Eventi

C.S._Giorno della Memoria, al Palladium il 28 gennaio maratona dedicata a Primo Levi: tra gli ospiti Edoardo Albinati e Ilaria Cucchi


Giorno della Memoria:

al Teatro Palladium le celebrazioni proseguono lunedì 28 gennaio con una maratona dedicata alla lettura collettiva dell’opera di Primo Levi “Se questo è un uomo”

lunedì 28 gennaio 2019 

dalle ore 9 alle 17

Teatro Palladium- Piazza Bartolomeo Romano 8, Roma

ingresso gratuito

Al Teatro Palladium di Roma le celebrazioni per il Giorno della Memoria continuano lunedì 28 gennaio con “Dall’alba al tramonto”: una lettura collettiva, integrale e continuativa del libro Se questo è un uomo di Primo Levi. L’evento è organizzato dalla Coalizione Italiana per le Libertà e i Diritti civilidall’Università degli studi di Roma Tre e dal Centro Culturale Primo Levi, con il patrocinio della Camera dei Deputati e del Municipio Roma VIII.

Dalle 9:00 alle 17.00 si alterneranno sul palco studenti, docenti, cittadini, esponenti della cultura e della società civile. Tra i partecipanti, oltre al Magnifico Rettore dell’Università degli Studi Roma Tre, prof. Luca Pietromarchi; lo scrittore Premio Strega Edoardo Albinati; il presidente emerito della Corte Costituzionale Giovanni Maria FlickIlaria CucchiAldo Zargani, testimone superstite dell’olocausto; l’attore Fausto Sciarappa; il Direttore Generale di Banca Etica Alessandro Messina e il musicista Garfo.

L’evento è gratuito e aperto al pubblico che, in qualsiasi momento della giornata, potrà recarsi al Teatro Palladium per ascoltare la lettura o partecipare in prima persona, inserendo il proprio nome nella scaletta dei contributi.

“La memoria è un bene prezioso da condividere, costruire e rinnovare insieme in ogni occasione. Per questo abbiamo deciso di organizzare una lettura continuata e integrale di Se questo è un uomo. L’esperienza che racconta Primo Levi in quest’opera, la sua esperienza, è una storia di tutti e di tutte le generazioni: dagli studenti ai professori, dai più giovani ai più anziani. Chiunque quel giorno voglia leggere una pagina dell’opera di Primo Levi lo potrà fare, dall’alba al tramonto, perché quella tragica storia non sia dimenticata” ha dichiarato Patrizio Gonnella, presidente della Coalizione Italiana per le Libertà e i Diritti civili.

“Chiedersi perché è successo, porre le basi perché non accada più. Con la lettura integrale e continuativa di Se questo è un uomo di Primo Levi, l’Università Roma Tre intende dare il suo contributo per non dimenticare il passato, per non essere condannati a ripeterlo, sensibilizzando i più giovani. Una riflessione collettiva sul valore di quella testimonianza per contribuire a formare, insieme alle scuole, un sapere critico nelle nuove generazioni, dai bambini delle scuole elementari sino ai ragazzi dell’Università, uniti, insieme ai loro docenti, in un’insolita maratona di lettura” ha commentato il professore Marco Ruotolo, Prorettore con delega per i rapporti con scuole, società e istituzioni dell’Università Roma Tre.

“L’iniziativa Dall’alba al tramonto è stata realizzata per la prima volta dal Centro culturale Primo Levi a Genova nel 2012 proprio con la lettura del libro di Primo Levi Se questo è un uomo in occasione del Giorno della Memoria. L’idea è molto semplice, ma efficace. La lettura a voce alta in pubblico in un ambiente che aiuta la concentrazione aiuta a sentire il testo coinvolgendo il lettore e gli ascoltatori in una relazione. Gli ascoltatori che diventano via via lettori partecipano ad un’azione collettiva che assume forma liturgica. Un modo per ricordare non solo con la mente, ma anche con il cuore. Dall’Alba al tramonto si è tenuta oltre che a Genova a Pistoia per iniziativa del Comune. Siamo molto lieti, quest’anno, dell’invito che ci ha rivolto CILD e l’Università degli studi Roma Tre per una sua realizzazione nella città in cui è presente la più grande e antica Comunità ebraica italiana.

Siamo certi che sarà un’occasione importante e significativa anche per una prevista e grande partecipazione giovanile” ha dichiarato Piero Dello Strologo, presidente del Centro culturale Primo Levi di Genova.

Redazione

C.S._IL VOLO: da oggi in pre order “MUSICA”, il nuovo album in uscita il 22 febbraio, domani a Panama il trio si esibisce davanti al Papa per la Giornata Mondiale della Gioventù!


