giornata della memoria

CS_Giornata della memoria: la programmazione sulle Reti Mediaset


In occasione della 20esima Giornata della Memoria, le reti Mediaset dedicano molte iniziative all’importante evento che ricorda la tragedia della Shoah. Centrale la proposta di “Focus” (canale 35), con due serate ad hoc, il 26 e 27 gennaio.

Domenica 26, dalle ore 21.15, sono in scaletta «Senza via di scampo: la vera storia di Anna Frank» e, a seguire, la prima TV assoluta di «Karl Plagge: il nazista che salvò gli ebrei» (dove si narra di un ufficiale tedesco, sostenitore della prima ora del Nazismo, che mentì ai superiori e imbrogliò il Partito pur di salvare la vita agli ebrei di un ghetto polacco: oggi è Giusto tra le Nazioni). Segue, alle 23.30, “A German Life: la segretaria di Goebbels”, intervista-shock a Brunhilde Pomsel, storica segretaria di Joseph Goebbels, che ignorò serenamente ciò che accadeva sotto ai suoi occhi.

Lunedì 27, sempre in prima serata, spazio al docu-evento inedito «Albert Göring: l’altra faccia del Male»: il gerarca nazista Hermann Göring aveva un fratello, cui era molto affezionato, profondamente anti-nazista, il quale – con inganni di ogni tipo, e confidando sulla protezione dell’influente cognome che portava – aiutò numerose famiglie di ebrei a fuggire dalla Germania: oggi è Giusto tra le Nazioni.

Per “Canale 5” è il TG5 a ricordare l’Olocausto: sabato 25, in seconda serata lo speciale «L’uomo di Rodi» dà conto della straordinaria figura di Sami Modiano. Nato a Rodi, all’epoca provincia italiana, era il 1933, è sopravvissuto al campo di sterminio di Auschwitz-Birkenau. Oggi si divide tra l’Isola e l’Italia. In inverno si dedica alla divulgazione, a studenti di scuole medie e superiori italiane. In estate si occupa dell’antica sinagoga e della piccola comunità ebraica presenti nell’isola greca.

Per “Retequattro”, sempre sabato 25, sono in palinsesto i film Il viaggio di Fanny e Il debito, mentre domenica 26 è in onda il documento-verità firmato Alfred Hitchcock Memorie dei Campi.

Iris”, la sera di lunedì 27 gennaio trasmette il capolavoro di Steven Spielberg Schindler’s List, seguito dal film Senza destino.

Premium Cinema Emotion”, infine, sempre il 27 sera, commemora il genocidio del popolo ebraico con i film Senza destino Colette – Un amore più forte di tutto.

Redazione

27/01/2019 – 17:55 #RAI GULP: LA STELLA DI ANDRA E TATI Il primo cartone animato sulla Shoah, in onda in occasione della giornata della memoria


In occasione delle celebrazioni della Giornata della Memoria, domenica 27 gennaio alle ore 17,55 e 22,40, andrà in onda su Rai Gulp lo special in animazione “La stella di Andra e Tati” che racconta la storia vera di due bambine italiane, le sorelle Andra e Tatiana Bucci, sopravvissute al campo di sterminio di Auschwitz.

Primo film a cartoni animati rivolto ai ragazzi che racconta la Shoah, “La stella di Andra e Tati” sarà trasmesso, sempre su Rai Gulp, anche venerdì 25 e lunedì 28 gennaio alle ore 9, per consentire agli studenti di vedere il film durante l’orario scolastico, nell’ambito delle attività formative legate alla Giornata della Memoria.

Un film di 26 minuti, diretto da Rosalba Vitellaro e Alessandro Belli con i disegni di Annalisa Corsi, prodotto da Rai Ragazzi e Larcadarte, in collaborazione con il Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, con le voci di Laura Morante – la madre delle bimbe – e Leo Gullotta – il padre – mentre Loretta Goggi (Andra) narra la storia che si intreccia con il racconto ambientato ai giorni nostri di alcuni ragazzi in visita ad Auschwitz con la loro insegnante.

Le piccole Andra e Tati Bucci, ebree italiane di Fiume, avevano 6 e 4 anni quando il 29 marzo 1944 vennero deportate ad Auschwitz insieme a madre, nonna, zia e cuginetto. Un viaggio lungo quasi mille chilometri in treno, a bordo del convoglio numero 25T. Arrivarono ad Auschwitz il 4 aprile. Andra e Tati furono liberate il 27 gennaio 1945, quando le truppe dell’Armata Rossa, nella loro avanzata, aprirono i cancelli del campo di sterminio di Auschwitz-Birkenau. Il 27 gennaio è diventato, dal 2001 in Italia e dal 2005 in tutto il mondo, il giorno della memoria della Shoah. Le sorelline, che si ricongiunsero ai genitori solo nel dicembre del ’46, sono tra i 50 bambini sopravvissuti ai circa 200mila deportati nei campi di sterminio.

 

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: