Fiorello

CS_”Gli orologi del diavolo” su Rai1 con Giuseppe Fiorello e Claudia Pandolfi


Una serie tv ispirata alla vera storia di un “eroe per caso” contro il narcotraffico

(none)

Terzo appuntamento con “Gli orologi del diavolo”, la serie tv interpretata da Giuseppe Fiorello, Claudia Pandolfi e Nicole Grimaudo, in onda su Rai1 lunedì 16 novembre alle 21.25. Una storia di grande impatto emotivo tratta da una vicenda realmente accaduta e liberamente ispirata all’omonimo libro scritto da Gianfranco Franciosi e Federico Ruffo. 
Nel primo dei due episodi, durante il Natale, Aurelio si reca in visita a Marco portandogli come regalo un costoso orologio. Il meccanico lo scaccia in malo modo, ma Aurelio lo avverte: non potrà liberarsi di lui. La polizia italiana lo spinge a continuare la missione ma Marco, che ormai può contare solo su sua figlia, si rifiuta. Si adopera allora per rimettere su il cantiere insieme a i suoi operai ed incontra Messia, una vecchia conoscenza con la quale sembra nascere qualcosa, ma in quel frangente scopre che suo padre, malato di cancro terminale, riceve le pressioni di un camorrista alleato di Aurelio. Così decide di liberarsi dalla morsa del boss, ad ogni costo.
Nel secondo episodio, Marco, che è stato catturato, riesce a imbonire Aurelio che gli concede il suo perdono e lo porta a conoscere la moglie e il figlio che vivono nascosti in una piccola isola al largo della Spagna. Aurelio gli chiede di accompagnarlo in un nuovo carico. L’ultimo, che permetterà a entrambi di ritirarsi. Marco accetta. Mentre esplode l’amore con Messia, il meccanico prepara una barca capace di affrontare l’oceano perché, stavolta, lo scambio di droga avverrà in mare aperto. Mentre suo padre si aggrava, Marco è costretto a partire non prima di aver confessato a Jacopo, suo fratello, e ad Messia la verità, ma non a sua figlia che lo guarda andar via con il cuore a pezzi.

Redazione

CS_#RAI1 21_MAR_2020, 21:25 Il meglio di Viva Raiplay! #iorestoacasasurai1 Fiorello, dal 21 marzo il sabato in prima serata su #Rai1


(none)

Viva RaiPlay! il programma più rivoluzionario di Fiorello, ideato per la piattaforma digitale Rai, arriva su Rai1. Dopo il clamoroso successo di Viva RaiPlay! e di Sanremo, Fiorello ha accettato con piacere la richiesta della Rai di proporre il meglio del suo programma cult.
Sabato 21 marzo, sabato 28 marzo e sabato 4 aprile in prima serata su Rai1, Fiorello terrà compagnia agli italiani attraverso le immagini dei più bei momenti di Viva RaiPlay! montate e confezionate per la prima serata di Rai1. “Il meglio di Viva RaiPlay! #iorestoacasasurai1”, grazie a Fiorello, diventa la cifra visibile dell’impegno e dello sforzo che la Rai sta facendo per essere ancora di più la casa degli italiani, offrendo al pubblico il meglio delle proprie risorse.

Redazione

CS_Fiorello e VivaRaiPlay! visibili nei 4 Continenti


Lo show creato e concepito per il pubblico della Rete, “approda” in diretta sugli schermi di Rai Italia.

(none)
Dal Canada al Sudamerica, dall’Africa all’Asia e fino all’Australia Fiorello e la piattaforma web di RaiPlay diventano open per l’estero. Da ieri infatti VivaRaiPlay!, lo show creato e concepito per il pubblico della Rete, è  “approdato” in diretta sugli schermi di Rai Italia. Un modo per accorciare le distanze con tanti dei nostri concittadini che vivono nei 4 Continenti e per informarli della possibilità di poter “godere” delle gag dell’artista siciliano su Rai Play anche all’estero.
Rai Italia è il Canale Rai nato per gli Italiani all’estero che ha come “mission” la conoscenza della nostra cultura e dei nostri prodotti e che vede Rai Com impegnata nella distribuzione a livello internazionale (non in Europa). Sul Canale vengono trasmessi programmi autoprodotti e parte della programmazione di Rai1, Rai2, Rai3, Rai Sport e Rai News24.
Redazione

CS_RAIPLAY 13 NOV 2019, 20:35 In attesa dell’esordio di “Viva RaiPlay! di stasera, Fiorello a sorpresa parte con “Viva Asiago10!” La prima puntata è già disponibile sulla piattaforma on demand e stasera finalmente arriva Viva RaiPlay!


