Claudio Baglioni

FESTIVAL DI SANREMO: “Basta divisioni tra big e giovani” DICE BAGLIONI “Il confronto diretto è tra parole, musica, interpretazione, arrangiamento, emozione”.


Claudio Baglioni_ph Alessandro Dobici_b (2)

La notizia ormai è ufficiale, la sessantanovesima edizione si contraddistinguerà per l’assenza della divisione tra le categorie Nuove Proposte e Big. Infatti due cantanti esordienti entreranno di diritto tra i Big che si esibiranno a Febbraio dopo aver partecipato e vinto una delle due serate di Sanremo Giovani 2018: quattro appuntamenti preserali e due in prime-time (che andranno in onda il 20 e il 21 dicembre) su Raiuno e in contemporanea su Radio 2: un vero e proprio evento che porterà ventiquattro talenti «under 36» divisi in due gruppi a competere. Il primo gruppo si esibisce la prima serata (20 dicembre) e il secondo   si esibisce la seconda serata finale (21 dicembre). Dalle due finali si avranno i due vincitori che si scontreranno insieme ai Campioni, a Febbraio, come accaduto nel 1984 e nel 2004. 

«Grazie a questa importante innovazione, Sanremo Giovani diventa un grande evento a sé stante che si svilupperà in una gara avvincente e avrà per protagonisti 24 giovani artisti impegnati in due prime serate finali, subito prima della feste natalizie», spiega il direttore di Raiuno Angelo Teodoli. «Questo è un segnale preciso di quanto Raiuno voglia investire nella musica italiana e nei suoi nuovi talenti offrendo loro uno spazio maggiore e di alta qualità e, in questo caso, ai primi due classificati, un’opportunità unica»-.

Altra novità, si vocifera, potrebbe essere lo slittamento dei giorni in cui si svolgerà il festival.  Si sta pensando al 12-16 febbraio, anziché 5-9, ovvero la settimana dopo. Secondo i ben informati, lo spostamento consentirebbe una maggiore tranquillità nell’organizzazione, anche in funzione del tour di Baglioni, che terminerà il 23 novembre.

Qui di seguito invece il contenuto del lungo post che il “Dittatore artistico” (così ama definirsi scherzosamente Baglioni ndr) ha postato su facebook  a giustificazione delle sue scelte:

“Avrei potuto lasciare. E, invece, ho scelto di raddoppiare. Continuare, bissando, è la scelta più difficile. Ma il fascino dell’impresa è sempre proporzionale al rischio: più grande il rischio, più grande l’impresa. E chi mi conosce sa che, nella mia vicenda professionale, non mi sono mai accontentato né mai tirato indietro di fronte a una sfida. Forse perché ho sempre pensato che chi, come me ha avuto tanto, deve meritare la fortuna, se non altro, continuando a confrontarsi con essa. Il Festival di Sanremo, che di per sé sarebbe un caso unico, non poteva certo rappresentare l’eccezione a questa mia regola di vita, ed è per questo che ho deciso di raddoppiare”.

E’ quanto ha affermato Claudio Baglioni, evidenziando le sue scelte per il prossimo Festival della canzone. “Confesso – prosegue – che l’idea di un Sanremo doppio mi girava in testa già da prima dell’edizione 2018. In più di un’occasione, infatti, avevo dichiarato che mi sarebbe piaciuto un Festival che fosse durato due settimane. L’idea delle due settimane, nasceva dal bisogno di ripensare, arricchendola, una formula che, almeno nei suoi elementi essenziali, mi sembrava meritasse di essere rivitalizzata. Per me, però, raddoppiare non significa, semplicemente, replicare. Questo perché a me non interessa solo un ‘nuovo Sanremo’: mi appassiona un ‘Sanremo nuovo’. Un Sanremo, cioè, che abbia qualcosa di inedito, nel senso di interessante, avvincente, magari addirittura sorprendente, da dire e lo dica nel modo migliore possibile. Rimettersi semplicemente in gioco, infatti, non basta. Bisogna anche alzare ancora un po’ l’asticella e provare a saltare ancora qualche centimetro più in alto; provare a stabilire un nuovo record. Non è detto che uno ci riesca. Anzi, è estremamente arduo riuscirci, ma è l’unico modo per rendere la gara interessante. Le novità del Sanremo numero 69 (per ora) sono, sostanzialmente, due: il ‘Festival Sanremo Giovani’, la seconda settimana di Festival e il fatto che, come rivela il nome stesso della manifestazione, questa seconda settimana sarà interamente dedicata ai giovani. Due innovazioni per realizzare le quali, è stato necessario introdurre nei regolamenti ben più di due novità. La cosa curiosa è che quella che chiamiamo la seconda settimana del Festival è seconda di nome, ma non di fatto, dal momento che si svolgerà a dicembre, anticipando il Festival di febbraio e diventandone, così, la prima settimana”.

