Cristiano De Andrè

Cristiano De Andrè: la platea è semivuota, interrompe il concerto e fa entrare gratis gli spettatori.


cristiano de andrè

Il prezzo del biglietto è più alto di quello che il cantante si aspetta “Nessun mio concerto costa più di 25 euro”, avrebbe affermato il cantante sul palco, mentre gli organizzatori lo hanno fissato a 35 (38,50 euro in prevendita),  la platea è mezza vuota, e così dal palco “impone” che il pubblico venga fatto entrare gratis. E’ quanto accaduto ieri sera a Ceriale unica tappa ligure del tour “De Andrè canta De Andrè – Best Of”   dedicato alle più grandi canzoni scritte dal padre.

Nella mia Liguria non me lo aspettavo. Vergognatevi”, Cristiano si è esibito in piazza della Vittoria, su alcuni giornali lo spettacolo era stato segnalato come “a ingresso libero” per cui molti spettatori  si sono recati a Ceriale convinti di poter assistere al concerto senza spendere, e quando si sono ritrovati invece di fronte a un biglietto da 35 euro hanno scelto di non entrare rimanendo all’esterno. Da qui il fuori programma davvero inatteso del cantautore, che ha generato non poche polemiche e messo in crisi l’organizzazione.

Davanti ai tanti posti  vuoti in platea (solo un terzo delle sedie era occupato), De André non si è trattenuto ed è partito all’attacco: “In Liguria non mi aspetto di queste cose. Mi dispiace, saluto le duemila persone là fuori… entrate, venite, c’è un sacco di posto qua – è stato l’invito – Mi avevano detto una cosa, poi se la sono rimangiata… purtroppo sono cose vecchie, i vecchi ‘regimi’. Oggi la trasparenza e queste cose qua non funzionano più: non è questione di Salvini o Di Maio ma di persone, di gente che dice una cosa e che in maniera trasparente la fa. Non che prende per il c**o. E’ la legge del più furbo. A un mio concerto in Liguria non me la aspettavo questa cosa, vergognatevi”.

Il pubblico che si era assiepato all’esterno è quindi entrato senza biglietto costringendo gli  organizzatori a rimborsare, all’uscita, coloro che invece il biglietto l’avevano regolarmente pagato. Ora gli organizzatori di Acme 04 intendono prendere provvedimenti:   “Nessuno ha mai dichiarato che fosse a ingresso gratuito, il fatto che fosse a pagamento era anzi ben specificato sia sulle locandine che su Facebook. Per quanto accaduto ieri sera provvederemo a muoverci nelle opportune sedi”. [F.te IVG]

Redazione

[COMUNICATO STAMPA] CRISTIANO DE ANDRÉ: il 15 agosto al via il tour estivo “DE ANDRÉ CANTA DE ANDRÉ – BEST OF”


 

CRISTIANO DE ANDRÉ

 Cristiano De André_ Foto di Riccardo Medana

Il 15 agosto al via il tour estivo

“DE ANDRÉ CANTA DE ANDRÉ – BEST OF”

 Il meglio del repertorio di Faber, riarrangiato negli anni da

CRISTIANO DE ANDRÉ

 Dal 15 agosto CRISTIANO DE ANDRÉ si esibirà in tutta Italia con il tour estivo “De André canta De André – Best of” in cui attingerà dall’immenso repertorio di Fabrizio, portando sul palco i più grandi brani del padre riarrangiati, già contenuti nei progetti discografici di grande successo “De André canta De André – Vol. 1” (2009), “De André canta De André – Vol. 2” (2010) e “De André canta De André – Vol. 3” (2017).

Questo tour estivo arriva dopo un’interruzione di qualche settimana dell’attività artistica, a causa di un problema alle corde vocali, che ha costretto Cristiano De André a rimandare il tour “STORIA DI UN IMPIEGATO” all’autunno 2018.

«De André canta De André è un progetto che mi ha permesso e mi permette di portare avanti l’eredità artistica di mio padre – scrive Cristiano De André –  caratterizzandola però con nuovi arrangiamenti che possano esprimere la mia personalità musicale e allo stesso tempo donino un nuovo vestito alle opere, una mia impronta. Mi auguro che così facendo la poesia di mio padre possa arrivare a toccare le anime più giovani, a coinvolgere anche chi non ascolta la canzone prettamente d’autore».

