Festival di Sanremo

#RAI1: DOMENICA IN In diretta dal Teatro Ariston di Sanremo 10/02/2019 – 14:00|TRA GLI OSPITI SERENA ROSSI


La 22° puntata di ‘Domenica In’ andrà in onda domenica 10 febbraio alle  14, in diretta dal Teatro Ariston di Sanremo e sarà condotta da Mara Venier.
Come da tradizione, i 24 protagonisti della 69° edizione del Festival di Sanremo, si esibiranno nuovamente con il loro brano nel corso del pomeriggio.
Durante la puntata, Mara Venier avrà anche l’occasione per commentare con alcuni opinionisti e giornalisti esperti di musica, sia le canzoni in gara sia alcuni momenti del Festival condotto quest’anno da Claudio Baglioni con Claudio Bisio e Virginia Raffaele.
Tra gli ospiti anche l’attrice Serena Rossi, che sarà intervistata da Mara Venier a proposito della fiction ‘Io sono Mia’, in onda su Rai1 da martedì 12 febbraio e ispirata alla vita e alla carriera della indimenticabile Mia Martini.
La puntata di domenica terminerà intorno alle ore 18.40. La regia è di Sergio Colabona

Redazione

FESTIVAL DI SANREMO VINCE MAHMOOD CON #SOLDI|LA CLASSIFICA| LO SFOGO DI ULTIMO


Dopo aver vinto Sanremo Giovani, Mahmood fa l’en plein e VINCE anche la 69ma edizione del Festival di Sanremo  con #Soldi. “Non riesco ancora a crederci, grazie a tutti” è riuscito a dichiarare il neo vincitore increduloSecondo classificato il favorito Ultimo con I tuoi particolari che si è aggiudicato anche il premio Tim per il brano più ascoltato.  Terzo classificato IL VOLO con Musica che resta. Il vincitore del Festival rappresenterà l’Italia all’Eurovision Song Contest, che si svolgerà a Tel Aviv dal 14 al 18 maggio 2019.

LA CLASSIFICA:

1. Mahmood – Soldi

2. Ultimo – I tuoi particolari

3. Il Volo – Musica che resta

4. Loredana Bertè – Cosa ti aspetti da me (risultato che ha scatenato polemiche)

5. Simone Cristicchi – Abbi cura di me

6. Daniele Silvestri – Argentovivo

7. Irama – La ragazza con il cuore di latta

8. Arisa – Mi sento bene

9. Achille Lauro – Rolls Royce

10. Enrico Nigiotti – Nonno Hollywood

11. Boombdabash – Per un milione

12. Ghemon – Rose Viola

13. Ex-Otago -Solo una canzone

14. Motta – Dov’è l’Italia

15. Francesco Renga – Aspetto che torni

16. Paola Turci – L’ultimo ostacolo

17. The Zen Circus -L’amore è una dittatura

18. Federica Carta & Shade -Senza farlo apposta

19. Nek – Mi farò trovare pronto

20. Negrita – I ragazzi stanno bene

21. Patty Pravo & Briga – Un po’ come la vita

22. Anna Tatangelo – Le nostre anime di notte

23. Einar – Parole nuove

24. Nino D’Angelo & Livio Cori – Un’altra luce

ALTRI PREMI  : 

Daniele Silvestri e Rancore con la canzone Argento vivo sono andati tre premi:   critica, stampa e premio miglior testo  Sergio Bardotti (Giuria d’Onore)

Simone Cristicchi con la canzone Abbi cura di te ha  vinto il premio Sergio Endrigo:migliore interpretazione e il Premio Giancarlo Bigazzi per la miglior composizione musicale,assegnato dall’Orchestra.

Premio Tim  disco più ascoltato a Ultimo

SISTEMA DI VOTAZIONE: Alle votazioni si è proceduto con sistema misto (televoto, giuria della Sala stampa e giuria degli Esperti), la media tra le percentuali di voto ottenute ieri uniti a quelli delle serate precedenti hanno determinato la classifica. 

Ospite della serata, Eros Ramazzotti che si è esibto in Vita ce n’è, poi in duetto con Baglioni nel brano con cui Ramazzotti vinse nel 1986 il Festival, “Adesso tu” e infine  nell’ultimo singolo Per le strade una canzone ft. Luis Fonsi in corsa per il terzo platino. Il cantante romano ha festeggiato i 35 anni dalla sua prima volta all’Ariston.

Poi è stata la volta di Elisa, che ha cantato  il nuovo singolo Anche fragile attualmente in radio, e con Claudio Baglioni,  “Vedrai Vedrai” di Luigi Tenco, che ha letteralmente rapito il pubblico in sala, che tutto in piedi,   a fine esecuzione le ha tributato un lungo applauso. Visibilmente soddisfatto Claudio Baglioni.

