beneficienza

GIOVEDÌ 1 dicembre a Certosa di Pavia si terrà il FASHION FOR CHILDREN, serata di gala con asta benefica organizzata da SOLETERRE. Ospiti: NATASHA STEFANENKO e ROSARIO PELLECCHIA


SOLETERRE

GIOVEDÌ 1 DICEMBRE 2016

FASHION FOR CHILDREN

stefanesko

Serata di gala con asta benefica

OSPITI: NATASHA STEFANENKO e ROSARIO PELLECCHIA

Giovedì 1 dicembre l’Organizzazione Umanitaria SOLETERRE – STRATEGIE DI PACE terrà a CERTOSA DI PAVIA presso l’Antico Borgo della Certosa (Viale Certosa, 42 – ore 19.00) il FASHION FOR CHILDREN, esclusiva serata di gala a sostegno delle attività del Programma Internazionale per l’Oncologia Pediatrica presso il Policlinico San Matteo di Pavia per la ristrutturazione del Day Hospital oncoematologico (www.fashionforchildren.org). Madrina della serata NATASHA STEFANENKO, storica testimonial di SOLETERRE, affiancata da ROSARIO PELLECCHIA, voce del programma radiofonico “105 Friends” di Radio 105.

Per partecipare alla serata è necessario versare una quota pari a 120 euro, donazione che comprende aperitivo di benvenuto dalle ore 19.00, cena a buffet dalle ore 20.00 e serata animata dai testimonial e dall’asta benefica. Durante il corso dell’evento vi sarà inoltre la possibilità di acquistare prestigiosi beni al charity shop.

La serata è stata realizzata grazie al contributo di un partner storico, “Acqua Group, al nostro fianco dalla prima edizione, e da due nuovi partner, Confindustria Pavia e Gruppo Giovani Industriali.

Da molti anni SOLETERRE è attiva in diversi reparti pediatrici per la cura del cancro infantile sostenendo il lavoro di oltre 250 medici tra oncologi, pediatri, infermieri, fisioterapisti, psicologi ed educatori.

In Italia l’associazione umanitaria collabora con il POLICLINICO SAN MATTEO di PAVIA attraverso attività di supporto psicologico ai bambini oncomalati e alle loro famiglie; supervisione psicologica del personale medico della Struttura Complessa di Onco-ematologia Pediatrica; formazione dei volontari, attività di mediazione linguistica e culturale e lavori di ristrutturazione e riqualificazione degli spazi ospedalieri.

L’avvio dell’intervento di ristrutturazione del Day Hospital Pediatrico rientra tra le iniziative sostenute dalla campagna di sensibilizzazione e raccolta fondi “Trenta Ore per la Vita 2016” per permettere la realizzazione di spazi dedicati agli adolescenti in cura.

Redazione

 

RAI1: FESTIVAL DI CASTROCARO La Finale dedicata alla raccolta fondi per le popolazioni terremotate – In giuria Mara Maionchi, Claudio Lippi e Valerio Scanu – Ospiti gli Stadio


Festival di Castrocaro, tutto pronto per la finalissima della 59esima edizione in onda questa sera sabato 27 agosto alle 21.20 su Rai1 e Radio2. 12 giovani talenti si sfideranno in diretta in una serata condotta da Samanta Togni e Flavio Montrucchio, con le esibizioni che verranno valutate da una giuria di qualità  composta dai veterani della musica come Claudio Lippi con un passato da cantante e da conduttore proprio del Festival di Castrocaro nel 1998, della discografia come Mara Maionchi,  che dopo un passato di direttore artistico alla Fonit Cetra è nota nella produzione discografica per essere anche scopritrice di talenti del calibro di Tiziano Ferro e poi inedito nella veste di giudice ma che si esibirà nei suoi successi, Valerio Scanu cantautore e personaggio televisivo di spicco, giovane ma di comprovata esperienza musicale, vincitore di varie manifestazioni musicali a partire già da bambino come Bravo Bravissimo di Mike Buongiorno, registrato come il vincitore più giovane della storia del Festival di Sanremo nel 2010 con Per tutte le volte che,  nonchè Campionissimo2016 con un esemplare imitazione di Pavarotti in Nessun Dorma del programma musicale di imitazioni di Conti  “Tale e Quale Show”

  Non si ferma la campagna di solidarietà per aiutare le popolazioni colpite dal terremoto, nel corso della trasmissione proseguirà la raccolta fondi attivata dalla Protezione Civile con la richiesta di donare 2 euro al numero solidale 45500, con un sms da Rete cellulare oppure chiamando da Rete fissa.