Queste le prime date confermate del tour “De André canta De André – Best of”:

15 agosto a Rispescia (GR) in occasione di Festambiente;

17 agosto al Parco dei Suoni di Riola Sardo (OR);

18 agosto a Osini (NU);

24 agosto a Castagnole Lanze (AT) in occasione di Festival Contro;

30 agosto in Piazza della Vittoria a Ceriale (SV);

3 settembre in Piazza Duomo a Prato;

7 settembre al Parco Nord di Bologna.

Sul palco con Cristiano, ci saranno i musicisti Osvaldo Di Dio, Davide Pezzin, Davide Devito e Riccardo di Paola.

 Il tour è prodotto e organizzato da Intersuoni Srl, divisione Booking & Management Unit.

Redazione

FABRIZIO DE ANDRÉ: esce l’1 settembre “ANIME SALVE – LEGACY EDITION”! Il cofanetto è già disponibile in pre-order in cd e vinile e conterrà una doppia versione originale e live.


Comunicato stampa

FABRIZIO DE ANDRÉ

ESCE L’1 SETTEMBRE

ANIME SALVE  LEGACY EDITION

COVER - ANIME SALVE LEGACY EDITION_Fabrizio De André_b

Il cofanetto è già disponibile in pre-order in cd e vinile

e conterrà una doppia versione originale e live 

L’1 settembre esce ANIME SALVE – LEGACY EDITION (Rca Records Label – Nuvole Production)!

Il cofanetto, già disponibile in pre-order in cd e vinile (https://SMI.lnk.to/ANIMESALVELEGACYEDITION), conterrà una doppia versione, originale e live(tratta da “Anime salve. Il concerto 1997”), dell’ultimo disco di studio di FABRIZIO DE ANDRÉ.

Queste le due versioni disponibili di ANIME SALVE – LEGACY EDITION

HARDOVERBOOK DVD SIZE VERSIONE CD

2CD Anime Salve + Anime Salve LIVE

LIBRETTO 40 PAGINE con testo introduttivo di John Vignola

BOX VERSIONE LP

Anime Salve in versione ORIGINALE in carta speciale Fedrigoni

Anime Salve LIVE

LIBRETTO 8 PAGINE FORMATO VINILE con testo introduttivo di John Vignola

DATA DI USCITA

1 SETTEMBRE 2017

Foto Reinhold Kohl-Fondazione Fabrizio De André Onlus_b

Di seguito le tracklist:              

ANIME SALVE

“Prinçesa”; “Khorakhané” (A forza di essere vento); “Anime salve”; “Dolcenera”; “Le acciughe fanno il pallone”; “Disamistade”; “’Â Cúmba”; “Ho visto Nina volare”; “Smisurata preghiera”.

ANIME SALVE LIVE

“Prinçesa”; “Khorakhané” (A forza di essere vento); “Anime salve”; Presentazione “Dolcenera”; “Dolcenera”; “Le acciughe fanno il pallone”; Presentazione “Disamistade”; “Disamistade”; “’Â Cúmba”; “Ho visto Nina volare”; Presentazione “Smisurata preghiera”; “Smisurata preghiera”.

Intanto, è online il canale VEVO tutto dedicato a FABRIZIO DE ANDRÉ, dove verranno caricati tutti i video del celebre artista. Il canale è visibile al seguente link www.vevo.com/artist/fabrizio-de-andre

Sul canale attualmente sono presenti 25 video tratti da “Fabrizio De André in concerto”, live registrato al Teatro Brancaccio di Roma il 13 e 14 febbraio 1998; tra questi “Bocca di rosa”, “Crêuza de mä”, “Ho visto Nina volare” e “Via del campo”.

L’obiettivo è di raccogliere sul canale VEVO l’intera produzione di De André, creando uno spazio online interamente dedicato a uno dei più grandi artisti italiani.

http://vevo.ly/yJiHN4

CRISTIANO DE ANDRÉ “Canzone per l’estate”, brano storico scritto da Faber e De Gregori da oggi, venerdì 13 maggio in radio e su iTunes. Si aggiungono nuove date al tour “DE ANDRÉ CANTA DE ANDRÉ”


