dischi

[COMUNICATI] TONY MAIELLO: “SPETTACOLO” E’ IL TITOLO DEL NUOVO SINGOLO E ALBUM in uscita ad Aprile


Il 13 aprile esce il nuovo album
Spettacolo”,
anticipato dal singolo omonimo in radio a partire dal 6 aprile.

toni maiello

Esce il 13 aprile in tutti gli store digitali e nei negozi di dischi tradizionali“Spettacolo” (etichetta discografica Selection Srl, distribuzione Artist First), il nuovo album di Tony Maiello (già in pre-order dal 9 marzo sia in digitale su iTunes, che fisico su questo link: https://artistfirst.lnk.to/Spettacolo-PreOrder ) , anticipato dal brano omonimo, in radio a partire dal 6 aprile, quarto singolo estratto dopo “In alto”, “il mio funky” e “L’amore che conosco”. A breve verranno annunciate le date dei live e dell’Instore tour.

Ogni vita è uno spettacolo. Ogni spettacolo ha le sue pause, i suoi momenti felici e quelli meno, tra la linearità dei discorsi e i colpi di scena – racconta il cantautore -. Sta a noi capire da che parte stare.  A volte spettatori, a volte registi e poche volte protagonisti.  Decidiamo e subiamo il corso degli eventi. Per quanto mi riguarda, ho passato gli ultimi anni dietro le quinte, cercando e scrivendo la mia parte migliore. Questo album è la nuova colonna sonora della mia vita, uno spettacolo che va in scena da 29 anniBuon ascolto!”

L’album, a cui hanno collaborato gli autori e amici di Tony, Marco Rettani, Davide Simonetta, Lorenzo Vizzini, Sabatino Salvati ed Enrico “Kikko” Palmosi, è composto da 12 brani: si apre con “In Alto” (video: https://youtu.be/-0t4QNiYLSk), una riflessione su quanto sia importante liberarsi dai problemi di ogni giorno.“Davvero” è un brano sull’amore che anticipa la titletrack “Spettacolo” in cui Tony sprona a mettere in scena la nostra parte migliore, sempre. Il racconto di una storia d’amore mai iniziata nella canzone Amy Lee”, a cui segue “L’amore che conosco”  quello tangibile e non “via social”.

  Ti difenderò” è il brano con cui Tony affronta per la prima volta il tema dell’omofobia: non è una canzone di protesta, ma semplicemente una dedica d’amore per dire “io ci sono”. La spensieratezza nel brano In un battito”, la lontananza come risorsa inPossibile” e l’istintività e la leggerezza in “Il mio  funky”:

 “Terremoto” è il brano a cui il cantautore è più legato, un testo forte che racconta forse il periodo più brutto de suoi 29 anni. Il disco si chiude con “Giungla”, con il feat. di Raige che ha collaborato alla scrittura del brano, in cui Tony si è divertito a scrivere e cantare una canzone sopra una base country. AL brano ha collaborato Raige e, infine, con “Non mi fermerò” con il feat. di Giulia Penna.

Spettacolo” è prodotto e realizzato da Enrico Palmosi all’UpMusic Studio di Milano. La produzione artistica è di Enrico Palmosi, Sabatino Salvati, Tony Maiello. Mix di James F Reynolds e Marco D’Agostino (che ha curato anche il Mastering al 96Khz di Milano). Hanno collaborato Enrico Matta (drums), Marco Mariniello(basso), Enrico Palmosi (pianoforti & Keys), Nicola Oliva (chitarre acustiche), Paolo Petrini (chitarre elettriche), Tony Maiello, Sabato Salvati, Elisabetta Macchia, Antonella Macchia, Angela Albanese, Creative Music Art Choir (cori), Mario Natale, Enrico Palmosi (orchestrazioni) FAME’s @ Macedonia (orchestra).