Il Volo_Credito foto Shipmates b.jpg 

Il trio italiano che ha conquistato le platee internazionali 

IL VOLO

In gara al 69° Festival di Sanremo con il brano

MUSICA CHE RESTA

che anticipa il nuovo album “MUSICA

in uscita il 22 febbraio e in pre order da oggi

Domani a Panama per la Giornata Mondiale della Gioventù

in diretta in mondovisione

SI ESIBISCE DAVANTI A PAPA FRANCESCO E A UN MILIONE DI PERSONE

 

IL VOLO, il trio che ha conquistato le platee internazionali, sarà in gara al 69° Festival di Sanremo (in programma al Teatro Ariston dal 5 al 9 febbraio) con “Musica che resta”. Il brano anticipa il nuovo album “Musica(Sony Music), in uscita il 22 febbraio e in pre order da oggi, venerdì 25 gennaio, su Amazon. Saranno disponibili in pre order anche le versioni speciali del disco fisico Jewel Case e Digipack Hardcoverbook.

Il brano “Musica che resta” è stato scritto da Gianna Nannini, Emilio Munda, Piero Romitelli e Antonello Carozza. Al Festival di Sanremo Adriano Pennino dirigerà l’orchestra per Il Volo.

Intanto, domani, sabato 26 gennaio, il trio italiano è atteso per un appuntamento importante: si esibirà infatti a Panama in occasione della XXXIV Giornata Mondiale della Gioventù davanti a Papa Francesco e a oltre un milione di persone, durante la cerimonia della Veglia, nel Campo San Juan Pablo II. L’evento sarà trasmesso in mondovisione!

Quello di cantare davanti al Papa, è un sogno che i tre artisti hanno espresso da anni, un’esperienza unica che si aggiungerà alla già grande emozione di essere stati accolti in udienza dal Papa nel 2017.

Un appuntamento che arriva dopo un’altra grande avventura artistica e umana che si è da poco conclusa: Il Volo ha vissuto per qualche giorno presso la base Unifil di Tiro, in Libano, per sostenere le truppe italiane in missione di pace (è stato tratto un music movie, “Voci di Natale”, che è andato in onda su RAI 1).

Il nuovo anno è appena iniziato e i prossimi mesi saranno ricchi di sorprese per i fan di Piero Barone, Ignazio Boschetto e Gianluca Ginoble.

Redazione

25 gennaio: Eric Wyatt feat Open Trio al Teatro Art Club Restaurant and Pizza


49518540_2187599721567485_1773259041510785024_o

E’ partito il conto alla rovescia per uno degli eventi musicali più attesi dell’autunno tarantino. Venerdì 25 gennaio al Teatro Art Club Restaurant and Pizza di Talsano, infatti, si terrà l’attesissimo live “Eric Wyatt feat Open Trio”: start ore 22.

Eric Wyatt è un sassofonista nato e cresciuto a Brooklyn, New York. Presentato al sax da suo padre musicista, ha avuto il privilegio di incontrare due grandi maestri del jazz, che gli hanno cambiato la vita: Miles Davis e il suo padrino, Sonny Rollins. Eric ha registrato e viaggiato per il mondo come leader e sideman e continua a costruire un curriculum imponente e solido, esibendosi a livello internazionale in Giappone, Shanghai, Hong Kong, Libano, Singapre Malaysia, Atene, Salonicco Grecia, Nizza e Parigi, Francia. Nella sua tappa tarantina, il celebre artista statunitense sarà accompagnato da tre musicisti d’eccezione, come Dino Plasmati alla chitarra, Antonello Losacco al basso e Marcello Nisi alla batteria.

Per info e prenotazioni, è possibile contattare il 3493214738.

L’evento sarà preceduto da un incontro che Wyatt terrà con gli studenti della Francisco Tàrrega Music Academy, accademia musicale tra le più importanti del sud Italia, con oggetto le nuove correnti musicali e le influenze del jazz e viceversa e la music marketing. Il meeting vedrà la partecipazione di Dino Plasmati, Antonello
Losacco e Marcello Nisi e si terrà dalle ore 18 presso la sede della scuola, in via Beato Angelico, 11 a Talsano (Taranto).

“La Musica Attuale” a Roma, Auditorium Parco della Musica.


    cid:image001.jpg@01D4AE59.1E23C4D0    Descrizione: Logo-Musica-per-Roma

iCompany & Fondazione Musica per Roma

presentano

LA MUSICA ATTUALE

rassegna, marzo-aprile 2019

Descrizione: auditorium1


– TEATRO STUDIO BORGNA –
Roma

con

La Rua | La Municipàl TheAndré
Fast Animals and Slow Kids + La Rappresentante di Lista

iCompany e Fondazione Musica per Roma rinnovano l’appuntamento con “LA MUSICA ATTUALE“, la rassegna che porta alcuni tra i migliori artisti della nuova scena nazionale ad esibirsi nel tempio romano della musica, l’Auditorium Parco della Musica.