Il festival è stato caratterizzato da una inaspettata classifica che ha sconvolto letteralmente il pubblico in sala che probabilmente l’avrebbe voluta diversa e magari con Loredana Bertè in testa. La cantante ha infatti sempre incontrato il gradimento della platea di Sanremo che dopo ogni sua esibizione di “Cosa ti aspetti da me” le tributava ovazioni al grido di  Lo-re-da-na Lo-re-da-na… come di fatto è capitato anche nella serata finale man mano che veniva svelata la classifica. Una classifica che ha rivelato non poche sorprese con alcuni favoriti noti e meno noti lontani dal podio  e che ha incoronato un semisconosciuto Mahmood, 26 anni di madre sarda e padre egiziano, ma soprattutto italiano al 100%  come tiene a precisare essendo nato nel Bel Paese, che inserito tra Ultimo super favorito e Il Volo ormai veterani del Festival e molto popolari, ha avuto la meglio e col suo mood originale, che lui stesso definisce Marocco-pop, è la vera novità del Festival.

LO SFOGO DI ULTIMO secondo classificato

Non l’ha presa invece per niente bene il super favorito Ultimo che si è sfogato dopo la proclamazione del vincitore accusando   la stampa  di “avergliela tirata” “: Io non ho mai avuto la pretesa di venire qui e vincere, a differenza di quello che avete detto voi: tirandomela. Io mi sono grattato, ma non è servita a niente. La mia vittoria e quella di tanti altri artisti è sicuramente dopo il festival. La mia vittoria sono i live, la gente che mi vuole, che si riconosce in quello che scrivo”.”sono contento che abbia vinto il ragazzo Mahmood” 

Quando in sala stampa qualcuno gli fa notare la strana espressione usata nei confronti del vincitore: “ragazzo“, quasi a prenderne le distanze, Ultimo reagisce malamente: “Che ho detto? Ho detto ‘ragazzo’, come dovevo dire, ‘l’uomo Mahmood’? Sapete che cos’è che non mi sta bene? – dice, rivolgendosi ai giornalisti – che voi avete solo questa settimana per sentirvi importanti, e rompete il c…”. Poi precisa: “Tutti gli artisti che vengono hanno un’idea ben precisa. Se non riesco a raggiungere quella cosa non sono soddisfatto. Non ce l’ho con nessuno, ce l’ho con me stesso. Non sono incazzato, semplicemente io punto all’eccellente“.

A parte il fatto che poteva riferirsi al vincitore semplicemente come Mahmood visto che sono coetanei, Ultimo dovrebbe capire che è ancora presto per assumere certi atteggiamenti sprezzanti con i colleghi e con la stampa,  in fondo all’ “eccellente” ci si arriva per gradi e un secondo posto al Festival di Sanremo è sicuramente un buon inizio. Consigliamo ad Ultimo un bel bagno di umiltà.

Redazione

FESTIVAL DI SANREMO: GELO IN SALA STAMPA PER ALESSANDRA AMOROSO…


 

Alessandra Amoroso e il vestito come Jon Snow a Sanremo 2019Non passa inosservato il look di Alessandra Amoroso sfoggiato ieri al Festival di Sanremo, che con il suo bolero di piume nere  ha richiamato subito alla mente il Jon Snow del Trono di Spade. Ma “giubetto” a parte e nonostante la tangibile emozione le sue performance sono state impeccabili e   alla fine, non sono mancate le lacrime di commozione e probabilmente di sfogo , quasi a  scaricare l’evidente “affannosa” tensione, dovuta forse anche all’ansia accumulata per le polemiche che hanno accompagnato questa sua partecipazione al festival come “super ospite” che ha decisamente “indisposto” tanti, forse troppi, creando malcontento soprattutto tra i critici musicali tanto che si vocifera che la Sala Stampa le abbia riservato… zero applausi.  Vero o falso?

