ascolti

Sanremo 2020: quarta serata del Festival, spettatori ancora in aumento|Classifica


foto classifica generale sanremo 2020 amadeus gabbani primo

Sanremo 2020 continua nel segno dei grandi ascolti: la serata di ieri, venerdì 7 febbraio, è la miglior quarta serata per share dal 1999 con 9 milioni 504 mila spettatori e il 53.3 per cento. La prima parte è stata vista da 12 milioni 674 mila persone con share del 52.3 (in termini di spettatori il miglior ascolto dal 2013), mentre la seconda ha avuto 5 milioni 795 mila spettatori e share del 56.0. Il picco d’ascolto in termini di telespettatori è stato registrato alle 21.47 con 15 milioni 353 mila, in termini di share alle 23.49 con il 61.8 per cento.
“Sanremo Start”, dalle 20.52 alle 21.29, ha avuto un ascolto di 11 milioni 411 mila con il 41.5 di share. Sempre molto bene la striscia “Prima Festival” con 7 milioni 795 mila e il 30.4 di share.
Raddoppiate, rispetto al 2019, le interazioni social legate al Festival: nella giornata di ieri ne sono state registrate 5 milioni rispetto ai 2,9 milioni dello scorso anno.

La classifica della quarta serata di Sanremo 2020, basata su 23 cantanti in gara a seguito della squalifica di Morgan e Bugo per defezione, vede dei forti cambiamenti sul podio grazie ai voti della sala stampa con Diodato al primo posto, seguito da Francesco Gabbani e I Pinguini Tattici Nucleari. Le Vibrazioni al quarto posto, quinto Piero Pelù, seguito da Tosca, Rancore, Elodie, Achille Lauro, Irene Grandi. Undicesimo posto per Anastasio, dodicesimo posto per Raphael Gualazzi, Paolo Jannacci tredicesimo posto, seguito da Rita Pavone, Levante, Marco Masini, Junior Cally, Elettra Lamborghini, Giordana Angi, Michele Zarrillo e Enrico Nigiotti. Chiudono la classifica della quarta sera di Sanremo Riki e Alberto Urso, rispettivamente al ventiduesimo e ventitreesimo posto.

Redazione

ANCORA RECORD DI ASCOLTI PER IL FESTIVAL DI SANREMO 2020 SECONDA SERATA


Festival di Sanremo 2020, gli ascolti della seconda serata. Amadeus fa ancora il botto: 53,3% di share nella seconda serata

I telespettatori che hanno seguito su Rai1 la seconda serata del 70esimo Festival di Sanremo sono stati 9.962.000 con uno share del 53,3%: 11.906.000 telespettatori e 41,91% di share nello spazio dedicato a Sanremo Start, nella prima parte sono stati 12.841.000 i telespettatori, pari al 52,50% di share, mentre la seconda è stata seguita da 5.492.000 telespettatori e il 56,09% di share.Al termine delle esibizioni di tutti e 24 gli artisti, è Francesco Gabbani a dominare la classifica provvisoria generale con Viceversa, un raffinato brano pop, piano e voce.

Classifica generale dei Big in gara al festival di Sanremo, secondo la votazione della giuria demoscopica: Al primo posto Francesco Gabbani, a seguire: Le Vibrazioni, Piero Pelù, Pinguini Tattici Nucleari, Elodie, Diodato, Irene Grandi, Tosca, Michele Zarrillo, Levante, Marco Masini, Alberto Urso, Giordana Angi, Raphael Gualazzi, Anastasio, Paolo Jannacci, Achille Lauro, Enrico Nigiotti, Rita Pavone, Riki, Elettra Lamborghini, Rancore, Bugo e Morgan, Junior Cally.

CS_Sanremo 2020: Ascolti record per la prima serata del Festival Il miglior ascolto dal 2005. Molto bene le trasmissioni dedicate. Record stagionale per il Tg1


Amadeus © ANSA

Il 70° Festival di Sanremo apre con un ascolto record, il migliore dal 2005 per share: sono stati 10 milioni 58 mila, con uno share del 52.2 per cento, i telespettatori che hanno seguito su Rai1 la prima serata di Sanremo 2020. La prima parte è stata vista da 12 milioni 480 mila persone con uno share del 51.2, mentre la seconda ha avuto 5 milioni 709 mila spettatori e uno share del 56.2.
Il picco d’ascolto in termini di telespettatori è stato registrato alle 21.45 con 14 milioni 942 mila, in termini di share alle 00.27 con il 59.6 per cento.
“Sanremo Start”, dalle 20.51 alle 21.32, ha avuto un ascolto di 12 milioni 841 mila con il 44.0 di share. Molto bene la striscia “Prima Festival” con 8 milioni 636 mila e il 31.5 di share.
Grande attenzione al Festival anche sui social: nell’intera giornata di ieri la rassegna sanremese ha registrato 3 milioni 40 mila interazioni (fonte: Nielsen Content Ratings), con una crescita dell’8 per cento rispetto al risultato della prima giornata del Festival dello scorso anno (2 milioni 817 mila interazioni).
Ascolti rilevanti anche per le trasmissioni di Rai1 dedicate al Festival: “Unomattina” ha avuto un ascolto medio di 971 mila spettatori e uno share del 18.0, mentre “La vita in diretta” è stata seguita da 2 milioni 51 mila ascoltatori e uno share del 15.4.

Seguitissima l’informazione Rai: il Tg1 delle 20 ha fatto segnare il record stagionale con 6 milioni 862 mila spettatori e il 27.5 di share.

Redazione

CS_Ascolti tv venerdì 6 dicembre ‘Vent’anni che siamo italiani’: il prime time è di D’Alessio-Incontrada!


(none) Ancora vincente la coppia Gigi D’Alessio-Vanessa Incontrada: nella prima serata di Rai1 il loro ‘Vent’anni che siamo italiani’ è il programma più visto del prime time con 3 milioni 467 mila spettatori e il 16.6 %. E, proprio il varietà proposto sulla rete ammiraglia, è stato il programma più commentato sui social della fascia di riferimento: 77 mila interazioni.

Su Canale 5 Il Processo, in onda dalle 21.47 alle 24.49, ha raccolto davanti al video
1.397.000 spettatori pari all’8% di share.
Redazione

Esordio vincente per “I Medici” che sfiora il 20% di share | In netto distacco ‘Live – Non è la d’Urso’ col 14,4% di share


Risultati immagini per i medici

Partenza vincente per la terza stagione di “I Medici” nella prima serata di ieri, lunedì 2 dicembre: con 4 milioni 404mila telespettatori la serie dedicata alla storia della famiglia fiorentina è stata la trasmissione più vista del prime time. Lo share è arrivato a circa il 20%, l’1,4 in più rispetto all’esordio della scorsa stagione. Con 113mila interazioni, inoltre, è stato il programma più commentato sui social, al netto degli eventi sportivi.

Su Canale 5  ‘Live – Non è la d’Urso’ anche se il leggero rialzo rispetto alla scorsa settimana, è rimasto fermo a 2.288.000 spettatori e il 14.4% di share.

Redazione

 

Ascolti tv ieri sera 21 giugno 2019 | La Traviata – Zeffirelli | La Sai l’ultima? | Europei 2019 Under 21


'La Traviata' all'Arena di Verona, l'ultimo sogno di Zeffirelli in mondovisioneSono stati 2 milioni e 52mila, con uno share medio del 12,2%, i telespettatori che hanno seguito, ieri, venerdì 21 giugno, su Rai1, “La Traviata”, nell’allestimento di Franco Zeffirelli: il primo atto dell’opera firmata in regia dal maestro fiorentino recentemente scomparso, in particolare, è stato il più visto dei tre, con 2 milioni e 790mila spettatori e uno share del 14,4%.

Su Canale 5 il ritorno di La sai l’ultima? ha totalizzato 3.474.000 spettatori pari al 21.1% di share.

Su Rai 2 la partita valida per l’Europeo Under 21 tra Francia e Croazia ha interessato 1.219.000 spettatori pari al 6.4% di share.

Redazione

ASCOLTI SANREMO 2019: SERATA FINALE, VOLANO GLI ASCOLTI (2) Oltre 10 punti di share in più rispetto a quarta serata. Ancora record per il Dopofestival. Grandi ascolti per le trasmissioni dedicate. Boom sui social


sanremo-2019-la-finale-721922.250x184

Sanremo 2019 chiude con un ascolto eccezionale: per la serata finale del 69° Festival della Canzone Italiana gli spettatori sono stati 10 milioni 622 mila con uno share del 56.5 per cento. In termini di share, la finale ha fatto registrare un ascolto di dieci punti più alto rispetto alla serata precedente.

La prima parte, in onda dalle 21.26 alle 23.51, ha avuto 12 milioni 129 mila spettatori e uno share del 53.1 per cento; la seconda parte – dalle 23.54 all’1.34 – è stata seguita da 8 milioni 394 mila telespettatori con il 65.2 per cento di share. Ottimo ascolto anche per “Sanremo Start”, dalle 20.51 alle 21.23, con un pubblico di 10 milioni 691 mila spettatori, share del 43.5 per cento.
Il picco di ascolto in termini di spettatori è stato registrato alle 22.10 con 13 milioni 311 mila quando Bisio e Raffaele presentano Loredana Bertè, quello di share all’1.26 con il 73.7 per cento, all’annuncio di Bisio de Il Volo come terzi classificati.
Su RaiPlay il Festival cresce del 50 per cento, mentre sui social Sanremo 2019 è l’edizione più commentata di sempre: solo l’ultima serata ha generato oltre 4 milioni di interazioni sui social – 15 milioni nelle 5 serate – confermando una crescita del 10 per cento rispetto alla passata edizione.
Ancora record per il Dopofestival che supera i 3 milioni di spettatori (3 milioni 305 mila, 51 per cento di share), e record per la striscia quotidiana “Prima Festival”, in onda dopo il Tg1, che arriva a 7 milioni 926 mila telespettatori, per uno share del 33.9 per cento di share.
Nel prime time Rai1 è stata la rete più seguita con 11 milioni 89 mila telespettatori e uno share del 45.2 per cento.
Grandissimi ascolti anche per le altre trasmissioni di Rai1 dedicate al Festival: “Unomattina in famiglia” ha avuto un ascolto medio di 1 milione 883 mila spettatori e uno share del 25.9 per cento, mentre “Italia Sì!” nella prima parte ha ottenuto 2 milioni 50 mila telespettatori con il 15.2 per cento. 
Da segnalare, inoltre, il preserale di Rai1 con “L’eredità” (4 milioni 735 mila spettatori, share del 24.2 per cento) e il Tg1 delle 20.00 sempre oltre i 6 milioni (6 milioni 616 mila spettatori, share del 27.4 per cento. In mattinata, la cerimonia di commemorazione del Giorno del Ricordo dedicato alle vittime delle foibe con il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella, in onda su Rai1 a cura del Tg1, ha avuto un pubblico di 1 milione 10 mila persone e uno share del 13.5 per cento.
Per quanto riguarda il prime time delle altre reti Rai, Rai2 gli episodi della serie “S.W.A.T.” hanno fatto registrare rispettivamente 974 mila spettatori (share del 3.9 per cento) e 974 mila ascoltatori (share del 4.3 per cento). Su Rai3 il film “Il patriota” è stato visto da 743 mila persone (3.1 per cento di share).
Netto successo Rai in prima serata, in seconda serata e nell’intera giornata. Nel prime time 14 milioni 28 mila spettatori (57.2 di share). In seconda serata 10 milioni 408 mila ascoltatori (67.6 per cento). Nell’intera giornata 5 milioni 464 mila telespettatori (46.9 per cento).
Redazione

FESTIVAL DI SANREMO: Ascolti terza serata in calo.


raffaele-5

Per la terza serata del Festival di Sanremo di Baglioni, gli spettatori che hanno seguito Rai 1 sono stati 9 milioni 409 mila, pari al 46.7% di share. Ascolti che tengono sostanzialmente rispetto alla serata precedente, ma che scontano un calo rispetto alla terza serata del 2018, che aveva messo a segno la media record di 10 milioni 825mila telespettatori con il 51.6% di share, il più alto dal 1999. –

Redazione

ASCOLTI TV: BOOM DI ASCOLTI PER C’E’ POSTA|A ORA O MAI PIU’ in classifica a Pari merito PAOLO VALLESI, SILVIA SALEMI E JESSICA MORLACCHI |


c'è posta per te ascolti sabato 2 febbraio 2019

Buon risultato per la trasmissione di Rai1 condotta da Amadeus, che nella serata di ieri ha visto trionfare Paolo Vallesi, Silvia Salemi e Jessica Morlacchi a pari merito. Il programma è stato visto da ben 3.267.000 telespettatori e con il 16,5% di share, è stato il secondo programma più visto in prima serata.  Maria De Filippi  con il suo people show C’è posta per te, continua a fare boom di ascolti e  la trasmissione è stata vista da più di 5.700.000 persone, raggiungendo picchi di share pari al 29,1% durante tutta la messa in onda. Sta di fatto che C’è posta per te e Ora o mai più sono i due programmi più graditi al pubblico del sabato sera.

Altri programmi: Rai 3 con Eddie the Eagle – Il coraggio della follia  (con il 5,9% di share), NCIS Los Angeles Swat su Rai2 (con uno share del 5,4% e del 5,3%). Al fanalino di conda, in fine, si sono posizionati: Italia 1 con I Pinguini di Madagascar (4,6% di share), Rete 4 con Più Forte Ragazzi!(2,8%) e La7 con Little Murders (2,5% di share).

Nel  prime time, con Amici18 inutile dire  che è ancora  Maria De Filippi la regina del sabato sera.

 

Redazione

 

 

08/01/2019 – 21:25 #RAI1: LA COMPAGNIA DEL CIGNO straordinario esordio della prima puntata, oggi in onda altri due episodi


Dopo lo straordinario esordio della prima puntata della fiction “La Compagnia del Cigno” ieri, in prima serata su Rai1 che ha sfiorato i 6 milioni di spettatori (5 milioni 840 mila) con il 24% di share, aggiudicandosi il prime time, oggi, martedì 8 gennaio alle 21.25 va in onda il secondo appuntamento  con altri due episodi:
Nel primo episodio dal titolo Il primo concerto, alcuni studenti del conservatorio vengono convocati da Marioni perché un noto Maestro d’orchestra, Ruggero Fiore (Marco Bocci), arriverà a Milano per dirigerli. Marioni esenta tutti dal frequentare le altre lezioni perché vuole che i suoi ragazzi facciano una bella figura con il prestigioso ospite e invita soprattutto Barbara a mettere da parte per quella settimana lo studio del liceo. Assegna poi a Sara, a Matteo, e a Barbara e Domenico in coppia, dei brani da eseguire da solisti durante il concerto. Barbara è in difficoltà, non riesce a dire a sua madre che frequentare il liceo, il conservatorio ed essere nell’orchestra sta diventando per lei una cosa impossibile da gestire e così si ritrova a mentire a tutti. La pressione su di lei diventa talmente alta che la sua esecuzione ne risente e Marioni la caccia dall’orchestra.
Nel secondo episodio intitolato La scelta di Barbara, in attesa dell’arrivo del Maestro Fiore, continuano le prove per il concerto. Barbara non ha avuto il coraggio di dire alla madre che è stata estromessa dall’orchestra e usa il tempo dedicato alle prove per vagare per la città. Le sue bugie intanto cominciano a venire a galla e lei si sente sempre più sola. I ragazzi della Compagnia, capitanati da Matteo, cercano di aiutarla, ma lei rifiuta. Pensa che nessuno possa capirla. L’unico che vorrebbe al suo fianco è Domenico che
però non sembra accorgersi di lei. Matteo, con la scusa delle prove, cerca di evitare le sedute dalla psicologa, I genitori di Robbo continuano a litigare. Antonia, la madre di Rosario, si mette in contatto con Clelia e Roberto, i genitori affidatari  di suo figlio, perché vuole vedere il ragazzo senza aspettare il permesso del giudice e del tutore. L’arrivo di Fiore in un primo momento incoraggia i ragazzi: i suoi metodi, molto diversI da quelli di Marioni, non sono così male. Presto però tutta l’orchestra, e in particolar modo i ragazzi della Compagnia, dovranno ricredersi, la serietà e la severità dì Marioni sono indiscutibilmente una forma di amore.
Redazione