La Musica Attuale è ciò che ci sta suonando intorno in questo momento, è la musica che ispira e racconta il nostro presente e si muove verso un futuro possibile.

La Musica Attuale è la contemporaneità che guarda avanti, sperimenta e immagina nuovi scenari: una finestra spalancata su ciò che sta per succedere.

LA MUSICA ATTUALE
RASSEGNA 2019

IL PROGRAMMA

sabato 9 marzo 2019
La Rua
in apertura: LE ORE
BIGLIETTI: http://bit.ly/LaRuaLMA

Dal Pop al Nu-folk con i La Rua. Dopo un 2017 ed un 2018 intensi, tra tour, duetti, colonne sonore per fiction tv e le numerose presenze sul palco del Primo Maggio Roma, conclusosi con la finale di Sanremo Giovani che li ha visti arrivare sul podio, la band è al lavoro su nuovi brani e pronta sia per il tour estero ad aprile che per quello in Italia nel corso della prossima estate.

giovedì 21 marzo 2019
La Municipàl
in apertura: Portobello
BIGLIETTI: http://bit.ly/LaMunicipàlLMA

Nuovi romantici e sperimentatori del pop d’autore, i fratelli Carmine e Isabella Tundo sono il cuore pulsante del progetto La Municipàl, band che ha esordito nel 2016 con Le nostre guerre perdute. Dopo una serie di nuovi singoli nel 2018, La Municipàl presenta all’Auditorium il suo secondo discoBellissimi difetti.

sabato 30 marzo 2019
TheAndré
in apertura: Esposito
BIGLIETTI: http://bit.ly/TheAndréLMA

Con più di 4 milioni di visualizzazioni su YouTube, The André è diventato un fenomeno del web musicale grazie alle cover d’autore in cui omaggia il grande Maestro immaginando come si sarebbe cimentato cantando i testi del filone trap.  Themagogia – Tradurre, tradire, trappare è il suo disco d’esordio.

venerdì 26 aprile 2019
Fast Animals and Slow Kids
+
La Rappresentante di Lista
BIGLIETTI: http://bit.ly/FASK_LMA

Doppio showcase acustico con Fast Animals and Slow Kids La Rappresentante di Lista.

“Siamo in 4, ci vogliamo bene”. Basterebbe questa definizione per descrivere quella che è sicuramente una delle live band italiane migliori del momento. Loro sono i Fast Animals and Slow Kids e vengono da Perugia, per un breve showcase rivisitato totalmente in chiave acustica.

Progetto che fonde scrittura, teatro e forma canzone, La Rappresentante di Lista è a oggi tra le nuove realtà più trasversali e interessanti del panorama musicale contemporaneo. L’energia che muove la ricerca della band prescinde dalla necessità di cristallizzare un genere e nella descrizione che gli stessi autori fanno della loro musica, definendola queer, è già presente questa continua trasformazione.

 

Redazione

06/01/2019 – 09:30 #RAI1: XXIV CONCERTO DELL’EPIFANIA DA NAPOLI Conduce Veronica Maya|TONY MAIELLO, MARCO CARTA, GIOVANNI CACCAMO tra gli ospiti


concerto epifania

Le note del film “Schindler’s list” e un violino che fu utilizzato dall’orchestra femminile del campo di concentramento di Auschwitz: una musica e uno strumento che sono tra i protagonisti del XXIV Concerto dell’Epifania, il tradizionale appuntamento musicale che Rai Cultura propone domenica 6 gennaio alle 9.30 su Rai1 dal Teatro Mediterraneo di Napoli, con la conduzione di Veronica Maya.
A eseguire il tema del film è Alessandra Sonia Romano con un violino proveniente dal Museo Civico di Cremona, lo stesso che la giovane Eva Maria Levi il 6 dicembre 1943 portò via con sé nel suo viaggio senza ritorno dal binario 21 della Stazione centrale di Milano al campo di concentramento. Un ricordo che rappresenta il simbolo e la sintesi di un’edizione ispirata al messaggio inviato da Papa Francesco in occasione della cinquantaduesima Giornata mondiale della Pace.
Tra gli altri ospiti del concerto, Djarah Kan, cantante di colore nata a Castelvolturno, che contrasta xenofobia e razzismo con la sua voce afronapoletana; Maldestro, cantautore che si è affermato a livello nazionale partendo dai palazzoni di Scampia; Anbeta Toromani, ballerina albanese approdata alla ribalta di “Amici” dopo aver studiato a Tirana e in Azerbaijan; e Tony Maiello, protagonista della prima edizione di X Factor ed autore di successo con il brano di Laura Pausini “Il coraggio di andare”.
Il cast del Concerto dell’Epifania 2019 è completato dalle presenze di Marco Carta, della Nuova Compagnia di Canto Popolare, di Giovanni Caccamo, e di Francesco da Vinci, interprete delle musiche di “Gomorra 3”.
La scaletta della serata si aprirà con un medley tratto dal film “Sister Act”, che sarà eseguito dal Rita Ciccarelli & Flowin Gospel. Il momento finale, è invece,  affidato ad un coro composto da 45 bambini della scuola napoletana del 48° circolo didattico “Madre Claudia Russo” che interpretano “Heal the world”.
Novità della XXIV edizione del Concerto dell’Epifania è la partecipazione del maestro Adriano Pennino nelle vesti di arrangiatore e di direttore dell’Orchestra Partenopea di Santa Chiara.
Il Concerto dell’Epifania 2019 è realizzato con il contributo della Regione Campania e del Comune di Napoli. La manifestazione è ideata e promossa dall’Associazione Oltre il Chiostro onlus, prodotta per la Rai dalla Melos International di Dante Mariti in collaborazione con l’Associazione Musica dal mondo.
Redazione

