Eventi

CS_Italia 1 si scatena con la musica di”Radio Norba Cornetto Battiti Live”


Martedì 20 luglio in prima serata su Italia 1, seconda puntata di “RADIO NORBA CORNETTO BATTITI LIVE”, l’unico appuntamento televisivo dell’estate musicale italiana presentato da Alan Palmieri con Elisabetta Gregoraci.

Anche per questa 19esima edizione il Castello Aragonese di Otranto ospiterà il palco di Radio Norba, ma la kermesse continuerà a mantenere la sua forte identità itinerante. 15 esibizioni, infatti, si svolgeranno “on the road” in altrettante location pugliesi, alcune televisivamente inedite: Polignano a Mare, Vieste, Barletta, Grottaglie, Santa Maria di Leuca, Martina Franca, Gallipoli, Gravina in Puglia, Fasano, Giovinazzo, Taranto, Bari, Brindisi, Foggia e Lecce. 
Il pubblico presente al Castello Aragonese potrà interagire con gli artisti in scena, attraverso l’attrice e webstar Mariasole Pollio.

Come sempre, la rassegna accoglierà alcuni dei nomi più importanti della musica italiana e internazionale. Gli artisti che si esibiranno nella seconda puntata: J-Ax e Jake La FuriaAlessandra AmorosoAka7evenFred De Palma; i SottotonoGigi D’AlessioErmal MetaGaiaTancrediLa Rappresentante di ListaGio EvanBoro Boro con CaraJasmineDotanShade; i Boomdabash e Baby KIramaFrancesca MichielinAnnalisa e Federico RossiFedez e Orietta Berti.
Protagonisti delle esibizioni on the road saranno, invece, Malika Ayane, da Martina Franca; i Pinguini Tattici Nucleari da Gravina in Puglia e Shiva da Vieste.

La regia è affidata a Luigi Antonini.

Redazione

CS_AMADEUS per la prima volta all’ARENA DI VERONA con “ARENA ’60 ’70 ’80”, due serate evento il 12 e 14 settembre per rivivere tre decenni iconici della musica, con ospiti italiani e internazionali.


AMADEUS

per la prima volta all’ARENA DI VERONA

con

due serate evento il 12 e il 14 SETTEMBRE

per rivivere tre decenni iconici della musica

CON OSPITI ITALIANI E INTERNAZIONALI

Questi i primi nomi confermati

EUROPE – LOREDANA BERTÈ – GAZEBO

PATTY PRAVO – UMBERTO TOZZI e RAF

Biglietti disponibili in prevendita

A OTTOBRE IN PRIMA SERATA SU RAI 1

Le canzoni iconiche, quelle hit che hanno segnato trent’anni di musica indimenticabile, saranno protagoniste il 12 e il 14 settembre di ARENA ’60 ’70 ’80”, due serate evento che vedranno AMADEUS per la prima all’Arena di Verona in veste di conduttore e che a ottobre verranno trasmesse in prima serata su RAI 1.

Tanti gli ospiti che si alterneranno sul palco per due serate all’insegna della grande musica. Questi i primi nomi confermati: gli EUROPE, che con la loro “The Final Countdown” hanno segnato un’epoca, GAZEBO, star della disco con brani come “I Like Chopin” e “Masterpiece” e poi ancora due Signore della musica italiana del calibro di LOREDANA BERTÈ e PATTY PRAVO e la coppia formata da UMBERTO TOZZI e RAF che con le sue hit ha fatto ballare intere generazioni.

Grandi star, artisti leggendari, ricordi indelebili e canzoni simbolo di un’epoca irripetibile torneranno a riecheggiare in quello che, per la memoria collettiva, è il vero Tempio della Musica: l’Arena di Verona!

Questi show, che segnano la prima volta di Amadeus alla conduzione sul palco dell’Arena nella “sua” Verona, porteranno il pubblico a rivivere tre decenni emozionanti della musica in Italia, punteggiati dai racconti del padrone di casa, che faranno da filo conduttore durante le serate.

I biglietti per assistere agli spettacoli sono disponibili sul circuito Ticketone i biglietti in prevendita.

Per “ARENA ’60 ’70 ‘80” Amadeus tornerà nel ruolo del dj: molte di queste canzoni, infatti, sono le stesse che proponeva nelle serate in discoteca all’inizio della sua carriera e poi quando si è fatto strada nel mondo della radio. Da dietro una consolle, che sarà uno dei nuclei fondamentali della scena, Amadeus farà ascoltare il suo repertorio da dj-vocalist, la sua playlist, un meraviglioso diario sentimentale articolato anche dai suoi incontri con gli ospiti.

Hit prodotte in Italia diventate successi planetari, canzoni d’autore e brani internazionali che hanno fatto ballare l’Italia e il mondo intero. Sono canzoni con un infallibile potere evocativo, senza tempo e così forte da coinvolgere il pubblico di tutte le generazioni.

Radio 2 è la radio ufficiale delle due serate evento condotte da Amadeus.

ARENA ’60 ’70 ‘80” è prodotto da Arcobaleno Tre.