“È quella che ho sempre pensato dovesse essere l’evoluzione naturale del Festival di Sanremo: un’intera settimana dedicata ai giovani. Del resto, chi più di un giovane, può rappresentare una novità? Forse perché ho firmato il mio primo contratto discografico che non ero ancora maggiorenne (tanto è vero che dovette controfirmarlo, per garanzia, mio papà) e so bene cosa significa difendere la propria identità, il proprio linguaggio, la propria idea di musica per riuscire a diventare i musicisti che, dentro di noi, sentiamo di essere. Di cosa parliamo? Di 6 serate (4 selezioni e 2 finali) trasmesse in diretta su Rai Uno, in contemporanea su RadioDue e in differita su Rai 4 e ancora in replica su RaiUno, dedicate a giovani emergenti, tra i 16 e i 36 anni non ancora compiuti. Le 4 selezioni andranno in onda nella fascia pre-serale, mentre le 2 finali verranno trasmesse in prima serata, a testimonianza di un livello di attenzione e di un rilievo che mai il Festival aveva tributato agli artisti più giovani e alla loro musica. Ma non è tutto. La novità più importante, infatti, è un’altra: per la prima volta nella storia recente di Sanremo, i due vincitori del Festival Sanremo Giovani, saliranno sul palco dell’Ariston e avranno le stesse possibilità di vincere il concorso di tutti gli altri cantanti e addirittura ‘raddoppiare’ la vittoria”.

“Personalmente, ho sempre trovato un po’ discriminante la contrapposizione simultanea tra ‘Big’ e ‘Nuove Proposte’. Ho continuato a sentirla come una suddivisione concomitante che non faceva altro che fissare delle categorie che, rispetto al valore e alla bellezza delle canzoni, non hanno alcun senso. Il confronto diretto è tra parole, musica, interpretazione, arrangiamento, emozione. Credo che quel diciassettenne che mi assomiglia molto e che firmò il suo primo contratto discografico da minorenne, avrebbe sognato una simile condizione, una possibilità come questa. E ora che quel diciassettenne è cresciuto ed è diventato, 50 anni dopo, per la seconda volta, Direttore e ‘Dittatore artistico’ di Sanremo, spera di poter regalare questa aspirazione a qualcuno che verrà. In nome della musica, nella più importante mostra musicale del nostro Paese, conosciuta e seguita in molti paesi del mondo. Sanremo 69 raddoppia e ribalta. E ritenta la sorte. Signore e Signori, fate il vostro gioco”.

Redazione

[COMUNICATO STAMPA] CLAUDIO BAGLIONI: TRIPLICANO le date di BARI e ACIREALE e si aggiunge un NUOVO APPUNTAMENTO a PERUGIA. E a grande richiesta a MARZO 2019 il TOUR riprende da Livorno con l’imperdibile seconda parte di AL CENTRO!


Il 2018 celebra mezzo secolo di storia della musica italiana

CLAUDIO BAGLIONI

Claudio Baglioni_ph Alessandro Dobici_b (2) 

CONTINUA INARRESTABILE IL SUCCESSO

PER IL TOUR

TRIPLICANO LE DATE DI BARI E ACIREALE

SI AGGIUNGE UN NUOVO APPUNTAMENTO A PERUGIA

E a grande richiesta

A MARZO 2019 IL TOUR RIPRENDE DA LIVORNO

CON L’IMPERDIBILE SECONDA PARTE DI AL CENTRO

 

Cresce l’attesa per il tour AL CENTRO che, a partire da ottobre 2018, vedrà CLAUDIO BAGLIONI protagonista nelle principali arene indoor d’Italia, dove grazie al palco al centro il pubblico sarà disposto a 360 gradi.

