video

24/09/2017 – 20:35 #Rai1: CHE TEMPO CHE FA Il programma di Fabio Fazio approda su Rai1 – Takagi&Ketra ft. Lorenzo Fragola e Arisa ospiti musicali


fazio

Che Tempo Che Fa approda su Rai1 domenica 24 settembre dalle 20:35. Dopo 14 edizioni su Rai 3, lo show di Fabio Fazio, che in questi anni si è affermato come un cult della televisione italiana, crocevia di incontri con circa 2.500 personalità nazionali ed internazionali dello star system, della cultura, dello sport e della scienza, porta in prima serata su Rai 1 uno spettacolo di parola nello spazio abituale della fiction o del varietà.
Tornano le interviste one to one di Fabio Fazio ai grandi ospiti, nazionali e internazionali e, ad aprire la nuova edizione di Che tempo che fa un’eccellenza italiana nel mondo: il Maestro Ennio Morricone, due volte premio Oscar e vincitore di moltisimi altri premi nel corso della sua carriera in cui ha composto oltre 600 opere. Sta festeggiando i 60 anni di carriera con lo spettacolo The 60 Years of Music attualmente in tournée in Europa.
Oltre al Maestro, ospiti della prima puntata anche Beppe Fiorello e Pierfrancesco Favino, protagonisti di Chi m’ha visto, il film diretto da Alessandro Pondi, nelle sale dal 28 settembre.
Nel cast anche Luciana Littizzetto, che rilegge l’attualità con la sua ironia e Filippa Lagerback. Tornano anche le esibizioni musicali dal vivo: per la prima puntata in studio Takagi&Ketra ft. Lorenzo Fragola e Arisa con L’esercito del selfie, tormentone dell’estate 2017.
A seguire Il Tavolo di Che tempo che fa con la complicità di Fabio Volo, la comicità surreale di Nino Frassica, le domande impossibili di Gigi Marzullo, la simpatia di Orietta Berti e di Vincenzo Salemme.
Nella prima puntata, al tavolo ci saranno anche Elio Germano e Miriam Leone, protagonisti del film dedicato a Nino Manfredi In arte Nino, in onda su Rai1 il 25 settembre. E ancora, la leggenda del nuoto Gregorio Paltrinieri, campione olimpico, mondiale ed europeo dei 1.500 metri stile libero, reduce dall’oro nei 1.500 m stile libero ai Mondiali di Budapest di questa estate, autore della biografia Il peso dell’acqua, la neo-eletta Miss Italia, Alice Rachele Arlanch e Francesco Gabbani presenterà in esclusiva in studio il terzo singolo, Pachidermi e Pappagalli, estratto dal suo fortunato album Magellano che contiene i successi di Occidentali’s Karma e Tra le granite e le granate.
Che Tempo Che Fa è realizzato da Rai1 in collaborazione con l’OFFicina e va in onda dagli studi del Centro di Produzione Rai di Milano con la regia di Cristian Biondani. Che Tempo Che Fa è scritto da: Gianluca Brullo, Claudia Carusi, Fabio Fazio, Arnaldo Greco, Piero Guerrera, Veronica Oliva, con la consulenza di Antonio Bergero e Giacomo Papi. La scenografia è di Marco Calzavara. Produttori esecutivi Rai Maria Cristina Apollonio e Luisa Pistacchio, Produttore esecutivo L’OFFicina Edoardo Fantini.                     Redazione

DIMMELO UN PO’: NUOVO VIDEOCLIP di MARTI STONE contro l’invidia


in

DIMMELO UN PO’

NUOVO VIDEOCLIP di MARTI STONE on line CONTRO L’INVIDIA!

MARTI STONE torna sulla rete con il videoclip DIMMELO UN PO’ per cantarla agli invidiosi

GUARDA IL VIDEOCLIP DI MARTI STONE “DIMMELO UN PO’” al link:

È on line il videoclip di DIMMELO UN PO’, secondo singolo della rapper MARTI STONE, rapper lanciata da La Grande Onda di Piotta, estratto da 44 Mixtape in free download dal sito www.martistone.com, realizzato insieme a TESS, Dj protagonista all’ultima edizione del talent show di Sky Uno TOP DJ.

