Antonella Clerici

29/09/2015 – 12:00 – RAI1: LA PROVA DEL CUOCO Torna la fortuna con la Lotteria Italia


la provaIl sapore della fortuna a  “La prova del cuoco”, con il grande ritorno de la Lotteria Italia 2015. Più di 7 milioni e 700.000 mila biglietti venduti nella sola nell’edizione 2014-2015, oltre 29 milioni di euro totali distribuiti con le estrazioni della serata della Befana e i giochi all’interno del programma condotto da Antonella Clerici. Questi i numeri con i quali la Lotteria Italia dà il via ad una nuova stagione della fortuna.  Il più classico e tradizionale dei giochi torna nell’edizione 2015-2016, rinnovato e carico di sorprese che faranno la gioia di tanti italiani. Oltre al primo premio di 5 milioni di euro, che sarà estratto, come consuetudine, nella serata del 6 gennaio, la Lotteria Italia riprende il suo posto d’onore nelle cucine del mezzogiorno di Rai1, con “Il sapore della fortuna”, il tagliando allegato al biglietto, che dà la possibilità di vincere ogni giorno seguendo “La prova del cuoco”. Dal 29 settembre su Rai1, dal lunedì al giovedì alle 12.00, Antonella Clerici assegnerà tutti i giorni 10.000 euro (con la possibilità di raddoppiare) a due fortunati telespettatori, premiati per il solo fatto di essere stati estratti. Il venerdì sarà poi il giorno più ricco della settimana: con il gioco telefonico due telespettatori potranno scegliere tre caselle del generoso tabellone de “La prova del cuoco” e vincere 3 premi da 5.000 a 15.000 euro. Chi dei due avrà trovato il “Simbolo speciale” potrà poi aggiudicarsi tutti i premi della giornata non assegnati.  Ogni venerdì saranno messi in palio ben 90.000 euro.

Il testo integrale del regolamento è disponibile sui siti http://www.agenziadoganemonopoli.gov.it e http://www.lotteria-italia.it, sui quali si consiglia di consultare anche l’elenco aggiornato degli operatori telefonici che decideranno di partecipare all’iniziativa e l’elenco aggiornato dei biglietti e dei relativi codici vincitori dei premi quotidiani.

Antonella Clerici ritorna “regina” del sabato sera su Rai1 col programma inedito “Senza Parole”


TV: Rai 1; Antonella Clerici presenta programma 'Senza parole'Parte, oggi, sabato 11 aprile la prima delle otto puntate di “Senza Parole” il programma col quale Antonella Clerici ritorna da “padrona” di casa del sabato sera su Rai1. Ma di cosa tratterà? Queste le sue parole: “La persona che riceverà il messaggio lo farà non sempre con le parole, ma attraverso la musica, un diario, uno spettacolo, i silenzi, una canzone. Se necessario saranno ospiti famosi ma solo in funzione alla storia raccontata. Arisa ad esempio è funzionale ad una storia che abbiamo nella prima puntata”. Alla conferenza stampa, sul fatto che “Senza Parole” possa ricordare ‘C’è posta per te’ la Clerici ha replicato:  ”è diverso vedrete, difficile spiegare un programma che non avete ancora visto in onda; mi sembra riduttivo raccontare cose, preferisco farlo con le immagini. Comunque è anche vero che siamo un pò tutti figli di Stranamore e Carramba se vogliamo metterla in questi termini“.  ‘Senza Parole’ spiega ancora: “è in diretta, ed è difficile farlo. Io non ci dormo la notte. Le persone saranno prese dal pubblico. Ci saranno storie forti, ma anche divertenti. Secondo me è bello e forte, è costruito bene.

Antonella Clerici debutta col suo nuovo programma e va in sfida con Amici di Maria De Filippi il Serale e se Maria De Filippi si dice preoccupata della sfida così non è per Antonella che serenamente sostiene:  “E’ un’amica, una professionista di livello ma non mi preoccupo, ognuna fa il suo programma Maria fa trasmissioni ben strutturate, è molto brava. Ha grandi mezzi, grandi ospiti e perfomance. È sempre un rischio, ma ormai è un’abitudine. Incontrarla è logico. So contro chi vado, ma ognuno fa la sua strada. Io ci metto il massimo, ma penso a me. Non penso agli ospiti che lei ha…altrimenti non andrei da nessuna parte”.

