canzone napoletana

CS_#RAI2 18_DIC_2019, 23:40 “LL’Arte d’ò Sole” La più ricca rassegna di canzoni napoletane realizzata per la televisione italiana negli ultimi anni


(none)

Renzo Arbore e la sua Orchestra Italiana, una storia lunga una vita. Sono esattamente 28 gli anni di carriera dello showman dedicati alla valorizzazione e al rilancio della Canzone Napoletana Classica in Italia e all’estero. Era il lontano 1991 l’anno in cui nasceva “L’Orchestra Italiana”, 15 “…all stars” come ama definirli lo showman, eccelsi solisti del proprio strumento (chitarre, mandolini, fisarmonica, pianoforte, tamburi, tamburelli e voci) e un grande repertorio da portare in giro per il mondo.

Dopo il successo della messa in onda su Rai5, “Ll’arte d’ ‘o sole” torna con una riedizione aggiornata – in onda il 18, il 25 dicembre e l’1 gennaio 2020 in seconda serata su Rai2 alle 23.40– che riavvolge il nastro di questo incredibile “ensemble” e racconta il sogno-scommessa di “Renzo Arbore L’Orchestra Italiana”, un marchio di fabbrica diventato nel tempo una vera e propria “mission”: promuovere la musica napoletana più internazionalmente conosciuta, rappresentare all’estero “l’immagine dell’Italia”, suscitare e consolidare simpatia e rispetto verso il nostro Paese.

Il programma è una dichiarazione di onnipotenza nella cultura napoletana, che viene identificata da Arbore come l’arte che ha generato bellissime canzoni per merito una città, Napoli, che ha fatto del sole il suo biglietto da visita e la sua fonte di ispirazione. Certi brani non potrebbero essere mai nati se non ci fosse stata la complicità dell’arte del sole.

 “Ll’ arte d’ ‘o sole” si presenta come una tra le più importanti rassegne di canzoni napoletane realizzate per la televisione italiana negli ultimi anni. Un viaggio a tappe che parte dagli esordi e approda ai più grandi successi dello showman con la sua Orchestra: Montreux Jazz Festival (debutto nel 1991), in cui Renzo Arbore fu battezzato da Quincy Jones come “The new italian renaissance man” della musica e dello spirito creativo italiano.

Seguono centinaia e centinaia di concerti nei principali teatri e piazze d’Italia: Torino, Milano, Napoli, Palermo, Firenze, Roma e poi quelli indimenticabili al Radio City Music Hall, al Madison Square Garden e alla Carnegie Hall di New York, alla Royal Albert Hall di Londra, all’Olympia di Parigi, sulla Piazza Rossa di Mosca, e tanti altri ancora in Canada, Australia, Brasile, Giappone, Argentina, Messico, Venezuela, Tunisia, Spagna, Montecarlo, Malta, fino ad arrivare agli inizi del 2007 alla strepitosa accoglienza avuta in Cina nei teatri di Pechino, Shanghai, Hangzhou, Tianjin e Nainjin. Per poi tornare agli inizi del 2008 nuovamente in USA e Canada con una applauditissima tournée nelle città di Chicago, Atlantic City, Vancouver, Montreal e Toronto. Il 24 giugno 2015, su invito dell’Ambasciata d’Italia a Mosca, si esibisce nel prestigioso Teatro del Cremlino, per promozionare l’Expo 2015 oltre a questo si ricorda la Giornata Mondiale della Gioventù a Cracovia dove ha tenuto un concerto per i papa boys.

 Il nuovo programma sancisce di fatto il ritorno televisivo di Renzo Arbore, che è sempre una gran bella notizia, dopo il clamoroso successo mediatico ottenuto su Rai 2 con “Guarda stupisci”. Da qui la scelta di ambientare il nuovo format in quello stesso studio del Centro di produzione Rai di Napoli avvalendosi delle bellissime scenografie di Cappellini e Licheri ricche di dettagli ed elementi che ricordano la città, il suo golfo, le sue tradizioni e gli artefici della canzone umoristica napoletana.

 L’attore Maurizio Casagrande leggerà e commenterà i testi di alcuni di questi brani eseguiti dall’Orchestra Italiana, sottolineati con aneddoti di Renzo Arbore.

 “Ll’ arte d’ ‘o sole” è un programma di Renzo Arbore e di Gino Aveta con la consulenza di Adriano Fabi. La regia è di Barbara Napolitano.

Redazione

 

5/9 – MAURIZIO NAZZARO: sabato 5 settembre live a Cisternino (BR) con il suo “SALUTI E BACI TOUR”, un viaggio attraverso la canzone napoletana di ieri e di oggi


MAURIZIO NAZZARO

 

SABATO 5 SETTEMBRE A CISTERNINO (BR)

CON IL SUO “SALUTI E BACI TOUR”

 

Un viaggio attraverso la canzone napoletana di ieri e di oggi

ma 

Sabato 5 settembre MAURIZIO NAZZARO sarà in concerto a Cisternino (BR), al Teatro Comunale Paolo Grassi (Piazza dei Navigatori – ore 21.00 – ingresso: 10€).

Accompagnato dal suo gruppo composto da Nico Berardi (zampogna, charango, flauti andini e ciaramelle), Alessandro Di Donna (piano e tastiere), Walter Di Stefano (basso elettrico e basso fretless), Massimo Negro (batteria e percussioni), il maestro di chitarra classica, autore e cantante napoletano MAURIZIO NAZZARO porterà sul palco il suo “SALUTI E BACI TOUR”, un viaggio attraverso la canzone napoletana di ieri e di oggi.