Redazione

 

FESTIVAL DI SANREMO: Ascolti terza serata in calo.


raffaele-5

Per la terza serata del Festival di Sanremo di Baglioni, gli spettatori che hanno seguito Rai 1 sono stati 9 milioni 409 mila, pari al 46.7% di share. Ascolti che tengono sostanzialmente rispetto alla serata precedente, ma che scontano un calo rispetto alla terza serata del 2018, che aveva messo a segno la media record di 10 milioni 825mila telespettatori con il 51.6% di share, il più alto dal 1999. –

Redazione

FESTIVAL DI SANREMO: RESOCONTO TERZA SERATA|PUBBLICO IN DELIRIO PER RAF E TOZZI |CLASSIFICA PARZIALE


raffaele-5

Clima disteso per la terza serata del 7 febbraio del Festival d Sanremo, qualche battuta per rompere il ghiaccio, un veloce ripasso del regolamento , Bisio mima il regolamento letto dalla Raffaele, questa sera in abito impero bianco, e si entra nel vivo della gara. Come ieri, 12 gli artisti che si esibiranno sul palco dell’Ariston: Mahmood, Enrico Nigiotti, Anna Tatangelo, Ultimo, Francesco Renga, Irama, Patty Pravo con Briga, Simone Cristicchi, Boomdabash, Motta, Zen Circus, Nino D’Angelo e Livio Cori.

mahmoodMahmood, fresco vincitore del premio “Enzo jannacci”  (riconoscimento dedicato alla migliore interpretazione tra i vincitori delle due serate finali di Sanremo Giovani, in gara al 69/o Festival della canzone italiana)  canta “Soldi“. E’ poi la volta di Enrico Nigiotti con un brano dedicato al nonno scomparso: “Nonno Hollywood“. Ed è il momento di Virginia Raffaele. Un salto nostalgico nel passato, straordinaria la sua interpretazione di “Mamma” di Beniamino Gigli, con Bisio che fa girare un grammofono difettoso trovato in una soffitta del teatro e lei che, durante l’esecuzione, dà voce alle distorsioni e ai salti di suono  della vecchia puntina. Alla fine, Virginia si gode il caloroso e meritato applauso della sala. Sale sul palco  il primo ospite della serata: Antonello Venditti porta sul palco dell’Ariston la sua “Sotto il segno dei pesci“. Il cantante romano torna a Sanremo- dove non è mai stato in gara – a 19 anni di distanza dall’ultima esibizione e scalda l’Ariston festeggiando i 40 anni di Sotto il segno dei pesci. Poi il duetto con Baglioni sulle note di “Notte prima degli esami”. Si torna alla gara con Anna Tatangelo, che canta “Le nostre anime di notte” –  E’ poi  la volta di Ultimo con I tuoi particolari e a seguire Francesco Renga con Aspetto che torni. Ancora Bisio e Virginia sul palco. I due sono seduti su degli sgabelli: “Vogliamo ricordare Sergio Endrigo” e iniziano a cantare “Ci vuole un fiore”. Dopo la pausa pubblicitaria a salire sul palco è Irama con  la ragazza con il cuore di latta, un brano dal testo forte che coinvolge il pubblico dell’Ariston.

Poi è la volta di un altro ospite molto atteso,  sul palco dell’Ariston arriva Alessandra Amoroso che canta Dalla tua parte, tratto dal suo ultimo disco Dieci che celebra 10 anni di carriera. Emozionatissima e col fiatone, ringrazia Baglioni: «Sei stato la prima persona che mi ha dato una possibilità», e con Baglioni  duetta su Io che non vivo senza te. Standing ovation anche per lei che lascia il palco visibilmente commossa.E’ poi ancora  un ospite a salire sul palco, Ornella Vanoni che inscena uno sketch con la Raffaele  e sarà la Vanoni  a presentare il prossimo duetto in gara: Patty Pravo e Briga che cantano Un po’ come la vita. Arriva la pubblicità, poi tocca a Simone Cristicchi con “Abbi cura di me”, Cristicchi  si commuove e il pubblico  si scatena in una standing ovation. Aseguire il reggaeton dei Boomdabash con Per un milione. Cartolina sulle bellezze della Liguria e poi sul palco dell’Ariston, dove sono già stati in passato, salgono due artisti che hanno fatto la storia della musica pop Risultati immagini per raf umberto tozzi festival 2019italiana, Raf e Umberto Tozzi insieme, si esibiscono in un medley  dei loro grandi successi e mandano il pubblico in delirio, scrosciano gli applausi.  Il pubblico di Sanremo festeggia poi Tozzi intonando “Si può dare di più” che vinse Sanremo con Morandi e Ruggeri e prima di lasciare il palco  il duo si esibisce in Gente di Mare eseguito con un improvvisato quintetto insieme Baglioni, Bisio e Virginia Raffaele. La gara continua con Motta Dov’è l’Italia. Pausa pubblicitaria e si va avanti con  The Zen Circus e L’amore è una dittatura.