Protagonista assoluta del nuovo programma di Rai1 è la gente comune che, raccontando ad Antonella le proprie storie, potrà far recapitare dei messaggi molto speciali, anche grazie all’aiuto di personaggi famosi e spettacolari performance artistiche ‘personalizzate’ per ogni storia. Chiedere perdono, ritrovare qualcuno, rivelare un segreto, fare una proposta di matrimonio sono solo alcune delle emozionanti sorprese che riserva il nuovo grande show di Rai1. Senza Parole, è prodotto da Rai1, in collaborazione con Ambra Banijay Italia.Tra le varie esibizioni, ci sarà quella dei Die Mobiles, compagnia di artisti che porta in scena suggestive giochi di luci ed ombre.

Amici 14 al via e Maria De Filippi dichiara: “Questa volta mi sento che perdiamo”


maria-default

Amici sta per iniziare e Maria De Filippi questa volta mette le mani avanti e dichiara di non sentirsi sicura dei risultati. Ovviamente si riferisce ai risultati in termini di share. Da Sabato 11 aprile, alle ore 21,10 partirà infatti il Serale di Amici14  che si dovrà scontrare col nuovo show di Antonella Clerici  su Rai1  Senza Parole”, un programma inedito basato su sentimenti e storie forti sulla scia di “C’è posta per te” . E questa “sfida” preoccupa la “regina dell’audience” fino ad ora “imbattuta” , tanto da farle affermare: “Questa volta mi sento che perdiamo. Amici è un talent, ha la sua età e sono convinta che il sabato sera non sia la sua collocazione giusta. Avremo contro il classico show “popolare”, la vedo grigia” e poiFosse per me, chiamerei la Perego, Milly e le altre e direi: “Ragazze, mettiamoci d’accordo: non facciamoci la guerra, cerchiamo di misurarci con dei film, con delle fiction”. Se perdi contro Don Matteo, sopravvivi: è un genere diverso, nessuno ti chiuderà il programma. Purtroppo, però, non decidiamo noi i palinsesti. E a Mediaset devi essere competitiva per forza… Spesso ho voglia di uscire da questa logica: penso che starei bene. Di soddisfazioni ne ho avute tante… Io non vivo per il dato del giorno dopo, ma per fare le cose che mi piacciono. E per dare opportunità a chi merita: i ballerini di Amici lavorano tutti, ogni anno sforniamo un cantante che fa il botto. Questo ti gratifica più dello share”.

Antonella ClericiAd Antonella Clerici a quanto pare invece la sfida con Maria De Filippi non preoccupa: “E’ un’amica, una professionista di livello ma non mi preoccupo, ognuna fa il suo programma Maria fa trasmissioni ben strutturate, è molto brava. Ha grandi mezzi, grandi ospiti e perfomance. È sempre un rischio, ma ormai è un’abitudine. Incontrarla è logico. So contro chi vado, ma ognuno fa la sua strada. Io ci metto il massimo, ma penso a me. Non penso agli ospiti che lei ha…altrimenti non andrei da nessuna parte”.

Il Volo, menestrelli del “bel canto” nel mondo, al Festival di Sanremo 2015 cantano “Grande amore”.


il-volo

Piero Barone(Naro, 24 giugno 1993, tenore), Ignazio Boschetto (Marsala, 4 ottobre 1994,tenore), e Gianluca Ginoble (Roseto degli Abruzzi, 11 febbraio 1995, baritono)  ovvero i tre tenorini (lanciati dal programma di Antonella Clerici Ti Lascio una canzone) ovvero Il Volo, dopo aver ottenuto un successo mondiale con un Tour nei prestigiosi teatri d’America, sarà fra i 20 big che parteciperanno al Festival di Sanremo 2015  che si svolgerà al Teatro Ariston dal 10 al 14 febbraio 2015 e sarà presentato da Carlo Conti con il brano “Grande amore“. Nella kermesse  canora italiana più importante,  il trio rappresenta certamente  l’Italia del “bel canto”, la canzone  nella forma più classica con la quale e per la quale la “musicalità” italiana si identifica nel mondo (anche se i tentativi per svilirla arrivano da più parti, discografia italiana e network in testa…ndr). Il trio ha esportato il “bel canto”, fatto di voce e melodia, riconosciuti artisticamente soprattutto in America, sono stati i primi artisti italiani a firmare un contratto diretto con una major americana la “Geffen Records” e a febbraio del 2014, hanno trionfato  ai Billboard Latin Music Awards per la categoria Latin Pop Albums Artist of the Year, Duo or Group. Varie le collaborazioni con artisti di calibro, come i nostrani Pooh, e altri di fama mondiale come  Barbara Streisand e Ricardo Montaner. A giugno  sono stati tra gli ospiti invitati ad esibirsi in Lo Spettacolo sta per iniziare, nella serata di apertura della stagione lirica estiva all’Arena di Verona, trasmessa in diretta su Rai Uno e in un tributo ad Elvis Presley hanno duettato con la cantante americana Anastacia in un medley in italiano e in inglese dei brani Io che non vivo e O sole mio.