12 i finalisti provenienti da tutta Italia e scelti dopo un  un percorso di formazione e selezione : Vittoria Tampucci (16 anni, di Firenze), Anastasia Pacilio (17 anni, di Napoli), Tomas Tai (27 anni, di Milano), Ethan Lara (18 anni, di Firenze), Christian Riccetti (16 anni, di Pisa), Luce Gamboni (21 anni, di Pesaro), Anna Guerra (26 anni, di Catanzaro), Francesca Notarfrancesco (16 anni, di Salerno), Lucia Golemi (22 anni, di Lecce), Andrea Tortolano (20 anni, di Roma), Nicole Stella (18 anni, di Vicenza) e Rosa Chiodo (34 anni, di Caserta). I ragazzi si affronteranno interpretando dal vivo cover e brani inediti, scritti appositamente per loro da giovani autori italiani (dai 18 ai 35 anni).
Sul palco di Castrocaro saliranno anche gli Stadio, vincitori dell’ultimo Festival di Sanremo con il successo “Un giorno mi dirai”, brano che presenteranno dal vivo insieme ad un medley dei loro pezzi più noti, oltre all’ultimo singolo “Tutti contro tutti”, arricchito da un’incursione canora di Vasco Rossi. Ad alcuni finalisti sarà data l’opportunità di aprire nei prossimi mesi i concerti degli Stadio, in tour con “Miss Nostalgia” fino all’autunno.

Quest’anno la Finalissima del Festival di Castrocaro sarà seguita anche in diretta radiofonica da Rai Radio2 con uno speciale condotto in studio da Roma da Nicoletta Simeone e con incursioni e interviste dal backstage a cura dell’inviata Carolina di Domenico, presente a Castrocaro nel corso della diretta.
La regia è di “Castrocaro 2016” è di Stefano Mignucci. “Castrocaro 2016” è un programma di Leopoldo Siano.
Ulteriori dettagli sull’edizione 2016 del Festival di Castrocaro su http://www.festivaldicastrocaro.rai.it

Redazione

RAI1: UNA VOCE PER PADRE PIO Conduce Alessandro Greco con la partecipazione di Gigi D’Alessio


