canale5 televisione

TEMPTATION ISLAND, a Radio Deejay, Maria De Filippi ha commentato la nuova edizione: “A volte non conosci la persona con cui stai”


La nuova edizione di Temptation Island è alle porte, la prima puntata infatti andrà in onda su Canale5  lunedì 9 luglio, e Filippo Bisciglia è il conduttore e re indiscusso dei falò con la iconica frase “ho un video per te”.  

Le registrazioni delle puntate del programma sono finite nei giorni scorsi e  Maria De Filippi conduttrice del reality e ospite di Radio Deejay, nel dare qualche anticipazione  ha rivelato che una coppia  ha abbandonato il villaggio dopo la prima puntata, commentando così  la nuova edizione: “A volte non conosci la persona con cui stai”.

Temptation Island – spiega la De Filippinasce come esperimento sociologico ma la realtà supera le nostre aspettative.    Già alla prima puntata una delle coppie ha chiesto il falò definitivo. Dopo tre giorni “uno” ha chiesto il falò di confronto con lei. Quest’anno è più imprevedibile dello scorso anno, non me l’aspettavo. C’è una coppia, poi, che parte in un modo e ti fai un’idea precisa di lei ma poi arriva il ribaltone: lei si dimostra un’altra. Ma a volte non conosci la persona con cui stai“.

Redazione

A#VERISSIMO su CANALE5: Eleonora Pedron racconta i drammi della sua vita e Silvia Toffanin scoppia in lacrime


Nel pomeriggio di Sabato 30 settembre a Verissimo su Canale5, Silvia Toffanin ha intervistato Eleonora Pedron e davanti ai drammi che l’hanno colpita, dalla morte della sorella in un incidente alla morte del padre sempre in un incidente d’auto e di ritorno da Milano  dove  l’aveva accompagnata per fare i provini per il tg satirico … finisce in lacrime.

La Pedron in riferimento all’incidente di cui è stato vittima Max Biaggi, suo ex compagno, ha detto: Quando ho saputo dell’incidente mi è crollato il mondo addosso. – ha raccontato l’ex Miss Italia – Siccome mi avevano detto che era molto grave ho pensato al peggio. Max è il papà dei miei bambini e mi sono rivista io senza mio padre. Sono stata molto male ”. La paura che anche i suoi figli potessero vivere il dramma vissuto da lei da ragazzina  ha reso ancora più difficili quei momenti .

Redazione

 

 

27/03/2017 – 21:25 #RAI1: IL COMMISSARIO MONTALBANO La vampa d’agosto


mon
È un Montalbano d’annata quello di  lunedì 27 marzo su Rai1 alle 21.25 con un episodio del 2008 dal titolo La vampa d’agosto, con  Luca Zingaretti, Cesare Bocci, Peppino Mazzotta, Serena Rossi, Angelo Russo. È un agosto caldissimo e il commissario Montalbano, ospite di Mimì Augello nella villetta sul mare a Montereale Marina, si gode un po’ di riposo. La giornata prende un’altra piega però quando il piccolo Salvo, figlio di Beba, sparisce e durante la sua ricerca il commissario si imbatte in un cuniculo in giardino che lo porta a scoprire il cadavere di Rina, una ragazza scomparsa sei anni prima.
Il bambino viene ritrovato e Montalbano può cominciare l’indagine, che per il commissario sarà particolarmente difficile sia per il caldo, sia per la passione irresistibile per Adriana (Serena Rossi), sorella gemella della vittima. Mentre divampa la passione, i due cercano l’assassino di Rita, anche se Adriana cercherà di usare il commissario per portare a termine la sua vendetta personale.
Redazione

Amici di Maria de Filippi 2014 tornerà a novembre tra molte novità.


 foto_amici-14

La nuova stagione della scuola più famosa d’italia si aprirà dal pomeriggio di  sabato 22 novembre.  Amici di Maria De Filippi il talent show per eccellenza ritornerà sui nostri schermi ovviamente condotto Maria De Filippi  mette novità e sorprese etante saranno le soprese e novità, e qualcuna è già trapelata:   per esecmpio alcune new entry   tra i professori divisi tra canto e ballo: Alessandra Celentano, Garrison, Kledi e Veronica Peparini per la danza, mentre per la categoria canto a Carlo Di Francesco, Rudy Zerbi e Grazia Di Michele si aggiunge Francesco Sarcina.

E’ certa la presenza in qualità di coach Alessandra Amoroso “prenotata” con largo anticipo dalla stessa De Filippi a cui è affidata anche la Direzione artistica del programma e pare sempre più probabile la presenza  di Dolcenera reduce da un estate di successo, vincitrice di una delle quattro serate dell’ultimo Coca Cola Summer Festival con il singolo “Niente al mondo”’ è fra gli artisti più  trasmessi in radio. Non ci sarà lo storico Luca Zanforlin nel suo ruolo di guida e confidente degli allievi, sostituito dall’ex collaboratore di La Vita in Diretta Fabio Pastrello.

Al momento facciamo a meno di menzionare altri possibili “convocati” di cui si vocifera aspettando di saperne di più.

 

.

“AMICI” CONQUISTA IL “CRAZY HORSE”: GIULIA PAUSELLI NEL TEMPIO DELLO “STRIP-TEASE” FRANCESE


pauselli

A tanta gente il nome Giulia Pauselli non suggerirà molto, probabilmente, però, se ne ricordano i patiti di “Amici”, quelli che non si sono persi nemmeno un’edizione del sempiterno programma e forse gli amanti del “gossip”. Sì, perché la ragazza in questione, 23 anni, toscana di Montecatini Terme, in quanto a pettegolezzi, in passato, è stata “chiacchieratissima”, ballerina, in gara ad “Amici” l’anno che vide il trionfo di Emma Marrone (2010), si trovò al centro di uno scandaletto che sembrava fatto su misura per ravvivare i rotocalchi rosa, dando vita a un triangolo amoroso che includeva, oltre a lei, Emma e il suo allora fidanzato ufficiale, con cui, un po’ affrettatamente, si ventilavano già nozze imminenti, Stefano De Martino, Giulia si inserì fra i due innamorati – rivelatore, ai più attenti, un sensualissimo numero di danza “corpo a corpo” e “occhi negli occhi” eseguito in coppia con lui in trasmissione – guadagnandosi i non onorevoli titoli di “terza incomoda” e “rovinafamiglie” per la breve e infuocata relazione col ragazzo, il quale, ben presto, dovendo scegliere fra “la strada vecchia e la nuova”, optò per il porto sicuro del legame consolidato con la cantante e il suo perdono, salvo una successiva, come tutti sanno, nuova, improvvisa (e definitiva?) sbandata, ma si tratta di un’altra storia. Giulia ci rimase male, ma sul fronte lavorativo qualcosa iniziò a maturare, prese parte, fra l’altro, a “Tale e Quale show” e fu scritturata da Christian De Sica per “Cinecittà”, un varietà di cui ha concluso da poco la “tournée”.  E infine il “casting” al “Teatro Nuovo” di Milano e l’inaspettata convocazione da parte del leggendario “Crazy Horse”, il locale di “cabaret” parigino (fondato nel 1951) che sorge nella centralissima Avenue George V che ha creato, come diceva con orgoglio il suo “patron”, Alain Bernardin, l’”Art du Nu” (l’”Arte del Nudo”), che equivarrebbe poi alla valorizzazione del corpo femminile, naturalmente spogliato il più possibile, tanto per farsi un’idea, la “divisa” abituale sono il “topless” e il tanga, mentre giochi di luce particolarmente sofisticati inondano di colori la pelle delle ballerine – che devono apparire, agli occhi dello spettatore, “fatte in serie” come soldatini, quindi molto simili, con le stesse misure e altezza – creando effetti ottici maliziosi, originali e basati sulla sorpresa, previsti anche specchi e spesso introdotti nastri e corde per i numeri acrobatici di “altalena” sospesi da terra e tanto altro ancora.

pauselli1

La Pauselli ha affermato di essere delusa dallo “status quo” che caratterizza lo spettacolo in Italia “Nel mio ambiente la meritocrazia non esiste”, sarà forse questo uno dei motivi che l’hanno spinta ad iscriversi ai provini con prospettive d’Oltralpe? Al momento, dopo aver ricevuto la conferma dell’ingaggio, sembra sia al settimo cielo, come continua a dichiarare “E’un sogno che diventa realtà”, ciò significherebbe che in testa ai desideri che si è cullata per anni c’è sempre stato lo spogliarello (e come la mette con la meritocrazia?)?per chi non lo sapesse, di questo, poi, si tratta, di belle manze di mezz’Europa tutte “in fila per sei col resto di due”, come la canzoncina, con deretano e t*tte al vento schiaffati in faccia a un pubblico dagli intenti presumibilmente “voyeuristici”, ma non le ha aperto gli occhi mamma (la sua, non Maria De Filippi, non è fra le sue amate) su come funziona là dentro?qualche dubbio sorge, visto come si è espressa la ragazza “L’idea di essere oggetto della brama maschile non mi interessa”, con l’aggravante di aver aggiunto che come nome d’arte le piacerebbe “Casta Diva”, che?ma le è mai giunta voce che le più celebrate “vedettes” del locale usavano gli pseudonimi di Lova Moor e Trucula Bon Bon? Ma dove crede di andare, in un educandato?