Brani classici della tradizione napoletana come “Era de Maggio” e “Funiculì Funiculà” si uniscono a composizioni originali e contemporanee come “Per Questa Musica” e “L’Accordo Svizzero”, dando vita a uno spettacolo coinvolgente e creando un dialogo intimo direttamente con gli spettatori.

“È una cartolina di ringraziamento che immagino di spedire ai grandi autori della canzone classica napoletana – racconta Maurizio Nazzaro di “Saluti e Baci” – ho sempre creduto nel potere vitale della musica e nella sua energia. Credo che la musica debba emozionare…emozionare infatti, è ciò che cerco di fare con le mie canzoni e con le canzoni classiche napoletane, tentando di restituire agli autori del novecento orgoglio e dignità e al pubblico quel sentimento che in questo tempo sembra non andare più di moda”.

“Sono rimasta particolarmente colpita ascoltando il cantautore e compositore – ha detto la dottoressa Marialuisa Herrmann Semeraro, tra gli organizzatori dell’evento, a proposito di Maurizio Nazzaro – accompagnato dalla sua chitarra, il timbro della sua voce calda, espressiva e avvincente che conferisce un atmosfera particolare e tipica alla canzone napoletana. Sono convinta che questa manifestazione della canzone napoletana con il protagonista Maurizio Nazzaro, rinverdita da temi classici e personali, legati a tempi moderni, sarà un punto culminante del ciclo 2015 nel Teatro Paolo Grassi di Cisternino”.

by Ponyo

Il poliedrico Valerio Scanu su “E’ donna” in Edicola dal 21 Giugno.


e'

Valerio Scanu  dopo aver dimostrato discrete doti da imitatore,  ci rivela   anche la sua “vena”  giornalistica. Infatti, il cantante,  noto per la sua bella voce, per il suo  impegno nel sociale, per la sua ironia e per la sua schiettezza, diventa ” giornalista” intervistando in un contesto “malizioso” come “sotto le lenzuola” per la rivista settimanale “E’ donna“,  sotto la direzione di  Sergio Raffo, bellissime showgirl italiane ma non solo. Già da domani 21 Giugno potrete trovare in Edicola una simpatica intervista all’attrice Francesca Rettondini che fa da apripista alla ‘rubrica’ accomodandosi nel letto dello “spiritoso” e disinibito Valerio Scanu.

Calendario “estivo” fitto di impegni per  il cantante, che partirà col suo tour estivo da  Raimbow Magicland (Valmontone) il 29 giugno per cui è in atto la vendita dei biglietti che sta andando letteralmente a “ruba”, mentre il suo disco in autoproduzione “Valerio Scanu live in Roma” sta scalando le classifiche.

Recentemente Valerio è stato ospite speciale, insieme ad altri ospiti del mondo della moda, della  cultura e dell’arte,  al Moda Trap Art Positano 2013…e ha incantato le migliaia di persone intervenute all’evento  con la sua bellissima voce e le sue intense interpretazioni, omaggiando   per l’occasione   il pubblico di Positano col brano  “Dicitencello vuje”

Valerio Scanu con “Tu si’ na cosa grande” a “Napoli prima e dopo 2012


Serata all’insegna della memoria e del divertimento ieri su Rai1 uno per i 30 anni di “Napoli prima e dopo” . La tradizionale kermesse della canzone classica napoletana in omaggio alla memoria di chi ha  reso Napoli capitale mondiale nel mondo della canzone diffondendone cultura e tradizioni. Brani storici reinterpretati  da  Big veri pilastri della canzone napoletana e non, tra i quali  il  giovane Valerio Scanu che si è esibito in  “Tu si’ na cosa grande”  (Video) in  omaggio a Domenico Modugno. Non è la prima volta che Scanu si cimenta a cantare napoletano, ricordiamo la sua bella interpretazione di  Dicitencello vuje ad AmiciBig. Nella capacità tutta sua di  personalizzare i brani adattandoli alla sua vocalità, che fa di  lui un professionista coi fiocchi, la sua interpretazione di “Tu sì na cosa grande” è stata raffinata, struggente, svecchiata  grazie all’ inserimento dosato e “a sorpresa” di alcune variazioni nell’esecuzione del brano  a cui  Scanu ha ormai abituato  il pubblico e che lo caratterizzano. La sensibilità di Scanu non è sfuggita nemmeno a Pupo, che insieme a Gloriana, ha presentato la serata e che, superando i dissapori causati da una recente querelle ingigantita da una stampa gossipara faziosamente alimentata, nel congedarlo ha dichiarato,  “Bravissimo, grande sensibilità”.  I cantanti si sono esibiti  accompagnati dall’orchestra del maestro Enzo Campagnoli, tra gli altri ospiti  i Matia Bazar, Antonella Ruggiero,Amii Stewart, Nino D’Angelo, Rosalia Misseri, Ivana Spagna, Gianni Nazzaro.Orietta Berti, Sal Da Vinci, Antonello Rondi, Mario Maglione,Albano.

Piccola curiosità per gli affezionati, la cover di Valerio ” All by myself ”  su You Tube e suo regalo ai fans,  nella prima settimana ha raggiunto oltre le 22000 visualizzazioni e raccolto tanti  commenti di apprezzamento di stranieri. Che la qualità dell’udito vari secondo la nazionalità? Tutto puo’ essere in questo “pazzo” mondo.