La regia – a cura del gruppo di creativi M.E.D. – sceglie di escludere tutti i crudi colori della realtà per giocare sui contrasti in bianco e nero, rievocando la cover del 44 Mixtape, ma soprattutto concentrando l’attenzione sulla suspence dell’azione. La storia è semplice ma pungente come l’invidia!

invidia

Il caldo anomalo di questa fine d’estate si sopporta meglio, se ti invitano ad un party in piscina, per stare insieme agli amici veri con cui dividere drink e beat, lontani dall’invidia per il successo altrui e da chi giudica superficialmente la vita faticosa di un musicista. Forse, lontani. Questo dubbio si insinua come una nebbia nera in giardino e inquina i cocktail che dovrebbero portare solo sorrisi sulle labbra, invece di avvelenarli. L’amicizia, come l’amore, si basa sulla fiducia e sulla comprensione, e quando saltano questi due parametri e si inizia invece a simulare stima e affetto, la morte di ogni relazione è vicina. Noi spettatori della serenità apparente, assistiamo al tradimento come a un omicidio consapevole. Chi ne muore? Chi ne esce vivo? Non è mai chiaro fino alla fine… Dimmelo un po’, Marti Stone!

 “Questa canzone è dedicata a me stessa: l’unica persona di cui posso fidarmi!” Marti Stone:

44 MIXTAPE DI MARTI STONE:

44 E’ la trascrizione numerica dell’inglese “For For” che, pronunciato in dialetto centro-meridionale, significa “Fuori Fuori / Fuori di Testa”, soprattutto nello slang/dialetto abruzzese. Nella prima metà del 2015 Marti Stone realizza “44 Mixtape” in collaborazione con Tess, la DJ che l’accompagna nei live, ex concorrente di TOP DJ 2015, talent show di Sky Uno. 44 Mixtape è una raccolta di 37 tracce, con 11 inediti della rapper abruzzese su strumentali americane e alcuni pezzi e remix ufficiali della stessa artista, usciti in varie compilation del 2014/2015. E’ un manifesto della selezione musicale proposta dal duo, un viaggio nella bass music partendo dalle origini raggae-dancehall della DJ  e dalle nuove hit americane hip-hop, passando per la trap in tutte le sue contaminazioni. Nel mixtape sono presenti Deliuan, dj e produttore pescarese, nella traccia Swaggateam,  MC Nill, rapper abruzzese, in Sogni d’oro e Sab Sista, rapper tra le più famose della scena musicale italiana, in Hot Nigga remix. Missato da Weshit presso il Qwagur Studio di Roma e con La Grande Onda nella veste di partner, 44 Mixtape è un lavoro interamente autoprodotto dalla rapper, che ha commentato così il suo ultimo lavoro: “Dopo SBDT (ndr primo disco solista pubblicato da La Grande Onda nel 2014) ho sentito il bisogno di pubblicare un album non ufficiale in freedownload per ringraziare chi mi ha supportata durante l’ultimo anno e per imprimere il format proposto da me e da Tess nei nostri showcase/DJ set, caratterizzato da un sound da club con una selezione che va dalle hit più conosciute alle chicche dell’underground dei generi e sottogeneri che tocchiamo. Quello passato è stato un anno di novità, come l’aver cambiato alcuni collaboratori e questo mixtape rappresenta il passaggio tra l’album precedente e un nuovo capitolo della mia esperienza musicale. I temi del 44 Mixtape sono volutamente leggeri; si respira aria di festa e voglia di cambiamento, a parte alcune tracce meno spensierate che comunicano i motivi della metamorfosi.”

Gantcho il cantante pop-lirico, insieme con Dj Twenty firmano una nuova dance hit dalla base progressive-house: TELL ME (I WANNA KNOW)


Gantcho-Freedom(AlbumCover)MaxMajola-finished

Il video del singolo estratto dall’album “Freedom” è diretto dal regista Marco Gradara ed è stato realizzato con l’esclusivo supporto di Meliá Milano, hotel della catena spagnola Meliá Hotels International

Per le riprese del video si è girato in tutto il lussuoso hotel (scale, atrio, corridoi , ascensori, compresa la Suite Presidenziale!).

