discografia indipendente

CS_Annunciati i 30 FINALISTI del contest del Primo Maggio NEXT 2020, si sfidano in finale il 18 e 19 aprile, a partire dalle ore 15.00, in diretta streaming su next.primomaggio.net


ECCO I NOMI DEI 30 FINALISTI

Alberto Moscone (Genova) ∙ Asia Ghergo (Civitanova Marche) ∙ Cavalera (Livorno) ∙ Ciehlo (Roma) ∙ Dentro (Parma) ∙ Ellynora (Roma) ∙ Fanoya (Foggia) ∙ Federico Baroni (Rimini) ∙ Folcast (Roma) ∙ Germo (Rho) ∙ Kevin Koci (Sansepolcro) ∙ L’ultimodeimieicani (Genova) ∙ La Scala Shepard (Roma) ∙ Lamine (Roma) ∙ Livio Livrea (Roma) ∙ Lo Straniero (Acqui Terme) ∙ Maru (Bologna) ∙ Matteo Alieno (Roma) ∙ Melga (Taranto) ∙ Michelangelo Vood (Milano) ∙ Missey (Milano) ∙ Nervi (Firenze) ∙ Ophelia (Biella) ∙ Overture (Alessandria) ∙ Santamarya (Viterbo / Roma) ∙ Sebastiano Pagliuca (Montelparo) ∙ Stev-N (Torino) ∙ Stona (Novi Ligure) ∙ Symo (Roma) ∙ Zic (Firenze)

I 30 FINALISTI di Primo Maggio NEXT 2020 sono presenti sul portale:

http://next.primomaggio.net/

Ai 30 finalisti si aggiungono i Romito, selezionati attraverso il contest di Musica contro le mafie.

Le finali si svolgeranno il 18 e 19 Aprile

a partire dalle ore 15, in diretta streaming su

next.primomaggio.net

Nonostante il difficilissimo momento che tutti stiamo vivendo, il contest del Primo Maggio prosegue, seppur con qualche necessario aggiustamento.  Ogni anno, Primo Maggio NEXT conclude le sue selezioni nazionali con una “finale live” attraverso la quale la Giuria di Qualità sceglie i 3 progetti musicali vincitori.

Date le restrizioni dovute all’emergenza sanitaria nazionale in corso, per l’edizione 2020 di NEXT si rende necessario modificare il classico format del Contest.

NEXT 2020: LE FINALI IN DIRETTA STREAMING (18 e 19 aprile 2020)

Le finali di Primo Maggio NEXT 2020 si svolgeranno in diretta streaming.

I 30 finalisti saranno chiamati a reinterpretare il brano in gara da casa propria, in maniera alternativa e compatibile con i mezzi a disposizione.

Le finali verranno trasmesse in diretta sul portale next.primomaggio.net, nei giorni 18 e 19 aprile, a partire dalle ore 15.00.

Gli artisti finalisti partiranno già con i 3 voti assegnati in fase di semifinale dalla Giuria di Qualità (qualità del progetto, qualità della produzione, originalità/riconoscibilità), ai quali si aggiungerà un quarto voto (assegnato dalla stessa Giuria di Qualità) relativo all’esibizione in streaming. 

La media dei 4 voti decreterà la classifica finale e i 3 vincitori di Primo Maggio NEXT 2020.

Nota: i voti assegnati ai progetti semifinalisti (classificatisi dal 150° al 31° posto) dalla Giuria di Qualità del Contest NEXT 2020 sono pubblici e consultabili sul portale next.primomaggio.net.

Per il momento non saranno invece pubblicati i voti relativi ai primi 30 classificati al fine di non condizionare le selezioni finali che si svolgeranno in streaming il 18 e 19 aprile 2020.

L’edizione 2020 di Primo Maggio NEXT ha chiuso la sua fase iniziale registrando il record assoluto di iscrizioni con ben 1785 progetti artistici candidati. Tutte le proposte pervenute sono state ascoltate e valutate dalla direzione artistica del Concerto del Primo Maggio seguendo tre direttrici principali: l’identità/riconoscibilità del progetto, la qualità della proposta, il grado di innovazione rispetto a ciò che già esiste. Sulla base di questi criteri sono stati scelti 150 progetti artistici, poi votati dalla Giuria di Qualità per selezionare i 30 finalisti.

La Giuria di Qualità è composta da Massimo Bonelli (direttore artistico del Concerto del Primo Maggio, presidente giuria), Lucia Stacchiotti (iCompany), Sara Del Caldo (Rai Radio2), Erica Manniello (Rockol), Massimiliano Longo (All Music Italia), Federico Durante (Billboard), Enrico Schleifer (RadUni).

Gli artisti finalisti saranno contattati nei prossimi giorni per ulteriori dettagli.

Vincitori assoluti delle precedenti edizioni del Contest sono stati i La Rua (2015), Il Geometra Mangoni (2016), Incomprensibile FC (2017), La Municipàl (2018) e I Tristi (2019).

Redazione

CS_Le Top Classifiche MEI dell’ultimo mese. Le classifiche dedicate al meglio della produzione musicale indipendente


Le Super Classifiche Top del Mese del MEI 

Indie Music Like • Video Indie Music Like • SuperIndies • SuperLive

Tornano le TOP CHARTS del MEI!

Come ogni mese ecco il meglio dell’Indie italiano!

Torna la prossima settimana Indie Music Like la classifica di tendenza e gradimento più longeva d’Italia, diffusa da centinaia di radio e webzine approdata su Spotify con una playlist del meglio dell’indie italiano. Sul podio di Dicembre per il singolo troviamo Gazzelle, mentre  la Video Indie Music Like con i video indipendenti più cliccati,  vede in testa Ghali.

Arriva poi La SuperIndies, che fra i dischi di alto gradimento vede in testa Gemitaiz & Madman, mentre fra le label vede in testa Maciste Dischi.

La SuperLive trova in testa  il giovane Fulminacci e fra i  Top Club in testa Santeria, mentre fra i Contest è in testa Biennale Martelive e tra i festival l’Uploadsounds Tour.

INDIE MUSIC LIKE
1. GAZZELLE – Una canzone che non so (Maciste Dischi)
2. FRAH QUINTALE – Farmacia (Undamento)
3. GHALI – Flashback (Sto Records)
4. CETTO LA QUALUNQUE feat GUÉ PEQUENO – Io Sono il Re ( Cinevox Record)
5. PSICOLOGI – Ancora sveglio (Bomba Dischi)
6. ACHILLE LAURO – 1990 (Sony)
7. GALEFFI – Cercasi amore (Maciste dischi)
8. MARRACASH – Bravi a cadere (Island)
9. CANOVA – Lento violento (Maciste Dischi )
10. CHECCO ZALONE – Immigrato (Officina Musicale)
11. FRANCESCO GUCCINI – Natale a Pavana (BMG)
12. CLAVDIO – Disneyland Paris (Bomba Dischi)
13. FULMINACCI –   Le ruote, i motori!  (Maciste dischi)
14. ASIA GHERGO – Angeli (Volume!)
15. COEZ – La tua canzone (Carosello)
16. YOUNG SIGNORINO – Burrocacao rosa (Goodfellas)
17. GIORGIO POI – Erica cuore ad elica (Bomba Dischi)
18. GIOVANNI TRUPPI E CALCUTTA – Mia (Virgin)
19. ULTIMO – Quando fuori piove (Honiro)
20. BRUNORI SAS – Al di là dell’amore (Island)
VIDEO INDIE MUSIC LIKE
1. GHALI – Flashback (Sto Records)
2. COEZ – La tua canzone (Carosello)
3. ULTIMO – Quando fuori piove (Honiro)
4. CHECCO ZALONE – Immigrato (Officina Musicale)
5. GAZZELLE – una canzone che non so  (Maciste Dischi)
SUPERINDIES
TOP 10 DISCHI
GEMITAIZ & MADMAN Scatola Nera  (Tanta Roba Label)
ULTIMO Colpa delle favole (Honiro)
COEZ E’ sempre bello (Carosello)
ULTIMO Colpa delle Favole (Honiro Label)
RENATO ZERO Zero il folle (Tattica)
MINA & IVANO FOSSATI Mina Fossati (PDU)
GIANNA NANNINI La differenza  (Charing cross records )
GAZZELLE Punk (Maciste dischi)
RAF & TOZZI Due (La nostra storia) F&P
LIFE IN THE WOODS Life in the Woods  (Contempo Records)
TOP 10 LABEL
MACISTE DISCHI
BOMBA DISCHI
HONIRO LABEL
42 RECORDS
TANTA ROBA LABEL
UNDAMENTO
CAROSELLO
INRI
LA TEMPESTA DISCHI
STO RECORDS
SUPERLIVE
TOP 10 LIVE
FULMINACCI
MEZZOSANGUE
GAZZELLE
GIOVANNI TRUPPI
MURUBUTU
PUNKREAS
EDDA
GIOVANNI SUCCI
MARIANNE MIRAGE
MASSIMO VOLUME
TOP 10 CLUB 
SANTERIA Milano
LOCOMOTIV Bologna
FOLK CLUB Torino
BRAVO CAFFE’ Bologna
MAGNOLIA Segrate (Mi)
ROCK PLANET Pinarella di Cervia (RA)
LATTERIA MOLLOY Brescia
NEW AGE Roncade (Tv)
MONK Roma
MAMAMU’ Napoli
TOP 10 CONTEST
BIENNALE MARTELIVE
ROCK CONTEST
MUSICA CONTRO LE MAFIE
MATERIALE RESISTENTE 2.0
PREMIO BUSCAGLIONE
TOP FESTIVAL
UPLOADSOUNDS TOUR
METALHEADZ FESTIVAL
ARIANO FOLK FESTIVAL WINTER
PASSATELLI IN BRONSO