CRISTIANO DE ANDRÉ

de.jpg

A 50 anni dall’uscita del primo disco del padre “Tutto Fabrizio De André

DA VENERDI’ 13 MAGGIO IN RADIO E SU ITUNES IL NUOVO SINGOLO

CANZONE PER L’ESTATE

brano storico di Faber e De Gregori, dell’album “Volume 8” del 1975

SI AGGIUNGONO NUOVE DATE AL TERZO CAPITOLO DEL TOUR

“DE ANDRÉ CANTA DE ANDRÉ”

l’unico vero erede del patrimonio musicale deandreiano racconta il rapporto con il padre attingendo dall’immenso repertorio di Fabrizio

Da oggi, venerdì 13 maggio, sarà in rotazione radiofonica e disponibile su iTunes “Canzone per l’estate(Universal Music), il nuovo singolo di CRISTIANO DE ANDRÉ, reinterpretazione dello storico brano che Faber scrisse insieme a Francesco De Gregori e che inserì nell’album “Volume 8” del 1975.

«Quando mio padre e Francesco De Gregori, nel 1974, scrissero questa canzone, contestarono apertamente un modo di vivere troppo convenzionale, tendente all’omologazione delle menti – racconta Cristiano De André – Allo stesso tempo manifestarono l’attrazione per un’anarchia intesa soprattutto come categoria dello spirito. In questo passaggio rivedo il disagio di mio padre, per diversi anni a confine delle due condizioni. Durò poco, fortunatamente, la sua identità libertaria vinse su tutto e lo guidò fino alla fine. Ciò che mi spinge a riproporre questo brano non è solo la volontà di estendere alle generazioni future i suoi insegnamenti, ma anche la convinzione che alcuni paradossi sociali non siano cambiati e che quindi valga la pena continuare a lottare».

Si aggiungono nuove date al terzo capitolo del tour di Cristiano De André “De André canta De André”, con cui il cantautore omaggia il padre in occasione dei 50 anni dall’uscita del primo disco “Tutto Fabrizio De André”, album che già conteneva le intramontabili canzoni “La guerra di Piero”, “Via del Campo” e “Amore che vieni, amore che vai”.

Queste le date del tour “De André canta De André” (prodotto da Intersuoni Srl, divisione Booking & Management Unit BMU): data zero l’11 giugno al Teatro Comunale diCagli (Pesaro Urbino), al via il 24 giugno dalla Cavea dell’Auditorium di Roma, il 7 luglio a Pistoia in occasione della “Notte Rossa” in collaborazione con Avis, all’interno di Pistoia Blues, il 15 luglio a Varallo Sesia (Vercelli) in occasione del Festival Alpàa – NUOVA DATA, il 22 luglio al Castello di Zevio a Zevio (Verona) in occasione di Verona Folk – NUOVA DATA, il 23 luglio in Villa Arconati a Bollate (Milano), il 29 luglio a Verucchio (Rimini) in occasione di Verucchio Festival – NUOVA DATA, il 19 agostoall’Anfiteatro di Porto Rotondo (Olbia) e il 28 agosto alla Cava del Parco dei Suoni a Riola Sardo (Oristano).

Cristiano De André, unico vero erede del patrimonio musicale deandreiano, attingerà dall’immenso repertorio di Fabrizio, interpretando sul palco i brani del padre contenuti nei progetti discografici di grande successo “De André canta De André – Vol. 1(2009) eDe André canta De André – Vol. 2(2010) e quindici nuove canzoni non ancora rivisitate, tra cui “La Guerra di Piero”, “Via Del Campo”, “Amore che vieni, amore che vai”, il nuovo singolo “Canzone per l’estate”, “Una storia sbagliatae Il bombarolo”!

Sarà accompagnato da una band d’eccezione composta da Osvaldo di Dio, Davide Pezzin (Ligabue) e Davide Devito, con la collaborazione di Max Marcolini (Zucchero) per gli arrangiamenti.

È uscita l’autobiografia intensa e sorprendente di Cristiano De André “La versione di C.(Mondadori Electa) dove, per la prima volta, il cantautore racconta il rapporto con il padre e con la famiglia, partendo dall’infanzia e portando alla luce un flusso cronologico di ricordi. L’artista firmerà le copie del libro il 14 maggio al Salone Internazionale del Libro di Torino, il 21 maggio al Mondadori Bookstore di Genova, il 22 maggio alla Cappella Sconsacrata Del Priamar di Savona, il 28 maggio al Festival della Parola di Chiavari (Genova) e il 9 luglio al Festival “Il libro possibile” di Polignano A Mare (Bari).