A conferma dell’affetto e dello straordinario interesse da parte del pubblico per la storia musicale del cantautore, si aggiungono ora 3 nuove date ai live già annunciati: Perugia (30 ottobre), Bari (8 novembre) e Acireale (4 novembre).

E per far fronte alla grande richiesta di biglietti e permettere a tutti di ripercorrere insieme all’artista mezzo secolo di suoi indimenticabili successi, a marzo 2019 CLAUDIO BAGLIONI tornerà nuovamente sul palco con la seconda parte del tour AL CENTRO.

Queste le date della prima parte del tour AL CENTRO (prodotto e organizzato da F&P Group): 16 e 17 ottobre al Nelson Mandela Forum di FIRENZE; 19, 20 e 21 ottobre al Pala Lottomatica di ROMA; 23 e 24 ottobre al Pala Prometeo di ANCONA; 26, 27 e 28 ottobre al Mediolanum Forum di MILANO; 30 ottobre (NUOVA DATA) al Pala Evangelisti di PERUGIA; 2, 3 e 4 novembre (NUOVA DATA) al Pal’Art Hotel di ACIREALE (CT); 6, 7 e 8 novembre (NUOVA DATA) al Pala Florio diBARI; 10 e 11 novembre al Pala Sele di EBOLI (SA); 13 e 14 novembre all’Unipol Arena di BOLOGNA; 16 e 17 novembre alla Kioene Arena di PADOVA; 20 e 21 novembre al Pala George di MONTICHIARI (BS); 23 e 24 novembre al Pala Alpitour di TORINO.

A seguito dell’eccezionale chiamata, a marzo il tour riprende con NUOVI imperdibili APPUNTAMENTI LIVE:

16 marzo al Modigliani Forum di LIVORNO

26 marzo al Palasport di REGGIO CALABRIA

2 aprile a Pala Rubini Alma Arena di TRIESTE

5 aprile al Forest National di BRUXELLES (inizio show ore 20.00 – info: www.gracialive.be)

7 aprile al Hallenstadion di ZURIGO (inizio show ore 19.00 – info: www.abc-production.ch)

9 aprile a RDS Stadium di GENOVA

15 aprile al Palaverde di TREVISO

24 aprile a Nelson Mandela Forum di FIRENZE

I biglietti per le nuove date saranno disponibili in esclusiva in prevendita per gli iscritti al Fan Club dalle ore 11.00 di lunedì 25 giugno. Dalle ore 11.00 di mercoledì 27 giugno, invece, i biglietti saranno disponibili su TicketOne.it e dalle ore 11.00 di mercoledì 4 luglio nei punti vendita e nelle prevendite abituali (per info www.fepgroup.it).RTL 102.5 è radio partner dei live.

Prima di essere impegnato con i concerti di AL CENTRO TOUR, CLAUDIO BAGLIONI tornerà sulle scene live con i tre rivoluzionari concerti all’ARENA DI VERONA, venerdì 14 (SOLD OUT), sabato 15 (SOLD OUT) e domenica 16 settembrein cui l’anfiteatro veronese ospiterà, per la prima volta, un concerto con il PALCO AL CENTRO e TUTTI I POSTI DELL’INTERO ANFITEATRO NUMERATI: un triplo rivoluzionario evento di un artista che non smette mai di affascinare e sorprendere con le sue spettacolari “prime volte”.

Per ben tre sere, quindi, uno degli spazi d’arte e per l’arte più belli del mondo, si stringerà intorno a Baglioni, al suo super-gruppo e a una grande compagnia di performer, per una epocale prima volta musicale, artistica e scenografica.

50 anni vissuti in musica, 60 milioni di copie vendute in tutto il mondo. Sono i numeri essenziali di una carriera unica e irripetibile: quella di CLAUDIO BAGLIONI, musicista, autore, interprete, che, dalla fine degli anni Sessanta a oggi, è riuscito a conquistare una generazione dopo l’altra, grazie a un repertorio pop, melodico e raffinato, nel quale ha saputo fondere canzone d’autore e rock, sonorità internazionali, world music e jazz, rivoluzionando il concetto stesso di performance live – il primo a inaugurare la stagione dei grandi raduni negli stadi e ancora il primo, nel 1996, a “far scomparire il palco” e portare la scena al centro delle Arene più importanti e prestigiose d’Italia – in ambito musicale, sociale e televisivo.