Redazione

REWOUT: Il primo album ed il primo video ufficiale a Gennaio con la Zetafactory


rewout

I RewOut pubblicheranno a gennaio il primo video ed il primo full lenght della band con l’etichetta Zetafactory (con cui hanno collaborato e collaborano anche: Klogr, Rezophonic, Alteria). La copertina, che è il risultato della fusione dei volti dei due cantanti, è stata realizzata da Nacho Vazquez de Prada e dalla Cathouse agency, che ha curato anche il loro trailer ed il video ufficiale. Il gruppo, conosciuto  per le sue esibizioni a 360°, svela al pubblico la propria musica scegliendo tra le canzoni che li hanno portati in giro per l’Italia, nonché al MEI e sullo schermo di Rock TV.

La tracklist:

1- No one to blame

2- Extract of a life

3- Contradictions

4- I wish I was mad

5- It’s all good

6- Mother Nature

7- Rush

“Uscite, allora, dalla dimensione monolitica della musica ed entrate nel mondo dei RewOut” (cit. Casertaweb)

La band:

Xana Vazquez de Prada – voce

Domenico Simonelli – voce

Massimo Aletta – batteria

Flavio Landolfo – basso

Giammario Palmiero – chitarra

Andrea Tieri – chitarra

Trailer:

PER IL RAPPER BLEEDZ NUOVO ALBUM E SINGOLO


radio

Bleedz, nato a Taranto classe ’90, torna sulle scene con il nuovo album dal titolo “Radio Squash vol.II”, pubblicato dall’etichetta discografica indipendente Taranto Massive Records.

A quasi 2 anni dal primo volume della serie “Radio Squash”, il rapper tarantino dà vita a 15 nuove canzoni che rappresentano un’evoluzione ed un passo in avanti nella composizione della sua musica, caratterizzata da esperienza e maturità maggiori. In “Radio Squash vol.II” emerge una personalità forte, forgiata da molti anni di gavetta e tanto studio della materia trattata: il rap.

