Gigi Proietti

02/10/2018 – 21:25 #RAI1: “UNA PALLOTTOLA NEL CUORE 3” Gigi Proietti indaga nella “Notte degli errori”


Quarta puntata, martedì 2 ottobre alle 21.25 su Rai1, della serie noir – giunta alla terza stagione – interpretata da Gigi Proietti nei panni del navigato cronista di nera alle prese con vecchi casi rimasti irrisolti. Ma c’è anche un altro caso, questo sì vicino e bruciante, da risolvere: l’omicidio avvenuto in circostante misteriose di Enrico, l’amico commissario ed  ex fidanzato della figlia Maddalena, oggi vicedirettrice dell’importante quotidiano romano.
Le scoperte riguardo la doppia vita di Enrico gettano nello sconforto Bruno e Maddalena, ma l’istinto del vecchio giornalista gli dice che qualcosa non quadra, forse qualcuno sta tentando volontariamente d’infangare la memoria del poliziotto, per sviare le indagini.  Intanto Michele, l’adolescente figlio di Margherita, si è fatto coinvolgere dai suoi compagni di classe in un giro pericoloso,  Il nonno Bruno cerca di correre ai ripari…
Nel cast Francesca Inaudi, Marco Marzocca, Mariella Valentini, Sergio Assisi. La regia è di Luca Manfredi.
Redazione

#CANALE5: Belen Rodriguez, Arisa, Gigi Proietti e Antonino Cannavacciuolo a “Chi ha incastrato Peter Pan?”


 

Giovedì 12 ottobre, in prima serata su Canale 5, quarto appuntamento con “Chi ha incastrato Peter Pan?” il programma condotto da Paolo Bonolis affiancato dall’inseparabile Luca Laurenti e prodotto da Endemol Shine Italy, con la collaborazione di Arcobaleno Tre e di Sdl2005.

Ospiti in studio per rispondere alle domande dei bambini: Belen RodriguezArisaGigi ProiettiAntonino Cannavacciuolo.

Anche in questa puntata, non mancheranno le celebri “candid camera” e i tentativi di Luca Laurenti di cimentarsi nel ruolo di mentalista. Nel corso della puntata interverrà anche il gruppo folkloristico “Schuhplattler” di Campitello di Fassa (Trento), che si esibirà in balli di repertorio tirolesi, provando a coinvolgere Luca Laurenti.

La scenografia è di Francesca Montinaro, le luci di Massimo Pascucci. La regia è di Roberto Cenci.

Redazione

04/02/2017 – 20:35 #RAI1: CAVALLI DI BATTAGLIA Renato Zero super ospite della quarta puntata


ren

A grande richiesta dopo lo straordinario successo delle prime tre puntate, sabato 4 Febbraio alle 20.35, dal prestigioso Teatro Verdi di Montecatini Terme, andrà in onda una nuova  e inattesa puntata di “Cavalli di Battaglia”, spettacolo che trae origine dal vasto ed esilarante repertorio di Gigi Proietti accompagnato da orchestra, corpo di ballo e da grandi ospiti del panorama artistico italiano.

La quarta puntata dello spettacolo vedrà come ospiti artisti del calibro di Giuliano Sangiorgi dei Negramaro, Beppe Fiorello, Vincenzo Salemme, Nancy Brilli, Marisa Laurito, Matthew Lee, Stefano Palatresi, Peppino Di Capri, Marco Marzocca e, a sorpresa, con un’incursione straordinaria, sarà presente anche un grande amico di Gigi Proietti, Renato Zero. 
La Compagnia Teatrale di “Cavalli di Battaglia” composta da Carlotta e Susanna Proietti, Marco Simeoli e Claudio Pallottini, insieme al corpo di ballo e all’orchestra di 40 elementi diretta dal maestro Mario Vicari, completeranno il nutrito e prestigioso cast di questa terza puntata.
Redazione