«‘De André canta De André’ è un progetto che mi ha permesso e mi permette di portare avanti l’eredità artistica di mio padre – scrive Cristiano De André nell’autobiografia (pag. 183) –  caratterizzandola però con nuovi arrangiamenti che possano esprimere la mia personalità musicale e allo stesso tempo donino un nuovo vestito alle opere, una mia impronta. Mi auguro che così facendo la poesia di mio padre possa arrivare a toccare le anime più giovani, a coinvolgere anche chi non ascolta la canzone prettamente d’autore».

Redazione

Cristiano DE ANDRÉ incanta il pubblico con il suo repertorio e quello di Faber: nuove date tour


CRISTIANO DE ANDRÉ

cris 

“VIA DELL’AMORE VICENDEVOLE – TOUR LIVE” 

Si aggiungono nuove date:

IL 14 NOVEMBRE A FORLÌ

IL 3 GENNAIO A RAVELLO (Salerno)

CRISTIANO DE ANDRÉ continua ad incantare il pubblico con il suo “VIA DELL’AMORE VICENDEVOLE – TOUR LIVE”, in cui propone i brani del suo repertorio e i grandi successi di Faber, per una scaletta e un concerto ricchi di intense emozioni.  Il tour prosegue in tutta Italia con l’aggiunta di nuove date. Questi i prossimi concerti confermati: il 14 novembre al Naima Club di Forlì (FC) in duo acustico con Osvaldo di Dio  (e con  la partecipazione di Maurizio Solieri) – NUOVA DATA; il 29 novembre al Casinò di Campione D’Italia (CO); l’1 dicembreall’Auditorium di Milano (Concerto per Telethon); il 2 dicembre al Politeama Genovese di Genova; il 12 dicembre al Teatro Kennedy di Fasano (BR); il 13 dicembre al Teatro Curti di Barletta (BAT); il 3 gennaio all’Auditorium Oscar Niemeyer di Ravello (SA) in duo acustico con Osvaldo di Dio – NUOVA DATA;  il24 gennaio al Teatro Manzoni di Bologna.

La tournée vede Cristiano De André interpretare sul palco i suoi successi (da “Dietro la porta” a “Cose che dimentico”, ad altri) e i brani del suo ultimo album “Come in cielo così in guerra (Special edition)” (da “Invisibili” a “Il cielo è vuoto” a “Non è una favola”, ad altri), oltre ad alcuni capolavori di Faber ormai entrati a far parte del repertorio live di Cristiano (da “Il pescatore” a “Creuza de ma”, a “Verranno a chiederti del nostro amore”, ad altri).

Nel tour, che arriva dopo la vittoria al 64° Festival di Sanremo del Premio della Critica “Mia Martini” e del premio “Sergio Bardotti” per il miglior testo, con il brano Invisibili, il polistrumentista Cristiano De André è accompagnato da Osvaldo Di Dio (chitarre), Massimo Ciaccio (basso) e Davide Devito (batteria). “VIA DELL’AMORE VICENDEVOLE – TOUR LIVE” è organizzato dalla Sounday di Ettore Caretta e Andrea Chieli, società che con questa tournée inaugura la sua collaborazione con Cristiano De André. “Come in cielo così in guerra (Special edition)” (Nuvole Production/Universal Music Italia) è la riedizione dell’album di Cristiano De André uscito nel 2013, e contiene anche i due brani presentati al 64° Festival di Sanremo “Invisibili” e “Il cielo è vuoto”.

Questa la tracklist: “Invisibili”, “Il cielo è vuoto”, “Non è una favola”, “Disegni nel vento”, “Credici”, “Il mio esser buono”, “Il vento soffierà”, “Ingenuo e romantico”, “Sangue del mio sangue”, “Vivere”, “La stanchezza”, “La bambola della discarica”.

CRISTIANO DE ANDRÉ tra i finalisti delle Targhe Tenco 2014 (nella sezione “Miglior Canzone”) con il brano “Il cielo è vuoto”. Prosegue “Via dell’amore vicendevole – Tour Live 2014”


CRISTIANO DE ANDRÉ

deandrè

Tra i finalisti della Targa Tenco 2014 per “Miglior Canzone”

con il brano “Il cielo è vuoto

Prosegue “Via dell’amore vicendevole – Tour Live 2014”

CRISTIANO DE ANDRÉ è tra i finalisti delle Targhe Tenco 2014 nella sezione “Miglior Canzone” con “Il cielo è vuoto”, il brano scritto con Diego Mancini e Dario Faini e presentato al 64° Festival di Sanremo lo scorso febbraio. Le Targhe Tenco 2014 verranno consegnate il 6 dicembre al Teatro Ariston di Sanremo, nei prossimi giorni si conosceranno i vincitori di ogni sezione.