Rebecca Toschi presenta il suo primo album “Comincio da qui”


rebecca

E’ in vendita in tutti gli web store “Comincio da qui” il primo disco di Rebecca Toschi, giovanissima artista toscana finalista dell’ultima edizione di “Ti lascio una canzone”condotta da Antonella Clerici su Rai Uno. Rebecca ha 13 anni, vive a Livorno, studia canto da oltre quattro anni e vanta nel proprio curriculum partecipazioni ad eventi e concorsi canori vincendo riconoscimenti importanti. Fin da piccola dimostra una particolare predisposizione per il canto, passione trasmessa dai nonni, musicisti, e dalla sorella maggiore Giorgia Toschi, cantante, vincitrice di numerosi premi e finalista del Festival di Castrocaro.

Ha partecipato a due talent televisivi di cui uno su Sky e l’altro su La Gold 7. La svolta decisiva arriva quando supera brillantemente le selezioni che le consentono di entrare nel cast della settima edizione di “Ti lascio una Canzone” aggiudicandosi la finale e la partecipazione alla puntata speciale “Champions League”, la Coppa dei campioni dei finalisti delle ultime edizioni della trasmissione. Nel programma condotto da Antonella Clerici, Rebecca ha interpretato in diretta brani celebri che hanno fatto la storia della musica italiana come Ogni volta di Vasco Rossi, cantato in coppia la sorella Giorgia in un memorabile duetto davanti al pubblico di Rai Uno. Ogni Volta, con la partecipazione di Giorgia Toschi, è una delle 7 cover presenti nell’album “Comincio da qui”.

Negli studi di Ti lascio una canzone, oltre ad essere stata presente in gara nella sfida con gli altri concorrenti, ha anche duettato con famosi artisti come Fausto Leali e Noemi. Terminato l’impegno con il programma di Rai Uno, Rebecca, grazie al successo riscosso, viene richiesta per partecipare ad eventi di rilievo tra cui il “Galà Perla del Tirreno” svoltosi a Vada (Li) nel luglio 2014 dove la giovane cantante viene premiata come rivelazione musicale.

Nell’album della giovane artista livornese sono stati incisi 8 brani, di cui un inedito”Malinconie di sale” scritto in parte da Rebecca Toschi e dal proprio M° Fabio Ceccanti. “Comincio da qui” è prodotto da Gilberto Giaconi ed è  pubblicato dalla  Idyllium Music Publishing. 

Andrea Faustini da Ti lascio una Canzone direttamente a XFactor UK


 Andrea-Faustini-a-X-Factor-UK

Andrea Faustini, questo nome magari a tanti non dirà molto ma i fedelissimi del programma di “Ti lascio una canzone” di Antonella Clerici lo ricorderanno. Infatti nel 2008 a soli 13 anni si piazza al terzo posto del talent aggiudicandosi il premio della critica. Di lui poi non si sa più nulla, ma gli basta partecipare ai provini di XFactor UK  e cantare al cospetto di Simon Cowell (ideatore del talent  e che ha scoperto One Direction e Little Mix) per far parlare del suo straordinario talento vocale. Vent’anni, romano con la passione per i cani carlini e col sogno di cantare, con la sua interpretazione soul di Who’s Loving You dei Jackson Five, ha incantato pubblico e giurati guadagnando il consenso unanime dei quattro giudici e i bookmakers inglesi   lo quotano 7 a 2 come possibile vincitore. Il successo, la popolarità i consensi in terra straniera… Lui stenta quasi a crederci e commenta così: “Voglio mostrare a tutti tutto quello che posso dare. Penso che sia la più grande chance che mi sia mai stata data. Fatico ancora a crederci“.

