George Michael

Addio a George Michael icona della musica mondiale.


george.jpg

Georgios Kyriacos Panayiotou in arte George Michael era di padre  greco – esordì  negli anni Ottanta con gli Wham! che creò col  suo compagno di scuola Andrew Ridgeley,   che restò sempre “il secondo degli Wham!”. Il duo ebbe un   grandissimo successo immediato grazie a un genere di musica leggera  e briosa in linea con i gusti dell’epoca e ad una notevole campagna promozionale che li portò a diventare un gruppo cult dell’epoca.

Dopo i primi successi con “Bad boys” o “Club Tropicana”, gli Wham! fecero un secondo disco di popolarità ancora maggiore, grazie soprattutto alla ballata “Careless whispers”

e al complementare pezzo dance/festaiolo “Wake me up before you go-go”. Subito dopo nel 1984 uscì, appunto con altrettanto enorme successo, il singolo natalizio “Last Christmas”.

«Voglio diventare una popstar così da poter essere amato e ammirato dal maggior numero di persone» diceva agli esordi.

E c’è riuscito George, una vita artistica di straordinario successo, con i suoi  125milioni di dischi venduti  (24 con il compagno Andrew Ridgeley  come Wham! e oltre 100 come solista)  è stata una delle popstar più popolari del mondo. E’ morto a 53 anni, in Inghilterra, il giorno di Natale per insufficienza cardiaca probabile conseguenza di una vita di eccessi, la sua scomparsa  si aggiunge alla lista di un anno di lutti nel mondo musicale: da David Bowie a Prince, da Glenn Frey a Leonard Cohen.

Immediato il cordoglio del mondo della musica. “Ho perso un caro amico, l’anima più gentile e generosa e un artista geniale”, ha scritto Elton John su Instagram. “Addio amico mio! Un altro grande artista ci lascia”, dice Madonna su Twitter. “Il mio cuore è spezzato. George è stato un genio musicale e sono grata di averlo conosciuto”, afferma Liza Minelli su Facebook.

 

Redazione

 

 

Classifica FIMI – Album: Roby Facchinetti in vetta. In Top Ten Renga, Ligabue, Tiromancino e Deleterio


Roby-Facchinetti_Ma-che-vita-la-mia_Cover-album_b-300x300

Classifica FIMI/GfK (Week 12/14)- album e singoli venduti nella settimana dal 17 al 23 marzo 2014.

Top Ten Album 12/14:

  1. Ma che vita la mia – Roby Facchinetti
  2. Symphonica – George Michael
  3. Tempo Reale – Francesco Renga
  4. Mondovisione – Luciano Ligabue
  5. Racine Carèe – Stromae
  6. Gionata – Gionny Scandal
  7. GIRL – Pharrell Williams
  8. Indagine Su Un Sentimento – Tiromancino
  9. Dadaismo – Deleterio
  10. DallAmeriCaruso – Lucio Dalla

 

Top Ten Singoli 12/14:

  1. Happy – Pharrell Williams
  2. Rather Be – Clean Bandit feat. Jess Glynne
  3. Jubel – Klingande
  4. Dannate Nuvole – Vasco Rossi
  5. Changes – Faul & Wad Ad. vs. Pnau
  6. Dark Horse – Katy Perry feat. Jucy J.
  7. Controvento – Arisa
  8. Stolen Dance – Milky Chance
  9. Magic – Coldplay
  10. Tous Les Mêmes – Stromae

 

Per le altre posizioni:

http://www.fimi.it/classifiche_album.php

Qualcosa da dire?

 

 

Esce “Symphonica” di George Michael


george-michael

“Symphonica”, il nuovo CD di George Michael registrato durante il Symphonica Tour del 2011/2012, lo show con il quale la  star internazionale, primo artista ad esibirsi nel 2012 al Palais Garnier Opera House di Parigi,  ha girato l’Europa con una selezione dei suoi più grandi successi estrapolati dal “bagaglio” di una fortunata carriera lunga 30 anni, oltre alcune cover dei suoi artisti preferiti, si potrà trovare da domani 18 marzo in tutti i negozi .

Il disco sarà disponibile in edizione hardback deluxe a 17 tracce, standard edition a 14 tracce, in Blue Ray e in digitale.

“SYMPHONICA” è stato prodotto da George Michael e Phil Ramone venuto a mancare nel marzo del 2013, a 79 anni, il quale nella sua fortunata carriera, iniziata nel 1959, ha vinto 14 Grammy e prodotto centinaia di artisti tra cui Bob Dylan, Frank Sinatra, Ray Charles, Billy Joel, Luciano Pavarotti, Stevie Wonder, Rod Stewart, Ray Charles, Paul Simon, Paul McCartney, Aretha Franklin, Barbra Streisand e Karen Carpenter.

Con “SYMPHONICA”  George Michael rivela, semmai ce ne fosse bisogno, le sue incredibili doti vocali al cospetto di un’orchestra straordinaria in alcuni dei teatri più belli d’Europa. Come il tour, anche l’album “SYMPHONICA” comprende accurati riarrangiamenti di grandi successi di George ma anche splendide riletture di canzoni dei suoi artisti preferiti.

Le cover sono momenti intensi e pieni di ispirazione. “The First Time Ever I Saw Your Face” di Ewan MacColl e “My Baby Just Cares For Me” di Nina Simone, “Wild Is The Wind” (resa celebre dall’interpretazione di David Bowie) rinasce a nuova vita, il singolo “Let Her Down Easy” (in origine un successo di Terence Trent D’Arby) e “Idol” di Elton John, sono scelte che sorprendono.  A questi brani si affiancano hit come “A Different Corner”, “Praying For Time”, “Cowboys and Angels”, “John And Elvis Are Dead” e “Through”, canzoni che di certo non hanno bisogno di presentazione e che qui si vestono di nuovi colori.

Dopo oltre 120 milioni di dischi venduti dagli esordi negli anni 80 con gli Wham! (gruppo che ha definito la musica degli anni 80 e ci ha regalato oltre ad un classico natalizio come “Last Christmas” una serie infinita di hit Pop) attraverso una carriera solista che l’ha trasformato da “teen idol” a “adult icon”, grazie ad una serie di album strepitosi e hit indimenticabili e tour mondiali, George Michael è una delle stelle più luminose della musica degli ultimi 30 anni.

Il suo album solista “Faith” ha venduto 25 milioni di copie, e da allora George ha lavorato con artisti del calibro di Stevie Wonder, Elton John e Mary J. Blige.