Redazione

[COMUNICATI] Cresce l’attesa per lo show di CLAUDIO BAGLIONI all’Arena di Verona (con palco al centro e tutti i posti dell’intero anfiteatro numerati)


Il 2018 celebra mezzo secolo di storia della musica italiana

CLAUDIO BAGLIONI

image001 (7)

 CRESCE L’ATTESA PER LO SHOW ALL’ARENA DI VERONA

con palco al centro e tutti i posti dell’intero anfiteatro numerati

PRIME 2 DATE (14 e 15 settembre) SOLD OUT!

BIGLIETTI DISPONIBILI PER LA TERZA DATA (16 settembre)

Dal 16 ottobre in tour con “AL CENTRO

CLAUDIO BAGLIONI è INARRESTABILE! A 5 mesi dal RIVOLUZIONARIO EVENTO LIVE in cui, per la prima volta, l’ARENA DI VERONA ospiterà un concerto con il PALCO AL CENTRO e TUTTI I POSTI dell’intero anfiteatro NUMERATI, le due date annunciate – 14 e 15 settembre – sono già SOLD OUT.

A grande richiesta, si è aggiunta una terza imperdibile data: domenica 16 settembre, per il triplo evento di un artista che non smette mai di affascinare e sorprendere con le sue spettacolari “prime volte”.

Per ben tre sere, quindi, uno degli spazi d’arte e per l’arte più belli del mondo, si stringerà intorno a Baglioni, al suo super-gruppo e a una grande orchestra, per una epocale prima volta musicale, artistica e scenografica.

I tre rivoluzionari concerti all’ARENA DI VERONA segneranno il grande ritorno sulle scene live di CLAUDIO BAGLIONI, prima che i concerti di AL CENTRO TOUR lo vedano protagonista nelle più importanti ARENE INDOOR d’Italia dove, grazie al palco al centro, il pubblico, disposto a 360 gradi, avrà la possibilità di ripercorrere insieme al cantautore mezzo secolo di indimenticabili successi.

Queste le date del tour AL CENTRO (prodotto e organizzato da F&P Group): 16 e 17 ottobre al Nelson Mandela Forum diFIRENZE, 19, 20 e 21 ottobre al Pala Lottomatica di ROMA, 23 e 24 ottobre al Pala Prometeo di ANCONA, 26, 27 e 28 ottobre al Mediolanum Forum di MILANO, 2 e 3 novembre al Pal’Art Hotel di ACIREALE (CT), 6 e 7 novembre al Pala Florio di BARI, 10 e 11 novembre al Pala Sele di EBOLI (SA), 13 e 14 novembre all’Unipol Arena di BOLOGNA, 16 e 17 novembre alla Kioene Arena di PADOVA, 20 e 21 novembre al Pala George di MONTICHIARI (BS), 23 e 24 novembre al Pala Alpitour di TORINO.

RTL 102.5 è radio partner dei live.

Biglietti disponibili su TicketOne.it e nei punti vendita e nelle prevendite abituali (info su www.fepgroup.it).

Redazione

CLAUDIO BAGLIONI INARRESTABILE! Dopo il DOPPIO SOLD OUT del 14 e 15 settembre all’ARENA DI VERONA, si aggiunge a grande richiesta una TERZA DATA domenica 16 settembre!


INARRESTABILE!

 LOGO2

DOPO IL DOPPIO SOLD OUT

PER IL RIVOLUZIONARIO EVENTO LIVE

del 14 e 15 SETTEMBRE all’ARENA DI VERONA

con palco al centro

e tutti i posti dell’intero anfiteatro numerati

A GRANDE RICHIESTA

SI AGGIUNGE UNA TERZA DATA IN ARENA

DOMENICA 16 SETTEMBRE!

 foto_CB live.jpg

CLAUDIO BAGLIONI è INARRESTABILE! A 5 mesi dal RIVOLUZIONARIO EVENTO LIVE in cui, per la prima volta, l’ARENA DI VERONA ospiterà un concerto con il PALCO AL CENTRO e TUTTI I POSTI dell’intero anfiteatro NUMERATI, le due date annunciate – 14 e 15 settembre – sono già SOLD OUT.

