Day: novembre 9, 2021

CS_AKA 7EVEN: fuori oggi il videoclip di “6 PM”, nuovo singolo dell’artista, un omaggio all’amore in tutte le sue forme.


MENTRE CRESCE L’ATTESA PER IL SUO PRIMO LIBRO 

“7 VITE” 

DISPONIBILE DAL 23 NOVEMBRE PER MONDADORI

AKA 7EVEN 

FUORI OGGI IL VIDEOCLIP DI 

6 PM

Un omaggio all’amore in tutte le sue forme 

Voglio raccontarvi di quel giorno in cui la musica 

è diventata la mia migliore amica, 

la mia stella polare, il mio sogno”.

Fuori oggi, martedì 9 novembre, il videoclip di “6PM (Columbia Records Italy/Sony Music Italy), il nuovo singolo di Aka 7even, prodotto da Cosmophonix e disponibile in streaming e digital download al link https://aka7even.lnk.to/6PM

Visibile al link https://youtu.be/RQS7JwfLROU, il video, prodotto da Think Cattleya e diretto da Luther Blissett, vanta la partecipazione di Cecilia Cantarano, cantante e content creator tra le più apprezzate in Italia.

Le immagini di 6 PM” raccontano la separazione che segue il lasciarsi, una corsa nella notte per raggiungere la persona amata, che, nonostante la relazione si sia conclusa, non si perderà mai del tutto. Il tempo che scorre, il traffico in città nell’ora di punta, un’atmosfera di festa che non si riesce ad apprezzare fino in fondo. Il video è un omaggio all’amore, in tutte le sue forme e di tutte le età.

Il brano infatti porta con sé la nostalgia di un amore finito, durato forse troppo poco. Le lancette dell’orologio non si possono fermare, ma, per quello che una relazione può dare e per quanto caduca essa sia, vale sempre la pena di essere vissuta. 

“6 PM – commenta Aka 7evenè una power ballad malinconica che racconta la fine di un amore, è una riflessione sul tempo e sul suo ruolo nella vita di tutti noi, nelle nostre relazioni. Ogni fine ha un sapore amaro, ma porta con sé anche tanti ricordi, da ripercorrere e conservare. A fare da sfondo a questo viaggio, un’atmosfera cittadina, quella del traffico delle 6 PM, che ha sostituito l’estate terminata come tutte le cose che durano poco. Proprio come nel libro che potrete leggere tra poco, in 6PM mi sono messo a nudo. Spero che questo brano possa farvi conoscere ancora un’altra sfumatura di me e della mia musica e che vi faccia cantare a squarciagola.”

Se nel nuovo brano l’artista ci racconta una parte di sé, presto sarà possibile conoscere meglio Aka 7even anche attraverso le pagine di “7 vite”, romanzo edito da Mondadori che sarà disponibile in tutte le librerie a partire dal 23 novembre. Al link https://bit.ly/3p6pRJN è già possibile pre-acquistare una copia autografata del libro, che darà diritto alla partecipazione a un evento online esclusivo! Il 30 novembre 2021 alle ore 17:00 Aka 7even incontrerà infatti i suoi fan in una chat room su Zoom. 

Redazione

CS_LUCIO BATTISTI   45 anni dopo esce in versione speciale (e per la prima volta in spagnolo) ”La batteria, il contrabbasso, eccetera”


A 45 anni dall’uscita, Sony Music / Legacy Recordings ripropongono l’iconico disco di Lucio Battisti “LUCIO BATTISTI, LA BATTERIA, IL CONTRABBASSO, ECCETERA”, in una speciale e preziosa edizione con la rimasterizzazione (a 192khz/24bit) dei nastri originali e inoltre, edito per la prima volta, l’album in versione spagnola mai pubblicato sino ad ora in Italia.

La pubblicazione è arricchita anche da un interessante booklet, che presenta la storia del progetto discografico di Battisti, le curiosità e le peculiarità di uno dei più grandi capolavori della canzone d’autore del nostro Paese.

LUCIO BATTISTI, LA BATTERIA, IL CONTRABBASSO, ECCETERA è disponibile in preorder su tutte le piattaforme digitali al link https://smi.lnk.to/battisti_legacyed e pubblicato in doppio CD, in LP+CD e in digitale.