tonymTony Maiello è nato a C/mare di Stabia in provincia di Napoli il 15 marzo 1989. Nel 2008 partecipa alla prima edizione di X Factor e arriva fino in finale pubblicando successivamente il suo primo singolo “Mi togli il respiro”, distribuito fisicamente daSony/BMG. Nel 2009 viene messo sotto contratto dall’ etichetta discografica indipendente “Non ho l’età” della Maionchi e nel maggio dello stesso anno pubblica il suo primo EP dal titolo “Ama Calma” con distribuzione Edel. Il primo singolo estratto è stato l’omonimo brano “Ama Calma” uscito nell’estate del 2009. Segue il singolo “Fidati di me”. Nel 2010 partecipa a Sanremo Giovani trionfando nella categoria “Nuove proposte” con il brano “Il linguaggio della resa” scritto dallo stesso Tony. Oltre al singolo del brano sanremese, viene pubblicato anche l’omonimo album. Il 9 aprile 2010 è stato pubblicato il secondo singolo dall’album, intitolato“Come gli altri”. Segue il singolo in inglese “Echo” con Brooke Borg. Il 22 giugno inizia una collaborazione con l’etichetta discografica Rosso al tramonto e pubblica il singolo intitolato “Chi ha inventato i sentimenti”, seguito da un altro singolo intitolato“Farsi del male x sempre”. Il 6 novembre 2015 esce “Simili” il nuovo album di Laura Pausini e all’interno del disco c’è il brano “200 note” scritto da Tony Maiello. L’ 11 marzo esce il nuovo singolo di Francesco Renga intitolato “Guardami amore”scritto da Tony Maiello e inoltre – all’ interno dell’album – ci sono altri due brani scritti dallo stesso Tony, tra i quali “Scriverò il tuo nome”, la title track del nuovo album di Francesco. Per Giorgia scrive la hit “Credo”, contenuta all’interno dell’album “Oro Nero” e “Come neve” cantata con Marco Mengoni (già disco di platino) e per Laura Pausini scrive “Il coraggio di andare” inserito nel suo ultimo album.

Redazione

#MUSICA: Ermal Meta annuncia uscita nuovo album di inediti a Febbraio e concerto al Forum di Assago il 28 aprile 2018


Risultati immagini per ermal meta foto

Con un post su Facebook, Ermal Meta ha annunciato  il titolo del suo nuovo album di inediti che si intitolerà “Non abbiamo armi”, in uscita il 9 febbraio dopo la partecipazione al Festival di Sanremo in coppia con Fabrizio Moro (con cui sarà in gara con la canzone”Non mi avete fatto niente”),

Ha scritto Meta:

Ho pensato che veniamo al mondo come piccole navicelle spaziali lanciate da una mano gigante e invisibile, ho pensato che proviamo di tutto, il bello e il brutto, ho pensato che ridiamo, piangiamo, vinciamo, falliamo, cantiamo e urliamo, ho pensato che corriamo così tanto da sentire i polmoni bruciarci nel petto. Ho pensato che in mezzo ad una tempesta o anche sotto una pioggia di bombe, il cuore è l’unico scudo e riparo che abbiamo. Ho pensato che per tutta la durata di questo grande viaggio che è la nostra vita cerchiamo sempre la mano di qualcuno e ho capito che è così perché…

…NON ABBIAMO (altre) ARMI.

Ermal ha poi annunciato che il 28 aprile terrà un concerto al Forum di Assago (Milano)

L'immagine può contenere: 1 persona, con sorriso, sMS

LUCIO BATTISTI: fino al 5 ottobre aperto il TEMPORARY STORE inaugurato, in occasione dell’uscita di “MASTERS”, al negozio VINILE di Milano (Via Tadino, 17)!


LUCIO BATTISTI

                                                    Battisti_Masters_b                                               

“MASTERS”

TEMPORARY STORE

fino al 5 ottobre al negozio VINILE di MILANO

(Via Tadino, 17)

DOMANI: MAURO LAVEZZI e DELTA V

GIOVEDÌ 5 OTTOBRE: MARCO MASINI, GIULIA MAZZONI e BOBO RONDELLI

In concomitanza con l’uscita di “MASTERS” di LUCIO BATTISTI, venerdì 29 settembre è stato aperto un TEMPORARY STORE presso il negozio VINILE di MILANO (Via Tadino, 17) dove artisti della scena musicale italiana si stanno alternando sul palcoscenico.