Redazione

CS_Il Leone d’oro alla Biennale Danza LA RIBOT per la prima a volta a Roma, dal 19 al 21 giugno, alla Real Academia de España


Per la PRIMA VOLTA a ROMA
il LEONE D’ORO alla BIENNALE DANZA

LA RIBOT
DISTINGUISHED ANYWAYS 2021

Una performance site specific alla luce del tramonto,
nello splendido scenario della REAL ACADEMIA DE ESPAÑA EN ROMA

19-21 giugno ingresso gratuito su prenotazione fino a esaurimento posti
prenotazioni@accademiaspagna.org

(c)BAK_Gregory Batardon

Un corpo che gioca con la luce del tramonto sul Gianicolo per portarci dritti a uno dei momenti “magici” dell’anno, il solstizio d’estate. Una performance che dialoga con l’architettura, la storia e perfino l’astronomia in uno dei luoghi più belli di Roma, la Real Academia de España, nell’ex monastero di San Pietro in Montorio. Arriva per la prima volta nella Capitale la danzatrice, coreografa e artista visiva La Ribot, Leone d’Oro alla Biennale Danza 2020. Artista transdisciplinare con l’attitudine punk e il gusto per la provocazione, La Ribot presenta dal 19 al 21 giugno Distinguished Anyways 2021, una nuova creazione site specific che rientra nel celebre Piezas distinguidas, ciclo di azioni sceniche iniziato nel 1993 e ancora oggi in continua evoluzione. La performance, a ingresso gratuito su prenotazione fino a esaurimento posti, si svolgerà al tramonto e verrà eseguita nel pieno rispetto della normativa anti-covid vigente.

Spagnola di nascita, svizzera d’adozione e con alle spalle alcuni anni trascorsi a Londra, La Ribot ha ideato – per la prima volta nella sua carriera e in risposta all’invito rivolto dall’Accademia – queste nuove piezas in dialogo con un luogo specifico, con le sue linee architettoniche e con le stratificazioni della Storia che lo attraversano. Ma, soprattutto, con i movimenti del Sole che lo illuminano: come gli antichi obelischi presenti in tutta la città, come il Pantheon e alcune delle opere di Borromini, le nuove creazioni de La Ribot giocano infatti con le dinamiche astronomiche e con i cicli del tramonto e dell’alba. E sarà proprio la posizione concreta del sole nel cielo e il suo apparente ma implacabile spostamento a creare la drammaturgia, trasformando i colori in pure ombre, liberando i corpi dai segni e dai limiti imposti, facendo intravedere, grazie all’incedere della notte, la possibilità dell’altro.

Fondata nel 1873, la Real Academia de España ha accolto un’infinità di artisti spagnoli, latinoamericani e italiani che, anno dopo anno, sono arrivati a Roma per imparare e far sì che le meraviglie che in essa si conservano trasformassero e fecondassero sia i loro progetti artistici che i loro sguardi. Gli studi, i chiostri, i giardini, le due torri e il magnifico tempietto di San Pietro disegnato da Donato Bramante sono stati testimoni della vita di moltissimi artisti. Con Distinguished Anyways La Ribot si unisce a questa lunga e feconda linea di artisti che hanno trovato a Roma una fonte di ispirazione per le loro creazioni.

Prenotazioni

prenotazioni@accademiaspagna.org

Info

https://www.accademiaspagna.orghttps://www.facebook.com/Academia.de.Espana.en.Roma

Redazione

CS_Primi grandi eventi live annunciati per l’Ostuni Soundtrack Festival 2021: CALIBRO 35 il 3 agosto e NEGRITA il 5 agosto, entrambi al Foro Boario di Ostuni.


Torna l’Ostuni Soundtrack festival per la sua seconda edizione, nel suggestivo spazio attrezzato del Foro Boario, da cui è visibile l’intera città bianca illuminata di sera.
In attesa di conoscere il programma completo, ecco le prime due grandi band che hanno già annunciato la partecipazione, con i biglietti già disponibili tramite l’app DICE.fm ed il circuito Ticketone.it
CALIBRO 35 
Post momentum, live al Foro Boario di Ostuni (BR)
️ martedì 3 agosto 2021


Nel festival di Ostuni dedicato al rapporto fra musica e cinema, arriva la band italiana famosa nel mondo per le sue esplosive rivisitazioni di colonne sonore. Dopo l’album Momentum dello scorso anno, i Calibro 35 ripartono con il nuovissimo l’EP Post Momentum, con un sound rinnovato e sempre più ricco di groove e fascino, specialmente dal vivo!

Definiti da Rolling Stone come il progetto più “cool” uscito dal nostro paese negli ultimi anni, i Calibro 35 in poco tempo sono diventati un vero e proprio punto di riferimento della scena nazionale ed internazionale, tanto da essere campionati da giganti del calibro di Dr. Dre in “Compton”, Jay-Z, The Child of lov & Damon Albarn e da vantare ormai una schiera di appassionatissimi fan in tutto il globo, che comprende personaggi del calibro di Dj Food (Ninja Tune) e Mr Scruff. La band nata per gioco e formata da Massimo Martellotta, Enrico Gabrielli, Luca Cavina e Fabio Rondanini sotto l’attenta guida del produttore e membro aggiunto Tommaso Colliva, in oltre dieci anni di frenetica attività ha mosso passi in molti campi e declinato il proprio stile unico su diverse forme di espressione musicale: non solo dischi, ma anche colonne sonore, produzioni tv, sonorizzazioni, library music, libri e spettacoli teatrali e moltissimi live in giro per tutto il mondo nei quali ha condiviso il palco con artisti del calibro di Muse, Sharon Jones, Sun Ra Arkestra e Thundercat.
L’ultimo lavoro in studio è “MOMENTUM”, pubblicato il 24 Gennaio 2020 su Record Kicks, album che ha rappresentato un nuovo punto di partenza per una delle formazioni contemporanee più’ apprezzate sulla scena nazionale ed internazionale. 
Appena pubblicato l’EP POST-MOMENTUM, che sarà inserito live nel repertorio del concerto ad Ostuni (BR)
NEGRITA 
La Teatrale Summer Tour, live al Foro Boario di Ostuni (BR)
️ giovedì 5 agosto 2021