28/01/2017 – 20:35 #RAI1: CAVALLI DI BATTAGLIA Antonello Venditti,Paolo Bonolis e Nino Frassica tra gli ospiti di Gigi Proietti


gig.jpg
Dopo il successo delle prime due puntate, “Cavalli di Battaglia”, spettacolo che trae origine dal vasto ed esilarante repertorio popolare, drammaturgico, canoro, mimico, poetico, parodistico, comico, umano, multiculturale di Gigi Proietti accompagnato da un’orchestra, un corpo di ballo e da grandi ospiti del panorama artistico italiano che insieme a lui si esibiranno nei “cavalli di battaglia” del proprio repertorio, torna su Rai1 sabato 28 gennaio, alle 20.35, dal prestigioso Teatro Verdi di Montecatini Terme.
Questa terza puntata vedrà come ospiti artisti del calibro di Nino Frassica, Fabrizio Frizzi accompagnato dalle tre “Professoresse” de L’Eredità, Serena Autieri, Gabriele Cirilli, Marco Marzocca, Federico Zampaglione dei Tiromancino nonché la partecipazione straordinaria di Antonello Venditti e di Paolo Bonolis.
La Compagnia Teatrale di “Cavalli di Battaglia” composta da Carlotta e Susanna Proietti, Marco Simeoli e Claudio Pallottini, insieme al corpo di ballo e all’orchestra di 40 elementi diretta dal maestro Mario Vicari, completeranno il nutrito e prestigioso cast.
Il programma sancisce il ritorno in televisione di Gigi Proietti con uno show tutto suo che lo vedrà esibirsi nei propri “cavalli di battaglia”, confrontarsi con repertori inediti legati alla contemporaneità, duettare con tanti amici e colleghi del mondo dello spettacolo, della televisione, del cinema e della musica. La regia teatrale è di Gigi Proietti mentre quella televisiva è di Gian Marco Mori.
Redazione

Ascolti Tv di sabato 21 gennaio 2017– Prime Time: Maria De Filippi  sempre al comando con “C’è Posta” ma Gigi Proietti si difende bene con il suo “Cavalli di Battaglia.


Maria De Filippi mantiene il suo titolo di “regina di ascolti” e C’è Posta Per Te ancora una volta supera gli ascolti e vince il confronto con uno dei pochi e veri mattatori dello spettacolo Gigi Proietti e il suo  Cavalli di Battaglia.  Questa l’analisi dei dati come riportato d TvBlog:

Prime time con la curva di Cavalli di battaglia che parte al comando fra il 20 ed il 25% di share, con la curva di C’è posta per te che si ferma attorno al 18%, mentre è terza la curva di Italia1 fra il 5 ed il 10% di share.

In seguito la curva di C’è posta per te opera il sorpasso sfondando la linea del 20% di share e toccando poi il 29% di share in seconda serata, con la curva di Cavalli di battaglia che chiude la cavalcata al 25% di share.

Seconda serata con la curva di Rai1 che cala al 15% e quella di C’è posta per te che arriva al 34% di share. Picco in valori assoluti di Cavalli di battaglia alle ore 21:45 con 5.798.000 telespettatori ed il 22,74% di share durante il monologo di Enrico Brignano, mentre il picco in valori assoluti di C’è posta per te è alle ore 23:03 con 5.640.000 telespettatori ed il 26,06% di share mentre Maria De Filippi fa togliere la busta e Mirko e Gabriella si abbracciano.

L’esatta sovrapposizione fra Cavalli di battaglia e C’è posta per te (21:12-23:56) ci dice 21,05% di share per C’è posta per te e 19,69% per Cavalli di battaglia.

auditel.jpg

Redazione

21/01/2017 – 20:35 #RAI1: CAVALLI DI BATTAGLIA Ospiti Arbore, Brignano, Guaccero, Tortora, Marcorè e Lillo e Greg


gigi_proiettiDopo il successo della serata di esordio, dal prestigioso Teatro Verdi di Montecatini Terme, sabato 21 gennaio alle 20.35 andrà in onda su Rai1 la seconda puntata di “Cavalli di Battaglia”, spettacolo che trae origine dal vasto ed esilarante repertorio popolare, drammaturgico, canoro, mimico, poetico, parodistico, comico, umano, multiculturale di Gigi Proietti accompagnato da un’orchestra, un corpo di ballo e da grandi ospiti del panorama artistico italiano che insieme a lui si esibiranno nei “cavalli di battaglia” del proprio repertorio.

