a Salvatore Basile, Viola Rispoli e Doriana Leondeff. Un viaggio a ritroso nel tempo in una Napoli degli anni Trenta, teatro di crimini efferati e assassini difficili da assicurare alla giustizia, ma anche territorio d’azione di Luigi Alfredo Ricciardi, giovane e integerrimo commissario della Regia Questura nel capoluogo campano. Introverso e solitario, Ricciardi ha un intuito e una determinazione particolari per le indagini, una vera ossessione alimentata da quello che lui chiama “il Fatto”, una particolare dote ereditata dalla madre che tiene segreta a tutti. E’ in grado di vedere gli spettri delle vittime di morte violenta che gli svelano, ripetendo ossessivamente, l’ultima frase detta o pensata prima di essere uccisi. Un “dono” pesante che se da una parte gli consente di portare a termine il suo lavoro di poliziotto come nessun altro, dall’altra, nella vita privata, si dimostra una vera e propria dannazione. Nel cast: Antonio Milo, nel ruolo del brigadiere Maione, amico e uomo fidato di Ricciardi; Enrico Ianniello in quello dell’anatomopatologo Bruno Modo; Serena Iansiti nei panni Livia, una ricca e bellissima ex cantante lirica determinata a conquistare il cuore del commissario e Maria Vera Ratti in quelli di Enrica, la dolce e timida vicina di casa di Ricciardi, una bellezza non appariscente ma intrigante per l’introverso poliziotto. E ancora, Mario Pirrello è l’ambizioso e arrivista vicequestore Garzo; Nunzia Schiano interpreta Rosa, l’anziana tata che si occupa di Ricciardi come un figlio; Fabrizia Sacchi veste i panni di Lucia, la moglie del brigadiere Maione; Adriano Falivene quelli di Bambinella, confidente di Maione, Marco Palvetti è Falco e Peppe Servillo Don Pierino. 

Redazione

CS_Nuovo appuntamento con “Verissimo”|TRA GLI OSPITI EMMA E ALESSANDRA AMOROSO, ASIA ARGENTO, ELISA ISOARDI …


Sabato 23 gennaio, alle ore 16.00, puntata tutta al femminile per “Verissimo”, condotto da Silvia Toffanin.

Due artiste, due amiche nate dalla fucina di talenti di “Amici di Maria De Filippi”. A Verissimo Emma e Alessandra Amoroso parlano del loro legame e presentano “Pezzo di cuore”, il loro primo singolo cantato insieme.

Per la prima volta a Verissimo Silvia Toffanin intervista Elisa Isoardi.

E ancora, in esclusiva, l’intenso racconto di vita dell’attrice e regista Asia Argento.

E ancora, ospiti del talk show: Barbara De Rossi e Cristina Chiabotto, in attesa del suo primo bebè, coronamento dell’amore con l’imprenditore Marco Roscio.

Redazione

“#AnneFrank. Vite parallele” in occasione della Giornata della Memoria


Su Rai1 a cura di Rai Documentari

(none)

Come sarebbe stata la vita di Anne Frank se avesse potuto vivere dopo Bergen-Belsen? In onda su Rai1 sabato 23 gennaio alle 23.40 e presentato da Rai Documentari, il docu-film “#AnneFrank. Vite parallele” di Sabina Fedeli e Anna Migotto, prodotto da 3D Produzioni e Nexo Digital in partecipazione con RAI Cinema, con la collaborazione dell’Anne Frank Fonds di Basilea e con il Piccolo Teatro di Milano-Teatro d’Europa, accompagna gli spettatori nella storia di Anne che si intreccia con le vite di cinque sopravvissute all’Olocausto, bambine e adolescenti come lei ora diventate madri e nonne.
A guidarci da una parte il premio Oscar Helen Mirren che abita la stanza di Anne Frank e legge per noi il suo diario, dall’altra Katerine, una ragazza e il suo cellulare, che percorre a ritroso le tappe di quella storia tremenda di morte, tappe europee della memoria, incontra le testimoni della Shoah e scrive anche lei un diario fatto di hashtag e sms. Diario di un viaggio che la porterà di luogo in luogo fino alla stanza di Anne.
I diari si intrecciano: alle emozioni di Katerine nel suo viaggio rispondono le riflessioni forti e inaspettate di Anne che vive quel mondo dal chiuso della sua stanza. Così la Storia arriva potente e attuale ai ragazzi di oggi, isolati nel lockdown. L’importanza della memoria e del giudizio insieme all’importanza di non perdere la speranza nel futuro.
È quella stanza il cuore della memoria. Per questo la Rai, con Rai Documentari, il Piccolo Teatro e 3D Produzioni, grazie alla collaborazione con l’Anne Frank Museum di Amsterdam, ha ricostruito nuovamente la stanza, usata come set per il documentario, in occasione della Giornata della Memoria. Luogo di esperienza per la società civile, che, come Helen Mirren, può raccogliersi e percepire le paure, le speranze e la voglia di vita che lo hanno animato. Un atto di resistenza culturale ma anche un modo per accendere una luce durante periodi bui e per richiamare l’attenzione sull’importanza del Teatro in Italia in questo momento di isolamento. “Questo documentario ci ha dato l’opportunità di far rivivere l’esperienza e le emozioni che questa stanza porta con sé anche alla società civile italiana, che ha risposto a gran voce. Tanti talenti del mondo dello spettacolo, della cultura, del giornalismo, dell’associazionismo, hanno aderito al nostro invito. Solo per citarne alcuni: Ferruccio De Bortoli, Carla Fracci, Beppe Sala, Emilio Isgrò, Massimo Recalcati, Linus, Gherardo Colombo, Don Gino Rigoldi, Antonio Albanese, Giuliano Pisapia, Gad Lerner, Monsignor Gianantonio Borgonovo” commenta Duilio Giammaria, direttore di Rai Documentari. 

Redazione