Dopo lo stop forzato dovuto all’emergenza sanitaria, torna live una delle band più iconiche del panorama musicale italiano, i NEGRITA con il tour della rinascita: LA TEATRALE SUMMER TOUR 2021. 
I Negrita si ripresenteranno al pubblico proponendo brani cult del proprio repertorio in veste acustica nelle location più incantevoli della penisola. 
Nel grande Foro Boario, ai piedi della “città bianca”, festeggeremo alla grande i 25 anni di carriera di questa formidabile band.

“PAU” – PAOLO BRUNI -voce
“MAC” – CESARE PETRICICH  chitarra 
“DRIGO” – ENRICO SALVI   chitarra 

Nati, cresciuti e ostinatamente rimasti fedeli alla provincia d’Arezzo e uniti da un’amicizia e da una passione rare, i Negrita sono uno dei gruppi rock più influenti e meno catalogabili del panorama musicale italiano degli ultimi venticinque anni. Nonostante la continua evoluzione stilistica, una delle loro caratteristiche primarie, il loro sound è rimasto unico e riconoscibile nel tempo, soprattutto grazie alla solidità tecnica e interpretativa, ma anche alla voglia di creare una propria peculiare identità, che prescindesse dal genere musicale suonato.

Redazione

CS_MARTIN GARRIX FEAT. BONO & THE EDGE con “WE ARE THE PEOPLE” domani protagonisti della performance virtuale di apertura di UEFA EURO 2020!


MARTIN GARRIX

FEAT. BONO & THE EDGE
con
“WE ARE THE PEOPLE”

protagonisti della performance virtuale di apertura di

UEFA EURO 2020

In occasione della cerimonia inaugurale

del Campionato europeo in programma domani

una tecnologia all’avanguardia riunirà i fan di tutta Europa

per un’incredibile esperienza musicale e visiva!

Domani, venerdì 11 giugno, Martin Garrix, Bono e The Edge sulle note di “WE ARE THE PEOPLE”, saranno i protagonisti della cerimonia di apertura di UEFA EURO 2020 allo Stadio Olimpico di Roma, con una performance virtuale che grazie alla tecnologia d’avanguardia amplificherà l’emozione di tutti i fan in trepidante attesa per il fischio di inizio di UEFA EURO 2020.

“WE ARE THE PEOPLE” (https://martingarrix.lnk.to/EURO2020), inno ufficiale di UEFA EURO 2020 disponibile in digitale e in rotazione radiofonica, è una miscela perfetta delle sonorità distintive di tutti e tre gli artisti coinvolti: Bono ha composto il testo e alcune melodie insieme a Garrix, mentre The Edge ha impreziosito il brano con i suoi inimitabili riff di chitarra.

“WE ARE THE PEOPLE” ci insegna quanto sia importante affrontare insieme le continue sfide che il mondo ci impone.

È un brano che chiunque può cantare indipendentemente dalla propria provenienza, ma è soprattutto un inno per l’Europa, su cui la competizione calcistica focalizzerà l’attenzione di tutto il mondo. La canzone intende trasmettere la positività, la speranza e la determinazione necessarie affinché qualsiasi squadra possa trionfare, oltre che a comunicare un messaggio di coesione che ben si adatta a quello di UEFA EURO 2020: l’unità.  Il video ufficiale del brano è visibile al seguente linkhttps://youtu.be/kGT73GcwhCU

La collaborazione su “We Are The People” tra le leggende del rock degli U2, Bono & The Edge, e uno dei più grandi DJ/produttori al mondo, Martin Garrixprenderà vita, per quest’occasione, grazie a una performance virtuale in cui i tre artisti, immersi in una riproduzione 3D dello Stadio Olimpico di Roma, si esibiranno sulle note di “We are the people”, durante la cerimonia di apertura della competizione, poco prima del fischio d’inizio della prima partita del torneo tra Italia e Turchia.

Alla luce della ridotta presenza del pubblico all’interno degli 11 stadi delle città che ospiteranno il torneo (a causa delle restrizioni COVID-19), la UEFA ha lavorato con gli artisti ad un’esperienza che potesse essere il più inclusiva e coinvolgente per tutti.

«La grande attesa per UEFA EURO 2020 si è davvero intensificata soprattutto dopo che le squadre nazionali coinvolte hanno annunciato le loro formazioni e le sedi che ospiteranno il torneo hanno finalizzano i loro preparativi», afferma il direttore marketing UEFA, Guy-Laurent Epstein.