(none)
Mancano poche ore all’esordio di “Viva RaiPlay!”: stasera ore 20,35 solo su RaiPlay in esclusiva assoluta, ma Rosario Fiorello ha già stupito tutti pochi minuti fa con una sorpresa assoluta, senza annuncio, senza preavviso: è tornato tra il pubblico con una striscia intitolata “Viva Asiago10!”, anche questa in esclusiva solo su RaiPlay. Il contenuto è disponibile da ora on demand ed è stato realizzato nell’“acquario” posizionato su via Asiago, da dove  lo showman commenta le notizie della giornata, coinvolge i passanti, telefona a sorpresa a personaggi noti e anticipa ospiti e temi della trasmissione della sera.
Alla prima puntata (saranno realizzate ogni mattina il mercoledì, giovedì e venerdì come anteprima dello show della sera), già disponibile su RaiPlay, hanno partecipato GABRIELE MUCCINO, PAOLA CORTELLESI, FABRIZIO BIGGIO, MAURO CASCIARI.
L’appuntamento con Viva RaiPlay! è stasera alle 20,35 sulla rinnovata piattaforma digitale Rai, in esclusiva, con il varietà di 50 minuti. Nella prima puntata ci saranno BIAGIO ANTONACCI, che finalmente arriverà in studio, in anteprima esclusiva con il nuovo singolo, PAOLA CORTELLESI e i “MEDUZA”, il trio italiano dei record della musica house.

LINK: https://www.raiplay.it/programmi/vivaasiago10

Redazione

CS_RaiPlay Dal 4 novembre, la nuova RaiPlay


(none)

Dal 4 novembre RaiPlay si presenterà in una veste completamente nuova: dall’interfaccia moderna e accattivante alle molteplici funzioni di ultima generazione. La prima produzione originale italiana a sbarcare sulla rinnovata piattaforma sarà lo show “VivaRaiPlay!” con Fiorello, in onda con un’anteprima dal 4 all’8 novembre alle 20,30 su Rai1 e RaiPlay.
Lo spettacolo proseguirà in esclusiva solo su RaiPlay dal 13 novembre ogni mercoledì, giovedì e venerdì, sempre alle 20,30, mentre, nel week-end Rai Radio2 proporrà alle 11 “Il meglio di VivaRaiPlay!”.
L’offerta della piattaforma Rai si amplierà e si arricchirà con acquisizioni internazionali in esclusiva, rassegne di film, serie tv, documentari, cofanetti con programmi tratti dal prezioso archivio delle Teche, sport e cartoni. Altra grande novità sarà che RaiPlay diventerà un canale OTT puro in grado di offrire gratuitamente un’ampia selezione di contenuti originali e dal linguaggio innovativo in modalità on demand, continuando ad essere il luogo in cui seguire le dirette o rivedere un programma tv.
I numeri di partenza sono già eccezionali: 12,4 milioni di utenti registrati e 12 milioni di app scaricate. I video visti sono 488 milioni nel periodo gennaio/settembre 2019 con un +75% rispetto al 2018, mentre le ore di visione sono state 200 milioni con un +75% rispetto all’anno precedente. I visitatori sono stati 112 milioni.

Redazione

SANREMO2018: INCURSIONE SUL PALCO ALL’INGRESSO DI FIORELLO – STANDING OVATION PER IL DUETTO “E TU” – VIDEO


 

 

E’ accaduto al Festival di Sanremo poco prima che Fiorello salisse sul palco:  Uno sconosciuto è salito sul palco del Teatro Ariston sostenendo:

É due mesi che cerco un contatto con il procuratore della Repubblica e con il Sindaco di Sanremo

Tempestivo l’intervento della  sicurezza  per allontanare l’intruso e pronto anche  l’intervento di Fiorello che ha cercato di sdrammatizzare il momento ironizzando con “No, voglio fare il Pippo Baudo della situazione”.  L’episodio si è svolto in  pochi secondi, che sono  tuttavia bastati per scatenare i commenti sull’accaduto su twitter  ma senza influire  minimamente sull’atteso show di Fiorello che si è svolto regolarmente e culminato nel duetto con Baglioni  a fargli da  spalla sul brano “E Tu” (dedicata da Fiorello ironicamente ad Antonio Ricci con chiaro riferimento alla recente polemica https://wp.me/p2K1pn-rLz )  che ha conquistato il pubblico tutto in piedi ad applaudire.