Nel frattempo l’artista continua ad incantare il pubblico con il suo “VIA DELL’AMORE VICENDEVOLE – TOUR LIVE 2014”, in cui propone i brani del suo repertorio e i grandi successi di Faber, per una scaletta e un concerto ricchi di intense emozioni.

Il tour prosegue in tutta Italia con l’aggiunta di nuove tappe teatrali nei prossimi mesi. Questi i prossimi concerti confermati: il 15 novembre al Casinò di Campione D’Italia (CO); l’1 dicembre all’Auditorium di Milano (Concerto per Telethon); il 2 dicembre al Politeama Genovese di Genova; il 12 dicembre al Teatro Kennedy di Fasano (BR); il 13 dicembre al Teatro Curti di Barletta (BAT); il 24 gennaio al Teatro Manzoni di Bologna.

La tournée vede Cristiano De André interpretare sul palco i suoi successi (da “Dietro la porta” a “Cose che dimentico”, ad altri) e i brani del suo ultimo album “Come in cielo così in guerra (Special edition)” (da “Invisibili” a “Il cielo è vuoto” a “Non è una favola”, ad altri), oltre ad alcuni capolavori di Faber ormai entrati a far parte del repertorio live di Cristiano (da “Il pescatore” a “Creuza de ma”, a “Verranno a chiederti del nostro amore”, ad altri).

Nel tour, che arriva dopo la vittoria al 64° Festival di Sanremo del Premio della Critica “Mia Martini” e del premio “Sergio Bardotti” per il miglior testo, con il brano Invisibili, il polistrumentista Cristiano De André è accompagnato da Osvaldo Di Dio (chitarre), Massimo Ciaccio (basso) e Davide Devito (batteria).

“VIA DELL’AMORE VICENDEVOLE – TOUR LIVE 2014” è organizzato dalla Sounday di Ettore Caretta e Andrea Chieli, società che con questa tournée inaugura la sua collaborazione con Cristiano De André.

“Come in cielo così in guerra (Special edition)” (Nuvole Production/Universal Music Italia) è la riedizione dell’album di Cristiano De André uscito nel 2013, e contiene anche i due brani presentati al 64° Festival di Sanremo “Invisibili” e “Il cielo è vuoto”.

Questa la tracklist: “Invisibili”, “Il cielo è vuoto”, “Non è una favola”, “Disegni nel vento”, “Credici”, “Il mio esser buono”, “Il vento soffierà”, “Ingenuo e romantico”, “Sangue del mio sangue”, “Vivere”, “La stanchezza”, “La bambola della discarica”.

“CHE TEMPO CHE FA?” A SANREMO 2014: MALGIOGLIO INDIGNATO, I SUPEROSPITI, I “BIG” … IN AZERBAIGIAN … E GLI “EX TALENT”?”


sanremo-20141-520x292

Il settimanale “Nuovo” (n. 52 02/01/2014), con una breve inchiesta, ha cercato di “tastare il polso” del gradimento e delle reazioni espressi a botta calda da pubblico e “addetti ai lavori” a proposito del prossimo festival della canzone italiana, il 64esimo per la precisione (18 – 22 febbraio 2014), a pochi giorni di distanza dalla lettura della lista dei partecipanti da parte del conduttore Fabio Fazio e l’autore dell’articolo, a dire il vero, non sembra abbandonarsi a entusiasmi spontanei o toni favorevolmente sorpresi. Ecco chi sono i “big-per-modo-di-dire” che “non convincono” pienamente: Francesco Sarcina, Frankie Hi-Nrg Mc, Giuliano Palma, Renzo Rubino, Riccardo Sinigallia, Raphael Gualazzi, Perturbazione, Cristiano De Andrè, Giusy Ferreri, Francesco Renga, Ron, Antonella Ruggiero, Arisa e Noemi.