NEK, DOLCENERA, MARCO MASINI e NEGRITA i premiati della 6^ edizione del PREMIO PIERANGELO BERTOLI|LE MOTIVAZIONI DELLA COMMISSIONE |


 

PREMIO PIERANGELO BERTOLI  

Nek_Premio Pierangelo Bertoli_b

NEK

Dolcenera_Premio Pierangelo Bertoli_b

DOLCENERA

masini

MARCO MASINI

negrita

NEGRITA

LE MOTIVAZIONI DEL PREMIO

FINALE IL 24 NOVEMBRE

AL TEATRO STORCHI DI MODENA

 

Si avvicina la serata finale del PREMIO PIERANGELO BERTOLI 2018 che si terrà sabato 24 novembre al Teatro Storchi di MODENAper la quale restano soltanto pochissimi biglietti di 2^ Galleria, numerati, a €. 10,00 e a € 5,00 per gli iscritti al BERTOLI FANS CLUB e ai FANS CLUB dei quattro artisti premiati. Indetto dalla Associazione Culturale Montecristo, con la Direzione Artistica di Alberto Bertoli e Riccardo Benini e la collaborazione di BPER, il premio, giunto alla sua sesta edizione, omaggerà NekDolceneraMarco Masini e i Negrita.

Nek andrà il Premio Pierangelo Bertoli 2018, per il suo valore di cantautore e polistrumentista italiano, che nella sua carriera artistica, che dura da oltre 25 anni, ha inciso più di 15 pubblicazioni, come imposto dal regolamento del Premio:

«Il ragazzo di “In te” e “Laura non c’è” – spiega la commissione – ha saputo, crescendo con la sua musica, attraversare le generazioni, reinventandosi costantemente, sia come autore che come interprete. Ci ha raccontato la meraviglia delle piccole cose e della fede, con quella umanità, dote ormai rara, che lo contraddistingue sinceramente. Un artista puro, legato a Pierangelo Bertoli nelle origini e nella veridicità del suo percorso artistico»

Il Premio Pierangelo Bertoli “A MUSO DURO” andrà a DOLCENERA, per la capacità di affrontare il suo percorso e le sue composizioni in maniera intellettualmente indipendente, rimanendo fedele a se stessa:

«Le canzoni di Dolcenera toccano da vicino ognuno di noi, ci portano a riflettere sul nostro essere. Parlano di “Come è straordinaria la vita”, della libertà, della forza delle idee, come nell’invitante “Il popolo dei sogni”. Trasmettono una bellezza in grado di vincere e superare gli ostacoli dell’esistenza, che rischia di diventare sempre più preconfezionata».

Il Premio Pierangelo Bertoli “ITALIA D’ORO” a MARCO MASINI, per il suo impegno nel descrivere la situazione politico-sociale contemporanea o prospettica:

«Marco Masini non è soltanto il “cantore” di stupende ballate d’amore, ma il compositore di opere dove tratta temi scottanti, come la droga (in “Perché lo fai”), la violenza sulle donne (in “Principessa” e “Cenerentola innamorata”), la situazione politico-sociale contemporanea e prospettica nel brano “L’Italia” e la ribellione verso i Critici “serpenti” travestiti da Santoni, nel grido disperato della sua ”Vaffanculo”».