Redazione

FESTIVAL DI SANREMO: Fiorello risponde all’invito di Baglioni “…In questi giorni ci ho pensato e mi sono detto perché no?”


Sanremo: Fiorello, vado al festival

Come riporta l’Ansa, Fiorello accetta l’invito a Sanremo e lo comunica a Baglioni chiamandolo al telefono nel corso della prima puntata della trasmissione ‘Il Rosario della Sera’ su Radio Deejay. “Claudio, circa dieci giorni fa mi hai mandato un messaggio bellissimo per invitarmi al Festival ed io ti ho risposto che sono un tipo ansioso, che non ce la faccio e quelle menate lì che faccio sempre io… In questi giorni ci ho pensato e mi sono detto perché no?“, dice Fiorello. Baglioni reagisce euforico: ‘Ma veramente? Che notizia bella è questa! Prendete le vivande migliori per il figliol prodigo!”.

Fiorello ha accettato l’invito di Baglioni per il primo giorno della manifestazione, martedì 6 febbraio, ma nulla è trapelato sulle modalità della partecipazione al Festival del popolare showman, e nemmeno se quella di martedì sarà l’unica presenza della settimana.

Redazione

Fiorello imita Ghali e il video diventa virale grazie a Cecchetto – GUARDA


Quando un personaggio può essere considerato noto? Chissà? Magari quando uno showman del calibro di Fiorello decide di imitarlo in un suo spettacolo! Questo è quanto è capitato a Ghali, il rapper del tormentone più ascoltato in Italia su Spotify:  Happy days.

Fiorello lo scorso giovedì sera, 29 settembre,  ha tenuto uno spettacolo di beneficenza,  in occasione della “Giornata mondiale del Cuore”, in scena al Teatro degli Arcimboldi di Milano, il cui ricavato è stato devoluto all’iniziativa  Cor progetto medico per la ricerca e la cura delle malattie cardiovascolari del gruppo ospedaliero San Donato. Tra i numeri proposti da Fiorello durante lo spettacolo è diventato virale, grazie ad un cinguettio di Claudio Cecchetto presente alla serata, il video in cui  lo showman ha cantato uno brano nello stile di Ghali, inserendo l’autotune in una clamorosa versione “trap” di “Fatti mandare dalla mamma” di Gianni Morandi (per l’occasione: Ghali Morandi).

 

Redazione

LE NOSTRE INTERVISTE: Giulia Pratelli cantautrice interprete nella resident band dell’EdicolaFiore di Fiorello, ospite fissa nel tour di Marco Masini


Cantautrice, interprete nella resident band dell’EdicolaFiore di Fiorello, ospite fissa nel tour di Marco Masini, ha collaborato con grandi artisti della musica italiana da Enrico Ruggeri a Grazia Di Michele. Appena il 13 di gennaio ha pubblicato un nuovo singolo  Dall’altra parte delle cose che anticipa il prossimo album con la produzione artistica di Zibba dal titoloTutto bene”, in uscita la prossima primavera, ma anche l’universo artistico della giovane cantautrice:

 “Dall’altra parte delle cose segna un nuovo inizio, musicale e personale. Il brano racconta un momento di passaggio, di cambiamento, l’attimo in cui ci si accorge che l’unica cosa di cui si ha bisogno è iniziare a guardare le cose da un nuovo punto di vista e credo che rappresenti in pieno questo momento della mia vita.” Giulia.

