festa della musica

EMMA MARRONE RISPONDE ALL’APPELLO DI ELENA SANTARELLI E IL 21 GIUGNO, PER LA FESTA DELLA MUSICA, SARA’ ALL’OSPEDALE BAMBIN GESU’ di ROMA


Emma Marrone nonostante il successo e la popolarità è rimasta una ragazza di gran cuore e il 21 giugno prossimo, giorno della festa della musica trascorrerà qualche ora insieme ai bambini ricoverati nell’ospedale Bambin Gesù di Roma, rispondendo così all’appello di Elena Santarelli  che si era assunta il compito di cercare un artista disposto a festeggiare questa data insieme ai bambini che si stanno sottoponendo alle terapie.

Condividendo una foto di Emma sul suo profilo , Elena Santarelli ha scritto: “Seguo Emma da sempre. Mi piacciono la sua grinta, le sue canzoni e la sua passione. Passione che esiste in tutto quello che fa! Ho sempre pensato che lei, come me, fosse cresciuta in una famiglia rara, che avesse conservato tutti quei valori sani, puliti,onesti che i genitori ti trasferiscono quando sei bambina. Poi la guardi e il tutto si percepisce facilmente. Leggi i suoi occhi e sono occhi buoni. Emma, insomma, è rimasta la ragazza di Aradeo, la ragazza di sempre, geneticamente non modificata dalla popolarità. Oggi ho avuto la conferma di tutti questi pensieri! Succede che poche settimane fa dal Bambin Gesù mi chiedono una mano per trovare un cantante che piaccia ai giovani e che sia disposto a passare un’oretta con loro, in ospedale, per celebrale la festa della musica; il 21 giugno. Così ho chiesto aiuto a qualche amico che lavora nel settore, ho chiesto di darmi una mano nel trovare un artista disposto a trascorrere un po’ della sua vita con i ragazzi in terapia. E ieri pomeriggio ecco arrivare il messaggio di Gabriele Parpiglia che mi dice: “ Elena, devo dirti che Emma viene con piacere il 21 giugno al Bambin Gesù”. Non era scontato, anzi non è scontato che tutti abbiano voglia di farlo. Il mio cuore scoppia di felicità. So già cosa vorrà dire per i ragazzi anche se non sarò fisicamente con voi ! A Emma e alla preziosa Francesca Savini (suo angelo custode) dico: ‘Rimanete sempre così. Con affetto Elena”.

Redazione

21GIUGNO_FESTA DELLA MUSICA 2017 DA FIMI OFFERTA SPECIALE VALIDA FINO AL 24 GIUGNO DI ALBUM SELEZIONATI: AMOROSO, ZUCCHERO, ANNALISA, VASCO, MENGONI, MINA, FERRO E TANTI ALTRI


fe

Da questa edizione il Mibact (Ministero dei Beni e Arti Culturali) ha deciso di dare un forte segnale per la promozione di una delle Feste più affascinanti che la cultura possa offrire: la Festa della Musica (che si  festeggia in tutta Europa il 21 giugno) . Una festa che, come avviene in altre parti d’Europa, coinvolge in maniera organica tutta l’Italia trasmettendo quel messaggio di cultura, partecipazione, integrazione, armonia e universalità che solo la musica riesce a dare. Un grande evento che porti la musica in ogni luogo. Ogni tipo di musica. Ogni tipo di luogo. Parchi, musei, luoghi di culto, carceri, ambasciate, ospedali, centri di cultura, stazioni ferroviarie, metropolitane ma soprattutto strade e piazze del nostro meraviglioso Paese, saranno lo scenario della ‘nostra’ Festa.

L’edizione 2017 della Festa della Musica, è sostenuta anche dalla FIMI e per la prima volta quest’anno l’iniziativa che celebra le sette note, prevede un’offerta su una selezione di album di musica italiana, disponibili a prezzi speciali dal 17 al 24 giugno sia nei negozi tradizionali sia negli store digitali.

Da Alessandra Amoroso a Zucchero, da Annalisa a Vasco Rossi passando per Benjii&Fede, Biagio Antonacci, Carmen Consoli, Club Dogo, Emma, Eros Ramazzotti, Fabri Fibra, fiorella Mannoia, Francesco Gabbani. Francesco Renga, Gianna Nannini, Giorgia, il Volo, Jovanotti, Laura Pausini, Ligabue fino a Marco Mengoni, Mina, Nek e Tiziano Ferro… Tanti sono gli artisti italiani i cui dischi sono stati scelti per festeggiare la musica nella data del 21 giugno. 