Il Premio Pierangelo Bertoli “PER DIRTI T’AMO” andrà alla band NEGRITA, da più di due decenni band dirompente nella scena rock italiana, esempio di libertà, integrità artistica e originalità, per l’attenzione nel creare brani dal forte impatto emotivo sul tema dell’amore universale dai caratteri anticonformisti e intellettualmente indipendenti:

«I Negrita, una delle band più influenti del panorama musicale italiano degli ultimi 25 anni, hanno creato attraverso la musica una propria peculiare identità, contraddistinguendosi per la loro capacità di coinvolgere il grande pubblico attraverso un sound che è rimasto unico nel tempo. I testi delle loro canzoni invitano a sognare, raccontano un viaggio, parlano d’amore in modo non banale, con la disarmante semplicità che apparteneva a Pierangelo Bertoli, come in “Magnolia” o in “Brucerò per te”, una dichiarazione d’amore dei nostri giorni».

Tutti gli Artisti premiati saliranno il 24 novembre sul palco del Teatro Storchi di Modena e canteranno. La serata finale, condotta da Andrea Barbi, si terrà sabato 24 novembre, alle ore 21:00 al Teatro Storchi di Modena (Largo Garibaldi, 15). Prevendite online sul sito www.emiliaromagnateatro.com, per informazioni contattare i numeri 059331355 o 0592136021.

Durante la serata, una giuria composta da spiccate personalità del mondo della cultura e della musica valuterà e sceglierà il vincitore tra gli 8 semifinalisti della sezione Nuovi Cantautori, che sono stati selezionati nei mesi scorsi presso il Teatro Dadà di Castelfranco Emilia. I cantautori si esibiranno nella serata finale accompagnati dalla band composta proprio dai musicisti di Pierangelo Bertoli, diretta da Marco Dieci. I 4 super finalisti canteranno poi brani di Pierangelo Bertoli.

Ecco gli 8 finalisti e le loro canzoni inedite: MARCO GALLI da Monza con “La danza del tempo”; IACOPO LIGORIO da Brindisi con “Talentopoli”; MONICA Pda Torino con “Tutto il resto rende più denaro“; ORKESTRINA da Reggio Emilia con “La notte giudica”FRANCESCO RAINERO da Firenze con “Mare che cammina“; GIACOMO ROSSETTI da Firenze con “L’America”; NOEMI TOMMASINI da Reggio Emilia con “I tuoi occhi stasera”; DAVIDE TURCI da Modena con “Un filo di voce”.

Grazie alla partnership con SIAE – SOCIETÀ ITALIANA DEGLI AUTORI ED EDITORI, quest’anno il Premio per Nuovi Cantautori consisterà in un riconoscimento in denaro pari a € 3.000,00 oltre alla partecipazione a manifestazioni di prestigio collaterali, anche televisive, che si svolgeranno in Italia nel 2018. Rilevante novità della 6^ edizione del Premio Pierangelo Bertoli, grazie a NUOVO IMAIE, è l’assegnazione ad uno degli 8 Finalisti della sezione Nuovi Cantautori anche un premio di € 15.000,00, finalizzati alla realizzazione di un tour. Inoltre, sarà conferita anche la Borsa di Studio ACEP/UNEMIA, del valore di €. 2.000,00, come supporto all’attività discografica e/o formativa di uno degli otto finalisti.

Il PREMIO PIERANGELO BERTOLI, dedicato al cantautore sassolese, nasce con il pieno appoggio della famiglia Bertoli. Il valore artistico di Pierangelo Bertoli è stato talmente elevato da motivare la nascita di questo concorso che intende premiare i Cantautori che, come ha fatto Pierangelo, siano capaci di arrivare al cuore della gente, attraverso i contenuti dei loro testi in primis, l’impegno sociale e il non uniformarsi alle tendenze di pensiero e di moda attuali. Il Premio Pierangelo Bertoli è indetto dall’Associazione Culturale Montecristo, Comune di Modena e Comune di Sassuolo, con la collaborazione di BPER Banca, Siae – Società Italiana Degli Autori Ed EditoriArci Nazionale Circuito Musicale, Arci Real, Arci Modena, Cantine Riunite Civ, Radio Bruno e TRCˋ (canale 827 satellitare).

www

“5 GIORNI DI MUSICA CONTRO LE MAFIE” A COSENZA: A LEVANTE IL PREMIO SPECIALE


“5 GIORNI DI MUSICA CONTRO LE MAFIE” A COSENZA:

A LEVANTE IL PREMIO SPECIALE

Record di iscrizioni alla 9^ edizione del Premio: 350 gli artisti in gara.

Nuove rivelazioni sul programma della “5 Giorni di Musica contro le mafie” a Cosenza dall’11 al 15 dicembre: premiata anche LEVANTE insieme a EX-OTAGO e DIODATO.

Tante le donne tra gli ospiti: SELVAGGIA LUCARELLI, CRISTINA DONADIO, ERICA MOU, ROBERTA BELLESINI FALETTI e tante altre voci socialmente impegnate.