«La cerimonia di apertura allo Stadio Olimpico di Roma sarà una perfetta introduzione al torneo e sono lieto che la collaborazione tra tre grandi artisti, Martin Garrix, Bono e The Edge abbia prodotto anche una performance virtuale che permetterà ai fan di tutta Europa e del mondo di sentirsi più vicini al torneo. “We Are The People” trasmette un messaggio di unità e convivialità, fondamenta anche di UEFA EURO 2020, e sono sicuro che i fan saranno entusiasti della performance virtuale, indipendentemente dal luogo in cui la vedranno».  

La performance, ricreata come se si trattasse di un concerto dal vivo in un vero stadio, intreccerà i versi della canzone, colmi di speranza e positività, a potenti immagini create grazie alla tecnologia, come il campo da gioco che si trasforma in una fiamma bianco-azzurra, campi di energia creati da milioni di particelle di luce e Bono proiettato sul palco che offrirà una potente ma intima performance vocale che risuonerà insieme ai milioni di persone che assisteranno da casa.

L’esibizione è stata registrata in modernissimi studi di motion control a Londra e all’Olimpico di Roma, per ricreare l’ambiente dello stadio in 3D.

La cerimonia di apertura vedrà anche la partecipazione di ex leggende del calcio come Francesco Totti e Alessandro Nesta, che “daranno il via” alla fase finale del torneo UEFA EURO 2020 nello stadio che per entrambi è stato “casa” nel corso delle loro leggendarie carriere.

Gli appassionati di calcio possono prepararsi al torneo ascoltando su tutte le piattaforme digitali di streaming sia la playlist ufficiale di UEFA EURO 2020 curata da Garrix e contenente alcuni brani scelti dai migliori giocatori del mondo, che la playlist di ciascuna squadra nazionale di UEFA EURO 2020. La challenge sui social media #EUROHyped invita inoltre i fan a mostrare ai loro amici e follower come si stanno preparando per UEFA EURO 2020.

UEFA EURO 2020 si svolgerà in tutto il continente per la prima volta nella storia della competizione, con un totale di 11 città ospitanti. Questa estate il torneo si svolgerà tra Amsterdam, Baku, Bucarest, Budapest, Copenaghen, Glasgow, Londra, Monaco, Roma, San Pietroburgo e Siviglia; la prima gara sarà allo Stadio Olimpico di Roma l’11 giugno 2021 con la Turchia che affronterà l’Italia. La finale si svolgerà allo stadio di Wembley, a Londra, l’11 luglio 2021.

Redazione

CS_”Il Volo – Tributo a Ennio Morricone” su Rai1


Una serata evento dall’Arena di Verona

(none)

Sabato 5 giugno alle 21.25 su Rai1 Il Volo aprirà la stagione 2021 dell’Arena di Verona con “Il Volo – Tributo a Ennio Morricone” che sarà il primo concerto in diretta televisiva di Piero Barone, Ignazio Boschetto e Gianluca Ginoble che, non solo celebreranno il Maestro, ripercorrendo musiche leggendarie in un’atmosfera da sogno, ma presenteranno la serata con una conduzione ironica e vivace che contraddistingue i loro oltre 10 anni di amicizia. L’orchestra sarà diretta dal Maestro Marcello Rota. La serata vedrà anche la partecipazione di Stefano Bollani, Salvatore Cascio, Laura Chiatti, Riccardo Cocciante, Marco Giallini e Andrea Griminelli.
Questo viaggio emozionante, dentro l’arte e la musica del più geniale compositore del Novecento, farà il giro del mondo, trasmesso anche negli Stati Uniti dal prestigioso network PBS.

Redazione

CS_Dal 2 giugno, in streaming (ore 21.00) sulla piattaforma ITsART, l’opera-concerto totale “IN QUESTA STORIA CHE È LA MIA” di CLAUDIO BAGLIONI (registrata al Teatro dell’Opera di Roma)


sulla piattaforma ITsART

SPETTACOLARE E IRRIPETIBILE EVENTO

IN STREAMING

dal

Teatro dell’Opera di Roma

CLAUDIO BAGLIONI

l’ultimo album di inediti

– certificato platino e con 5milioni di streaming –

diventa una straordinaria

opera-concerto totale

uno spettacolo eccezionale per tempi eccezionali

parole e musiche: Claudio Baglioni

ideazione: Claudio Baglioni e Giuliano Peparini

direzione artistica: Giuliano Peparini

regia televisiva: Luigi Antonini

coreografie: Giuliano Peparini e Veronica Peparini

arrangiamenti brani: Paolo Gianolio e Celso Valli

direzione band: Paolo Gianolio

direzione d’orchestra: Danilo Minotti

solisti: Giovanni Baglioni, Giancarlo Ciminelli, Roberto Pagani, Danilo Rea e Alessandro Tomei

orchestra, coro e corpo di ballo del Teatro dell’Opera di Roma

188 tra musicisti, coristi, cantanti, ballerini, performer

produzione Friends & Partners – Fenix Entertainment S.p.A, in collaborazione con il Teatro dell’Opera di Roma

Uno spettacolo eccezionale per tempi eccezionali. È IN QUESTA STORIA CHE È LA MIA”, l’opera-concerto totale registrata presso il Teatro dell’Opera di Roma, tratta dall’omonimo e ultimo album di inediti di CLAUDIO BAGLIONI. Eccezionale non solo nell’ideazione – parole e musiche di Claudio Baglioni, direzione artistica di Giuliano Peparini -ma soprattutto nella realizzazione. In tempi normali, infatti, non sarebbe mai stato possibile dar vita a un’opera che trasforma in ambiente scenico ogni spazio – retropalco, palchi, golfo mistico, platea, foyer, camerini e corridoi – del Teatro nel quale va in scena.