foto.jpg

Sabato 16 luglio andrà in onda l’edizione numero 17 di “Una voce per Padre Pio”, in diretta su Rai1 alle 20.35, dalla Piazza SS. Annunziata di Pietrelcina, in provincia di Benevento, Terra Natale di Padre Pio e culla della Spiritualità. Condotto da Alessandro Greco con la partecipazione straordinaria di Gigi D’Alessio, “Una Voce per Padre Pio”, nato nel 2000 da un’idea di Enzo Palumbo, racconta storie di vita e di fede, esperienze di devozione ma anche solidarietà, fratellanza e, su tutto, la vita e le opere del grande Santo di Pietrelcina. “Una Voce Per Padre Pio” riunisce, per l’occasione, i grandi nomi della musica e dello spettacolo: Anna Tatangelo, Fausto Leali, Stadio, Attilio Fontana, Clizia Fornasier, Dear Jack, Dolcenera, Sal Da Vinci, Giulia Luzi, Francesco Gabbani, Chiara Grispo, Piero Mazzocchetti, Cesare Bocci, Michele Placido, Lina Sastri. Oltre alla musica, ci sarà spazio per momenti di approfondimento sulla figura di Padre Pio: da Monsignor Orazio Piazza, vescovo di Sessa Aurunca che parlerà delle similitudini tra Padre Pio e Papa Francesco a Padre Enzo, sui luoghi “sacri” di Pietrelcina, culla di spiritualità. Da Padre Marciano Morra, amico di Padre Pio e confratello del Convento dei Cappuccini di San Giovanni Rotondo, a Padre Victor Tudor, in origine di fede ortodossa, che dopo il miracolo di guarigione subìto da sua madre, si è convertito al cattolicesimo. Ad arricchire il programma non mancheranno le testimonianze di Orazio Pennelli, pronipote di Padre Pio e di alcuni miracolati, ma ci saranno anche tanti contributi da parte di artisti del calibro di Lino Banfi. Enzo Palumbo racconterà i progetti realizzati in Costa D’Avorio nell’arco dei questi anni, a partire dagli ultimi: una casa famiglia, due villaggi per bambini diversamente abili, un orfanotrofio. Anche l’edizione 2016 sarà legata ad una Campagna di Raccolta Fondi a sostegno dei progetti che l’Associazione “Una Voce Per Padre Pio Onlus”, da anni, porta avanti con grande determinazione. Quest’anno gli impegni sono su tre fronti: a favore della costruzione di un Ospedale dei Poveri; per il mantenimento di un orfanotrofio e di un villaggio per bambini diversamente abili “Les Anges de Padre Pio”, appena inaugurato, e per l’edificazione di una casa famiglia per l’assistenza ai bimbi HIV positivi, “Maison le paradis de Padre Pio” – nell’ambito del progetto “Padre Pio pour l’Afrique”: il numero solidale è 45501.
Sul palco, la grande Orchestra “I Suoni del Sud” diretta dal Maestro Alterisio Paoletti. Le coreografie sono Angelo Parisi. Autori del programma sono Gianluca Guida, Ivano Balduini e Cristina Serra. La regia della trasmissione sarà curata da Fabrizio Guttuso Alaimo.
Il programma è prodotto da Rai1 in collaborazione con “Myriam Entertainment SRL” di Roma.
PADRE PIO POUR L’AFRIQUE SMS SOLIDALE: 45501 dal 16 luglio al 23 luglio, si potranno donare 2 euro con un SMS inviato da cellulari TIM, Vodafone, Wind, 3, PosteMobile, CoopVoce e Tiscali, o con una chiamata da rete fissa Vodafone o TWT
Per gli utenti Telecom Italia, Infostrada, Fastweb e Tiscali si potranno donare 2 a 5 euro con una chiamata da telefono fisso
Dal 16 luglio al 23 luglio, si potrà donare anche con bonifico bancario (conto Banca Prossima, codice IBAN IT 25 D 03359 01600 100000019720)
Gestita dall’”Associazione Una Voce Per Padre Pio ONLUS”, la campagna di raccolta fondi nasce dalla volontà dei promotori di dare continuità all’operato di Padre Pio, che ha dedicato la sua vita agli altri.

Redazione

Fabrizio Frizzi presenta la XIII Edizione del “Gran Galà della Solidarietà”


frizzi

Roma, 4 gennaio 2016 –  Sabato 23 gennaio alle ore 18 presso l’Auditorium Parco della Musica di Roma si terrà la XIII edizione del “Gran Galà della Solidarietà” organizzato da “Tutti per un cuore…un cuore per tutti” Onlus e condotto, come di consueto, da Fabrizio Frizzi, con la direzione artistica di Elena D’Agostini.

Alla manifestazione, dedicata alla illustrazione di alcune attività benefiche, parteciperanno, oltre a numerose autorità, anche artisti di rilievo, che offriranno agli intervenuti una piacevole serata di intrattenimento, con uno spettacolo di musica e recitazione.

Alla presenza del Capo di Stato Maggiore della Marina Militare, Ammiraglio Giuseppe DE GIORGI e del Comandante in Capo della Squadra Navale, Ammiraglio Filippo Maria FOFFI, verrà presentato inoltre un breve reportage realizzato dalla dottoressa Tiziana Bianchi lo scorso dicembre, a bordo di due unità navali (il Bergamini e il Com.te Cigala Fulgosi) impegnate nell’operazione “Mare Sicuro”.

Per ulteriori dettagli sulla serata si può visitare il sito internet www.tuttiperuncuore.org.

L’evento di beneficenza “MOTOMUSICAINSIEME” si terrà il 12 aprile a Villa Erba (Cernobbio, Como


moto

L’evento di beneficenza “MOTOMUSICAINSIEME”

organizzato dall’associazione Infinity Sound

in collaborazione con la cooperativa Sim-patia

si terrà il 12 aprile a Villa Erba (Cernobbio, Como).