Fin dagli esordi il 24enne ha infatti accumulato dimestichezza esibizione dopo esibizione, creando nel tempo uno stile proprio e ben definito che lo ha portato negli ultimi anni a dividere il palco con i maggiori esponenti della scena hip hop nazionale e non come Public Enemy (USA), Fabri Fibra, Club Dogo, Marracash, Kaos One, Fedez, Noyz Narcos, Salmo, Emis Killa, Ensi, Dj Gruff, Dargen D’Amico, Fritz Da Cat, Mistaman, Clementino e tantissimi altri.

Nonostante RSV2 sia uno street-album, una via di mezzo tra il format del mixtape ed un disco ufficiale, è stato curato nei minimi dettagli, dall’aspetto audio a quello grafico; mettendo il play “Radio Squash vol.II” comincia un viaggio tra sonorità diverse ma omogenee su cui vengono cucite rime affilate, rese fruibili da un linguaggio semplice. Testi e basi seguono un filone comune come se fossero tasselli di un puzzle che si manifesta in toto man mano che scorrono i minuti. Lo scenario urban audio, visivo ed immaginario rispetta la tradizione hip hop, di quelle che preferiscono il contenuto specifico all’apparenza superficiale.

Il disco è stato anticipato dal singolo “Tutti Connessi” e viene pubblicato in contemporanea al videoclip di “Maschera a Gas”, uno dei brani più crudi di “Radio Squash vol.II”. L’album di Bleedz è disponibile in due supporti: digitale e fisico. Il primo è scaricabile gratuitamente dal sito www.tarantomassive.com, mentre il secondo è acquistabile a soli 5€ in alcuni store,

 

OSVALDO SUPINO OGGI IL NUOVO SINGOLO “STOP THE RAIN”


osv

Esce oggi “Stop the Rain” il nuovo singolo che annuncia il ritorno sulle scene musicali di Osvaldo Supino.
Il brano è stato scritto e co-prodotto dal cantante stesso insieme a Nalle Ahlstedt e Niclas Lundin.

Una ballad autobiografica caratterizzata da atmosfere suggestive, risultato di una crescita artistica evidente e coerente avvenuta anche grazie alla stretta collaborazione in questi anni dell’artista con importanti produttori internazionali.

Stop The Rain” arriva dopo il successo del concerto di New York dove Osvaldo è stato scelto come testimonial per rappresentare l’Italia al festival mondiale contro il bullismo, il tour europeo appena concluso, e accompagna l’uscita del nuovo album “Behind The Curtain” in uscita il prossimo 26 novembre.

Un progetto nato durante un periodo di pausa auto-imposta del cantante per dedicarsi alla sua vita privata: “Ho sentito la necessità di fermarmi, di stare con la mia famiglia, riprendere fiato, mettere insieme i pensieri, sentirmi FIGLIO. Queste canzoni sono lo specchio esatto di chi sono adesso e di ciò che ho imparato dagli altri.”

Un album ricco di collaborazioni, che segna sicuramente un punto importante nella carriera di Osvaldo Supino che partito solo 7 anni fa con un progetto discografico indipendente, oltre a rimanere uno dei più cliccati è discussi in rete, è diventato senza dubbio uno degli artisti italiani che più si differenzia dal panorama musicale tipico italiano.

Di Stop The Rain Osvaldo racconta: “Crescere è imparare a dire “ho bisogno di te”, è non vergognarsi di sentire la necessitá di qualcuno che ci protegga, qualcuno a cui fare riferimento nei nostri momenti più difficili. Nelle bellissime cose che ho vissuto in questi anni, spesso mi sono sentito molto solo. Una sensazione troppo strana, in realtà in quei momenti ero circondato da moltissime persone.. ma che non erano quelle di cui io avevo realmente bisogno. È un testo in cui chiunque può identificarsi per le più diverse motivazioni ma soprattutto è un invito a svincolarsi dalla mania di perfezione e apparenza che il nostro tempo quasi ci impone. Spesso è proprio in quelle che consideriamo le nostre debolezze, la nostra vera forza, il segno di una particolarità.”