MERCOLEDÌ 4 OTTOBRE saranno presenti il compositore e cantautore Mauro Lavezzi ed il gruppo musicale Delta V mentre GIOVEDÌ 5 OTTOBRE per la serata conclusiva parteciperanno il cantante Marco Masini, la pianista Giulia Mazzoni ed il cantautore e poeta Bobo Rondelli.

È disponibile “MASTERS”, l’atteso cofanetto, targato Sony Music, contenente 60 brani di LUCIO BATTISTI estratti direttamente dai nastri analogici originali restaurati e rimasterizzati a 24bit/192KHZ. Grazie alla particolare e attenta procedura utilizzata e alle più avanzate tecniche digitali è possibile godere del suono e delle dinamiche peculiari degli storici supporti analogici, restaurati e riportati al loro massimo splendore.

MASTERS” permette di ascoltare il più grande musicista della storia della musica italiana “come non l’hai mai ascoltato”!

Queste le tre versioni disponibili di MASTERS

COFANETTO 4 CD

+ BOOKLET 24 pagine con foto e interviste a

Geoff Westley, Alessandro Colombini, Franz Di Cioccio e Alberto Radius

COFANETTO DELUXE 8 LP IN PASTA COLORATA

BOOKLET 12 PAGINE con foto e interviste a

Geoff Westley, Alessandro Colombini, Franz Di Cioccio e Alberto Radius

COFANETTO VERSIONE TRIPLO LP

Era il 1967 quando “29 settembre”, interpretato dall’Equipe 84 e firmato da LUCIO BATTISTI, arrivò al primo posto della classifica. Il brano fu il primo grande successo di BATTISTI e l’inizio della sua straordinaria carriera. A 50 anni esatti dalla prima pubblicazione del brano, Sony Music vuole rendere omaggio e celebrare quel lato meno conosciuto al grande pubblico, ma capace ancora di sorprendere, a quasi 20 anni dalla morte: il Battisti produttore di studio, il Musicista, l’innovatore!

Redazione

CLASSIFICHE Italia (FIMI/GfK: wk 36 dal 1 al 7 settembre 2017- ALBUM – SINGOLI) – EarOne –


A seguire le prime dieci posizioni nelle classifiche  FIMI-Nielsen-GfK-EarOne  

CLASSIFICA ALBUM  

Incredibile rimonta di Mostro che dalla 88a posizione di una settimana fa sale al primo posto della classifica – Debutto in quarta posizione per Soundtrack 97 17 di Elisa mentre alla 5a posizione troviamo una new entry:  Ensi con  V – Stabile malgrado i nuovi ingressi Riki con Perdo le parole alla 6 come anche Coez con Faccio un casino alla  10.

mostro

01 OGNI MALEDETTO GIORNO (Mostro)
02 GENTLEMAN (Gué Pequeno)
03 ALBUM (Ghali)
04 SOUNDTRACK 97-17 (Elisa)
05 V (Ensi)
06 PERDO LE PAROLE (Riki)
07 KALEIDOSCOPE EP (Coldplay)
08 17 (XXXTentacion)
09 ÷ (DIVIDE) (Ed Sheeran)
10 FACCIO UN CASINO (Coez)

CLASSIFICA SINGOLI  

Continua a reggere il fortuna singolo di -JAx & Fedez (feat. T-Pain) alla prima posizione, seguito dall’altrettanto  fortunato tormentone dei Thegiornalisti alla seconda posizione mentre Mi gente passa avanti a Voglio ballare con te (Baby K feat. Andrés Dvicio) al quarto posto.

Stabile L’esercito del selfie, di Takagi & Ketra feat. Lorenzo Fragola e Arisa alla  5.