Ecco la sua Room Audition

Andrea aveva provato anche ad entrare ad XFactor Italia ma non ci è riuscito, come racconta lui stesso:

“Tre volte non sono nemmeno arrivato davanti ai giudici: non ho superato i pre casting. Forse non ero abbastanza pronto. Quest’anno invece sì e non penso sia un caso se ci sono finalmente arrivato e ho avuto quattro sì” ha detto al Corriere.it.

che dire?

Andrea Casamento “Distanti” new single


Andrea Casamento “Distanti”

new single – A&A records

in radio , su I Tunes e principali digital store

 andrea

Succede a volte che un autore che ha scritto brani per artisti importanti. Personaggio televisivo al fianco di Antonella Clerici. Compositore e arrangiatore delle musiche di alcuni dei più seguiti programmi televisivi (La Prova Del Cuoco, Domenica In, Miss Italia etc) decida di mettersi in gioco in prima persona. E’ quello che è capitato ad Andrea Casamento, autore di successo il quale, con il singolo “Distanti”, debutta come interprete. Un singolo intenso, pieno di pathos, maturo e ricco dal punto di vista musicale. Un brano pop-rock col tiro giusto fatto apposta per entrare nelle programmazioni musicali, come spesso gli “addetti ai lavori” usano dire ma, questa volta, con grande convinzione. “Distanti” sarà nei principali digital stores sempre dal 10 ottobre e precede l’uscita di un album di inediti intitolato “Dire, Fare Cantare”.

Andrea Casamento – note biografiche

Andrea Casamento, Torinese, inizia giovanissimo lo studio del pianoforte.

Lasciati gli studi classici, si lascia attrarre dal mondo del pop e della produzione musicale. Le alchimie di suoni sono decisamente il suo mondo e già nel ’95 inizia le prime collaborazioni con la RAI.

Da questo momento Andrea, sarà uno degli autori e compositori più richiesti e tutt’ora è un punto fermo di trasmissioni di punta quali “La Prova Del Cuoco” nel quale è un vero e proprio punto di rifermento per Antonella Clerici.

Elencare le sue numerosissime collaborazioni televisive in RAI sarebbe quasi impossibile. Citeremo “Domenica In”, Miss Italia, Disney Club e molti altri.

E’ importante invece ricordare che Andrea è stato autore per personaggi come Marco Carta, per il suo primo album che ha raggiunto il disco di platino.

Mentre invece come talent scout ha scoperto e lanciato Levante, cantautrice emergente molto amata da pubblico e critica.

Insomma un artista a “tutto tondo”, usando una definizione piuttosto diffusa ma, in questo caso, assolutamente appropriata.

ARENA DI VERONA – GALA’ DELLA LIRICA: IL TELEVOTO “PROFANA” IL TEMPIO DEL “BELCANTO”


(1/06/20014) Quinta edizione, quella trasmessa ieri in prima serata su Rai1, in Eurovisione, de “Lo spettacolo sta per iniziare”, galà della lirica, con concessione ad intermezzi “pop”, ospitato da uno dei templi del “belcanto”, l’Arena di Verona. Antonella Clerici ha raccontato le emozioni che prova per l’onore di essere stata scelta, nuovamente, come “padrona di casa” a “Telesette” (n. 22 03/06/2014), in un’intervista in cui, in relazione all’arte e alla cultura, fa un appunto generalizzato a tutti “In Italia dobbiamo imparare a essere un po’ più fieri del nostro Paese, perché siamo troppo abituati a ciò che abbiamo e ci dimentichiamo di valorizzarlo”. Non si può dire che qualcosa non si stia muovendo, l’appuntamento, a cadenza annuale, con Verona, indubbiamente, procede in questa direzione e potrebbe costituire un bel biglietto da visita per l’Italia al di là dei confini nazionali.