Altro ospite: sul palco di Sanremo sale Paolo Cevoli nei panni dell’assessore Palmiro Cangini e poi ancora musica con   Nino D’Angelo e Livio Cori in gara che cantano  Un’altra vita. 

rovazziTutti i 12 cantanti si sono esibiti, dopo il riepilogo delle canzoni in gara “entra in campo” Fabio Rovazzi. Gag di apertura con Bisio, canta un pezzo costruito per il Festival di Sanremo e poi da solo Andiamo a comandare in versione remix. Pubblico in piedi che batte le mani. Simpatica la gag con il maestro dell’orchestra che gli nega la possibilità di un altro pezzo e va via, lasciando   Rovazzi che recita con il violino in sottofondo  “Mi fa volare…” Arriva Fausto Leali che grida “Il Festival è truccato, lo vince Fausto Leali!” Viene portato via a bracciaRovazzi parte con “Faccio quello che voglio” con lui sul palco intervengono a duettare anche Baglioni e Fausto Leali al posto di Al Bano. Prima di lasciare il palco Rovazzi fa un saluto commosso al padre che non c’è più: «L’ultima volta non ho fatto in tempo a salutarti». Lascia il palco  accompagnato dal caloroso applauso del pubblico. E’ poi il momento di Serena Rosssi che interpreta Mia MArtini nella fiction che andrà in onda martedì. Canta “Almeno tu nell’universo”. 

I risultati tardano ad arrivare … Sul palco c’è Rocco Pappaleo.

Rocco Papaleo chiede di poter cantare “E tu” con Baglioni per riscattare un rifiuto femminile

E’ Baglioni, chitarra a tracolla, a cantare “E tu”. Magia…

Applausi a fiume anche per Claudio Baglioni che ha regalato l’ennesima emozione di una serata musicale strepitosa

Sul palco del Festival ci sono i protagonisti del Pre Festival

Chiuso il televoto, arrivano  i risultati: La classifica riguarda i voti  della giuria della sala stampa che incide per il 30%:

Nell’area blù ci sono: Cristicchi, Ultimo, Irama e Mahmood.

Nell’area gialla:Nigiotti, Motta, Renga, Zen Circus.

Nell’area rossa ci sono:Patty Pravo e Briga, Tatangelo, Nino D’Angelo e Livio Cori e Boomdabash,

Venerdì 8 febbraio è la serata dei duetti con ospite.

Redazione

 

 

 

 

FESTIVAL: LIGABUE SUPER OSPITE D’ECCEZIONE VENERDÌ 8 FEBBRAIO


liga

 

Unico ospite nella serata dedicata ai duetti.

 

Ligabue sarà super ospite d’eccezione venerdì 8 febbraio: l’unico nella serata dedicata ai duetti.

 

Una serata evento importante quella di venerdì con la musica al centro, tutti gli artisti in gara, infatti, avranno, tanti amici e colleghi al loro fianco.

 

La partecipazione al Festival – dove emozionò nel 2014, alla sua prima volta in assoluto all’Ariston – lancia il 2019 come l’anno del grande ritorno di Ligal’8 marzo esce il nuovo album Start, il dodicesimo disco di inediti del rocker di Correggio, anticipato dal singolo Luci d’America, poi il 14 giugno parte da Bari lo Start Tour che porterà l’artista negli stadi di tutta Italia.

Redazione

LA SECONDA SERATA DEL FESTIVAL: 12 ARTISTI IN GARE|BAGLIONI DUETTA CON MANNOIA, COCCIANTE E MENGONI |CLASSIFICA PARZIALE DELLA SALA STAMPA


Nella seconda serata del Festival di Sanremo di mercoledì 06 febbraio 2019   ancora protagonista la musica,  traghettata nel migliore dei modi dal trio Baglioni-Raffaele-Bisio. Il secondo appuntamento con il Festival ha visto salire sul palco solo 12 dei 24 artisti in gara, in ordine di uscita: Achille Lauro con Rolls Royce, Einar con Parole nuove, Il Volo con Musica che resta, Arisa con Mi sento bene, Nek con Mi farò trovare, Daniele Silvestri con Argento Vivo, Ex-Otago con Solo una canzone, Ghemon con Rose Viola, Loredana Bertè con Cosa ti aspetti da me, Paola Turci con L’ultimo ostacolo, Negrita  con I ragazzi stanno bene, Federica Carta e Shade con Senza farlo apposta.

Grande emozione, anche se prevedibile,  hanno regalato i duetti di Claudio Baglioni con Fiorella Mannoia in  “Quello che le donne non dicono“, con Riccardo Cocciante e “Margherita“, con Marco Mengoni in “Emozioni“.