La seconda puntata dello spettacolo vedrà come ospiti artisti del calibro di Renzo Arbore, Enrico Brignano, Bianca Guaccero, Max Tortora, Neri Marcorè, Lillo e Greg.  
La Compagnia Teatrale di “Cavalli di Battaglia” composta da Carlotta e Susanna Proietti, Marco Simeoli e Claudio Pallottini, insieme al meraviglioso corpo di ballo di 10 elementi che esegue le coreografie di Fabrizio Mainini e all’orchestra di 40 elementi diretta dal maestro Mario Vicari, completeranno il nutrito e prestigioso cast di questa seconda puntata.
“Cavalli di Battaglia” sancisce il ritorno in televisione di Gigi Proietti con uno show tutto suo che lo vedrà esibirsi nei propri “cavalli di battaglia”, confrontarsi con repertori inediti legati alla contemporaneità, duettare con tanti amici e colleghi del mondo dello spettacolo della televisione, del cinema e della musica che a loro volta si esibiranno nei loro “cavalli di battaglia” più famosi e di successo.
Cavalli di Battaglia è un programma di e con Gigi Proietti realizzato in collaborazione con la “Tre Tredici Trentatre Srl”, scritto con Federico Andreotti, Matteo Catalano, Stefano Disegni, Stefano Sarcinelli e Loredana Scaramella.  Le scene sono di Marco Calzavara, i costumi di Susanna Proietti, le luci di Fabio Brera, la regia teatrale è di Gigi Proietti, la regia televisiva è di Gian Marco Mori.
Redazione

Rai alla riscossa: arriva Cavalli di Battaglia condotto da Gigi Proietti dal 14 gennaio…che si scontrerà con C’è Posta per Te di Maria De Filippi


Rai agguerrita nella rincorsa all’audience. Dal 7 di gennaio riprenderà infatti su Canale5 la nuova edizione di C’è Posta per Te di Maria De Filippi, per ora incontrastata “regina” dell’audience che subito dovrà vedersela  con una sorta di il “meglio di” di Nemicamatissima recentemente andato in onda su Rai1 e condotto da Lorella Cuccarini ed Heather Parisi, una nuova imperdibile puntata, uno “speciale” in cui verranno riproposti alcuni dei momenti più belli dello show, secondo nuove prospettive ed angolazioni, ma anche immagini inedite, spezzoni tratti dal backstage, le prove di ballo e tutto ciò che non è mai stato mostrato al grande pubblico. Ma  dal 14 gennaio (e poi anche il 21 e 28 Gennaio) a partire dalle 20,40  Maria De Filippi con C’è Posta si scontrerà invece con Gigi Proietti che dal prestigioso Teatro Verdi di Montecatini Terme, andrà in onda con la trasposizione televisiva dello straordinario successo teatrale “Cavalli di Battaglia”; spettacolo che trae origine dal vasto ed esilarante repertorio popolare, drammaturgico, canoro, mimico, poetico, parodistico, comico, umano, multiculturale di Gigi Proietti accompagnato in ognuna delle 3 puntate da un’orchestra, un corpo di ballo e da grandi ospiti del panorama artistico italiano che insieme a lui si esibiranno nei “cavalli di battaglia” del proprio repertorio.  
Cavalli di Battaglia” sancisce il ritorno in televisione di Gigi Proietti con uno show tutto suo che lo vedrà esibirsi nei propri “cavalli di battaglia”, confrontarsi con repertori inediti legati alla contemporaneità, duettare con tanti amici e colleghi del mondo dello spettacolo, della televisione, del cinema e della musica che a loro volta si esibiranno nei loro “cavalli di battaglia” più famosi e di successo.
“Cavalli di Battaglia” è un programma di e con Gigi Proietti, scritto con Matteo Catalano, Stefano Disegni, Stefano Sarcinelli, Loredana Scaramella e Federico Andreotti.
Le scene sono di Marco Calzavara, le luci di Fabio Brera, la produzione di Tre Tredici Trentatre s.r.l., la regia teatrale è di Gigi Proietti, la regia televisiva è di Gian Marco Mori.