Per “IN QUESTA STORIA CHE È LA MIA”, in streaming da domani, mercoledì 2 giugno (alle ore 21.00), sulla piattaforma ITsART (il sipario digitale per teatro, musica, cinema, danza e ogni forma d’arte, live e on-demand, con contenuti disponibili in Italia e all’estero), artista, orchestra, coro e parte del corpo di ballo del Teatro dell’Opera di Roma, musicisti, vocalist, danzatori, performer e acrobati animano ogni angolo della strutturailluminando di sé, oltre al palcoscenico, tutti quegli spazi che, solitamente, non sono luoghi di rappresentazione.

«La ferita dei teatri vuoti ci ha colpiti al cuore e faticherà a rimarginarsi – racconta Claudio Baglioni – Per questo ho cercato di contribuire a riempire quel vuoto, portando in dono al teatro tutto quello che avevo da dare. Musica e parole, naturalmente. Ma anche un’Opera – “IN QUESTA STORIA CHE È LA MIA” – che fonde recitazione, danza, gesto, giochi di luci e suoni, “quadri” animati da performer, e nella quale grande orchestra, coro lirico, coristi e band diventano co-protagonisti della narrazione. Ognuno di noi – con la propria arte, sensibilità, intensità, espressività – ha provato a cancellare il vuoto del teatro, riempiendolo, letteralmente, di vita. E, così, tutto – palcoscenico, golfo mistico, platea, palchi, loggioni, foyer, corridoi, backstage – è diventato scena. Uno spettacolo totale in uno spazio scenico totale, nel quale – per la prima volta – l’idea wagneriana dell’arte totale si realizza in una architettura totale. “IN QUESTA STORIA CHE È LA MIA” è davvero uno spettacolo eccezionale per tempi eccezionali. E non solo perché in “tempi normali” non sarebbe mai stato possibile concepirlo né realizzarlo ma, soprattutto, perché credo ci sia bisogno di idee eccezionali per aiutare certe ferite a rimarginarsi, e trasmettere le energie che servono a fare di dolore, difficoltà e privazioni i semi per costruire un futuro nuovamente degno di questo nome».

Arte totale, teatro totale, estetica cinematografica.

Un’anteprima assoluta. Non solo perché tema, narrazione, canzoni e allestimento musicale e scenico sono originali ma, soprattutto, perché “IN QUESTA STORIA CHE È LA MIA riprende – estendendola – l’idea wagneriana di opera d’arte totale. Arte totale in un intero teatro, dunque – in tutti i significati che il combinarsi di queste due formule è in grado di esprimere – che finisce, però, col rivelare un’estetica cinematografica, tanto da trasformare “IN QUESTA STORIA CHE È LA MIA” in un inedito FilmOpera. Come accade nella cinematografia, infatti, le diverse scene di questo straordinario atto unico (scene rese ancora più suggestive dal ricorso ad effetti di luce e soluzioni illuminotecniche che normalmente non si vedono nei teatri di tradizione all’italiana) sono state riprese da diversi punti di vista – attraverso un incalzante ed emozionante uso di campi e controcampi – in modo da unire al lirismo fisico del teatro, la magia metafisica del cinema.

Storia di un amore e dell’amore.

È la storia di un grande amore e dell’amore stesso: amore personale – reale o ideale, fisico o mentale, vissuto o semplicemente vagheggiato ma, sempre inatteso, sorprendente, travolgente – di un “uomo di varietà” e della sua “principessa”. Ma anche amore universale: antico, eppure ogni volta incredibilmente nuovo, che anima ogni venatura del tempo – passato, presente e futuro – e dà senso e valore a tutte le stagioni della vita: fanciullezza, adolescenza, gioventù, maturità.

L’opera-concerto.

Lo spettacolo – della durata di novanta minuti – si apre con un monologo evocativo e rapsodico – scritto da Claudio Baglioni e interpretato da Pierfrancesco Favino – e un preludio danzato affidato all’étoile Eleonora Abbagnato.

La direzione di orchestra e coro è di Danilo Minotti, mentre la direzione della band di Baglioni è affidata a Paolo Gianolio, che ha firmato gli arrangiamenti e le orchestrazioni di nove dei quattordici brani dell’album. Gli arrangiamenti degli altri sette brani portano, invece, la firma di Celso Valli. I contributi solistici sono di Giancarlo CiminelliAlessandro Tomei, Roberto PaganiDanilo Rea e Giovanni Baglioni, che esegue la suite finale dell’album.

IN QUESTA STORIA CHE È LA MIA è prodotto da Friends & Partners e Fenix Entertainment S.p.A. La regia teatrale è di Giuliano Peparini, la fotografia è di Ivan Pierri, la regia televisiva è di Luigi Antonini.

È possibile acquistare i biglietti in prevendita sui siti di Ticketone, Vivaticket e Ticketmaster e su ITsART (www.itsart.tv).