Con oltre 3 milioni di visualizzazioni totalizzate solo l’anno scorso, 2 album e 7 singoli piazzati nella top 10 dei più venduti su iTunes, Osvaldo Supino riparte con Stop the Rain, già da oggi nelle radio e disponibile in tutti gli store digitali.

Osvaldo è cresciuto e questo nuovo lavoro ne è sicuramente la prova

 

Valerio Scanu: risultati che fanno la differenza, ecco perchè….


val6

Valerio Scanu è sicuramente un artista “insolito” che è stato capace di rigenerarsi e distinguersi per scelte corraggiose che sembrano dargli soddisfazione. Nella classifica iTunes del 18 Agosto Valerio Scanu col suo singolo Lasciami Entrare, ha raggiunto la 6 posizione e al momento ancora la mantiene, e tenuto conto che  nella classifica FIMI/GfK della settimana compresa fra il 4 al 10 agosto 2014  dei singoli più venduti stava al 19mo posto in salita non resta che aspettare i prossimi risultati per vedere il nuovo sorprendente piazzamento.

Valerio_scanu-220x126

Sorprendente perchè…Lasciami Entrare è il secondo singolo estratto dall’Album omonimo, che dà il titolo all’intero progetto discografico, prodotto con etichetta propria (Naty Love You) e segna il passaggio del cantante al genere pop elettronico. Il singolo nella scalata alla classifica si trova a competere con brani supportati da colossi della discografia e fra i più trasmessi in radio al suo contrario che, come noto, è sottoposto ad embargo radiofonico, motivi per cui  qualunque traguardo grande o piccolo  raggiunto dal cantante, ha  una valenza unicamente meritoria che,  considerato l’evidente stato di regime monopolistico che agisce sul mondo del music business e di riflesso sulle classifiche,  fa  la differenza qualunque sia il mezzo con cui viene raggiunto e che in ogni caso è frutto del sacrificio solo suo e dei suoi fan.

“VOGLIO VIVERE COSÌ” KANTINA 27 FEUT. MACC: Il cambiamento parte da te stesso…Né in cima né in coma


Voglio vivere così (feat. Macc) - Single, Kantina27O sei un vincente o sei uno che vive da morto. Mentre per battere ogni crisi bisogna credere in se stessi ed avere il Coraggio di cambiare. Il cambiamento parte da te stesso, dal fatto di essere te stesso! Uno che vuole vivere così ! Col Sole In fronte ! 
Ne in cima ne in coma. Ma bene con se stesso, ecco perché ho fatto questo singolo con il bel Punk dei KANTINA. Fottetevene di chi vi vuole o in cima o in coma. Siate felici di quello che siete ! Scegliete quello che fate! Certo io Vi chiedo pubblicità, ma non so neanche perché canto! Del Successo non me ne fotte un cazzo. Non me ne fotte un cazzo delle conseguenze. Della Programmazione. Voglio Vivere bene l’attimo, Il Sole in fronte, Il resto serve solo a farci stare in cima o in coma! (Fabio Macchitella)

Il nuovo singolo di Tiziana Serraino “Indietro non si torna”


INDIETRO NON SI TORNA

IL NUOVO SINGOLO DI
TIZIANA SERRAINO

Visualizzazione di tiziana_serraino_cover_500x500.jpg

 

E’ prevista per venerdì 4 Luglio l’uscita del nuovo singolo di Tiziana Serraino “Indietro non si torna”, brano carico di significato dove viene espressa l’importanza dei ricordi e di quanto essi ci aiutino ad affrontare al meglio il nostro presente.

Dopo il successo dell’album dal nome “Apocalisse”, uscito lo scorso anno, Tiziana Serraino torna nel panorama nazionale con un nuovo lavoro scritto e arrangiato dalla stessa artista con la collaborazione artistica di Fabio Moretti (Max Pezzali, Gianni Morandi, Roberto Vecchioni, Anna Oxa e tanti altri…).

Il brano viene descritto così dalla cantautrice: “Indietro non si torna è una sorta di percorso a ritroso nel tempo, di immagini e ricordi che si rincorrono in maniera confusa… alcuni di essi tornano inaspettatamente a galla, pronti a diventare un monito per guardare avanti in modo diverso”.

