Berlino

IN COLLABORAZIONE CON SONY MUSIC ENTERTAINMENT ITALY STEFFEN LINCK presenta: “Sticks&Stones”


syriaDirettamente da Berlino, il nuovo talento del cantautorato electro folk: Steffen Linck, classe 1989, giovane musicista tedesco residente a Berlino. Il video del nuovo singolo è uscito in anteprima nazionale su Tgcom24 il 25 luglio a questo link: http://goo.gl/tscwW3.  Il giovane artista compone musica e imbraccia la chitarra dall’età di 15 anni, ispirandosi ai maestri del passato come Leonard Cohen e Bob Dylan, rivisitati e riattualizzati attraverso le suggestioni che animano le sue esperienze di vita e che lo hanno portato a girare il mondo (Thailandia, Germania, Francia, Italia, Svezia) suonando in diverse formazioni folk. Le canzoni di Steffen intrecciano storie di amore e disperazione, fiabe sincere che colpiscono l’ascoltatore attraverso una spontaneità essenziale.

Non parliamo dell’ennesimo Bon Iver collocato nel classicismo folkeggiante, ma di qualcosa di più complesso e stratificato: la sua “Sticks&Stones”, infatti, ammicca al folk tradizionale britannico, ma ingloba anche una componente alt-country, decisamente idillica. La risultante? Una dolcissima e toccante canzone d’amore, fuori dal tempo quanto dallo spazio, un bozzetto melodico la cui levità è appena offuscata da una malinconia latente e da timidi accenni stranianti. È un autentico gioiello di sottile malinconia bucolica, nel quale la voce di Steffen riecheggia nella sua cristallina rochezza. Quell’oscura bellezza si snoda sul tappeto sonoro acustico della chitarra dell’artista ed è difficile togliersela dalla testa, fin dai primi ascolti. In una recente intervista: “Quando mi sono trasferito nel 2009 a Berlino, mi si è aperto un nuovo mondo, quello della musica elettronicaNon si trattava più di una semplice esperienza intellettuale, di un testo con armonie, ma di fisicità e corpo, una vera esperienza del sound. Questo ha completamente cambiato il mio modo di ascoltare e comporre musica – afferma il giovane artista – e mi sono tuffato in questo mondo con grande entusiasmo” .

Il cantautore tedesco riesce a combinare con grande naturalezza questi due mondi, l’analogico e il digitale. Diversi remixer si sono avvicinati alla musica di Linck e hanno rielaborato i suoi brani in chiave electro house, come testimonia la stessa “Sticks&Stones”, remixata anche dal dj e producer Sascha Kloeber, raggiungendo più di un milione di ascolti su Spotify

Monsterheart – W


W [dʌblju ː]. Data  di uscita: 4 aprile (CD, digital)

Distribuzione: Rough Trade, Plastic Head / Code 7 (UK)

 

Il suo album di debutto è Soundwave fatta clone di Monsterheart (il suo proprio doppio-te). Si tratta di una impronta della sua personalità gettato in musica. Glam e pop sono il suo lato allegro, goth è il sottofondo cupo del suo temperamento. Registrato tra le rovine di Berlino, W non è nostalgico electro / synth pop arricchita con un mix selvaggio della cultura pop da spirituals a un sacco di lacca.

Scarica i singoli conigli (WAV) + più sotto. Sentitevi liberi di condividere.


Monsterheart è stato forgiato nel 2011, vive e lavora a Los Angeles, Berlino, Tel Aviv e Vienna, dove si trova ora. A s / t EP è stato pubblicato il Seayou Records nel novembre 2011. Monsterheart fa musica da sola e collabora con un cast che cambia di musicisti sul palco dal vivo.

tracklist

1. Woon

2. Bunnies

3. Wired

4. Oh Morte

5. At Night

6. Piangere

7. Occidente

8. Redhood

9. Senza Occhi

10. Seminterrato

11. Onde