carramba che sorpresa

Su Rai1 “Carramba che sorpresa”


Si conclude l’omaggio a Raffaella Carrà

(none)

Si conclude su Rai1, ‘Carramba che sorpresa’ per celebrare il talento di Raffaella Carrà. La rete ammiraglia, martedì 3 agosto alle 21.25, farà ancora rivivere alcuni tra i momenti più belli dello show andato in onda per la prima volta nel 1995, che ha fatto registrare un successo straordinario dagli studi della Rai dell’Auditorium del Foro Italico. Lo show che metteva lo spettatore al centro della narrazione televisiva e che ha fatto la storia della tv di fine secolo verrà riproposto nella sua formula originale dove Raffaella Carrà è stata capace di aggiungere delicatezza alle storie dei singoli realizzandone i desideri.

Redazione

CS_’Carramba che sorpresa’ su Rai1


Ritorna lo show con Raffaella Carrà

(none)

Ritorna, su Rai1, ‘Carramba che sorpresa’ per celebrare il talento di Raffaella Carrà. La rete ammiraglia, martedì 20 luglio alle 21.25 farà rivivere alcuni tra i momenti più belli dello show andato in onda per la prima volta nel 1995 che ha fatto registrare un successo straordinario dagli studi della Rai dell’Auditorium del Foro Italico. Lo show che mette lo spettatore al centro della narrazione televisiva e che ha fatto la storia della tv di fine secolo verrà riproposto nella sua formula originale dove Raffaella Carrà è stata capace di aggiungere delicatezza alle storie dei singoli realizzandone i desideri

“Carramba che sorpresa” su Rai1


Omaggio a Raffaella Carrà

(none)

Un omaggio all’artista “più amata dagli italiani”. Su Rai1 da martedì 13 luglio, alle 21.25, si riavvolge il nastro per rivedere in azione, dagli studi televisivi Auditorium di Roma, la grande Raffaella Carrà in uno dei programmi del sabato sera di maggior successo: “Carramba che sorpresa”, con le storie, le emozioni, le sorprese tra gente comune e personaggi famosi della celebre trasmissione.  Un viaggio che è durato molti anni ed è entrato per sempre nei cuori e nella memoria collettiva, aprendo le porte ad un genere televisivo che ancora ci accompagna.

Redazione