L’evento, complessivamente, è stato di buon livello, forse non proprio di bell’effetto, visto da casa, il sovraffollamento disordinato di comparse e coristi in costume, per la “Carmen” di Bizet, sul palco, dove sono confluiti da varie provenienze, compresi i corridoi della platea, un’ “invasione di campo” in stile stadio, forse si sarebbe dovuto regolare meglio il “traffico”; di sicura presa sul pubblico le esibizioni in cartellone: Massimo Ranieri, uno dei re della musica leggera nazionali, che va a segno con la sempre suggestiva “Perdere l’amore”, Ted Neeley che dalla balconata intona “I only want to say”, brano tratto dal “musical”, quando uscì, ritenuto, a torto, dissacrante, “Jesus Christ Superstar”, con croce luminosa che improvvisamente spunta dalla notte oscura e si accende alle sue spalle, poi il dolente e colmo di “pathos” “Un bel dì vedremo” (ndr dalla “Madama Butterfly” di Giacomo Puccini), i tre giovanissimi tenori de “Il Volo” – con Gianluca, il “leader”, sempre più tentato dall’imitazione di “Fonzie” – balzati alla ribalta proprio con un “Ti lascio una canzone” di vecchia data sotto l’egida di “mamma Antonella”, che accompagnano un’ospite d’eccezione, la “star” Anastacia, in forma smagliante da tutti i punti di vista, con cui cantano, da lei coccolati, un “Io che non vivo senza te” e un “ ‘O sole mio” bilingui, italiano e inglese.

E ancora, la  rivelazione della lirica, Vittorio Grigolo (classe 1977), che sta uguagliando i primati e i consensi di critica e pubblico di Luciano Pavarotti negli Stati Uniti, in abiti moderni, munito di Vespa, presenta “Una furtiva lagrima” (ndr dall’ “Elisir d’amore” di Gaetano Donizetti), a seguire, qualche stralcio del “musical” di Riccardo Cocciante, che successivamente interverrà, “Notre Dame de Paris”, con in scena interpreti di varie nazionalità che l’hanno rappresentato nei rispettivi paesi, spicca, fra tutti, Lola Ponce, con la sua gravidanza incipiente e c’è spazio per far sfilare una versione “futurista” dell’ “Aida”, per il balletto di Tchaikovsky e per il saggio sbalorditivo del violinista di 16 anni, Giovanni Andrea Zanon, per il quale il pubblico scatta in piedi.

Ma il momento culminante è l’ingresso del premio Nobel Dario Fo, che la Clerici chiama “maestro”, giunto per anticipare la prossima messa in onda in tv del suo spettacolo “Il santo giullare Francesco” e che ne approfitta per qualche digressione sull’omonimo papa attuale, capace di conquistarlo nonostante egli si professi fino alla radice dei capelli “ateo, marxista e leninista”, ma sull’aria “Casta diva” (ndr dalla “Norma” di Vincenzo Bellini), da lui seguita in silenzio, in disparte, sul palcoscenico, accanto alla conduttrice, improvvisamente si scioglie fino alle lacrime, ricordando la moglie Franca Rame, che tanto amava quest’opera e definisce “incantevole” l’artista che l’ha eseguita con tanta sensibilità.

Purtroppo non manca la nota (per rimanere in tema) stonata ed è la sconcertante novità di introdurre il televoto da casa al fine di poter premiare con un contratto con l’ente lirico veronese i due tenori usciti vittoriosi dalla sfida (ma dove siamo, ad “Amici”, al “Grande Fratello”, a “The Voice of Italy”?) con un collega, oltretutto tipologia di selezione alquanto umiliante per i quattro finalisti, tutti già in attività, con una preparazione canora e musicale corpose alle spalle e non certo “pivellini” allo sbaraglio che tentano il tutto per tutto, una caduta di stile da far rimanere senza parole. Ma ve li sareste immaginati Giuseppe Di Stefano, Franco Corelli, Beniamino Gigli, Mario Del Monaco “televotati” dalla panettiera di Sesto San Giovanni o dal salumiere di Reggiolo?

Melomani di tutta Italia, insorgete!

Fede

Anastacia ritorna dopo una lunga pausa con …”Resurrection”


Foto: TONIGHT...Anastacia performs with Il Volo on Italian TV show 'Lo Spettacolo Sta Per Iniziare' live from Arena di Verona on Rai1 at 21:20 (CET).