In chiusura  decisa salita di tre posizioni di El Party di Jake la Furia che si porta così alla 6 mentre Pamplona di Fabri Fibra e Thegiornalisti perde due posizioni e chiude la TopTen alla  10 .

senza pagare
01 SENZA PAGARE (J-Ax & Fedez feat. T-Pain)
02 RICCIONE (Thegiornalisti)
03 MI GENTE (J Balvin & Willy William)
04 VOGLIO BALLARE CON TE (Baby K feat. Andrés Dvicio)
05 L’ESERCITO DEL SELFIE (Takagi & Ketra feat. Lorenzo Fragola & Arisa)
06 EL PARTY (Jake La Furia feat. Alessio La Profunda Melodia)
07 THUNDER (Imagine Dragons)
08 MORE THAN YOU KNOW (Axwell & Ingrosso)
09 DESPACITO (Luis Fonsi feat. Daddy Yankee)
10 PAMPLONA (Fabri Fibra feat. Thegiornalisti)

CLASSIFICA RADIO 8 SETTEMBRE 2017

Francesca Michielin in testa alla classifica con Vulcano

michielin v.

01 VULCANO (Francesca Michielin)
02 RICCIONE (Thegiornalisti)
03 VERSACE ON THE FLOOR (Bruno Mars)
04 MIRACLES (SOMEONE SPECIAL) (Coldplay feat. Big Sean)
05 ATTENTION (Charlie Puth)
06 FEELS (Calvin Harris feat. Pharrell Williams, Katy Perry & Big Sean)
07 L’ESERCITO DEL SELFIE (Takagi & Ketra feat. Lorenzo Fragola & Arisa)
08 TRA LE GRANITE E LE GRANATE (Francesco Gabbani)
09 L’AMORE MI PERSEGUITA (Giusy Ferreri feat. Federico Zampaglione)
10 THERE’S NOTHING HOLDIN’ ME BACK (Shawn Mendes)

Redazione

Questa sera, alle 21:00_Jarabe de Palo // anche NOEMI all’Auditorium Parco della Musica


Questa sera, alle 21:00, si terrà all’ Auditorium Parco della Musica di Roma il concerto di Jarabe de Palo che festeggia i vent’anni di carriera della band e i cinquanta del suo fondatore Pau Donès. Per l’occasione, sul palco della Cavea, anche NOEMI che duetterà con Pau su “Mi piace come sei”. 

Alle 20:15, Pau incontrerà il pubblico alla libreria Notebook dell’Auditorium per il firmacopie di “50 Palos”.
Redazione

DUE DISCHI D’ORO CERTIFICATI DA FIMI PER GLI ARTISTI DISTRIBUITI DA BELIEVE DIGITAL CON 25.000 COPIE VENDUTE: VALERIO SCANU ED EZIO BOSSO


DUE DISCHI D’ORO PER GLI ARTISTI DISTRIBUITI DA BELIEVE DIGITAL SECONDO LE CERTIFICAZIONI FIMI

 VALERIO SCANU CON “FINALMENTE PIOVE” ED EZIO BOSSO CON “THE 12TH ROOM”

RAGGIUNGONO IL TRAGUARDO DELLE 25.000 COPIE VENDUTE

Believe Digital, leader mondiale nella distribuzione e nel marketing digitale, ha contribuito in maniera diretta al raggiungimento dei dischi d’oro certificati da FIMI grazie al lavoro di ottimizzazione delle vendite digitali messo in atto dal proprio team, il più specializzato al mondo.

Digital ha investito in risorse in grado di garantire un supporto professionale e dedicato ad ogni singolo progetto, indipendentemente dal genere musicale, sia sul canale fisico che sul digitale.

Con oltre 25.000 copie vendute, Valerio Scanu conquista il Disco d’Oro per il brano sanremese “Finalmente Piove”.

Il brano, scritto da Fabrizio Moro, dà il titolo al nuovo album di Valerio uscito lo scorso 12 febbraio 2016 di cui Believe gestisce la distribuzione fisica e digitale. 13 tracce prodotte da Luca Mattioni, 8 delle quali portano la firma dello stesso Valerio. Bonus track dell’album, la cover di “Io vivrò (senza te)” di Lucio Battisti, eseguita al Festival di Sanremo.

Dichiara Scanu: «Essere arrivato a Sanremo con la mia etichetta indipendente ed esserci arrivato con un brano e con un progetto discografico come “Finalmente Piove” mi rende orgoglioso ed a prescindere dalle classifiche sanremesi questa Certificazione è la dimostrazione che quello che conta è arrivare alla gente».