Ospiti: Francesco Facchinetti,  Davide Van de Sfroos, Paolo Meneguzzi,

Vanni Oddera, Daboot, Fondazione Marco Simoncelli, rappresentati del FAI, UNESCO,

ASL Como, Ospedale S.Anna

Offrire alle famiglie, bambini, disabili e agli ex normodotati, in generale a tutti i ragazzi, una giornata indimenticabile in cui, attraverso la forza della musica e dello sport, e grazie alla bellezza di un ambiente paesaggistico straordinario, sia possibile incontrarsi,confrontarsi e superare le differenze.

Questo è l’obiettivo di “MOTOMUSICAINSIEME” evento organizzato dall’associazione Infinity Sound in collaborazione con la cooperativa Sim-patia che si terrà il 12 aprile presso Villa Erba (Largo Luchino Visconti 4 – Cernobbio – CO – ingresso a donazione).

La giornata inizierà alle 14.00  con una performance di motocross freestyle con Vanni Oddera e Daboot all’interno del Parco di Villa Erba, mentre dalle 15.00 alle 18.00, presso il padiglione centrale si terranno i concerti Davide Van de Sfroos, Paolo Meneguzzi, Francesco Facchinetti, Alessandro Martire, Giulio Maceroni, dei bambini dell’Istituto comprensivo Breccia – Prestino e testimonianze e interventi di rappresentanti della Fondazione Marco Simoncelli, Fai, Unesco, Ospedale Sant’Anna, Asl Como – Regione Lombardia ed altri.

L’evento verrà presentato con una conferenza stampa che avrà luogo all’ospedale Sant’Anna di Como (Via Ravona 20, San Fermo della Battaglia – Como) lunedì 30 marzo alle ore 9.30. In conferenza stampa verrà mostrato un video realizzato a Villa del Balbianello con protagonisti bambini, ragazzi disabili e giovani musicisti, che attraverso lo sport e la musica raccontano le bellezze del territorio comasco. Questo video è un progetto realizzato da INFINITY SOUND EARTH in collaborazione di: Fai, Unesco, Asl Como – Regione Lombardia, Fondazione Marco Simoncelli grazie ad una colonna sonora realizzata da Giulio Maceroni e Alessandro Martire e arrangiata da Daniele Gregolin (ex chitarrista di Max Pezzali)  ed eseguita da ragazzi, bambini, ragazzi disabili ed ex normodotati. Nel video si raccontano le bellezze del territorio comasco da un punto di vista del tutto inedito, valorizzando un aspetto altrettanto importante come lo sport, l’aggregazione e la condivisione di momenti importanti per la crescita dei ragazzi. Il progetto avrà una continuità a livello internazionale con il supporto dell’Unesco e verranno organizzati dei seminari e giornate con illustri ospiti del panorama musicale e sportivo italiano e non solo.

La conferenza stampa sarà condotta da Giulio Maceroni ed Alessandro Martire, rispettivamente Presidente e Vicepresidente di Infinity Sound e prenderanno parte Francesco Facchinetti , Paolo Meneguzzi, Fondazione Marco Simoncelli, rappresentanti della Cooperativa Sim-patia e dell’Ospedale Sant’Anna.

CARLO CONTI: “CON IL CUORE – NEL NOME DI FRANCESCO” (Assisi 14/06/2014), GRAN FRENESIA DEL PRE-PARTITA, LA BEFFA DEL METEO, PASSERELLA DI “AMICIANI”