Il programma completo sarà svelato alla MILANO MUSIC WEEK

nell’incontro dedicato del 20 novembre ore 17.00, Palazzo dei Giureconsulti

Mvsm_bannerPrenzy.jpg

La 9^ edizione del Premio Musica contro le mafie ha terminato la fase delle iscrizioni, battendo ogni suo precedente record: 350 artisti. E il risultato è sorprendente, perché indica un accresciuto interesse o bisogno da parte degli artisti verso la composizione di canzoni impegnate. Dall’analisi dei concorrenti, si evincono le seguenti informazioni: il 76% ha presentato opere inedite; il 50% ha meno di 35 anni; il 32% proviene dal Nord Italia, il 20% dal Centro ed il 48% dal Sud-Italia e/o Isole. Adesso è in corso la fase delle votazioni (ad oggi il sistema di voto ha raccolto più di 28000 voti). Dal 6 al 28 novembre sono operative le 3 giurie coinvolte (“giuria social” che vota da qui https://pr.easypromosapp.com/p/828690, “giuria studentesca” e “giuria responsabile”) per stabilire la classifica di tutti gli artisti e scegliere i 10 finalisti che vanno a esibirsi a Cosenza durante la “5 Giorni di Musica contro le mafie”.

Alle prime rivelazioni sulla “5 Giorni di Musica contro le mafie”, che ha annunciato come capisaldi del programma il magistrato anti-ndrangheta Nicola Gratteri e lo sceneggiatore e giornalista Claudio Fava, si aggiungono altri nomi degli ospiti nel grande cartellone di eventi, spettacoli, concerti, mostre, incontri, a Cosenza dall’11 al 15 dicembre.

levanteInsieme agli EX-OTAGO e a DIODATO, anche la cantautrice LEVANTE è invitata alla sera del 15 dicembre sul palco del Teatro Morelli a ritirare il premio speciale per la canzone “Non me ne frega niente”, che – attraverso l’energia delle parole su un ritmo incalzante – invita le persone a muoversi, e non solo a commuoversi, ad alzarsi e staccarsi dalle finestre affacciate sull’asettica piazza virtuale dei social network, per tornare fisicamente per le strade, criticando senza mezzi termini l’apatia, il giudizio non costruttivo e il disinteresse sociale.

La novità di questa terza edizione sta nella predominanza della presenza femminile tra gli ospiti, che è assoluta per gli show-case musicali, inaugurati dalla cantautrice Erica Mou alla sera dell’11 dicembre. Nel programma generale i momenti con donne di spicco nel panorama delle arti, dell’informazione e del sociale, influenti e attive nella divulgazione di buone idee e buone pratiche, sono molteplici e importanti, soprattutto nei panel con gli studenti e negli incontri aperti al pubblico. Se ne citano almeno uno per ogni giorno: l’11 dicembre Quando ci tocca fare i conti con il coraggio della paura – Le rivoluzioni si fanno cantando” con Roberta Bellesini (vedova di Giorgio Faletti); il 12 dicembre il panel su “Donne Ribelli alle Mafie” con Enza Rando (vicepresidente di Libera); il 13 dicembre l’appuntamento a tema mafia-movie con l’attrice Cristina Donadio, interprete del personaggio di Scianèl nella fiction “Gomorra”, insieme con Peppino Mazzotta, noto  soprattutto da quando veste i panni del Commissario Fazio nella fortunata serie tv “Montalbano”e più di recente come Bruno Corona della recentissima fiction “Solo”; il 14 dicembre di parla di Vita da Social con Selvaggia Lucarelli e il commissario Marco Cervellini, responsabile relazioni esterne della Polizia Postale.

Si svela anche l’immagine grafica della 5 Giorni. Per questa edizione il remake creativo è del noto fumettista siciliano PRENZY (Francesco Chiappara), autore di immagini forti, dai contenuti crudi e divenuti spesso virali sui social network.

Il programma ufficiale completo della 5 Giorni, invece, sarà illustrato alla Milano Music Week il 20 novembre alle ore 17.00 a Palazzo dei Giureconsulti, piazza dei Mercanti 2 – Milano, durante l’evento ad hoc “MUSICA CONTRO LE MAFIE: il potere della musica nella diffusione di buone prassi”.

VISITA IL SITO UFFICIALE: w w w . m u s i c a c o n t r o l e m a f i e . i t

 Redazione

#EMMA, #TAKAGI&KETRA, #ENNE tra i primi artisti che saliranno sul palco del grande party che chiuderà la #MilanoMusicWeek2018 il 25 NOVEMBRE


milano music eek

BILLBOARD ITALIA

porta alla Milano Music Week

EMMA

TAKAGI & KETRA e ENNE

 

25 NOVEMBRE – BASE DI MILANO

BILLBOARD ITALIA svela i primi artisti che saliranno sul palco del grande party che, il 25 novembre al Base di Milano, chiuderà la Milano Music Week: EMMA, con la sua inconfondibile voce e grinta, i producer multi platino TAKAGI & KETRAENNE, il primo artista della loro nuova etichetta PLTNM Squad.