Certificazione come Disco d’Oro da FIMI anche per “The 12th Room” del pianista Ezio Bosso; a contribuire al successo anche le straordinarie vendite digitali dell’album. Subito dopo l’esibizione di Ezio Bosso come ospite al Festival di Sanremo, il disco “The 12th Room” aveva raggiunto la prima posizione della classifica iTunes degli album più venduti in Italia mantenendola per circa 2 settimane.

Sulla propria fanpage Facebook, Bosso ha manifestato tutta la propria emozione per questo importante riconoscimento.

Dichiara Luca Stante, Amministratore Delegato Believe Digital Italia: «Vorrei ringraziare per questo risultato tutto il mondo indipendente: etichette ed artisti per la loro fiducia. Un plauso inoltre al nostro incredibile team che con umiltà, professionalità e grande passione si dedica ogni giorno ad ogni progetto, dal più piccolo al più grande. Stiamo applicando con successo il modello virtuoso sperimentato nella distribuzione digitale, anche ai servizi tradizionali: la distribuzione fisica, l’agenzia di web marketing, i diritti connessi ed oggi anche l’attività di etichetta. Ogni anno incrementiamo i risultati e sempre più artisti ed etichette si affidano a noi, considerandoci come una vera e propria multinazionale con la mentalità indipendente».

Oltre a Valerio Scanu e Ezio Bosso da gennaio 2016 diversi i progetti Believe in classifica sia sul fisico che sul digitale tra cui: Irene Fornaciari, Chiara Dello Iacovo, Tre Allegri Ragazzi Morti, I Cani, Marta Sui Tubi, Dj Maestro. Believe Italy registra giornalmente circa 200 release nelle classifiche generali in 85 Paesi nel mondo e 100 tracce giornaliere in 45 Paesi, numeri che crescono ulteriormente per le classifiche di genere con circa 300 release giornaliere nelle classifiche di 40 Paesi e 175 tracce in 35 Paesi in tutto il mondo.

Questo è un risultato molto eloquente della situazione competitiva Italiana e della qualità dell’A&R condotto da Believe in questi anni.

Redazione

 

“AN INCURABLE ROMANTIC” E’ L’ULTIMO LAVORO DISCOGRAFICO DELLA TALENTUOSA ALESSIA RAMUSINO: “NON MANGIO FRAGOLE” E’ IL NUOVO SINGOLO ESTRATTO


images

AN INCURABLE ROMANTIC” E’ L’ULTIMO LAVORO

DISCOGRAFICO DELLA TALENTUOSA ALESSIA

RAMUSINO: “NON MANGIO FRAGOLE” E’ IL NUOVO

SINGOLO ESTRATTO

Un album che nasce per il puro piacere di far musica, nella speranza che incontri anche il gusto del pubblico. E’ un brano che parla di stati d’animo che tutti, nella vita, prima o poi, proviamo. Così come le fragole non hanno senso di esistere in autunno, allo stesso modo non aveva senso la vita che

Alessia stava vivendo in quel periodo. Guarda qui il videoclip: https://youtu.be/a9ph0RRvsvs “An Incurable Romantic” è il secondo album di inediti dopo “Iris Fields”; il filo conduttore è Alessia, i suoi sogni, i suoi stati d’animo, per descrivere se stessa e l’amore. Per questo motivo ha inserito nel lavoro musicale una canzone, “To what I am”: la vita vista come un perfetto ellisse nel quale ogni cosa torna, infine, al suo posto, e lei alla sua essenza. Sono undici i motivi che compongono “An Incurable Romantic”. “A map of you” e la title track “An Incurable Romantic” sono la sua personale ed imprevedibile carta d’identità; poi, ecco “Gibigianna”, un termine italiano che indica un giochino a specchio riflesso che fai materialmente o contro il muro o più direttamente negli occhi della gente. Ritorna qui l’immagine di Alessia imprevedibile. “Non mangiofragole” è una canzone che parla degli stati d’animo che tutti noi prima o poi nella vita proviamo.