Chi la spunterà?

 Redazione

SULLA “PISTA” DI FLAVIO INSINNA VA IN SCENA IL SOLITO “RIMPASTO” MASCHERATO (28/03/2014)


La-Pista_Flavio-Insinna

Flavio Insinna ha fatto centro in molteplici occasioni, portando al successo persino trasmissioni “ereditate” da altri conduttori e alle quali sembravano legati indissolubilmente, come la “Corrida”, “creatura”, per una vita, di Corrado, di cui è stato il successore più accreditato, molto di più di chi lo ha preceduto, Gerry Scotti e anche “Affari tuoi”, che, nella sua edizione, ha conquistato due Oscar Tv, dove è subentrato a Max Giusti, aggiungendo al gioco a premi il suo inconfondibile tocco e “personalizzandoselo” in base al proprio estro, ma alle prese con l’ennesimo “talent” di ballo, “La Pista” – rimpasto, seppure con ingredienti modificati, di altri programmi simili (“Ballando con le stelle”, “Io ballo”, della d’Urso “Amici” e “Academy” con Raffaele Paganini), sebbene lui stesso neghi (ndr in un’intervista su “Vero Tv” n. 12 01/04/2014) che possa rientrare in tale genere, anche se l’impressione è che di questo si tratti e niente di sostanzialmente innovativo – è sembrato “girare a vuoto”, così come tutto l’”ambaradan” che gli stava attorno, non riuscendo a convincere completamente.

Lo “show” (così lo chiama Insinna) ha, comunque, le connotazioni di una gara, che contrappone otto squadre composte da ottanta ballerini non professionisti provenienti da tutta Italia che si devono sfidare danzando negli stili più disparati sulle note di un brano, interpretato da artisti di fama a loro abbinati.

pista3

Questi i “team”, i loro “capitani” e le canzoni ascoltate la prima puntata: i “Virality”, con Amii Stewart, che propone “Happy”, lei ha classe da vendere e con la voce può fare ciò che vuole, dei ragazzi al suo seguito si ricorda solamente Sergio, fisionomia alla Boy George e cresta impressionante che si erge ritta dal capo rasato, della forma, dimensioni e setole di uno spazzolone di ricambio per scopa, vi sono poi le “Adrenalina”, che si esibiscono con Massimo Lopez in “Tu vuò fa l’americano”, i “Bad Boys” accanto a Paola Iezzi, che infila delle stecche da far sussultare su “Vogue” di Madonna, i “Lecce-zione” con Sabrina Salerno, ancora discretamente provvista di “verve”, anche se non più “indiavolata” come negli anni ’80, in “Born to be alive”, i “Confusione”, assieme a Cristel Carrisi, che canta, piuttosto anonimamente “Ma che freddo fa” e che in questi giorni è duramente contestata sul Web per le “parentele” celebri e i meriti non proprio visibilissimi, le “Tacco 10” con l’inglese ultracinquantenne ex “Spandau Ballet” Tony Hadley, il pezzo scelto è “Crazy little thing called love”, i “167 Scampia” con Dario Bandiera per “Banane e lampone”, che si classificano primi, al termine delle operazioni di voto, il cui esito finale è frutto delle preferenze della giuria “Vip” e del pubblico in studio, “ex aequo” con i “Cosmo P”, guidati dall’ex-concorrente di “Amici” Antonino Spadaccino, vocione da tabagista e fisico da omaccione adusato a lavori “del braccio”, una delle sue ballerine non nasconde di non gradirlo e lo dice apertamente “Secondo me non ci rispecchia come stile”.

