CS_Su Rai1 “Che sarà sarà”, dedicato ai Ricchi e Poveri |Una serata evento di “A Grande Richiesta” per festeggiare il gruppo pop


(none)

Il terzo appuntamento con il ciclo di eventi speciali “A Grande Richiesta” è lo show in prima serata, alle 21.25, che Rai 1 ha organizzato per festeggiare la carriera – vissuta al top delle classifiche – dei Ricchi e Poveri, il gruppo protagonista della pop music da oltre cinquant’anni, famoso in Italia e nel mondo, grazie all’inossidabile freschezza e contemporaneità del suo messaggio musicale. Martedì 23 febbraio sarà la volta di “Che sarà sarà”, una serata evento condotta da Carlo Conti, che ne firma anche la Direzione Artistica. Al centro dello show la ReuniON dei Ricchi e Poveri, progetto ideato e realizzato da Danilo Mancuso per riportare il gruppo alla sua formazione originaria, e i loro successi, autentici evergreen che sfidano il tempo e passano da una generazione all’altra, con tonalità nuove e rinnovato appeal. Proprio su questo “ponte musicale” che unisce il passato al presente, passeggerà Carlo Conti insieme ai Ricchi e Poveri, per rivivere e condividere emozioni con chi da sempre li segue e li ama e chi, per questioni anagrafiche, si è avvicinato solo di recente alle loro canzoni. Una gioiosa e rara armonia tra generazioni che coinvolge chi ha assistito ai loro esordi, i ragazzi e i bambini che oggi postano su Instagram le loro libere interpretazioni di “Mamma Maria” o “Sarà perché ti amo”. Una serata di musica, canzoni, ricordi e progetti con i Ricchi e Poveri, che ritornano, dopo il successo della performance sanremese dello scorso anno, nella loro formazione originale: Angela Brambati, Franco Gatti, Marina Occhiena e Angelo Sotgiu. La ReuniON, partita dal palco dell’Ariston, ha coinciso con i 50 anni dalla prima partecipazione al Festival di Sanremo e con il successo del brano “La prima cosa bella”. Nel corso della serata, l’ascolto di tanti successi eseguiti dai Ricchi e Poveri, anche in compagnia di ospiti e amici, da Al Bano a Roberto Vecchioni e Ivan Urgant (il conduttore di “Ciao 2020”, l’innovativo programma della tv russa trasmesso interamente in italiano la notte di Capodanno), in un racconto che abbraccia passato e presente e proietta il repertorio nel futuro.

Redazione

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...