A grande richiesta, si aggiunge ora una terza imperdibile data: domenica 16 settembre, per il triplo evento di un artista che non smette mai di affascinare e sorprendere con le sue spettacolari “prime volte”.

Per ben tre sere, quindi, uno degli spazi d’arte e per l’arte più belli del mondo, si stringerà intorno a Baglioni, al suo super-gruppo e a una grande orchestra, per una epocale prima volta musicale, artistica e scenografica.

Biglietti disponibili per la nuova data in prevendita esclusiva per gli iscritti al Fan Club, dalle ore 11.00 di mercoledì 18 aprile. Dalle ore 11.00 di giovedì 19 aprile, invece, i biglietti saranno disponibili su TicketOne.it e dalle ore 11.00 di giovedì 26 aprile nei punti vendita e nelle prevendite abituali (info su www.fepgroup.it).

I tre rivoluzionari concerti all’ARENA DI VERONA segneranno il grande ritorno sulle scene live di CLAUDIO BAGLIONI, prima che i concerti di AL CENTRO TOUR lo vedano protagonista nelle più importanti ARENE INDOOR d’Italia dove, grazie al palco al centro, il pubblico, disposto a 360 gradi, avrà la possibilità di ripercorrere insieme al cantautore mezzo secolo di indimenticabili successi.

Queste le date del tour AL CENTRO (prodotto e organizzato da F&P Group): 16 e 17 ottobre al Nelson Mandela Forum di FIRENZE, 19, 20 e 21 ottobre al Pala Lottomatica di ROMA, 23 e 24 ottobre al Pala Prometeo di ANCONA, 26, 27 e 28 ottobre al Mediolanum Forum di MILANO, 2 e 3 novembre al Pal’Art Hotel di ACIREALE (CT), 6 e 7 novembre al Pala Florio di BARI, 10 e 11 novembre al Pala Sele di EBOLI (SA), 13 e 14 novembre all’Unipol Arena di BOLOGNA, 16 e 17 novembre alla Kioene Arena di PADOVA, 20 e 21 novembre al Pala George di MONTICHIARI (BS), 23 e 24 novembre al Pala Alpitour di TORINO.

RTL 102.5 è radio partner del tour.

50 anni vissuti in musica, 60 milioni di copie vendute in tutto il mondo. Sono i numeri essenziali di una carriera unica e irripetibile: quella di CLAUDIO BAGLIONI, musicista, autore, interprete, che, dalla fine degli anni Sessanta a oggi, è riuscito a conquistare una generazione dopo l’altra, grazie a un repertorio pop, melodico e raffinato, nel quale ha saputo fondere canzone d’autore e rock, sonorità internazionali, world music e jazz, rivoluzionando il concetto stesso di performance live – il primo a inaugurare la stagione dei grandi raduni negli stadi e ancora il primo, nel 1996, a “far scomparire il palco” e portare la scena al centro delle Arene più importanti e prestigiose d’Italia – in ambito musicale, sociale e televisivo.

Redazione

BAGLIONI QUERELA RICCI E LUI REPLICA: … ‘accoccolati ad ascoltare il mare’ per me è un verso cacofonicamente osceno, meritevole di essere radiato dall’Alta Cantautoreria Italiana.


 

Secondo quanto riporta Il Messaggero i commenti al “veleno” di Antonio Ricci nei confronti del direttore artistico dell’ultimo festival di Sanremo, Claudio Baglioni, sono diventati materia di contenzioso tra i due e il cantautore  avrebbe querelato il “patron” di Striscia la Notizia per diffamazione. Ma Ricci non si rimangia nulla e anzi rincara la dose confermando sostanzialmente il giudizio negativo su Baglioni:

La querela di Baglioni? È la riprova del ‘piccolo grande amore’ con cui ha affascinato tanto i fasci. Il Divino Claudio – scrive oggi Ricci in un comunicato – non accetta la critica e neppure il diritto di satira. Nonostante abbia migliaia di fan, voglio ribadire che ‘accoccolati ad ascoltare il mare’ per me è un verso cacofonicamente osceno, meritevole di essere radiato dall’Alta Cantautoreria Italiana. Confermo che, tra le canzoni che hanno come tema l’abbandono, per me ‘Sabato pomeriggio’ non rientra neppure nelle ultime posizioni. È una canzone ampollosa e barocca, lontana dalla non-retorica ad esempio di ‘Ne me quitte pas’. Chi, sano di mente, può pensare di trattenere una fidanzatina cantandole ‘passerotto non andare via’? Se io avessi detto ‘passerotto’ ad una ragazza, giustamente mi avrebbe spaccato la faccia. Non mi pento e confermo tutto quello che ho detto sulla melensa creatura che trasuda Baci Perugina da ogni poro, contestualizzato negli anni Settanta, gli anni di piombo.
    Per quanto riguarda le overdose da botox – conclude Ricci -, dimostrerò scientificamente in tribunale che quando bacia la fidanzata ciuccia botulino“.

Redazione

CLAUDIO BAGLIONI: oggi esce “AL CENTRO”, una straordinaria raccolta di 50 brani indimenticabili racchiusi in 4 CD!


l 2018 celebra mezzo secolo di storia della musica italiana

CLAUDIO BAGLIONI

AlCentro_b

OGGI ESCE “AL CENTRO”

50 brani indimenticabili in 4 CD!

Oggi, venerdì 23 febbraio, esce “AL CENTRO”, il cofanetto di 4 CD di CLAUDIO BAGLIONI (Sony Music Legacy): 50 successi immortali rimasterizzati direttamente dai nastri di studio originali, arricchiti da un booklet fotografico che ripercorre i 50 anni di carriera di uno dei più grandi e amati autori/interpreti della musica popolare italiana.

Da “Questo piccolo grande amore” a “E tu…”, passando per “Sabato pomeriggio”, “E tu come stai?”, “Strada facendo”, “Avrai”, “La vita è adesso”, “Mille giorni di te e di me”, “Io sono qui”, “Cuore di aliante”, “Mai più come te”, “Tienimi con te” e “Con voi”, senza dimenticare “Signora Lia” (il primo 45 giri) e “Una storia vera”: un’irripetibile costellazione di emozioni, tutte le più luminose stelle di parole e note lanciate nel cielo della grande musica.

Venerdì 14 e sabato 15 settembre (SOLD OUT) l’ARENA DI VERONA ospiterà, per la prima, volta un concerto con il PALCO AL CENTRO e TUTTI I POSTI DELL’INTERO ANFITEATRO NUMERATI: un doppio, rivoluzionario, evento di un artista che non smette mai di affascinare e sorprendere con le sue spettacolari “prime volte”.

Per ben due sere, dunque, uno degli spazi d’arte e per l’arte più belli del mondo, si stringerà intorno a Baglioni, al suo super-gruppo e a una grande orchestra, per una epocale prima volta musicale, artistica e scenografica.

I rivoluzionari concerti all’ARENA DI VERONA segneranno il grande ritorno sulle scene live di CLAUDIO BAGLIONI, prima di essere impegnato con i concerti di AL CENTRO TOUR nelle più importanti ARENE INDOOR d’Italia, dove – grazie al palco AL CENTRO – il pubblico, disposto a 360 gradi, avrà la possibilità di rivivere mezzo secolo di successi indimenticabili.

Queste le date del tour AL CENTRO (prodotto e organizzato da F&P Group):

16 e 17 ottobre al Nelson Mandela Forum di FIRENZE

19 e 20 ottobre al Pala Lottomatica di ROMA

23 e 24 ottobre al Pala Prometeo di ANCONA

26 e 27 ottobre al Mediolanum Forum di MILANO

2 e 3 novembre al Pal’Art Hotel di ACIREALE (CT)

6 e 7 novembre al Pala Florio di BARI

10 e 11 novembre al Pala Sele di EBOLI (SA)

13 e 14 novembre all’Unipol Arena di BOLOGNA

16 e 17 novembre alla Kioene Arena di PADOVA

20 e 21 novembre al Pala George di MONTICHIARI (BS)

23 e 24 novembre al Pala Alpitour di TORINO

Biglietti disponibili in prevendita su TicketOne.it e nei punti vendita e nelle prevendite abituali (info su www.fepgroup.it). RTL 102.5 è radio partner del tour.