La serata “Milano Music Week Official Closing Party by Billboard” si preannuncia come una delle più attese della settimana della musica. Le porte apriranno alle ore 21.00, ingresso gratuito previa iscrizione (fino ad esaurimento posti) scaricando o aggiornando l’App di Billboard Italia a partire dal 16 novembre 2018 (per iOS e Android).

Ma non è finita qui, perché nuovi nomi di questa imperdibile line up d’eccezione saranno svelati nei prossimi giorni. L’occasione per festeggiare è infatti doppia: non solo la chiusura di un’importante rassegna della città meneghina ma anche il primo compleanno di Billboard Italia, la prima edizione europea di uno dei brand musicali più influenti al mondo.

#billboarditalia #milanomusicweek #mmw18 #musiccitymilano

 

Ancora una volta, a fianco di Billboard Italia, ci sarà SEAT, la casa automobilistica main sponsor dell’evento, che ha messo la musica al centro della sua comunicazione accompagnando il grande hub creativo attraverso i più importanti eventi musicali in programma quest’anno.

Ma sono ancora tanti i regali che Billboard Italia ha deciso di fare al suo pubblico. Primo fra tutti, sempre in partnership con SEAT, la possibilità di incontrare di persona durante la Milano Music Week il protagonista della cover story del prossimo numero di Billboard Italia. Chi sarà l’artista misterioso? Sarà possibile scoprirlo in edicola dal 14 novembre! Maggiori informazioni per iscriversi all’iniziativa saranno svelate sui canali social di Billboard Italia e SEAT Italia.

Billboard è arrivato in Italia un anno fa, con l’obiettivo di creare una piattaforma multimediale capace di avvicinare il mondo dell’industria discografica, delle major, degli indipendenti, delle radio e degli artisti al grande pubblico. Oggi è una grande famiglia che unisce massima competenza a semplicità di comunicazione, in cui gli artisti si sentono a casa loro. 

A portare in Italia Billboard è stata Parcle Group, media company di Milano. La sua esperienza nella realizzazione di contenuti si unisce a un’autentica passione per lo sviluppo di nuove tecnologie digitali. L’approccio data-driven di Parcle rappresenta la chiave per la pianificazione di soluzioni di advertising su misura per i bisogni di ogni specifico brand.

MILANO MUSIC WEEK, seconda edizione della settimana dedicata alla musica pop e alla sua filiera curata da Luca De Gennaro a Milano dal 19 al 25 novembre 2018, è un progetto ideato e promosso da Comune di Milano, SIAE (Società Italiana degli Autori ed Editori), FIMI (Federazione Industria Musicale Italiana), Assomusica (Associazione Italiana Organizzatori e Produttori Spettacoli di Musica dal Vivo) e NUOVOIMAIE (Nuovo Istituto Mutualistico Artisti Interpreti o Esecutori).

Redazione

PORTO ROTONDO: A VALERIO SCANU IL “PREMIO NAVICELLA SARDEGNA” |A MAURIZIO COSTANZO IL PREMIO SPECIALE OLIMPIA METACENA


premio navicella sardegna

[realizzazione in argento dell’orafo  Bruno Busonera]

Serata di gala ieri, Sabato 8 settembre, al Teatro Cerioli di Porto Rotondo,  che ha ospitato la XVII edizione del Premio Navicella Sardegna, l‘evento organizzato dall’Associazione Sardegna Oltre il Mare con la Collaborazione del Consorzio di Porto Rotondo e il patrocinio dell’Assessorato alla Cultura del Comune di Olbia, con  lo scopo di promuovere la Sardegna e la sua cultura nel mondo.   

Risultati immagini per valerio scanuTra gli invitati a salire sul palco per ricevere il riconoscimento più prestigioso attribuito in Sardegna a quelle personalità che  hanno dato e  danno lustro e notorietà a livello nazionale e internazionale alla Regione, anche il maddalenino Valerio Scanu. come uno dei più significativi talenti canori italiani degli ultimi anni” . Tra i talenti più poliedrici dello  spettacolo italiano Scanu è passato da secondo classificato  ad “Amici” a vincere il Festival di Sanremo, da vincitore morale dell’”Isola dei famosi” a Campionissimo di “Tale e quale show” arrivando poi a  co-condurre a fianco di Milly Carlucci”   Ballando con le stelle” e altro ancora…