Ieri sera, su Rai1, per il dodicesimo anno consecutivo, appuntamento, con l’evento benefico “Con il cuore”, da Assisi, destinato alla raccolta di fondi per finanziare nello specifico, le missioni in Kenya e sostenere le popolazioni delle Filippine, ancora in ginocchio dopo il tifone del 2013. Non è mancato qualche imprevisto, che qualcosa non stesse andando per il verso giusto, lo si è capito fin dall’inizio della trasmissione, con un Carlo Conti insolitamente teso, anche se poi è riuscito a “stemperare”, costretto a scusarsi in diretta, perché lo spettacolo musicale, che originariamente si doveva tenere sulla piazza della basilica, causa annunciato sopravvenire di perturbazioni, rivelatosi poi un falso allarme, aveva fatto optare per un’ improvvisata “sistemazione” del pubblico all’interno del refettorio del Sacro Convento, spazio molto più ristretto, in cui sono state ammesse le autorità e, tanto per creare l’effetto “tifo” per i loro idoli, uno sparuto gruppetto di adolescenti, con proteste di buona parte del pubblico pagante, rimasto all’esterno. Si deve aggiungere poi la frenesia “divorante” del “pre-partita”, che ha trasformato la serata in una specie di “anticamera” dei Mondiali di calcio, giocava, infatti, la nostra Nazionale contro l’Inghilterra, con l’ansia, da parte del conduttore, di “rispettare i tempi” e dover cedere la linea agli inviati in Brasile, con cui ci sono anche stati dei collegamenti che hanno interrotto più volte il corso del programma, a scapito della concentrazione del telespettatore. Nessuna sorpresa per quanto riguarda l’impostazione dei criteri selettivi del “cast” di artisti, è andata come d’abitudine, il comparto “big” di sempre, tanto per accontentare i gusti del pubblico negli “anta”, che ha schierato Massimo Ranieri con “Nostro concerto”, “La voce del silenzio” e l’onnipresente “Perdere l’amore”, Claudio Baglioni con “Fratello Sole, Sorella Luna”, perfettamente in tema e “Avrai”, che ha tenuto un mini-comizio sulla solidarietà, sottraendo tempo prezioso e Roby Facchinetti, in veste di solista, con “Ma che vita la mia”; destinati a un’”audience” di giovani così come anche all’ “età di mezzo”, Francesco Renga, che ha presentato la sanremese “Vivendo adesso” e “I l mio giorno più bello del mondo”, con tanto di espressione scurrile nel testo, Alex Britti e Bianca Atzei in “Non è vero mai” e Laura Giordano, voce lirica, in “Nella fantasia” motivo del film “Mission”. Introdotti da un vocio diffuso pervaso da gridolini del “parterre” di ragazzine, i giovanissimi, Rocco Hunt, vincitore di “Sanremo giovani”, che ha cantato “Vieni con me” e gli “amiciani”, categoria sempre più vista nelle trasmissioni di Carlo Conti, stavolta è stato il turno di Deborah Iurato, fresca di vittoria del “talent”, che ha proposto il singolo “Anche se fuori è inverno”, emozionatissima e tremante, rincuorata dal presentatore, che ha fatto scherzosamente il verso al suo accento “siculo”, invitandola a chiedere al pubblico in ascolto un contributo per le attività umanitarie dei religiosi e lei “Votate (ancora sotto l’influsso del televoto?) … anzi, donate ….” e riferendosi ad “Amici”, ha detto che non c’è rivalità con gli altri concorrenti, ma che si tratta di “Una competizione sana”, opinione che si stenta a condividere, sul palco si sono poi esibiti i secondi classificati, i “Dear Jack”, in “Domani è un altro film”, che hanno già tagliato il traguardo del disco di platino in poche settimane, dotati della giusta carica frizzante e di discreta padronanza scenica, infine Annalisa Scarrone, che ha presentato una delle sue consuete canzonette insulse “Sento solo il presente”, con l’aria distaccata e spocchiosa da “prima della classe” che non abbandona mai. Pare che qualche cantante sia ricorso al “playback”.

Non è stato molto corretto mettere per ultimo in scaletta Frate Alessandro, francescano, il giovane tenore balzato alla celebrità senza bisogno di passare per un “talent show”, l’ “Ave Maria” (ndr da “Cavalleria Rusticana di Mascagni) che stava interpretando è stata troncata bruscamente e senza preavviso, a beneficio dell’incontro di calcio.

Si ricorda che è possibile donare la propria offerta al 45505 (da telefono fisso e mobile) fino al 22 giugno corrente.

by Fede

Girard-Perregaux si congratula con Nile Rodgers, Vincitore di 3 GRAMMY®alla 56a edizione dei GRAMMY® Awards


NancyHunt_NileRodgers (1)[2]_lr

Los Angeles, California – Domenica sera, alla 56a edizione dei GRAMMY® Awards, il produttore musicale leggendario Nile Rodgers ha vinto 3 premi GRAMMY®: Album dell’Anno, Brano dell’Anno e migliore interpretazione Duo/Gruppo Pop per il suo lavoro con i Daft Punk  e Pharrell. Le performance dal vivo della serata hanno visto il gruppo musicale sul palco insieme a Stevie Wonder, con l’interpretazione della canzone hit ascoltato ovunque quest’anno, GET LUCKY.