Nel quinto brano, “Con i miei piedi sporchi”, ritorna la predilezione per le cose vere e mai artefatte: un messaggio profondo che segna nel nome del tempo, “con le rughe e le grinze nelle guance”. Il lato più profondo dello specchio interiore di Alessia prende il via da questo motivo, si annida nella decisa presa di posizione contro ogni forma di legame (“I don’t like bonds”): “Non e’ una protesta, e’ solo l’inno al mio spirito libero. I legami familiari che possono riservare imprevisti, i sentimenti che si affievoliscono. E’ un brano molto particolare, eseguito con la partecipazione straordinaria del Quintetto d’Archi del Carlo

Da ascoltare con viva attenzione “Another Song”: assieme alla Ramusino si esibisce Felice Reggio, tra i maggiori flicornisti italiani: una canzone jazz molto brillante. La fervente supplica alla vita, quasi una corrispondente del futuro, trova la destinazione in “Here it comes the dawn” (Ecco che arriva l’alba): “Immagini di figure notturne vivissime ed attive, una donna che allatta il figlio, un camionista che viaggia, una cantante alle prese con un grande concerto”.

L’ellisse dedicato alla continuità della vita riecheggiante in “To what I am” ed “I don’t eat strawberries”, versione inglese di “Non mangio fragole”, si conclude nel segno del piu’ tenero ricordo, quello della madre.  “Sacks race” è un quadretto dipinto nel giorno di Pasqua, un dolcissimo sfondo di cornamusa, immagini inconfondibili che mi accompagneranno per sempre.

DOPPIO DISCO DI PLATINO PER STASH E I “KOLORS”, LE …“GUFATE” DEI GIORNALISTI E L’IRA DI MARIA DE FILIPPI “I MIEI ‘EX-TALENT’ ALLA LARGA DA SANREMO” …


stash

Nemmeno il tempo di godersi i riconoscimenti per le straordinarie vendite del loro album, uscito appena un mese fa, al traguardo del doppio platino, che il fenomeno canoro del momento, i “Kolors”, si trovano già a fare i conti con aspre critiche e improvvisate “Cassandre” facenti capo a testate giornalistiche tradizionalmente avverse a Mediaset, ma si sa, “non c’è rosa senza spina”. Il primo di questi spocchiosi e sprezzanti sputasentenze destinerebbe tranquillamente alla discarica i “talent show”, da lui visti come “omicidio della discografia” e in particolare “Amici”, nient’altro che “un programma tv, non una fucina di talenti” e a proposito di Stash & Co. non adopera mezzi termini, pur concedendo loro di saperci un po’ fare, benché non sia proprio il caso di gridare al miracolo, trova che “scimmiottino malamente i ‘Maroon 5’” (ma che c’azzeccano? Tutte queste arie da “saccente” e poi propone un paragone che non sta né in cielo né in terra, basta ascoltare i due gruppi) e intanto i commenti sotto il “post” sono a quota 226 (ci complimentiamo!), schierati fra difensori e sedicenti intenditori “indignati”, questi ultimi di una ripetitività desolante, l’argomento ricorrente, ne sono zeppe le pagine di “You Tube” suona più o meno di questo tenore “I talenti veri sono snobbati dalle case discografiche, io ho mio cugino Zaccaria (per dire!)/un amico/un mio ex-compagno di classe che cantano e suonano divinamente che rimarranno nell’anonimato fintantoché le audizioni e selezioni di aspiranti artisti saranno affidate solo a questo genere di trasmissioni”. Ora, prendendo con beneficio le troppe invenzioni che circolano sul Web, è assolutamente vero quanto si sostiene, ossia che le “giurie” siano del tutto incompetenti e non in grado di subodorare certe “potenzialità”? Morgan, Mika, J-Ax, Loredana Bertè, Francesco Renga, Piero Pelù ecc. non sarebbero dunque nessuno? E certi lettori/commentatori ritengono di conoscere meglio degli esperti del settore quali sono i requisiti posseduti dai candidati verso cui il mercato è più “ricettivo”? Si, perché l’ipotetico “cugino Zaccaria” può avere voce ed essersi diplomato alla più prestigiosa accademia musicale, ma se poi è (perdonatemi!) “o’scarrafone”, un “pezzo di legno” davanti a una telecamera o su un palco e non sa scucire mezza frase in croce, è fuori dai giochi, la “mediaticità”, oggi più che mai, è la discriminante fondamentale, ma anche in passato, non si creda che non sia stato così.