E c’è da augurarsi che non veda mai il video girato all’unica sua collega italiana ancora in forza al “Crazy Horse”, Gloria di Parma, l’aver detto che su quel palcoscenico si mette a nudo la “personalità che esprime il corpo”, mentre agli occhi dei più salta solo che si “mette a nudo” e basta è davvero troppo.

Qualche anno fa, le giovani danzatrici, nella loro “valigia dei sogni”, mettevano un corso di perfezionamento, se proprio di Francia si deve parlare, alla scuola del grande Roland Petit (Opéra di Parigi e poi di Marsiglia), oggi invece si pensa che la massima consacrazione per il talento di un’artista che pratica una disciplina tersicorea sia la “polvere di stelle” del “Crazy Horse”, uno dei templi mondiali dell’erotismo, sconcerta, ma anche questo è lo specchio dei tempi.

E’ ormai annunciato, Giulia Pauselli debutta a Parigi in ottobre. Che dire? Bonne chance!

by  Fede

 

 

Valerio Scanu: “…esprime e rappresenta in pieno i propositi che Melegatti comunica da 120 anni”


 

Valerio scanu Bardolino poster

Valerio Scanu sarà a presente  il 16 Luglio 2014 a Bardolino con un concerto che è stato inserito tra gli eventi musicali e artistici di alto livello per cui il Comune di Bardolino ha indetto una Conferenza Stampa il 9 luglio scorso. Tra i convenuti anche l’Avv.to Emanuela Perazzoli, Presidente della Melegatti, Main Sponsor del Lasciami Entrare Live Tour di Valerio Scanu. Nel corso del suo intervento a presentazione della tappa del Tour, l’Avv. Perazzoli  con semplici parole ed elegante indifferenza a pregiudizi e chiacchiericci che spesso colpiscono il cantante, ha comunicato ufficialmente i motivi di alcune scelte aziendali che vedono coinvolto Valerio Scanu.  Parole, dalla cui “lettura”  si evincono scelte non casuali ma frutto di valutazioni, di attenta analisi e professionale coerenza volta sempre e in ogni caso  alla ricerca della qualità che da oltre un secolo caratterizza  uno dei brand più prestigiosi della tradizione italiana:

E per questi motivi, a  Valerio Scanu l’onore di prestare il volto quale “guest star” dello spot pubblicitario della linea Gran Leggeri, attualmente in programmazione.

Come anticipato nella Conferenza, nel  corso dello spettacolo del 16 Luglio a Bardolino, sarà annunciata l’apertura della prevendita dei biglietti della terza edizione del  concerto natalizio nell’ambito della terza tappa  del Tour Europeo Pontresina-Saint Moritz/Lasciami Entrare, organizzato da  BluServices Events e NatyLoveYou, che si svolgerà sabato 20 dicembre 2014  e a cui è stato abbinato da Melegatti il concorso VStaff per un giorno. Al vincitore estratto l’opportunità  di vedere il concerto in prima fila e addirittura di trascorrere una giornata assieme a Valerio Scanu e al suo staff.

Bardolino

Nella tappa di Bardolino del Lasciami Entrare Live Tour sarà inoltre presente il  MotorHome Melegatti, dove Valerio Scanu incontrerà i vincitori della prima parte del concorso Melegatti titolato VStaff, conclusosi il 4 luglio che  assegnava  5 posti Vip per una delle tappe estive del Tour, con possibilità di assistere al concerto oltre la transenna.

Altri appuntamenti:

Valerio Scanu Lunedì 14 giugno parteciperà al Coca Cola Summer Festival che sarà trasmesso su Canale5 e in contemporanea su RtL 102.5.

Il  15. 7.2014 a partire dalle ore 21.00 sarà ospite di Red Ronnie in una puntata speciale di Roxy BarTv.  In un tweet  l’entusiasmo di Red Ronnie:

Martedì 3 ore in diretta con @Valerio_Scanu dalle 21 http://t.co/aO2vX7EbXw Era ora !!! pic.twitter.com/pjBr2rao1t

— Red Ronnie (@RedRonnie) 10 Luglio 2014

 

 

 

 

Maria De Filippi a RtL 102.5: …i passaggi radiofonici sono scelti da addetti ai lavori…


 

 

Maria De Filippi co-produttrice del #CocaColaSummerFestival è stata intervistata appena ieri  da RtL 102,5 Radio. Orgogliosa del suo “Festival” ha detto la sua che vi riportiamo:

Secondo me la cosa più bella di quest’anno rispetto alla scorsa edizione è stato che in tanti noti hanno accettato di mettersi in gioco, si sono dati, hanno portato il loro pezzo per questa gara di gradimento del pezzo più amato dell’estate e questa è una bellissima novità perché li ho visti contenti di farlo, non con l’ansia di guardare la classifica con patema d’animo. Secondo me erano contenti, ed è una cosa bella per la musica, perché in realtà questi pezzi sono uno più bello dell’altro, poi il gradimento e chi vincerà è questione di gusto personale. C’è il pezzo di Renga che secondo me è bellissimo, quello di Dolcenera anche è molto bello, non parlo di Emma, Alessandra, Dear Jack, Moreno, perché sarebbe “inelegante”, anche Grignani è tornato forte, quello di un tempo, e anche Alessia quest’anno è molto più coinvolta dell’anno scorso. Mi sembra una cosa bella che ci sia finalmente una commistione tra radio e televisione, una commistione che abbia un grande senso, perché si aiutano a vicenda. Se non ci fosse RTL 102.5 con questa gara di gradimento e le radio che ti danno anche la classifica dei pezzi più ascoltati, questa sorta di gara non si sarebbe potuta fare”.

e ancora…si compiace della partecipazione di “grandi nomi”:
Proprio perché sono le radio i cantanti hanno un atteggiamento diverso perché non si sentono, cantando i loro pezzi, magari “usati” dalla televisione per fare “il sangue” o l’auditel televisivo. Mi è sembrato che i cantanti avessero il piacere di capire quale era il gusto del radioascoltatore. Spesso a Sanremo non vedi grandi nomi in gara perché alla fine c’è una classifica e per un cantante Sanremo è sostanzialmente una vetrina da cui poi partono il disco e i passaggi radiofonici, e questo è il motivo per cui secondo me hanno accettato di buon grado e si sono divertiti a portare quello che è il loro pezzo dell’estate, ed è molto bello.

e per quanto riguarda la classifica delle serate …sentite cosa dice:

Sì, perché qua la classifica è data dai pezzi più ascoltati nelle radio e dai pezzi più graditi della serata su RTL 102.5, quindi c’è un’oggettività e non c’è magari la polemica che c’è sempre, legata al televoto e alle giurie di qualità. D’altra parte quando fai una trasmissione televisiva non è facile accontentare tutti, io me ne sono resa conto. Anche io quando usavo il televoto avevo chi diceva che il televoto poi non sarebbe corrisposto ad una realtà, da quando ho messo una giuria c’è chi dice che la giuria non è giusta ed era meglio il televoto, quindi è un macello da quel lato lì. In questo caso c’è un’oggettività di fatto che è data dalle radio e che nessuno può confutare o su cui può intervenire. Diciamo che, al di là di tutto, i passaggi radiofonici sono scelti da addetti ai lavori che a volte non coincidono nei gusti con quelli degli autori televisivi”.

e per quanto riguarda questa edizione:

Poi questa edizione mi piace anche perché viene premiata la canzone e siccome deve essere il pezzo più ascoltato dell’estate è bello che in classifica in grassetto ci sia il nome della canzone e non del cantante”.

aspira al gran finale all’Arena di Verona:

“Io ho visto Verona con i miei occhi piena e l’impatto è bellissimo, mi piacerebbe. Purtroppo non dipende neanche necessariamente dal dato Auditel,ma da un periodo dell’Italia un po’ in difficoltà in generale, quindi dobbiamo sperare che tutto si riprenda e che si possa andare a Verona”.

maria de filippi mediaset

 

Senza “addentrarsi” in particolari polemiche,è sicuramente apprezzabile la buona volontà di Maria De Filippi di riportare in auge e rendere protagonista la musica nelle “sere d’estate”, ma “macroscopico” e  “palese” è  l’interesse  di quelli che lei chiama “addetti ai lavori”,  verso artisti (e non verso la musica intendiamoci… ndr) che gravitano, per esserne parte integrante, intorno ad  interessi lobbistici  di case discografiche, radio, produzioni e i più importanti management di stampa e marketing in Italia , i quali,  in virtù di  accordi editoriali, partnership e sponsor, non più segreti,  costituiscono e sono di fatto  un “centro di potere” di tipo ” monopolistico”  che non fa bene alla musica, limitandone i confini alle … “scelte radiofoniche degli addetti ai lavori”  determinate, a quanto pare, ” in barba”   ai gusti, alle richieste e ai voti del pubblico.

Che sia il momento di cambiare rotta? che dite?