60^ edizione festival di castrocaro

60° FESTIVAL DI CASTROCARO: VINCE IL SICILIANO LUIGI SALVAGGIO


Grazie al verdetto della Giuria tecnica di qualità composta da Fio Zanotti, Giò Di Tonno, Silvia Mezzanotte, con Claudio Cecchetto in qualità di Presidente di Giuria, il 21enne di Caltanissetta potrà partecipare alle selezioni per il Festival di Sanremo 2018.
Al termine della serata, che ha visto esibirsi Ivana Spagna in qualità di ospite musicale, è stato assegnato anche il premio “Volto Nuovo” alla comica Marianna Liquori.

 LUIGI SALVAGGIO VINCE IL 60° FESTIVAL DI CASTROCARO

IL SUCCESSO AL TERMINE DI UNA SERATA DI GRANDE MUSICA ITALIANA CONDOTTA DA MARCO LIORNI E ROSSELLA BRESCIA AFFIANCATI DALLA SIMPATIA DI SERGIO FRISCIA   

Castrocaro Terme (Fc) 26 agosto 2017 – Luigi Salvaggio è il vincitore del 60° Festival di Castrocaro “Voci Nuove Volti Nuovi”. Il 21enne di Caltanissetta è dunque la nuova voce della canzone italiana: un verdetto arrivato al termine di una grande serata di musica italiana trasmessa in diretta in prima serata su Rai1 dal giardino del Padiglione delle Feste delle Terme di Castrocaro (FC).

Ad assegnare la vittoria è stata la speciale Giuria tecnica presieduta da Claudio Cecchetto e composta da Fio Zanotti, Silvia Mezzanotte e Giò Di Tonno, che ha premiato le interpretazioni di Luigi Salvaggio: prima della cover “Nord Sud Ovest Est” di Max Pezzali (con cui ha superato, alla prima sfida, Stephanie Niceforo), quindi del brano inedito “Il silenzio delle stelle”, di cui Luigi è anche autore, grazie al quale si è guadagnato (ai danni di Greta Doveri) l’accesso al passaggio conclusivo. Qui Luigi Salvaggio si è affermato superando i Metrò, Vito Romanazzi e La Dolce Vita. Oltre al Premio per la “Voce Nuova” Luigi potrà ora accedere di diritto alle selezioni per l’area Nuove Proposte del Festival di Sanremo 2018.

La serata finale del Festival di Castrocaro 2017, condotta dalla coppia formata da Marco Liorni e Rossella Brescia, in compagnia di Sergio Friscia, ha celebrato i 60 della storica manifestazione canora. Non solo con la scelta della location – quest’anno il Festival è “tornato a casa” al Padiglione delle Feste delle Teme – ma anche con l’individuazione delle “cover” cantate dai ragazzi in gara, tutte scelte fra i brani degli artisti che in passato hanno partecipato al Festival.

Oltre alle esibizioni dei 12 finalisti, accompagnati dal vivo dall’orchestra diretta dal Maestro Stefano Palatresi, la Finalissima ha ospitato sul suo palco Ivana Spagna, che ha riproposto un coinvolgente medley dei suoi brani più noti.

Insieme al riconoscimento per la “Voce Nuova”, il Festival ha inoltre assegnato anche quest’anno il premio “Volto Nuovo”, che è stato vinto dalla trentenne Marianna Liquori, in arte Mari Colt, nativa di Salerno ma calabrese di origine.

Il premio per il “Brano più radiofonico –Afi per la Musica”, votato da una giuria composta da numerose emittenti radiofoniche, è stato invece assegnato a “Aria”, l’inedito di Greta Doveri, diciassettenne di Buti (provincia di Pisa).

Redazione