Come idea alla base del concept del videoclip c’è una fantasia erotica in stile Shining nella quale partecipano come attori 5 modelli (Selene Brambilla, Milena Ventre, Marlind Backa, Lorenzo Sarcinelli, Jacomo Mambelli) e naturalmente Gantcho e DJ Twenty. 

Lo styling e il make-up sono di Villi Gadjeva.

L’idea originale è di Gantcho, mentre Marco Gradara con la sua fotografia e regia è riuscito a creare un’atmosfera misteriosa e accattivante, con giochi di sguardi e seduzione, ma in maniera fine, sottile, rimanendo in un contesto elegante e sofisticato.

Guarda qui il video:

KACHUPA è in rotazione radiofonica “FINCHÉ CE N’È”, il nuovo singolo della band piemontese


KACHUPA

kachupa

Da oggi in radio il singolo

“FINCHÉ CE N’È”

Il video è online al link http://youtu.be/f2NOfnLAPoc

Da oggi, lunedì 27 aprile, è in rotazione radiofonica “FINCHÉ CE N’È”, il nuovo singolo della band piemontese KACHUPA (masterizzato presso lo Sterling Sound Studio di New York), un brano che condanna i mali del nostro tempo: l’egoismo, l’avidità e il menefreghismo.

« ”Finché  ce n’è” è una canzone cattiva che nessuno vorrebbe scrivere. – raccontano i Kachupa – È una condanna senza appello di  una certa umanità, quella che non è  mai sazia, che vive per possedere, che non guarda in faccia a nessuno pur di arricchirsi. Il “legno storto” e il “lupo affamato di fame futura” sono metafore  tratte dalla filosofia. Risalgono ad alcuni secoli fa, ma sono drammaticamente attuali. Siamo circondati da lupi affamati di una fame insaziabile che si proietta nel futuro. Sono i protagonisti delle notizie di cronaca, di politica, sono persone con cui dobbiamo fare i conti nel quotidiano, che vivono per arricchirsi e per consumare, volgari, immorali, prepotenti. Sono passati alcuni secoli ma l’uomo non  è cambiato, anzi, sembra mettercela tutta per peggiorare. E i risultati sono sotto gli occhi di tutti».

I Kachupa (Lidiya Koycheva, Davide Borra, Alberto Santoru, Mattia Floris) nascono come band di strada. All’inizio, in giro per l’Europa, il batterista suona cassa e pentole su un piccolo carretto, gli altri musicisti intorno alla carovana. Questo carretto magico permette alla band di vendere circa 5000 dischi in Italia e in Francia. Nel 2006 esce “Gabrovo Express”, premiato da Radio Popolare Network al MEI di Faenza come miglior disco autoprodotto. Nel maggio 2006 Gabrovo Express esce in edicola in allegato alla rivista “World Music Magazine” , l’energia Kachupa aumenta e la band inizia a suonare in prestigiosi festival e rassegne dividendo il palco con importanti artisti quali, Eugenio Bennato, Tullio De Piscopo, Modena City Ramblers, Casino Royale , Al Bano, Eugenio Finardi, Vinicio Capossela, Mau Mau, fino a suonare alla Notte della Taranta 2010 come vincitori del concorso “NOTE PER LA NOTTE” . Nonostante i continui successi i Kachupa hanno continuato a fare spettacoli in strada per non perdere la magia in cui essi diventano fiabeschi e talvolta surreali. Nel 2011 esce un disco di svolta della band, “Terzo Binario”, 12 brani originali che raccolgono la loro storia, i viaggi, le feste vissute. Un disco pieno di energia, dove i testi sono rivolti alla coscienza, alla ragione, a volte all’altra parte di noi stessi, senza la quale una ragione non ci sarebbe. In ottobre vincono il premio“Sanremo Village 2011”, manifestazione associata al più importante Festival della Canzone Italiana. Nel 2014 partecipano al Concertone del Primo Maggio a Roma, come ambasciatori di Slow Food e del progetto “Diecimila orti in Africa”. Nello stesso anno il singolo “Siamo tutti Africani” raggiunge le vette delle classifiche iTunes, arrivando al primo posto della sezione World Music e viene scelto come inno di Terra Madre 2014 dal patron e ispiratore di Slow Food Carlo Petrini.