Lo spettacolo di Claudio Baglioni su ITsART è acquistabile singolarmente. Non è necessario l’acquisto di un abbonamento per poter accedere alla piattaforma.

Redazione

CS_Su Rai2 “La Partita”, tra calcio, spettacolo e solidarietà |Con Fabrizio Rocca, Anna Falchi e Manuela Arcuri


(none)

“La Partita” è l’evento di calcio, spettacolo e solidarietà in onda mercoledì 2 giugno alle ore 21.20 su Rai2. La Nazionale di calcio Attori festeggerà il 50° Anniversario dalla fondazione e sfiderà in campo un team di grandi tifosi partenopei. L’obiettivo è una raccolta fondi solidale a favore di Save the Children.
A condurre l’evento Fabrizio Rocca, affiancato da due commentatrici d’eccezione a bordo campo: Veronica Maya e Sofia Bruscoli. Madrine dell’evento sono Anna Falchi e Manuela Arcuri. Tantissimi i personaggi che hanno dato la propria adesione, tra attori, cantanti, calciatori del presente e del passato. Dal mondo del calcio saranno presenti Federico Balzaretti, Federico Barba, Gokhan Inler, Gigi Di Biagio, Luis Oliveira, Fabio Quagliarella, Stefano Mauri, Enock Barwuah, Alessio Cerci, Gennaro Iezzo, Giandomenico Mesto, Federico Peluso e Guglielmo Stendardo. Dal mondo dello spettacolo Matteo Garrone, Ninetto Davoli, Enzo Decaro, Antonio Giuliani, Enrico Lo Verso, Giorgio Pasotti (capitano della squadra Resto d’Italia), Gigi e Ross, Francesco Cicchella, Neri Parenti, Raimondo Todaro, Giuseppe Zeno (capitano della squadra Napoli), Joseph Capriati, Kaspar Capparoni, Paolo Conticini, Virginio, Gennaro Silvestro, Michele Rosiello, Luca Capuano, Fabio Fulco, Vincent Riotta, Franco Oppini, Federico Moccia, Marcelo Fuentes, e tanti altri.
Ospiti musicali della serata Gigi D’Alessio e Giovanni Allevi. Nel corso della serata l’esibizione del giovane cantautore Andrea Sannino e le Appassionante, trio al femminile di crossover opera-pop. La telecronaca sarà affidata a Giacomo Capuano, la direzione artistica e le coreografie sono del ballerino Stefano Oradei. La Partita promuove – tramite sms o chiamata da rete fissa al 45533 – i progetti volti a garantire a tantissimi bimbi nel mondo educazione, cibo e cure. A causa della pandemia, infatti, circa 10 milioni di minori a livello globale, rischiano di non fare mai più ritorno a scuola, in particolare i più vulnerabili, come le bambine, i minori con disabilità, i rifugiati e i bambini che vivono in aree di conflitto. Per molti di loro, non andare a scuola significa anche non poter beneficiare dell’unico pasto completo al giorno e di essere esposti al rischio di abusi e sfruttamento. L’evento organizzato da Olivio Lozzi e Giuseppe Angioletti ha come sottotitolo “Una notte per Diego” in ricordo del calciatore, al quale viene fatto anche un omaggio, prima del calcio di inizio (alla presenza del fratello Hugo Hernán Maradona). Per l’AIA (Associazione Italiana Arbitri) le presenze di Martina Molinaro (sez. Lamezia Terme) come Arbitro Effettivo, Nidaa Hader (sez. Ravenna) come Primo Assistente, Stefania Genoveffa Signorelli (sez. di Paola) come Assistente in seconda e Stefania Menicucci (sez. Lanciano) come IV Ufficiale. La regia dell’evento televisivo è a cura di Eric Valsecchi.

Redazione

CS_GIANNA NANNINI dal 13 luglio 2021 in tour in tutta Italia con “PIANO FORTE E GIANNA NANNINI – La Differenza”! Posticipato al 28 maggio 2022 il concerto-evento allo Stadio Artemio Franchi di Firenze


GIANNA NANNINI

RINVIATO AL 28 MAGGIO 2022 il concerto-evento

allo STADIO ARTEMIO FRANCHI DI FIRENZE

Per ritrovare il suo pubblico questa estate torna in tour

in un’inedita versione pianoforte e voce

 “PIANO FORTE E GIANNA NANNINI – La Differenza

al via a LUGLIO 2021 nei più bei teatri d’Italia all’aperto

Piano e forte, dolcezza e energia, questo e molto altro è la rocker GIANNA NANNINI, pronta a tornare in tour!

In attesa del concerto-evento allo Stadio Artemio Franchi di Firenze, che è stato posticipato al 28 maggio 2022 alla luce delle vigenti norme sui grandi eventi, GIANNA NANNINI torna questa estate ad abbracciare i suoi fan in una dimensione più intima e allo stesso tempo affascinante con il tour in tutta Italia “PIANO FORTE E GIANNA NANNINI – La Differenza”, dal titolo del suo ultimo album “La Differenza”, anche per sottolineare le due anime della sua musica: piano e forte.

Il tour estivo prenderà il via il 13 luglio 2021 nei più bei teatri d’Italia all’aperto e sarà un’occasione imperdibile per ascoltare i brani più amati di Gianna Nannini in una nuova espressione artistica.