Pronto per lei un tour prodotto e organizzato dalla “Esseconcerti” (di Tonino Scordo), che la vedrà impegnata per tutto Luglio e Agosto con una formazione live, con la quale presenterà oltre all’ultimo singolo anche i brani dell’ultimo album.

Visualizzazione di Tiziana_Serraino_foto.jpg

Note Biografiche:

Cantautrice da sempre, canta e suona la chitarra. Scopre la sua passione per la musica sin dalle scuole elementari epoca nella quale già “compone”.

Inizia la sua attività artistico professionale nel 1995 ancora giovanissima.

Prende parte a numerosi eventi tra cui il Premio Mia Martini, dove si classifica in finale (1999)

Dal 2000 al 2007 in veste di cantante/supporter con varie band apre i concerti di svariati artisti di fama nazionale fra i quali Donatella Milani, Ivan Cattaneo,Michele Pecora.

Dal 2007 al 2009 accetta di esibirsi unplugged (solo con la sua chitarra) proponendo la sua musica in veste di “cantautrice”.

Vanta l’apertura di numerosi concerti del cantautore Fabrizio Moro suscitando da subito l’interesse e la partecipazione del pubblico. Arriverà subito dopo anche la proposta di esibirsi prima del concerto di Filippo Neviani (Nek).

A maggio 2012 conosce il musicista e arrangiatore Fabio Moretti e nel mese di febbraio 2013 concludono insieme la realizzazione di 6 brani scritti e composti da Tiziana Serraino e proposti nell’album “Apocalisse” che comprende oltre al singolo “Distratto amore mio”, anche Il cielo è ancora qua, Scherzi a parte, Dimmi tu chi sei e Sogni di un imperatore.

Il lavoro viene prodotto dalla “EsseConcerti” e distribuito dalla “Edel Italy di Milano”.

A seguito dell’uscita del suo primo album, Tiziana, supportata dalla EsseConcerti,  sperimenta il “Tour estivo 2013” e accompagnata dalla sua band, inizia a promuovere la sua musica partendo principalmente dalla sua regione (Calabria).

L’esperimento ha un’ottima riuscita, Tiziana ha all’attivo più di venti concerti durante i quali condivide più volte il palco con Francesco Renga, Chiara Galiazzo, Verdiana e Chiara (di Amici).

DESAPARECIDOS: GARBO “MI AUTOPRODUCO PERCHE’ NON VOGLIO ‘MANETTE’ … C’E’ TROPPO PROVINCIALISMO NELLA MUSICA ITALIANA”


garbo1

Considerato un artista “di nicchia”, Garbo (Renato Abate, 25/04/1958) non è affatto scomparso dalla scena musicale come ritengono erroneamente alcuni “followers” che manifestano questo timore nei loro commenti ai suoi video su You Tube, si rasserenino, è tuttora in attività e tiene concerti, semplicemente non ha continui passaggi su RTL o Radio Italia e non appare in televisione, ma questo non è sintomatico di “blackout” creativo.

Già esponente, negli anni ’80, assieme a Enrico Ruggeri e ai Diaframma, della “new wave” italiana, nel 1984, con “Radioclima”, ha conquistato il “Premio della critica” a Sanremo e in più di 30 anni di carriera ha collaborato con nomi di spicco come i Matia Bazar, Ron, Biagio Antonacci, Claudio Cecchetto, Boosta dei Subsonica, Morgan ecc. e si è dedicato da tempo all’autoproduzione discografica, dopo essere stato sotto contratto per anni con la EMI e la Polygram, come rivela in un’intervista in cui non lascia “sospesi” o zone d’ombra (da “Libero” 22/06/2014): “Sentivo di aver bisogno di sperimentare … cosa che non mi sarebbe stata possibile con i tempi e le aspettative di certa discografia ufficiale e fondai la prima –Discipline Edizioni- … era arrivato il momento di avere maggiore autonomia e velocità nel mio lavoro, lontano dai desideri commerciali dei miei precedenti discografici … Per il resto, non voglio più avere manette ai polsi … Il pop odierno soffre di –overproduction- che alla fine soffoca l’ispirazione” e si abbandona a una riflessione amara anche sul “provincialismo musicale” italiano, lui che fin dagli inizi è stato sotto l’influsso di riferimenti culturali di più ampio respiro, come David Bowie, Bryan Ferry, Japan e Ultravox “La nostra discografia convenzionale mira a vendere solo in Italia o al massimo a qualche nostro emigrato in Germania. Siamo culturalmente provinciali … Le mie origini sono diverse. Ho sempre avuto interesse per un certo sound anglosassone anni ’70 … Artisti che mi hanno insegnato ad avere un visione più ampia dell’arte, a essere me stesso fuori dai sistemi pre-confezionati … E ho continuato producendo una serie di album … che mi hanno portato a una maturità che mi soddisfa”.