Un rotocalco a vasta tiratura, invece, suonando sinistramente da “menagramo” (fortunatamente i “Kolors” sono di Napoli quindi … scongiuri a volontà!) scrive “La maggior parte dei ragazzi usciti dal ‘talent’ della moglie di Costanzo corrono spesso il rischio di cadere nel dimenticatoio … Quanto durerà tutto questo successo (di Stash)?” e rincara la dose con qualche sottile e perfida insinuazione “Quanto a lungo resisterà il giovane Stash alla tentazione di mollare i Kolors per intraprendere una carriera da solista?” e si aggiunge che la vera “star” del gruppo è lui e che potrebbe non comodargli più dividere incassi che lievitano a vista d’occhio con i suoi soci, perché “il successo mischia le carte in tavola”; ci si augura naturalmente che siano malignità che lasciano il tempo che trovano.

E ci ha pensato Maria De Filippi a rispondere in vece del “vocalist” dei “Kolors” alle insistenti domande dei giornalisti su Sanremo 2016 “Loro cantano in inglese, non sarebbero accettati” è stato il punto di partenza per uno sfogo della conduttrice “Per qualche anno non ci metteremo piede … Se qualcuno dei ragazzi di ‘Amici’ va all’Ariston e vince dicono che è solo grazie al televoto; anche se non vince la polemica si scatena comunque …” e a chi le ha chiesto come risolvere, al “festival”, il problema del voto della giuria di qualità che solitamente “ridimensiona” la portata del televoto, ha prospettato una sola soluzione “Farei dei circuiti paralleli. Il vincitore per il pubblico e quello per la giuria di qualità e dei giornalisti. Separati”.

Sanremo, al momento non sembra il palcoscenico più indicato dove Stash e i “Kolors” possano brillare, loro preferirebbero decisamente scatenarsi “a tutto rock” a Glastonbury e se cominciassero, invece, a pensare a una puntata al prossimo Eurofestival?

[by Fede]

Negramaro: nella notte postata a sorpresa anteprima nuovo singolo “Sei la mia città”


negramaro-2015-300x300

I fan possono esultare! Sulla pagina social dei Negramaro è stato postato a sorpresa, un video in cui la band al completo intona il nuovo singolo (in versione acustica) che anticipa l’album in per il prossimo autunno, dal titolo “Sei tu la mia città“  la sorpresa è stata preannunciata da questo messaggio:

“Come state, bentrovati, anzi ovunque vi troviate, qualunque sia la vostra città, siamo tutti qui in una stanza per una sorpresa per voi. Ci abbiamo messo un po’ di tempo però abbiamo preparato una cosa che non vedevamo l’ora di farvi sentire ed oggi qui vi diamo un’anteprima, in questa stanza, tutti i Negramaro, tutti insieme, per voi”: con queste parole Giuliano, Lele, Ermanno, Danilo, Andrea e Pupillo sigillano il loro ritorno.

La canzone, scritta da Sangiorgi, richiama quel pop-rock energico e grintoso in cui   il suono della chitarra elettrica e della batteria predominano nell’arrangiamento e nasce da una lunga esperienza internazionale che ha portato la band a viaggiare e registrare tra New York, Nashville, Londra, Madrid e la loro terra d’origine, la Puglia, fonte inesauribile d’ispirazione.

Il singolo ha conquistato subito la vetta dei singoli più acquistati su iTunes .