(foto: ANSA)E un’ attenzione particolare e qualche parola in più merita l’ospitata di Marco Mengoni che ancora prima del duetto con Baglioni si è esibito in duetto con il cantautore scozzese Tom Walker  nella hit radiofonica Hola. A Mengoni il pubblico ha riservato un’accoglienza particolarmente calorosa con una standing ovation e un applauso prolungato  che ha quasi imbarazzato lo stesso Mengoni che emozionatissimo nel ringraziare il pubblico ha detto: “Sanremo ha la lacrima facile – dice,  visibilmente colpito -. Tornare al festival è sempre abbastanza emozionante: le gambe tremano e il palco… è sempre un po’ troppo”. Su twitter l’hashtag #MengoniSanremo2019 è schizzato subito primo in tendenza con oltre 35mila tw.

Nel corso della serata,  Virginia Raffaele   ha finalmente dato sfogo al suo talento divertendo il pubblico, in particolare quando si prende la scena per cantare Habanera, dalla Carmen di Bizet, dimentica le parole, cerca di recuperare da terra (con molta difficoltà, visto l’ingombrante abito che indossa)  il foglio accartocciato con il testo, ma quando si accorge che non è quello dell’opera di Bizet, ma è l’onnipresente “passerotto “di Baglioni, si esibisce semplicemente fischiando. Bravissima.

Sul finire della serata è stato consegnato anche  il Premio alla carriera a  Pino Daniele. Il premio è stato ritirato dalle figlie dell’artista: “Papà ne sarebbe stato veramente onorato”

CLASSIFICA PARZIALE  SECONDO IL VOTO DELLA SALA STAMPA

Fascia BLU

  • Silvestri
  • Arisa
  • Achille Lauro
  • Loredana Bertè

Fascia  GIALLA 

  • Ex Otago
  • Il Volo
  • Ghemon
  • Paola Turci

Fascia ROSSA

  • Federica Carta e Shade
  • Nek
  • Negrita
  • Einar

Si conclude la seconda serata. Appuntamento a giovedì 7 febbraio con la terza serata della 69ma edizione del Festival di Sanremo  su Rai1.

Redazione

 

 

C.S._IL VOLO: è online il video di “MUSICA CHE RESTA”, brano in gara al 69° Festival di Sanremo.


Il Volo_Credito foto Shipmates (1)

Il trio italiano che ha conquistato le platee internazionali vendendo milioni di dischi

FESTEGGIA 10 ANNI DI CARRIERA!

…partendo dal Teatro Ariston che lo ha visto nascere,

con un nuovo album “MUSICA” in uscita il 22 febbraio in tutto il mondo

e con un attesissimo TOUR MONDIALE!

DA OGGI È ONLINE IL VIDEO DEL BRANO “MUSICA CHE RESTA

con cui il trio è in gara al 69° Festival di Sanremo

www.youtube.com/watch?v=6NaPnoAIPSM

IL TRIO RICEVE DA YOUTUBE IL PREMIO CREATOR AWARD D’ORO

per aver superato 1 milioni di iscritti sul suo canale

Il trio italiano che ha conquistato le platee internazionali vendendo milioni di dischi in tutto il mondo, IL VOLO, festeggia dieci anni di una lunga amicizia e di musica insieme! I tre ragazzi hanno cominciato la loro carriera giovanissimi, nel 2009, e la loro ascesa costante li ha portati a duettare con artisti del calibro di Barbra Streisand e Placido Domingo, a vincere il Festival di Sanremo a soli vent’anni, a riempire l’Arena di Verona e il Radio City Music Hall di New York, a raccogliere standing ovation nei tour in Europa, America e Giappone.

Un successo straordinario che merita grandi festeggiamenti! Piero Barone, Ignazio Boschetto e Gianluca Ginoble partono dal palco dell’Ariston che li ha visti nascere. Sono, infatti, in gara al 69° Festival di Sanremo con il brano “Musica che resta”, scritto da Gianna Nannini, Emilio Munda, Piero Romitelli, Pasquale Mammaro e Antonello Carozza. Al Festival di Sanremo Adriano Pennino dirige l’orchestra per Il Volo. Il violinista di fama internazionale Alessandro Quarta è il loro ospite nella serata dei duetti di venerdì.

Da oggi, mercoledì 6 febbraio, è online il video di “Musica che resta”, che ieri sera hanno interpretato per la prima volta live sul palco dell’Ariston: www.youtube.com/watch?v=6NaPnoAIPSM.

Sempre oggi, Il Volo riceve il Creator Award d’Oro, riconoscimento che YouTube attribuisce ai canali che superano 1 milione di iscritti!