Naturalmente, Fazio difende a spada sguainata le sue scelte, dicendo di aver voluto creare un “mix” di “classico e contemporaneità”, scommettendo su pezzi che possano interessare le radio e promettendo “superospiti” internazionali (uno fra tutti, Justin Bieber) e non, per accendere di mondanità le serate della Riviera dei Fiori. Nell’articolo si evidenzia che potrebbe rivelarsi un errore da scontare a caro prezzo l’aver volutamente trascurato l’ ”anima nazional-popolare della kermesse” e quelli che ne sono sempre stati gli interpreti “storici”, infatti proprio alcune “(ex)star di Sanremo” sono impegnate in questi giorni in una serie di esibizioni a Baku, in Azerbaigian, dove sono acclamatissime; qualche nome?Al Bano, Toto Cutugno, Ricchi e Poveri, Pupo, Tony Esposito, Fiordaliso, Ivana Spagna

Il più accanito detrattore del “cast” di cantanti di Sanremo 2014 è Cristiano Malgioglio -professa la sua stima solo per Francesco Renga e Giusy Ferreri-, che rifarebbe interamente alla sua maniera, ammettendo in gara “Rettore, Alice, Oxa, Mango”, più qualche appartenente a quello che definisce “Jurassic Park di successo”, come anche, udite, udite “Giovani artisti provenienti dai talent show (che?non aveva sempre sostenuto il contrario?… come rimangiarsi la parola impunemente)”, mentre su Antonella Ruggiero orfana dei “Matia Bazar” è impietosamente crudele “In versione solista è un’artista fuori mercato”; qualche altro parere: il giornalista Dario SalvatoriI big in gara hanno bisogno del rilancio … a me piacerebbe il contrario, ovvero che il festival potesse trovare forza e giovamento da determinati artisti …”, il paroliere Paolo Limiti “(ndr si riferisce all’edizione 2013) … Quei brani facevano letteralmente schifo. A febbraio 2014 accenderò la tv, ma se nei primi venti minuti ascolterò canzoni orrende, giuro che spegnerò tutto …”, Iva ZanicchiQuando ho letto la lista dei big, in relazione a qualcuno, la prima cosa che ho detto è stata –E chi è questo?- Non avrei escluso gli allievi dei talent, perché ormai –Amici-, -XFactor- e –The Voice- sono una realtà”, le fa eco un’altra cantante, Emanuela VillaI ragazzi dei talent portano un gran numero di telespettatori”, certo, come dimenticare la forza dirompente e liberatoria del televoto, in cui è specializzata soprattutto questa tipologia di pubblico, che sarà quindi privato della soddisfazione impagabile di potersi “sfogare” con la digitazione rabbiosa, nervosa e compulsiva, a mezzo apparecchi fissi e mobili, di numeri telefonici e codici in grado di far volare il più in alto possibile i propri beniamini?come dire “no televoto (a dire il vero ci sarà, ma si può, ragionevolmente, prevederne, quantitativamente, un crollo), no party”.

Tra gli esclusi di quest’anno, nella sezione ”Sanremo Giovani”, la “ex-amiciana” Claudia Casciaro che parla di “Pregiudizio verso chi viene dai talent … Tanti sono convinti che i ragazzi dei talent non siano credibili”, più accomodante il collega Luca Napolitano (ndr finalista ad “Amici8”), che dice di comprendere la volontà di Fazio di ritornare a un Sanremo “pre-talent” “E’solo la prima volta che vengono esclusi i partecipanti dei talent, in particolare di –Amici- (ndr vero è che Noemi e la Ferreri, presenti al festival, si sono fatte conoscere a –XFactor-, stessa categoria di provenienza –talent-, ma ormai ne sono considerate, a tutti gli effetti, affrancate, a differenza di altri), io dico di metterlo alla prova …” e continua “Non succede nulla se per un’edizione mancano –Amici-, -The Voice- e –XFactor-, in particolare i partecipanti degli ultimi anni” a chi avrà alluso il giovane cantautore napoletano? Il 2008, quando nella “scuola” della De Filippi vinse Marco Carta, poi rivelazione di Sanremo 2009 è troppo lontano? E il 2009 quando arrivò secondo Valerio Scanu, poi affermatosi, a sua volta, a Sanremo 2010? Il 2010, quando prevalse Emma Marrone, poi “laureata”, come i predecessori, a Sanremo, nel 2012? Marco Mengoni, primo a “XFactor” nel 2009 e a Sanremo 2013? Non è difficile capire, a questo punto, perché gli “ex-talent” siano avversati su così tanti fronti.