big

Sui tre giurati “d’eccezione”, come li definisce Insinna, rimarrà forse il solo a sprecare superlativi enfatici e ampollosi a profusione, Gigi Proietti è per lui un “Gigante assoluto”, a teatro è inconfutabile che lo sia o ai bei tempi che furono era straordinario nei panni dell’indimenticato “Maresciallo Rocca”, ma ne “La Pista” ha mostrato soprattutto di accusare i segni dell’età ed è apparso scarsamente partecipe, affaticato, con una concentrazione discontinua, godibile la barzelletta sulla “staticità” che ha raccontato, con protagonista un gufo, Rita Pavone, così introdotta dal presentatore “Sulla pista di Rai1 è arrivata la regina”, di se stessa ha invece detto “Sono sopravvissuta dai tempi di Studio 1” e non ce la sentiamo di smentirla, peccato, ma è inesorabile, “tutto scorre” (ndr espressione attribuita a Eraclito), della bella Claudia Gerini ci viene in mente solo la corsetta ansimante, quasi da “groupie” adolescente, per “bloccare” Tony Hadley sul palcoscenico prima che si eclissi e la richiesta, in un inglese zoppicante e approssimativo, ma comunque migliore di quello di Insinna, di una “selfie”, o meglio, foto-ricordo con cellulare. E le coreografie come sono state?

Qualcosa da ridire anche qui, si respiravano davvero troppo dilettantismo e improvvisazione, i passi e i movimenti dei ballerini talvolta non erano ben sincronizzati e a tempo, tanto che qualcuno ha anche “intralciato” i colleghi vicino, per un’involontaria svista analoga, si dice, una danzatrice “di fila” che coprì parzialmente, mettendoglisi davanti, Nurejev, rimediò un sonoro ceffone dal leggendario “divo” del Kirov di Leningrado, ma questa è tutt’altra storia. Fondamentalmente, a “La pista”, sono mancati il clima festoso del debutto, i guizzi imprevisti, il brio, la voglia di divertirsi dei protagonisti e di divertire chi guarda da casa.

Una partenza con 3.892.000 telespettatori (16,49/% di share) però non è certo un dato trascurabile o di poco conto, vedremo come andrà nel “prosieguo”.

[Artocolo di Fede]

28/03/2014 Parte il nuovo talent show “La Pista” con Flavio Insinna


foto-flavio-insinna-la-pista-rai1

Venerdì sera alle 21.10 su Rai1, prenderà il via il nuovo talent show condotto da Flavio Insinna: La pista. Otto squadre composte da dieci ballerini ciascuna e capitanate da  altrettanti vip dovranno misurarsi con delle esibizioni di ballo e canto. Ovviamente ci sarà una giuria composta da: Gigi Proietti, Claudia Gerini e Rita Pavone. Nel nuovo format la danza avrà un ruolo importante come afferma Rita:Ho sempre ballato. Non potrei giudicare la tecnica ma l’armonia sì, l’espressività ugualmente, il fascino del movimento. Sul ballo moderno devo dire che sono abbastanza attrezzata, ho avuto grandi maestri. Come Antonello Falqui, a cui devo tutto, ovvero essere diventata un’artista rotonda, lui non si accontentava che io sapessi cantare, dovevo imparare a recitare, a ballare, parlare”.

foto di rita pavone

Ma cosa ne pensa Rita Pavone dei talent?: I talent, mi piacciono, ma è come andare all’università senza aver fatto le elementari. Un ragazzo si trova su una ribalta amplificata, quale è la televisione, conosce subito denaro e fama e per uno che vince ce ne sono tanti altri a cui non resta altro che la difficile gestione della frustrazione. Il talento da solo non basta, deve essere accompagnato da personalità e la personalità si forma con la crescita”. La cantante, tornata in pista dopo nove anni di silenzio, si dice dispiaciuta di non essere stata invitata al Festival di Sanremo per celebrare i 60 anni della Rai: “con tutto quello che ho fatto per la tv di Stato”.

Mentre per quanto riguarda il futuro della Tv punta l’attenzione su tre nomi: “Alla regia Roberto Cenci mi ricorda molto Antonello Falqui; certo non ci sono più una Delia Scala o un Walter Chiari, però abbiamo una splendida donna e artista che è Lorella Cuccarini, a torto sottovalutata dalla televisione. Abbiamo l’icona Carrà. Tanta altra roba in giro non ne vedo”.