Redazione

Mtv Awards 2015 – Festa della musica -Premi e premiati e…piccole curiosità


mtv
Mtv Awards 2015, doppio premio per Mengoni vincitore sia nella categoria Superman che in quella Artist Saga.
Pif consegna a J-Ax premio carriera e lui si commuove Nella sezione New artist a primeggiare è stato Lorenzo Fragola, per Wonderwoman Alessandra Amoroso. Per la categoria ‘Miglior video’ si è affermato Tiziano Ferro con ‘Senza scappare più’, mentre il Best Mtv show è risultato ‘Mario’, la miniserie di Maccio Capatonda
Una bomba gigante di stelle filanti rosse ha aperto gli Mtv Awards al parco delle Cascine di Firenze, con circa 10mila i giovanissimi accalcati sotto il grande palco allestito sul prato. Ad aprire le danze, nelle vesti di conduttore-presentatore, il rapper Emis Killa, che ha affidato l’inizio dello show al duo formato da J-Ax e Il Cile: Maria Salvador, l’ultimo singolo di J-Ax, il brano eseguito dai due cantanti. A Firenze tra gli ospiti del Mtv l’ex Iena Pierfrancesco Diliberto, in arte Pif: che a proposito della corruzione a Roma dice: “temo che ancora il peggio debba ancora arrivare” –  “La cosa drammatica è questa, e cioè che ancora non abbiamo visto il peggio. Ci siamo già tutti scandalizzati, ma siamo ancora all’inizio: e lo ripeto, il peggio deve ancora venire“. J-Ax: legalizzare marijuana? Siamo paese reazionario “Non credo saremo i primi a legalizzare un bel nulla: siamo un paese reazionario, e di sicuro un domani le persone intelligenti proponessero, non solo per la marijuana ma anche per prostituzione e altri temi una spinta verso la legalizzazione, ci sarebbe comunque una controspinta reazionaria fortissima a bloccare le cose“, ha detto il rapper J-Ax, rispondendo nel backstage dell’Mtv Awards ai giornalisti che gli chiedevano se in Italia, dopo l’avvio di sperimentazioni a scopo terapeutico sulla cannabis, ci fosse da aspettarsi entro pochi anni la legalizzazione della marijuana. “In uno Stato come il Colorado, che per le libertà non è esattamente la California – ha poi aggiunto – hanno capito che legalizzandola entrano nelle case pubbliche milioni di dollari da utilizzare per i cittadini. Il Colorado è grande più o meno come la Sicilia, dove, per mancanza di soldi, in alcuni posti non arriva nemmeno la luce. Immaginiamo cosa si potrebbe fare con i soldi della marijuana legalizzata per questi posti in Sicilia…”. J- Ax ha detto anche che “la guerra alle droghe è stata un fallimento: la gente si droga più oggi di cinquant’anni fa. Ed è stupido vivere in un paese dove sono legali videopoker, alcool, e cose più dannose della marijuana, e la marijuana no“. A chi gli ha domandato se fosse un consumatore di marijuana, il rapper ‘ha ironicamente risposto: “Chi, io? no, non fumo più, non fumo più da anni. Lo dico e basta, come fa Il Cile, solo per spirito di polemica”. Nek invece ha raccontato un aneddoto sul brano che ha portato a Sanremo e che ha vinto il premio cover:”Se telefonando”  la scelse sua moglie su Youtube  che dovette anche impegnarsi a convincerlo a cimentarsi nella riproposizione della canzone di Mina.  Per  Max Pezzali, intervistato nel backstage, i ragazzi di oggi sognano come quelli di ieri.   “Dagli anni ’90, quando ero giovane io, sono cambiate le condizioni, il contesto: ci son state le rivoluzioni, son caduti muri, è arrivato internet, la globalizzazione che ha imposto accelerazioni in progressione geometrica – ha detto – i ragazzi di oggi sono più insicuri del futuro rispetto a quanto lo fossimo noi, ma i loro sogni, le loro aspirazioni, le loro paure, sono gli stessi di quelli che abbiamo avuto noi. Si parla sempre delle stesse cose, come l’amore, che c’è ad ogni età. Cambia solo il contorno“. Quanto al modo in cui l’avanzare dell’età ha cambiato la sua visione delle cose, Max ha spiegato che cerca di “raccontare la mia quotidianità come ho sempre fatto. Soffro un po’ di sindrome di Peter Pan, e poi questo lavoro ti rende più vicino al mondo dei giovani per il tipo di vita che hai: per me è più naturale avere un dialogo con loro che non con i miei coetanei”, ha concluso. –