Musica che resta anticipa il nuovo atteso album “Musica” (Sony Music), prodotto da Canova, in uscita il 22 febbraio in tutto il mondo! Conterrà, oltre al brano sanremese, altri due inediti Fino a quando fa bene e Vicinissimo” e le cover di Arrivederci Roma”, “A chi mi dice”, “People”, “La nave del olvido”, “Lontano dagli occhi”, “Be My Love”, “La voce del silenzio” e “Meravigliosa Creatura”. Saranno disponibili anche le versioni speciali del disco fisico Jewel Case e Digipack Hardcoverbook.

Da maggio 2019 a maggio 2020 sono previsti una serie di prestigiosi appuntamenti live che testimoniano l’autentico successo de Il Volo in tutto il mondo in questi dieci anni di carriera!

Si parte a maggio con un tour in Giappone dove già nel 2017 il trio aveva registrato il sold out a Tokyo e a Kawasaki. A fine maggio Il Volo sarà in Italia per due esclusive date a Matera. L’estate vedrà i tre artisti protagonisti nelle più belle location italiane, un tour imperdibile che culminerà con uno show all’Arena di Verona a settembre (prodotto e organizzato da Friends & Partners).

In autunno Il Volo sarà in tour in Europa e poi nel LATAM con decine di date nelle città piu’ importanti dell’America Latina.

I festeggiamenti per i dieci anni di carriera del trio italiano più famoso al mondo, continueranno fino a maggio 2020, con un tour negli Stati Uniti, in Canada e ancora tante sorprese!

Sabato 26 gennaio il trio italiano si è esibito a Panama in occasione della XXXIV Giornata Mondiale della Gioventù, davanti a Papa Francesco e a oltre un milione di persone,durante la cerimonia della Veglia, nel Campo San Juan Pablo II. L’evento è stato trasmesso in mondovisione. Un appuntamento arrivato dopo un’altra grande avventura artistica e umana che si è da poco conclusa: Il Volo ha vissuto per qualche giorno presso la base Unifil di Tiro, in Libano, per sostenere le truppe italiane in missione di pace.

Redazione

FESTIVAL DI SANREMO 2019 resoconto prima serata: Ovazione del pubblico per Bocelli e Giorgia|CLASSIFICA PARZIALE|


sanremo2019

Ieri,5 Febbraio il varo del Festival di Sanremo. I tre conduttori   al centro del palco  intonano “Via”, la canzone di Claudio Baglioni. “Buonasera, benvenuti al 69esimo Festival di Sanremo”, dice Baglioni presentando i co-conduttori Virginia Raffaele e Claudio Bisio, poi aggiunge: È il Festival dell’armonia. Percorso entusiasmante che serve ad unire. Facciamo un buon viaggio, facciamolo insieme. Buon viaggio a tutti voi” dopodichè   il festival ha ufficialmente inizio.  Colpisce la sobrietà della scenografia e dei conduttori fatta eccezione per la giacca di Bisio. Il ritmo della serata è serrato e i cantanti come gli ospiti si alternano sul palco velocemente.

Lasciamo la pretesa di dare dei voti ad altri e ci limitiamo  ad una semplice ed elencativa carrellata delle canzoni e relativi interpreti della prima serata: Si parte con Renga con Aspetto che torni, poi Nino D’Angelo e Livio Cori con Un’altra luce, Nek con Mi farò trovare pronto, The Zen Circus con l’Amore è una dittatura, Il Volo applauditissimi con Musica che resta, come pure Loredana Bertè, sè stessa nello stile e nel look che canta Cosa ti aspetti da me. Applausi.

andrea e matteo bocelliOvazione per il primo superospite della serata: Andrea Bocelli che si è esibito prima col brano con cui vinse Sanremo giovani nel 1994, Il Mare calmo della sera in duetto con Claudio Baglioni e poi con il figlio Matteo nella hit che sta conquistando il mondo, Fall on me, incisa con lui in duetto. Prima di duettare con Matteo, Bocelli ha  adempiuto ad una sorta di passaggio di testimone, facendogli indossare il “chiodo” che lui indossava alla sua prima partecipazione al Festival in segno di portafortuna