Siamo nel 1976, i cosiddetti “anni di piombo”. A Roma, in via dell’Indipendenza, Eugenio Scalfari, dopo l’esperienza de L’Espresso, dà vita al quotidiano dal nome patriottico e costituzionale, La Repubblica. C’era tanto da raccontare dell’Italia e del mondo: in quel periodo stava accadendo di tutto, dal disastro assurdo di Seveso al terremoto in Friuli fino agli attentati terroristici che, quasi, mettono in ginocchio il Paese. Gli Stati Uniti, invece, vivono situazioni paradossali: se da una parte regrediscono, ripristinando la pena capitale, dall’altra toccano il futuro, progettando il primo supercomputer, Cray-1.

È proprio in quegli anni che Lucio Battisti frequenta gli States, carico di stimolanti influenze e buone vibrazioni funky soul misto al pop della nascente disco. Alle prese con situazioni nuove, Lucio in Italia anticipa i tempi in termini di suoni e visioni. Ecco “Lucio Battisti, la batteria, il contrabbasso, eccetera”, che già dal titolo spoiler fa intendere il ruolo della sezione ritmica.

I testi del libretto della Legacy Edition sono a cura di Paolo Maiorino, discografico che ha curato il progetto e che presenta le curiosità legate alla genesi e al contesto in cui è nato l’album, ai protagonisti, riportando le dichiarazioni di Mogol, Gianni Dall’Aglio, Piero Bravin, i personaggi che hanno vissuto appieno un disco passato alla storia. (f.te MusicMap))

CS_”Un professore”, serie tv in sei serate


Con Alessandro Gassmann, Claudia Pandolfi, regia di Alessandro D’AlatriDante Balestra è un professore di filosofia anticonformista e affascinante, tornato a Roma dopo anni di assenza per occuparsi di suo figlio Simone, dal momento che l’ex moglie si sta trasferendo per lavoro a Glasgow. Lo interpreta Alessandro Gassmann, protagonista maschile della serie tv in 6 serate dal titolo “Un Professore”, in onda da giovedì 11 novembre alle 21.25 su Rai1 in prima visione, con i primi due episodi da 50 minuti in anteprima su RaiPlay dal 9 novembre. La protagonista femminile è Claudia Pandolfi, mentre la regia è di Alessandro D’Alatri.
Dante arriva al liceo Leonardo da Vinci, insegna in modo eccentrico il pensiero dei grandi filosofi e aiuta gli allievi a ragionare con la propria testa. Alcuni colleghi lo trovano irritante, ma grazie a lui Socrate, Nietzsche, Epicuro e gli altri grandi pensatori non sono capitoli di polverosi manuali di filosofia, ma compagni di viaggio che aiutano a risolvere i piccoli e i grandi problemi della vita. Dante è anticonformista e rivoluzionario, il figlio Simone è rigido e non ha mai infranto le regole. È cresciuto in fretta perché il padre se n’è andato quando era ancora un bambino. Inizialmente con lui Dante non ne combina una giusta. Non immagina, Simone, che l’apparente leggerezza del padre nasconde un animo ferito, perché sul cuore di Dante gravano dei pesi di cui nessuno sa, eccetto Virginia, sua madre. Qualcosa del suo passato che gli ha condizionato la vita. Il rapporto con il figlio non è facile. Il ragazzo, infatti, attraversa un momento delicato dei suoi sedici anni: ha da poco scoperto la propria omosessualità e tutto vorrebbe tranne che avere Dante in casa come padre e in classe come professore. In effetti padre e figlio sono agli antipodi.
Nonostante il passato o forse anche per quello, Dante si appassiona a Manuel, la “pecora nera della classe”, ma anche il più incline alla filosofia, e cerca di occuparsene. La cosa destabilizza ancora di più Simone, che ha scoperto di essersi innamorato proprio di lui. E seppure il passato grava sul cuore del professore, Dante non smette per questo di coltivare le sue vere passioni: la filosofia e le donne. Dante ha proprio un debole per loro, è seduttivo con tutte. E così, appena arrivato nella nuova scuola, si lascia coinvolgere in alcune relazioni sentimentali che mettono ancora più a rischio il rapporto con Simone. Sarà Anita, la mamma di Manuel – la più incasinata delle donne, ma anche quella che Dante ebbe accanto nel momento che gli ha cambiato la vita – a interrompere la scia delle conquiste. Dante, infatti, capisce che quello che si è creato tra lui e Anita non è mera attrazione e, anche se confusamente, intuisce che la più improbabile delle storie d’amore potrebbe rivelarsi la storia della sua vita e la chiave per affrontare finalmente il suo passato.

Redazione