Nile Rodgers e x Girard-Perregaux collaborano dallo scorso settembre da quando con l’evento CHANGING WATCH a New York, Girard-Perregaux ha deciso di sostenere la We Are Family Foundation  di Rodgers, abbracciandone la missione, ossia coltivare i giovani filantropi visionari del futuro. Un evento simile si è poi svolto anche a Parigi, dove Girard-Perregaux ha omaggiato Nile Rodgers insieme a due giovani di talento che il programma della fondazione sostiene da anni.

A marzo 2014, Girard-Perregaux lancerà un orologio ad edizione speciale della linea Shadow Hawk dedicata propriamente a Nile Rodgers ed alla sua We Are Family Foundation in occasione della serata di gala con cui la fondazione celebrerà il proprio anniversario. Dell’evento che si svolgerà a New York si darà presto annuncio. L’orologio è un’occasione per celebrare ancora una volta e ancor più la mutua amicizia, ammirazione e sostegno che lega Rodgers alla Maison svizzera. Durante la sua performance ai GRAMMY® Awards, Nile indossava un Girard-Perregaux 1966 Equazione del Tempo.

Ad anticipare la serata di Gala del We Are Family Foundation ed il lancio dell’orologio Shadow Hawk WAFF ad edizione speciale, Girard-Perregaux ha creato un mix speciale dei suoi più celebri brani con un messaggio di presentazione dell’artista che si può ascoltare qui:

https://soundcloud.com/nilerodgersproductions/nile-rodgers-for-girard-perregaux-supermix

Eugenio Finardi e il suo progetto “lampo” Archu’e Chelu


arcu-e-chelu

ARCU ‘E CHELU (Arcobaleno) 29 brani raccolti in un  doppio CD, nato da un’idea di Eugenio Finardi a sostegno della Sardegna duramente colpita dal ciclone del 18 novembre scorso, è realtà. Tantissimi artisti hanno “risposto” alla chiamata del  musicista milanese e mirata a raccogliere fondi a favore della Croce Bianca di Olbia che li devolverà alle scuole materne e primarie di Santa Maria e Putzolu, un aiuto tangibile e concreto per consentire il ritorno alla normalità dei bambini della Sardegna in tempi brevi.

In “Arcu ‘e Chelu”  si amalgamano vari generi che vanno dal jazz al pop, e pezzi storici della musica italiana tra cui tre brani  di Fabrizio De André: “Le nuvole”, “Monti di Mola” e “Zirichiltaggia” che impreziosiscono il disco. Ecco gli artisti contenuti nel doppio CD fra i primi ad aderire  all’iniziativa : Artisti Sardi Riuniti, Nomadi, Tenores di Neoneli, Negramaro, Afterhours, Salmo, Francesco Renga, Sikitikis, Filippo Graziani, Valerio Scanu, Stefano Bollani, Roberto Vecchioni, Pierangelo Bertoli e Tazenda, Carla Denule, Elena Ledda, Vinicio Capossela, Istentales, Tazenda e KeKKo (Modà), Paolo Fresu, Dente, Gianni Maroccolo e Ginevra Di Marco, Marco Carta, Ivan Graziani, Danilo Sacco, Roberto Tangianu e Elio, l’ensemble di musica contemporanea Sentieri Selvaggi.

Il ringraziamento di Finardi agli artisti e a chi ha collaborato alla realizzazione “lampo” del lavoro discografico:

“la mia eterna gratitudine va agli Artisti che hanno donato le loro opere ma anche ai loro staff che si sono accollati l’onere dei dettagli e alle loro etichette che hanno concesso i brani in licenza. Voglio anche ringraziare quelli che hanno offerto la loro arte ma l’hanno saputo tardi, quando ormai il materiale era già partito per la stampa, tra tutti i Litfiba, i Subsonica, Cristiano De André, Saturnino, Silvia Salemi e tanti giovani Artisti, specialmente sardi”. “Ma più di tutti voglio ringraziare gli uomini e le donne di buona volontà che sono andati a spalare il fango ed aiutare nei fatti coloro che questo disastro ha così duramente colpito. Infine vorrei dedicare questo Album a Pasqualino Contu di Orosei, che dopo avere tanto lottato non ha più trovato la forza. Alla sua famiglia va il mio più sincero e affettuoso abbraccio”.