 .

 Redazione

CLAUDIO BAGLIONI raddoppia all’ARENA DI VERONA, sold out la data del 15 settembre, si aggiunge la data del 14 settembre per il rivoluzionario evento live con palco AL CENTRO e tutti i posti numerati!


Claudio Baglioni_ph Alessandro Dobici_b (1)

Il 2018 celebra mezzo secolo di storia della musica italiana

ARENA DI VERONA:

CLAUDIO BAGLIONI RADDOPPIA

LA DATA DI SABATO 15 SETTEMBRE

È GIÀ SOLD OUT IN 10 GIORNI!

A GRANDISSIMA RICHIESTA

SECONDA DATA

VENERDÌ 14 SETTEMBRE

PER IL

RIVOLUZIONARIO EVENTO LIVE

CON PALCO AL CENTRO

E TUTTI I POSTI DELL’INTERO ANFITEATRO NUMERATI

image001 (4)

CLAUDIO BAGLIONI ALL’ARENA DI VERONA È SOLD OUT: BIGLIETTI ESAURITI IN SOLI 10 GIORNI! A grandissima richiesta, si raddoppia: nuova data VENERDÌ 14 SETTEMBRE.

IL RIVOLUZIONARIO EVENTO LIVE – per la prima volta, l’anfiteatro veronese ospiterà un concerto con il PALCO AL CENTRO e TUTTI I POSTI NUMERATI – RADDOPPIA. A sabato 15 settembre, infatti – prima data annunciata –  si aggiunge un secondo appuntamento: venerdì 14 settembre.

Per ben due sere, dunque, uno degli spazi d’arte e per l’arte più belli del mondo, si stringerà intorno a Baglioni, al suo super-gruppo e a una grande orchestra, per una epocale prima volta musicale, artistica e scenografica.

Biglietti disponibili per la nuova data in prevendita esclusiva per gli iscritti al Fan Club, dalle ore 11.00 di mercoledì 21 febbraio. Dalle ore 11.00 di giovedì 22 febbraio, invece, i biglietti saranno disponibili su TicketOne.it e dalle ore 11.00 di lunedì 26 febbraio nei punti vendita e nelle prevendite abituali (info su www.fepgroup.it).

I due rivoluzionari concerti all’ARENA DI VERONA segneranno il grande ritorno sulle scene live di CLAUDIO BAGLIONI, prima che i concerti di AL CENTRO TOUR lo vedano protagonista nelle più importanti ARENE INDOOR d’Italia dove, grazie al palco al centro, il pubblico, disposto a 360 gradi, avrà la possibilità di ripercorrere insieme al cantautore mezzo secolo di indimenticabili successi.

Queste le date del tour AL CENTRO (prodotto e organizzato da F&P Group): 16 e 17 ottobre al Nelson Mandela Forum di FIRENZE, 19 e 20 ottobre al Pala Lottomatica di ROMA, 23 e 24 ottobre al Pala Prometeo di ANCONA, 26 e 27 ottobre al Mediolanum Forum di MILANO, 2 e 3 novembre al Pal’Art Hotel di ACIREALE (CT), 6 e 7 novembre al Pala Florio di BARI, 10 e 11 novembre al Pala Sele di EBOLI (SA), 13 e 14 novembre all’Unipol Arena di BOLOGNA, 16 e 17 novembre alla Kioene Arena di PADOVA, 20 e 21 novembre al Pala George di MONTICHIARI(BS), 23 e 24 novembre al Pala Alpitour di TORINO.

RTL 102.5 è radio partner del tour.