Ieri, l’abbiamo vista esibirsi  con i Volo all’Arena di Verona nello show “Lo spettacolo sta per iniziare” su Rai1 , Anastacia è tornata più in forma e grintosa che mai. Dalla sua Pagina Facebook  e dai microfoni di RTL annuncia le prime date italiane del Tour autunnale:

27 ottobre – Milano / Fabrique,

29 ottobre– Roma / Auditorium Santa Cecilia,

30 ottobre – Firenze / Obihall,

1 novembre – Padova / Teatro Geox (prevendite da venerdì 6 giugno)

il tour sarà l’occasione per presentare live il nuovo Resurrection

Il nuovo spettacolo sarà l’occasione per presentare live  il nuovo album, registrato a Los Angeles  e contenente dieci tracce inedite nella versione base e quattordici in quella deluxe. Dopo un periodo di silenzio dovuto a problemi di salute, per la cantante americana è come una resurrezione artistica e lo annuncia nel miglior dei modi. Non a caso il suo album di inediti si intitola “Resurrection” ed arriva a 5 anni dal precedente “Heavy Rotation”.

“Stupid Little Thinghs”, è il nuovo singolo che anticipa l’album una canzone di svolta per l’artista che  per ben due volte ha sconfitto la malattia del cancro e ha dovuto superare anche un divorzio.

Bentornata Anastacia.

AUDITEL: L’ESULTANZA DI ANTONELLA CLERICI PASSA ATTRAVERSO UN “TWEET”


clerici de filippi

Certo è eccessivo dire che Antonella Clerici si sia conquistata il diritto di sfilare sul carro del vincitore come nella “Marcia trionfale” dell’ “Aida” (di Verdi), ma almeno la sua bella soddisfazione, nonché rivincita, alla fine se l’è tolta tutta, fedele al detto “chi la dura la vince” e stavolta è andata proprio così. Dopo che, da tempo, era sempre il suo storico “baby-talent”, “Ti lascio una canzone”, per non ben chiarite, dall’alto, ragioni di organizzazione del palinsesto, a scontrarsi regolarmente – e puntualmente a soccombere – con i programmi defilippiani, sabato 26 aprile, è accaduto l’imponderabile, tanto che i dati degli ascolti richiedevano un’ulteriore lettura di conferma, per evitare di prendere un granchio: “Ti lascio una canzone – I Campioni” 4milioni e 622mila telespettatori 20,07% di “share”, “Amici 13” 4milioni e 377mila per il 19,38%,quasi da rimanerci secchi. 

Antonella Clerici

In poche parole, una trasmissione senza troppi fronzoli, per famiglie, di ragazzini che spiegano l’ugola su brani arcinoti della tradizione italiana e non, seguendo il solito schema ripetitivo della sfida, contrapposta a uno “show” pretenzioso che mette in scena giovani ballerini già prenotati da impresari di “musical” e con prossimi “stage” di studio all’estero e cantanti in cui le “major” della discografia sono sul punto di affondare gli artigli, con prospettive di lucrosi ricavi, una lotta impari, Pupo mandato contro un “cast” “all-star” di premi Oscar hollywoodiani, monumenti “pop” internazionali e italici, siliconate “sex symbol”, comici da strisce quotidiane di 5 o 6 milioni di telespettatori (le hanno praticamente tentate tutte!), eppure, per come è andata, ci sentiamo di dire che, a questo punto, ce l’avrebbe fatta anche a battersi valorosamente a Santiago di Compostela, ultimo baluardo della cristianità in Spagna e –perché no?- persino come difensore del Santo Sepolcro.

E la gente comune, alla fine, ha premiato l’intrattenimento televisivo percepito come più semplice e genuino, l’Antonellina “della porta accanto”, la grande festa dei bambini, le canzoni “revival”, l’ospite dal volto di uno “di famiglia”, rispetto allo sfarzo, alla larghezza di mezzi, ai nomi altisonanti, al “nulla” camuffato da gran spettacolo.

Questo il testo del “tweet” di Antonella Clerici, apparso il 27/04/2014: “Grazie a tutti. Un congedo, un arrivederci straordinario. A tutti quelli che hanno creduto in TLUC”.