Negramaro, Sei Tu La Mia Città: testo della canzone

La strada si aggroviglia nei tuoi capelli
i lampioni che esplodono come fanali nei tuoi occhi
hai il cuore che sa di asfalto e di preghiere
e le macchine che attraversano senza più guardare
e sciogliti i capelli nel fango solo se ci riesci
allacciami i tuoi dubbi, alle scarpe se poi tu non mi credi
se non mi credi

Il cielo lo reggono ancora i miei difetti
le mani si incastrano e formano grattacieli
le scuse attaccale bene così non cadi
le unghia affilate resistono tagliando i vetri
e asciugami i pensieri, col fiato degli ultimi alberi
accendimi di notte, le insegne dei più bei ricordi
concedimi la pace e i treni senza più rimorchi
e puntami negli occhi, come un tram a fari spenti
investimi di luce, se non mi vedi ancora in piedi

Sei tu la mia città
se tu la mia città
che mi spaventa quando è sera
e mi addormenta la mattina
mi ricorda di esser tanti
uno solo in mezzo a tanti
quando hai voglia di sentire
addosso il brivido degli altri
perché tu sei la mia città
sei tu la mia città

Le case che aprono le gambe agli sconosciuti
e le chiese sono bocche di donna coi fucili appesi
le fabbriche sono vecchi indiani che fanno segni
il fumo porta via con se gli ultimi avanzi
nascondimi dagli altri, son troppo comodi i tuoi denti
e sputami poi fuori, quando stenderai i tuoi panni
e lavami nel fiume, se vorrai ancora indossarmi
e imboccami le maniche, quando pioverà dei muri
e soffiami sul mondo, come quasi fossi vento

Sei tu la mia città
sei tu la mia città
che mi spaventa quando è sera
e mi addormenta la mattina
mi ricorda di esser tanti
uno solo in mezzo a tanti
quando hai voglia di sentire
addosso il brivido degli altri
perché tu sei la mia città
sei tu la mia città
che si colora quando è sera
mentre i vicoli sono neri
e ti ricordi solo allora
della tua vera natura
e hai bisogno un pò di me
per sentirti meno sola
per sentirti una città
che resta sempre ancora accesa

Sei tu la mia città
sei tu la mia città
che mi spaventa quando è sera
e mi addormenta la mattina
mi ricorda di esser tanti
uno solo in mezzo a tanti
quando hai voglia di sentire
addosso il brivido degli altri
perché tu sei la città
sei sempre e solo la città
che si colora quand’è sera
mentre i vicoli sono neri
e ti ricordi solo allora
della tua vera natura
ed hai bisogno un pò di me
per sentirti meno sola
per sentirti una città
che resta sempre ancora accesa
sei tu la mia città
sei tu la mia città
sei tu la mia città.

Valerio Scanu ringrazia i suoi fan “sardi”.


 val3

Valerio Scanu che col suo inStore Tour It’s Xmas Day nei centri commerciali ha toccato varie città d’Italia  immergendosi ovunque in veri bagni di folla,  non ha trascurato la Sardegna e i suoi fan isolani spesso costretti a faticose trasferte per sentirlo e li ha incontrati ieri, 27 dicembre,  a Cagliari, e oggi 28 dicembre ad Olbia presso i rispettivi C.C. Auchan. Dopo aver autografato le copie del  disco natalizio It’s Xmas Day ai primi posti della classifica iTunes ha posato sorridente per le foto di rito.  Questo il ringraziamento dell’artista  per i fan sardi dalla sua pagina social:

Un GRAZIE speciale a tutti i miei fans sardi per questi due giorni trascorsi insieme sulle note di ‪#‎ITSXMASDAY‬ spero di ritornare presto in Sardegna per un grande LIVE :))))
Valerio

E noi che eravamo presenti ieri all’Auchan di Cagliari ringraziamo Valerio Scanu per la sua gentilezza e disponibilità ma soprattutto per la signorilità con cui ha risolto una situazione incresciosa causata dal Centro Commerciale, che poco prima dell’evento si è scoperto privo dei suoi dischi, decidendo di presenziare comunque all’evento in segno di  rispetto ai fan giunti da tutti l’Isola. Per quanto ci riguarda nel considerare una volta di più che “Nessuno è profeta in Patria” e che disguidi di vario genere al cantante succedono solo sulla piazza di Cagliari viene spontaneo concludere  che le “miserie umane”  si possono manifestare in vari modi anche sottoforma di superficialità, disorganizzazione e insensibilità di un Centro Commerciale come l’Auchan di Cagliari .

Nell’auspicare che al cantante siano giunte le scuse del Centro Commerciale Auchan di Cagliari, ci riserviamo di  poterlo sentire presto in un Live che si rispetti anche in Sardegna.