[Articolo a cura di Fede]

Festival di Sanremo la lista dei nomi fatta da “scelte non televisive”…


fabio-fazio-getty-618x350
Il 18 dicembre è stata resa pubblica la lista degli ammessi alla nuova edizione del Festival di Sanremo 2014 e a quanto pare  non si è dato spazio alla popolarità del televoto ed è evidente l’assenza degli  “Amici di Maria” in questa edizione. Con un tweet Fabio Fazio parlando della nuova edizione del festival ha usato ancora l’aggettivo “contemporaneo” e ha parlato di scelte “non televisive” che tuttavia rispettano “il senso della musica oggi”. Ecco la lista degli ammessi e relativi brani:

Noemi: Bagnati dal sole e Un uomo è un albero

Arisa: Lentamente e Controvento

Raphael Gualazzi feat. Bloody Beetroots (conosciutissimi all’estero e nei festival europei di musica elettronica sono delle star da migliaia di persone combinati per l’occasione con le venature jazz di Gualazzi): Liberi o no e Tanto ci sei

Perturbazione: L’unica e L’Italia vista dal bar (alzi la mano chi li conosce ma è una delle rock band più interessanti degli ultimi anni)

Cristiano De André: Invisibili e Il cielo è vuoto

Renzo Rubino: Ora e Per sempre e poi basta (L’anno scorso arrivò secondo tra i giovani con la bellissima canzone su un amore gay).

Frankie Hi-Nrg: Pedala e Un uomo è vivo
( patriarca dell’hip hop italiano)

Giuliano Palma: Così lontano e Un bacio crudele

Riccardo Sinigallia: Prima di andare via e Una rigenerazione

Antonella Ruggiero: Quando balliamo e Da lontano

Giusy Ferreri: L’amore possiede il bene e Ti porto a cena con me,(cantante  in cerca di nuova identità insieme a Noemi)

Francesco Renga: A un isolato da te e Vivendo adesso

Francesco Sarcina (senza Le Vibrazioni): Nel tuo sorriso e In questa città

Ron: Un abbraccio unico e Sing in the rain

Pertanto al Festival ci saranno tre vincitori di Sanremo come Ron, Francesco Renga e Antonella Ruggiero, un personaggio legato alla canzone d’autore come Cristiano De Andrè, Noemi, ormai considerata interprete di qualità, due personaggi in cerca di una nuova identità come Arisa e Giusy Ferreri, un talento emergente come Renzo Rubino, promosso tra i Big dopo la felice esperienza tra i Giovani dello scorso anno e un cultore del reggae e del soul in chiave pop come Giuliano Palma.

Se può incuriosirvi questi alcuni dei nomi degli esclusi: Alex Britti- Bianca Atzei, Dolcenera, Fabi-Silvestri-Gazzè, Nina Zilli, Enrico Ruggieri, Violante Placido & Roberto Dell’Era (Afterhours), Mango, Alice, Annalisa, Il Cile, Antonio Maggio, Solange & Alessandro Canino, Anna Oxa, Moreno….

Beh…alcune esclusioni indubbiamente stupiscono, non resta quindi che aspettare l’ascolto dei brani per giudicare  le “scelte” di Fazio e aspettare che trapeli qualcosa sugli “Ospiti”per escludere completamente la presenza di “star” di marchio defilippiano dal palco del Festival che in un modo o nell’altro riescono sempre a calcarlo. Che dite?

Concerto del 1° Maggio a Roma con Geppy Cucciari


Geppy cucciari

Geppy Cucciari guiderà la maratona del concerto del primo  Maggio di Piazza San Giovanni a Roma, nove ore di intrattenimento per un evento di grande fascino che ogni anno raccoglie migliaia di appassionati di musica provenienti da tutte le parti d’Italia. Nonostante problemi di badget  e varie polemiche, la manifestazione radunerà anche stavolta volti noti dello spettacolo e gruppi emergenti per tutti i gusti, dal rock italiano al folk dalle sonorità balcaniche, dall’etno-dub al pop.  Tra gli ospiti, il ritorno di  “Elio e le storie tese”, e poi ancora  Max Gazzè, Marta Sui Tubi, Africa Unite, Motel Connection, i Ministri, Management del Dolore Post Operatorio e Marco Notari, Enzo Avitabile e i Bottari, Cristiano De Andrè, molti dei quali voluti fortemente da Marco Godano, direttore artistico del concerto.