Queste le prime date del tour “PIANO FORTE E GIANNA NANNINI – La Differenza”:

13 luglio: GARDONE RIVIERA (BS) – ANFITEATRO IL VITTORIALE

14 luglio: CERVERE (CN) – ANFITEATRO DELL’ANIMA

16 luglio: MAROSTICA (VI) – PIAZZA CASTELLO

17 luglio: SIENA – VIVIFORTEZZA – FORTEZZA MEDICEA

19 luglio: VIGEVANO (PV) – CASTELLO SFORZESCO

20 luglio: NICHELINO (TO) – STUPINIGI SONIC PARK

23 luglio: FASANO (BR) – LUCE MUSIC FESTIVAL – PIAZZA CIAIA

2 agosto: CESENATICO (FC) – ARENA CAPPUCCINI

4 agosto: CASTIGLIONCELLO (LI) – CASTELLO PASQUINI

5 agosto: CASTELNUOVO DI GARFAGNANA (LU) – FORTEZZA DI MONT’ALFONSO

7 agosto: GAVORRANO (GR) – TEATRO DELLE ROCCE

9 agosto: FORTE DEI MARMI (LU) – VILLA BERTELLI

12 agosto: TRANI (BT) – PIAZZA DUOMO

13 agosto: OTRANTO (LE) – OTRANTO SUMMER FESTIVAL – FOSSATO DEL CASTELLO

17 agosto: MAIORI (SA) – ANFITEATRO PORTO TURISTICO

20 agosto: ENNA – CASTELLO DI LOMBARDIA

21 agosto: TAORMINA (ME) – TEATRO ANTICO

24 agosto: CEFALÙ (PA) – CASTELLO BORDONARO

4 settembre: PISA – PIAZZA DEI CAVALIERI

Il tour è prodotto e organizzato da Friends&Partners.

I biglietti acquistati per il concerto allo Stadio Artemio Franchi di Firenze, previsto il 29 maggio 2021 e posticipato al 28 maggio 2022 alla luce delle vigenti disposizioni ministeriali, rimangono validi per la nuova data.

Annunciate anche le date di recupero dei concerti previsti in Svizzera:

5 maggio 2022, Theatre Du Leman di GINEVRA (CH) – recupero dell’8 ottobre 2021

6 maggio 2022, Hallenstadion di ZURIGO (CH) – recupero del 9 ottobre 2021

Tutte le informazioni sui biglietti sono disponibili al seguente link: www.friendsandpartners.it.

Gianna Nannini in questi anni ha conquistato i palchi di tutta Europa con la sua presenza scenica unica e un approccio sempre molto diretto ed è considerata il volto femminile del rock per eccellenza! Nel 2019 ha vinto il Premio Tenco.

Redazione

CS_I David di Donatello su Rai1


I candidati in presenza dagli studi “Fabrizio Frizzi” e dal Teatro dell’Opera di Roma

(none)

Carlo Conti conduce la 66ª edizione dei Premi David di Donatello, in diretta martedì 11 maggio su Rai1 dalle ore 21.25, con la regia di Maurizio Pagnussat. La cerimonia, che si svolgerà alla presenza dei candidati di tutte le categorie, sarà trasmessa dagli storici studi televisivi “Fabrizio Frizzi” e dal prestigioso Teatro dell’Opera di Roma. Nel corso della serata Laura Pausini canterà dal Teatro dell’Opera di Roma una versione esclusiva del brano “Io sì”, il singolo premiato agli ultimi Golden Globes come migliore canzone originale, tratto dal film “La vita davanti a sé” di Edoardo Ponti con Sophia Loren. La cantante, nominata ai Premi Oscar 2021, è stata inoltre protagonista della novantatreesima edizione degli Academy Awards con un’esibizione del brano. Tra gli ospiti della serata anche Enrico Brignano. Durante la cerimonia di premiazione saranno consegnati venticinque David di Donatello, un David alla Carriera, due David Speciali e tre targhe denominate David 2021 – Riconoscimento d’Onore. Il David alla Carriera 2021 andrà a Sandra Milo, straordinaria interprete per registi come Antonio Pietrangeli e Federico Fellini, Roberto Rossellini e Gabriele Salvatores, Gabriele Muccino e Pupi Avati, Jean Renoir e Claude Sautet. Due i David Speciali assegnati nel corso di questa edizione: a Monica Bellucci, una delle attrici più conosciute e apprezzate a livello globale e a Diego Abatantuono, fra le voci più originali e poliedriche dello spettacolo in Italia. Tolo Tolo scritto, diretto e interpretato da Luca Medici, è il film vincitore del David dello Spettatore. Nel corso della serata, i professionisti sanitari Silvia Angeletti, Ivanna Legkar e Stefano Marongiu riceveranno tre targhe denominate David 2021 – Riconoscimento d’Onore per l’importante contributo alla ripresa in sicurezza delle attività delle produzioni cinematografiche e audiovisive a Roma e in Italia durante la crisi COVID-19. I Premi David di Donatello sono organizzati dalla Fondazione Accademia del Cinema Italiano – Premi David di Donatello e dalla RAI: Piera Detassis è il Presidente e Direttore Artistico dell’Accademia, il Consiglio Direttivo è composto da Francesco Rutelli, Carlo Fontana, Nicola Borrelli, Francesca Cima, Luigi Lonigro, Mario Lorini, Domenico Dinoia, Edoardo De Angelis, Francesco Ranieri Martinotti, Giancarlo Leone. La 66ᵃ edizione della manifestazione si svolge sotto l’Alto Patronato del Presidente della Repubblica, con il contributo del MiC Ministero della Cultura – Direzione Generale Cinema e Audiovisivo, d’intesa con AGIS e ANICA e con la partecipazione, in qualità di Soci Fondatori Sostenitori, di SIAE e Nuovo IMAIE.