Eccola in una breve intervista:

  1. A che età hai scoperto di voler fare la cantante?

Non c’è stato un momento preciso: ho sempre cantato in casa, anche da piccola, quando nessuno mi vedeva. Verso i quindici anni ho iniziato a prendere lezioni e da lì la voglia di cantare è sempre cresciuta, fin quando ho cominciato a scrivere da sola le mie canzoni e a pensare questa passione come un vero e proprio lavoro.

  1. Come descriveresti la tua musica in 3 parole?

Che domanda difficile! Potrei parlarne ore senza trovare gli aggettivi giusti… e sarei curiosa di sentire quali aggettivi potrebbe trovare chi ascolterà il disco. Provo col dire che è sincera, che in questo momento è fortunata (per aver trovato le persone giuste!) e che è scalpitante (perché non vede l’ora di uscire dallo studio!).

  1. Le tue canzoni contengono la tua vita privata?

Assolutamente: anche quando l’idea arriva da un input esterno finisco sempre per attingere alla mia sfera personale.

  1. Quali sono i tuoi modelli musicali?

Ci sono tantissimi artisti che ammiro, anche per motivi diversi, non è facile scegliere. Dovendo fare qualche nome citerei Ivano Fossati, Lucio Dalla, ma anche Carmen Consoli, Tori Amos, Niccolò Fabi e Hindi Zahra.

  1. Come è nato il singolo radiofonico che anticipa l’uscita dell’album?

Il singolo “Dall’altra parte delle cose” è nato dalla ricerca di un nuovo punto di vista, di una nuova prospettiva che mi permettesse di ripartire da zero, o quasi.

  1. Il tuo disco sarà prodotto da Zibba, hai lavorato con Fiorello e Marco Masini uno dei big di Sanremo: come vivi queste collaborazioni?

A parte un po’ di soggezione iniziale, cerco sempre di vivere queste collaborazioni per quello che sono davvero: delle grandissime opportunità di cui fare tesoro. Lavorare al fianco di professionisti come quelli che ho avuto la fortuna di incontrare ti permette di imparare tantissimo, di conoscere un altro modo per affrontare questo mestiere.

  1. Cosa fai quando non canti? Quali sono i tuoi hobby?

Adoro leggere e vedere film, ma anche camminare e cucinare.

  1. La discografia oggi va a pescare dai “talent” quanto è difficile farsi notare per chi ne sta fuori?

Sicuramente non è facile, anche se ci sono tante realtà alternative che stanno diventando sempre più importanti e che fanno pensare che davvero quella del talent non sia l’unica via possibile.

  1. Cosa pensi della musica che passa in radio attualmente?

Apparentemente le programmazioni sembrano tutte molto simili, dedicate soprattutto a canzoni straniere. In realtà però c’è un po’ di tutto in giro, ad esempio in questi giorni mi capita molto spesso di sentire anche sui grandi network il duetto (bellissimo, tra l’altro) di Tiziano Ferro e Carmen Consoli o la nuova canzone di Brunori Sas. Forse il “difetto” che avverto di più è la mancanza delle nuove leve nelle programmazioni musicali, ed è un peccato perché ci sono tantissimi artisti più giovani che secondo me meriterebbero un po’ più di spazio.

  1. Stai pensando ad un tour per l’uscita del tuo disco?

È tutto ancora in fase di definizione, ma stiamo cercando di prepararci per portare il disco in giro in tutta Italia.

Grazie per l’intervista.

Redazione

Fiorello torna con Edicola Fiore. Attesi Bublè, Giorgia, Elisa e Mengoni


fiorello.jpg

Edicola Fiore, il morning show di Fiorello, condotto con il giornalista Stefano Meloccaro, ritorna in onda su Sky Uno e TV8 da lunedì 10 ottobre per una cinquantina di puntate fino a Natale. Secondo indiscrezioni, Edicola Fiore si preparerebbe ad ospitare anche un’altra star, Marco Mengoni, gli idoli teen Benji e Fede e due delle voci femminili italiane più belle, quelle di Giorgia ed Elisa.
Jovanotti resta, come da tradizione, il ‘siglista’ dell’Edicola.

A Fiorello si affiancheranno ospiti anche internazionali, il più atteso  è il crooner italo-canadese Michael Bublè, vecchio amico di Fiorello e già suo ospite su Rai1 e a Viva Radio2. Bublè dovrebbe chiudere la prima settimana della trasmissione.

Redazione