50 anni vissuti in musica, 60 milioni di copie vendute in tutto il mondo. Sono i numeri essenziali di una carriera unica e irripetibile: quella di CLAUDIO BAGLIONI, musicista, autore, interprete, che, dalla fine degli anni Sessanta a oggi, è riuscito a conquistare una generazione dopo l’altra, grazie a un repertorio pop, melodico e raffinato, nel quale ha saputo fondere canzone d’autore e rock, sonorità internazionali, world music e jazz, rivoluzionando il concetto stesso di performance live – il primo a inaugurare la stagione dei grandi raduni negli stadi e ancora il primo, nel 1996, a “far scomparire il palco” e portare la scena al centro delle Arene più importanti e prestigiose d’Italia – in ambito musicale, sociale e televisivo.

 

Redazione

ORNELLA VANONI RICEVE IL “BAGLIONI D’ORO” LEI IRONIZZA IN UN POST… “LA VECCHIETTA SA ANCORA CANTARE..”


ornellavOrnella Vanoni al #Sanremo di Baglioni, presente con il brano Imparare ad amarsi ha conquistato il pubblico con la sua eleganza e il pubblico più giovane del web diventando un idolo social per tutta la serata  con la  battuta “Questo è il premio di…?” pronunciata  nella serata finale del Festival nel momento jn cui le è stato consegnato il premio “Sergio Endrigo” per la migliore interpretazione.

Non solo, su Instangram poi il giorno dopo la chiusura del Festival ha pubblicato una foto che la ritrae con una statuina in mano. E’ il premio “Baglioni d’oro” che le è stato tributato dai suoi colleghi che hanno votato il suo brano come il migliore del Festival.

Questi i suoi ringraziamenti, ironici ma… non troppo:

Ringrazio i miei colleghi per la votazione del Baglioni d’oro, così non lo dimenticherò più, lo avrò sempre davanti. Non credo che sia d’oro ma è dorato. Grazie a tutti voi e al Festival perché ho dimostrato che la vecchietta sa ancora cantare, chi diceva ‘ma chissà se ce la fa’, no! Io sto benissimo nella voce, nel cuore, nella mente e nel fisico”.

Redazione

CLAUDIO BAGLIONI: nota informativa su donazione 700.000 euro


 

Claudio-Baglioni

Abbiamo ricevuto la seguente nota informativa che precisa quanto segue :

“In relazione a quanto riportato da alcuni organi di informazione, con riferimento alla donazione di 700mila euro da parte di Claudio Baglioni alla popolazione delle zone terremotate del Centro Italia, si precisa che tale donazione è stata effettuata grazie al concerto-evento “Avrai”, tenutosi a dicembre 2016 presso l’Aula Paolo VI in Vaticano, e avvenuta nel 2017.

Grazie al concerto-evento “Avrai”, Claudio Baglioni e la Fondazione O’Scia’ ONLUS hanno raggiunto l’obiettivo straordinario della raccolta di un milione e mezzo di euro per i bambini di Bangui – capitale della Repubblica Centrafricana – e per i bambini italiani delle zone terremotate del Centro Italia”.

Redazione

LAURA PAUSINI SUL PALCO DELL’ARISTON PER LA FINALE DI #SANREMO2018


 

laura-pausini

E’ certo…Laura Pausini sarà presente sul palco dell’Ariston per la finale del Festival di Sanremo di Claudio Baglioni.  Il suo arrivo  al Teatro è stato ripreso dalle telecamere di Sabato Italiano il programma in onda su RaiUno   e condotto da Eleonora Daniele. La Pausini all’ingresso dell’Ariston è scesa dall’auto sulla quale viaggiava e dopo aver fatto aprire i cancello si è concessa ai fan assiepati davanti all’ingresso da molte ore.  Al suo seguito anche il papà di Laura, che ai microfoni di Rai Uno ha dichiarato:“Sta molto meglio, fino a 3 giorni fa non parlava. Non è al massimo ma qualcosa di grande farà, come sempre. Io sono sempre dietro di lei. … però ci devo essere sempre. Almeno se ha qualche problema sa dove trovarmi”. 

Laura Pausini doveva essere ospite d’onore nella prima serata del Festival, quella di martedì, ma a causa di una laringite non ha potuto presenziare, ma grazie a “tutto il cortisone di Ravenna e allo slittamento della registrazione di X Factor Spagna” finalmente Laura Pausini stasera sarà a Sanremo come da lei stessa annunciato sui social e poi da Baglioni in conferenza stampa e dalla Hunziker in diretta.

Redazione