patty e brigaLa gara continua con Daniele Silvestri con Argento vivo, che non passa inosservato, poi Federica Carta e Shade Senza farlo apposta e l’apprezzatissimo Ultimo, uno dei favoriti nei pronostici,  che canta Con il tuo particolare. Intermezzo simpatico con Savino e la Raffaele in un  medley Queen/Sister Act/ e Mary PoppinsA conclusione della performance si aggiunge  Baglioni e insieme  strappano un sorriso al pubblico. La gara riprende con Paola Turci, L’ultimo ostacolo, una ballad orecchiabile, segue Motta, Dov’è l’Italia e dopo la pubblicità i Boomdabash con Per un milione. Poi sul palco un pezzo di storia della musica italiana e una giovane leva della musica italiana insieme: Patty Pravo con Briga  cantano Un po’ come la vita, ma la musica tarda a partire, tanto che la Pravo esclama ironicamente”Ma siamo venuti a fare una passeggiata o a cantare?”.  Iniziano a cantare e, va detto, la performance non è particolarmente esaltante, forse anche colpa dell’audio penalizzante in più di un caso. E’ poi la volta  di Simone Cristicchi  che si esibisce in Abbi cura di me, performance emozionante in stile teatrale che arriva e infatti per lui  il consenso è unanime. Grandi applausi.  A seguire l’omaggio a Fabrizio Frizzi che avrebbe compiuto gli anni proprio ieri. Per Frizzi pubblico in piedi e lungo e caloroso  applauso.

giorgia2019Dopo la pubblicità è la volta di Giorgia ospite della serata  che viene presentata come la n.1 della musica italiana. Si esibisce con la sua voce inconfondibile ricca di sfumature in un midley tratto dal suo ultimo disco di cover Pop Heart. Ovazione del pubblico anche per lei che viene definita  “un prodigio” da Claudio Baglioni. Giorgia gioca con la sua voce esibendo una tecnica vocale impeccabile e prima di lasciare il palco duetta con Baglioni, che l’accompagna al piano, su Come saprei,  canzone con la quale vince il Festival nel 1995.

Si arriva al 15mo cantante in gara e si ricordano i termini per votare. E’ il momento di Achille Lauro  presentato come un artista innovativo nella scrittura, canta Rolls Royce.

Altra pausa,viene mandata in onda una “cartolina” della Liguria e le sue bellezze. La gara prosegue e la prossima voce viene presentata come la più limpida della musica italiana: si tratta di Arisa che canta Mi sento bene, brano che sembra dare una svolta al suo stile. Poi è la volta dei Negrita una delle band più amate in Italia, caratterizzato da un sound che spazia dal rock al funky per arrivare al pop, ritornano al festival dopo 16 anni di assenza,  con il brano I ragazzi stanno bene.

Risultati immagini per performance quartetto cetra vegano festival

Dopo la pubblicità fa il suo ingresso sul palco dell’Ariston Claudio Santamaria  che si unisce ai conduttori nella parodia del Quartetto Cetra e una serie di canzoni in omaggio alla storia della musica leggera italiana, tra cui Musetto di Natalino Otto.  La chiusura spetta a “Un bacio a mezzanotte”.  Alla fine dell’esibizione viene ricordato Tata Giacobetti del Quartetto Cetra  (in studio la figlia e la moglie Valeria Fabrizi, Suor Costanza” nella fiction Che Dio ci aiuti ).

Riprende la gara ed è la volta di Ghemon giovane rapper avellinese che  mischia la ritmica del rap con la melodia del soul,  canta Rose viola. Dopo la Pubblicità e una edizione speciale del Tg1 sale sul palco Einar  considerato  l’idolo dei teen agers (nel 2017 si è classificato terzo ad Amici di Maria De Filippi) canta Parole nuove. Arrivano poi gli Ex Otago, gruppo emergente che sta riscuotendo un buon successo e cantano Solo una canzone. Breve pausa pubblicitaria. Mancano quattro cantanti e poi la classifica parziale, si rilanciano i numeri per televotare e viene annunciata Anna Tatangelo che canta Le nostre anime di notte, un brano che sembra calzarle a pennelloLa Raffaele fa notare che casualmente è l’esibizione n. 2000 della storia del festival.

Il prossimo cantante, dice  Bisio, ha anagrammato il suo nome con il nome Maria, si tratta di Irama che canta La ragazza col cuore di latta, il cui testo è ispirato ad una storia vera di abusi in famiglia che farà discutere. Irama è il vincitore di Amici2018.  Il penultimo cantante in gara è Enrico Nigiotti che ha scritto per Ramazzotti e ha duettato con Gianna Nannini, canta Nonno Hoolywood. Prima dell’ultima esibizione i tre conduttori  salutano tutti gli italiani all’estero.. ed è quindi la volta di Mahmood  vincitore di Sanremo Giovani ma che vanta collaborazioni di prestigio soprattutto come autore, canta Soldi.

Entra sul palco dell’Ariston  Rocco Papaleo in vista del Dopo Festival.

Tutti i 24 cantanti si sono esibiti e arriva la classifica provvisoria dopo la prima serata di gara.  Il livello medio delle canzoni in gara, al di la dei gusti personali, sembra  tutto sommato buono.