Oltre a Valerio Scanu “Ambasciatori della Sardegna nel mondo” che con le parole, la musica, lo sport, l’arte, hanno raccontato il cuore e l’identità dell’isola, anche  lo scrittore di Jerzu Gesuino Nemus, vincitore del Premio Campiello opera prima nel 2016; la nuorese Elvira Serra, scrittrice e giornalista del Corriere della Sera; l’atleta cagliaritana campionessa di apnea Chiara Obino; l’algherese Enzo Favata, sassofonista e compositore;   il regista oristanese Peter Marcias e la sassarese  Lia Palomba ricercatrice oncologa.

mauriziocostanzo.jpgQuest’anno si è aggiudicato il Premio speciale intitolato ad  Olimpia Metacena, per molti anni vera anima organizzativa della manifestazione e attribuito a personalità del mondo della comunicazione, Maurizio Costanzo,  giornalista e conduttore televisivo, ideatore di format di successo. 

Nell’Albo d’Oro del “Navicella”,  consultabile online al link (http://www.premionavicellasardegna.it/albo-oro/)  sul sito ufficiale del Premio, si possono leggere i nomi dei premiati delle passate edizioni e le motivazioni della Giuria, composta da scrittori, editori, giornalisti, rappresentanti di ordini professionali e delle istituzioni.

 

Redazione

 

09/09/2018 – 21:25 #RAI1: LA NOTTE DI ANDREA BOCELLI Un grande show di musica e solidarietà condotto da Milly Carlucci


Andrea Bocelli torna protagonista all’Arena di Verona e su Rai1 con “La Notte di Andrea Bocelli”, un grande show di musica e solidarietà – condotto da Milly Carlucci, in onda domenica 9 settembre in prima serata alle 21.25 su Rai1 – con tanti ospiti internazionali, oltre 400 artisti nei loro splendidi costumi, l’Orchestra e il Coro dell’Arena di Verona e le grandiose masse artistiche areniane. Un evento unico per una grande prima serata Rai, sulla scia del successo dell’”Andrea Bocelli Show” dello scorso anno al Colosseo.

L’opera non è mai stata così spettacolare: pagine celeberrime come “Nessun Dorma” tratta da “Turandot”, “Va Pensiero” da “Nabucco”, “La donna è mobile” dal “Rigoletto”, “Che gelida manina” da “La Bohème”, “Te Deum” da “Tosca”, “Libiamo” da “Traviata” saranno proposte con una maestosa teatralizzazione a livello scenico e coreografico e originali interazioni con le altre arti.
Richard Gere, Morgan Freeman, Luisa Ranieri, Michele Placido, Valeria Golino, Catherine Deneuve, Flavio Insinna tra le star internazionali che saranno sul palco assieme al grande tenore.
Ad affiancare Bocelli anche i più grandi nomi dell’opera e della classica come Carla Fracci, Aida Garifullina (soprano russo, candidata al Grammy Award per la categoria Best Opera Recording, protagonista della cerimonia d’apertura dei Campionati del Mondo di calcio), Sergei Polunin (ballerino classico e attore ucraino, protagonista del video di Hozier “Take me to Church”), Isabel Leonard (mezzosoprano statunitense, vincitrice del Grammy Award per la categoria Best Opera Recording), Alberto Gazale e Leo Nucci (baritono italiano insignito dell’onorificenza di Grande ufficiale dell’Ordine al merito della Repubblica italiana), mentre la platea sarà costellata di stelle della musica come Smokey Robinson, voce del rhythm and blues e soul, David Foster, pluripremiato produttore discografico, Kristin Chenoweth, stella di Broadway, Reba McEntire regina del country, Brian McKnight, cantante, musicista e produttore statunitense e tante altre star.
Lo spettatore sarà guidato nel mondo dell’opera lirica come mai prima d’ora, attraverso la musica e il racconto dei “libretti”, interpretati dal tenore e dai suoi numerosi ospiti e introdotti da celebrities italiane e internazionali. Voci grandissime ma anche artisti e personaggi dello spettacolo, del cinema, dello sport, coinvolti nei quadri musicali attraverso inediti e sorprendenti camei.
Un inno al bel canto e alla grande musica ma anche l’occasione per fare del bene e aiutare gli altri. “La notte di Andrea Bocelli”, infatti, rappresenta il momento clou della “Celebrity Fight Night Italy”, maratona filantropica che coinvolge personalmente la famiglia Bocelli e che festeggia la sua quinta edizione. Anche quest’anno, la solidarietà sarà il motore trainante dell’intero evento: dalla serata in Arena, infatti, verranno raccolti fondi per sostenere i progetti della Andrea Bocelli Foundation e del Muhammad Ali Parkinson Center.
Redazione