I PREMI DELLA 66ᵃ EDIZIONE
La Giuria dell’Accademia del Cinema Italiano – Premi David di Donatello assegna 22 riconoscimenti ai film usciti in Italia dal 1° gennaio 2020 al 28 febbraio 2021, nelle sale cinematografiche. Eccezionalmente per il 2020 e fino al 28 febbraio 2021, si ritengono eleggibili anche i film italiani che siano stati distribuiti con modalità alternative alla sala.
– 20 Premi David per il cinema italiano: film, regia, regista esordiente, sceneggiatura originale, sceneggiatura non originale, produttore, attrice protagonista, attore protagonista, attrice non protagonista, attore non protagonista, autore della fotografia, compositore, canzone originale, scenografia, costumista, truccatore, acconciatore, montatore, suono, effetti visivi VFX.
Da quest’anno per la categoria scenografia si premieranno scenografo e arredatore.
– 1 Premio per il Documentario di lungometraggio: una commissione formata da sette esperti in carica per due anni – Guido Albonetti, Pedro Armocida, Osvaldo Bargero, Raffaella Giancristofaro, Stefania Ippoliti, Paola Jacobbi, Giacomo Ravesi – ha il compito di preselezionare le dieci opere da sottoporre al voto della giuria per poi arrivare alla cinquina. Si intende in questo modo favorire una visione più sostenibile, informata e attenta del “cinema del reale” da parte della giuria. Da quest’anno il Premio David di Donatello per il Miglior Documentario sarà dedicato a Cecilia Mangini, ostinata pioniera del documentario in Italia, testimone delle lotte sociali e dei cambiamenti antropologici.
 – 1 Premio David per il cinema internazionale, destinato al miglior film straniero distribuito in Italia.
Una Giuria nazionale di studenti degli ultimi due anni di corso delle scuole secondarie di II grado sceglie tra una selezione di trenta film, stabilita in sinergia tra Agiscuola, Presidenza e Consiglio Direttivo dell’Accademia del Cinema italiano:
1 Premio David Giovani, destinato al miglior film italiano con temi vicini alle nuove generazioni.
I film in concorso verranno visionati in base ad un accordo tra le scuole e l’ANEC. Ogni regione italiana può essere rappresentata da una o più sedi di Giuria. La selezione dei trenta film proposti per l’edizione 2021 rispecchia le date di eleggibilità al concorso per i film italiani, 1°gennaio 2020 – 28 febbraio 2021. La votazione per l’edizione 2021 avverrà nelle modalità consentite dall’emergenza sanitaria.
I David di Donatello, insieme ad Alice nella Città, quest’anno coinvolgono anche gli studenti under 17 che, attraverso il percorso educational Scelte di Classe – Speciale David di Donatello, assegneranno una menzione ufficiale ad uno dei titoli della cinquina David Giovani.
Un’apposita commissione, nominata dal Presidente e guidata da Andrea Piersanti con Giada Calabria, Francesca Calvelli, Leonardo Diberti, Paolo Fondato, Elisabetta Lodoli, Enrico Magrelli, Lamberto Mancini, Mario Mazzetti, Paolo Mereghetti, ha assegnato:
– 1 Premio David di Donatello per il Miglior cortometraggio: il premio va a Anne di Domenico Croce e Stefano Malchiodi
Introdotto nel 2019 il David dello Spettatore è un premio che intende manifestare l’attenzione e il ringraziamento dell’Accademia ai film e agli autori che hanno fortemente contribuito al successo industriale dell’intera filiera cinematografica.

I NUMERI DELLA 66ª EDIZIONE

FILM ISCRITTI
147 film italiani di lungometraggio di finzione iscritti al David di Donatello 2021
20 diretti da registe donne
47 opere prime iscritte al David di Donatello 2021
150 documentari in concorso
375 cortometraggi in concorso 

FILM DI LUNGOMETRAGGIO NOMINATI IN CINQUINA
23 film italiani in nomination:
Volevo nascondermi 15
Hammamet 14
Favolacce 13
L’incredibile storia dell’Isola delle Rose 11
Miss Marx 11
Le sorelle Macaluso 6
Figli 4
I predatori 4
18 regali 3
Gli anni più belli 3
Lacci 3
Non odiare 3
Tolo Tolo 3
Cosa sarà 2
La vita davanti a sé 2
Lei mi parla ancora 2
Magari 2
Assandira 1
Lasciami andare 1
Lontano lontano 1
Padrenostro 1
Sul più bello 1
The Book of Vision 1

Documentari
Faith 1
Mi chiamo Francesco Totti 1
Notturno 1
Puntasacra 1
The Rossellinis 1

Redazione