Questa la classifica parziale sulla base del voto della giuria demoscopica, che pesa per il 30%:

Otto gruppi da tre, vengono  inseriti nelle tre fasce: rossa la più bassa, gialla intermedia, blu la più alta.

classifica prima serata

Nella fascia rossa (i meno votati) ci sono: Achille Lauro, Einar, Ghemon, Ex Otago, Mamhood, Motta, Nino D’Angelo e Livio Cori, The Zen Circus.

Nella fascia gialla (quella intermedia) ci sono: Tatangelo, Patty Pravo e Briga, Arisa, Federica Carta e Shade, Boomdabash, Negrita, Paola Turci, Nigiotti.

Nella fascia blù (i più votati) ci sono:  Renga, Il Volo, Nek, Bertè, Silvestri. Irama, Cristicchi, Ultimo. In questa fascia ci sono quasi tutti i favoriti secondo i pronostici.

Dopo la CLASSIFICA PARZIALE … sigla… Appuntamento a  mercoledì 6 febbraio alle 20,35 su Rai1, seconda serata.

 

Redazione

 

05/02/2019 AL VIA IL FESTIVAL DI SANREMO 2019 |PROGRAMMA PER SERATA E OSPITI


sanremo-2019-duetti-quarta-serata

Parte oggi su Rai1 in prima serata ore 20,45, la 69ma edizione del  Festival di Sanremo 2019 condotto da Claudio Baglioni, Claudio Bisio e Virginia Raffaele.   Nonostante le polemiche di questi giorni è una edizione particolarmente attesa  per le novità annunciate ma soprattutto c’è tanta curiosità oltre che per la scenografia affidata quest’anno a Francesca Montinaro, per i cantanti, gli ospiti e per la serata dei duetti  di venerdì 8 febbraio 2019.

Qui il programma delle singole serate:

Prima serata, Martedì 5 Febbraio, tutti i 24 big in gara (22 Artisti scelti dalla Commissione musicale oltre ai 2 vincitori di Sanremo Giovani, che nelle serate del 20 e 21 dicembre hanno conquistato il passaporto per il concorso di febbraio ndr) si esibiscono con la loro canzone. La loro interpretazione viene subito giudicata e votata dal Televoto (vale il 40% ) dalla Giuria demoscopica (30%) e dalla  Sala Stampa(30%). Tra gli ospiti annunciati per la prima serata ci sono Andrea Bocelli con il figlio Matteo, Giorgia e poi Pierfrancesco Favino e Michelle Hunziker, conduttori della scorsa edizione insieme a Baglioni.

Seconda serata, Mercoledì 6 Febbraio: si esibiscono soltanto i primi 12 cantanti in gara  che vengono votati  con le stesse modalità della prima serata.Tra gli ospiti Marco Mengoni che canta la sua hit “Hola (I Say)” con Tom Walker.

Terza serata, Giovedì 7 Febbraio: si esibiranno gli altri 12 cantanti con i loro brani,  votati pure loro con le modalità delle precedenti serate.  Nella terza serata, però, viene formata la classifica di tutte i 24 brani e attraverso una media tra le percentuali di voto ottenute in ognuna delle tre serate vengono determinati i brani più apprezzati.  Ospiti della serata Fiorella Mannoia, Antonello Venditti e Alessandra Amoroso.  

Quarta serata, Venerdì 8 Febbraio:  è  dedicata ai duetti. Ciascun cantante in gara si esibisce nella  sua canzone in coppia con un ospite e  con un nuovo arrangiamento. Cambia  la modalità di voto: il Televoto pesa il 50%, la Sala stampa il 30%, Non vota più  la demoscopica ma subentra la Giuria d’Onore, con il 20%. Viene poi aggiornata la classifica con la media dell’ultima serata e infine viene attribuito un  premio speciale al duetto con ospite più votato. Tra gli ospiti,  Ligabue, che presenta il suo nuovo album “Start”, e il duo Raf-Umberto Tozzi.

Serata finale di Sabato 9 Febbraio. Tutti i cantanti in gara ripropongono i loro brani. Al termine, viene stilata una nuova classifica aggiornata, basandosi sulle medie voto di tutte le serate.Tra gli ospiti,  l’atteso Eros Ramazzotti che ritorna sul palco dell’Ariston.Le modalità di voto sono identiche a quelle della serata dei duetti. Alla fase finale di Sanremo 2019 accedono soltanto i primi tre artisti in graduatoria ma solo uno si aggiudicherà l’ambito trofeo.

Redazione