A breve uscirà con un cd dal titolo “Fine”, che può stare, come dice, sia per “scopo” che per “termine” o “titolo di coda”, niente a che vedere con le melodie e testi da “neo-liscio” dei Negramaro, di Emma e dei Modà, tutt’altre atmosfere, anche a costo, ammette, di dover rinunciare “a un’immagine pubblica nazional-popolare”, ma la libertà creativa non ha prezzo.

by Fede

Dopo un anno di assenza dai palchi torna a brillare la costellazione musicale di unòrsominòre. Live d’eccezione targato La Noia al 45 giri di Giulianova.


unorsominore1_900x

Emiliano Merlin (unòrsominòre), nel 2005 dà vita al suo progetto unòrsominòre. (si scrive proprio così, con accenti e punto in fondo) raccogliendo l’eredità del suono indie rock psichedelico dei Lecrevisse nel suo album d’esordio, senza titolo, uscito per I Dischi del Minollo nel 2009. Il disco riceve critiche positive sulla stampa di settore (fra cui un posto fra i finalisti del premio “Fuori dal Mucchio”) e porta unòrsominòre. su palchi importanti. Nel 2010 unòrsominòre. pubblica (sempre per Minoll o) “Tre canzoni per la Repubblica Italiana”, un ep semiacustico con tre interpretazioni scarne ed intense, “Povera Patria” di Franco Battiato, “La Domenica delle Salme” di Fabrizio De Andrè, e “Quando lo vedi anche” di Giorgio Gaber: canti di denuncia e di angoscia ispirati dalla disperante situazione sociale e politica del Paese. Nel novembre 2011 esce “La vita agra” ispirato ai grandi album politici degli anni settanta anche nella veste grafica, è denso di un linguaggio crudo e di immagini vivide; parole dirette, poche metafore, nessuna ricerca di leggerezza, di ironia, di scioglimento della tensione. Nel 2012 unòrsominòre. gira sui palchi di tutta Italia (Padova, Verona, Belluno, Milano, Parma, Carpi , Rimini, Roma, Benevento, Chieti) presentando le sue canzoni ed il disco “La vita agra”. Nello stesso periodo esce la compilation “Fosbury10″ per celebrare i dieci anni di attività della Fosbury Records; unòrsominòre. partecipa con il brano inedito “pezzali”, un’invettiva senza mezzi termini contro la pochezza della cosiddetta controcultura e della scena musicale indipendente italiana attuale. Dalla volta celeste dell’indie italiano,unòrsominòre ci offre uno spettacolo emozionante, con una band completamente rinnovata (Michele De Finis e Jonathan Maurano degli EPO, e Mauro Rosati già con Serena Abrami) riproponendo brani de “la vita agra” e canzoni come “pezzali” che denunciano e fanno riflettere senza il bisogno di alzare troppo gli occhi al cielo. Inizio concerti ore 22.30, ingresso libero. Durante la serata è possibile acquistare la compilation “La Noia Collettiva” a cui partecipano 20 artisti indipendenti italiani che si sono uniti per raccogliere fondi per importanti azioni umanitarie in Burkina Faso.