Franca Leosini

C.S._Storie maledette Quel colpo che arriva al cuore


(none)
Torna Franca Leosini, con  il suo Storie Maledette in uno uno Speciale, che prosegue domani martedì 2 luglio alle 21,15 su Rai3, dopo il successo della prima parte trasmessa domenica. L’appuntamento  dal titolo “Quel colpo che arriva al cuore” sarà dedicato a una delle vicende giudiziarie e umane che hanno segnato nel profondo la pubblica opinione e hanno coinvolto le coscienze nella passione del giudizio. Marco Vannini, 20 anni di splendida giovinezza, muore a Ladispoli in una notte di maggio del 2015. A spegnergli il futuro, un colpo di pistola. Con negligenza, la impugna Antonio Ciontoli, sottufficiale di Marina distaccato ai Servizi Segreti, che è il padre di Martina, la bionda fidanzata di Marco Vannini. Condannato a 14 anni di reclusione dalla Corte d’Assise di Roma, pena ridotta in Appello a 5 anni per omicidio colposo, Ciontoli è in attesa che si pronunci la Suprema Corte. Ma cosa accadde quella notte di tragedia, lo racconta, in esclusiva  per Storie Maledette a Franca Leosini, Antonio Ciontoli, chiuso da 4 anni nel silenzio e nell’ombra.
Redazione

C.S._Storie maledette Quel colpo che arriva al cuore


(none)
Torna Franca Leosini, con  il suo Storie Maledette in uno uno Speciale, in onda domenica 30 giugno e martedì 2 luglio alle 21,15 su Rai3. L’appuntamento  dal titolo “Quel colpo che arriva al cuore” sarà dedicato a una delle vicende giudiziarie e umane che hanno segnato nel profondo la pubblica opinione e hanno coinvolto le coscienze nella passione del giudizio. Marco Vannini, 20 anni di splendida giovinezza, muore a Ladispoli in una notte di maggio del 2015. A spegnergli il futuro, un colpo di pistola. Con negligenza, la impugna Antonio Ciontoli, sottufficiale di Marina distaccato ai Servizi Segreti, che è il padre di Martina, la bionda fidanzata di Marco Vannini. Condannato a 14 anni di reclusione dalla Corte d’Assise di Roma, pena ridotta in Appello a 5 anni per omicidio colposo, Ciontoli è in attesa che si pronunci la Suprema Corte. Ma cosa accadde quella notte di tragedia, lo racconta, in esclusiva  per Storie Maledette a Franca Leosini, Antonio Ciontoli, chiuso da 4 anni nel silenzio e nell’ombra.
Redazione

GOVERNO, FRANCA LEOSINI A RADIO1: LEGA-M5S? NON E’ ‘STORIA MALEDETTA’ MA DESTINATA A DURARE PERCHE’ NON C’E’ OPPOSIZIONE


La giornalista a Un Giorno da Pecora: foto Isoardi-Salvini? Molto strutturata e non in linea con chi avrebbe avuto ‘ardori lombari’

F. LEOSINI UGDP RADIO1

Se quella tra Lega e M5S è una Storia Maledetta? No, è una storia che continuerà, durerà anche perché non c’è alternativa, non c’è praticamente opposizione…” Lo dice, ospite di Un Giorno da Pecora Rai Radio1, Franca Leosini, celebre conduttrice di ‘Storie Maledette’, in onda su Rai3.

Leosini, lei è di destra o di sinistra? “Sono una libera pensatrice”.

Per chi ha votato alle ultime elezioni? “Sono due volte che non voto, una delle due perché lavoravo”.

Chi intervisterebbe tra Berlusconi e Renzi, che secondo alcuni hanno fatto ‘del male’ al Paese?Sono due persone simpatiche”.

Si è fatta un’idea se le persone che lei intervista a ‘Storie Maledette’ sono più di destra o di sinistra?Io in generale – ha detto la Leosini a Un Giorno da Pecora -, li vedo più di sinistra, anche se non glielo chiedo di solito. Parlandoci però avverto che sono più di sinistra, anche perché la destra è vissuta, specie da chi sta all’interno di strutture penitenziarie, come un partito con convincimenti più rigorosi”.

I suoi interlocutori, invece, sono meno rigorosi?No ma indubbiamente da chi vive in carcere la destra è vissuta come un pensiero politico più rigoroso e restrittivo”.

Che effetto le ha fatto la celebre foto Isoardi-Salvini a letto?E’ una foto fatta molto bene e strutturata: lui che dorme, lei sveglia e truccata. E’ uno scatto non completamente in linea con una situazione che avrebbero avuto ‘ardori lombari’”.

La conduttrice ha fatto bene a pubblicare quella foto?Non mi permetto di giudicare: se lo ha fatto, ha ritenuto giusto farlo. E’ una bellissima ragazza”.

E Salvini è un bel ragazzo? “Anche lui non è malaccio. Mi pare dispiaciuto da questa situazione”.

Chi vorrebbe intervistare dei due?Lui“, ha concluso la Leosini a Rai Radio1

Da Redazione un giorno da pecora