Giulia Ottonello

GIULIA OTTONELLO in concerto con “I MIEI COLORI – LIVE TOUR 2015” il 25 settembre a TRAVAGLIATO (Brescia) e il 26 settembre a GENOVA


GIULIA OTTONELLO

 giulia

IN CONCERTO CON “I MIEI COLORI – LIVE TOUR 2015

Il 25 SETTEMBRE a Travagliato (Brescia)

ll 26 SETTEMBRE a Genova

La giovane artista ligure GIULIA OTTONELLO sarà in concerto con “I MIEI COLORI – LIVE TOUR 2015” il 25 settembre al Teatro Comunale “Pietro Micheletti” di Travagliato (Brescia – inizio concerto ore 21 – biglietti disponibili su www.clappit.com) e il 26 settembre al Teatro “Gustavo Modena” di Genova (inizio concerto ore 21 – biglietti disponibili su www.clappit.com).

Durante questo tour, Giulia Ottonello presenta live il suo album “I Miei Colori, oltre ad alcune cover degli artisti che più hanno ispirato la sua vita artistica e brani tratti dai più celebri musical internazionali.

Sul palco, la cantante genovese è accompagnata dalla sua band, composta da Riccardo Barbera (contrabbasso e basso elettrico), Luca Falomi (chitarra acustica ed elettrica), Lillo Fossati (batteria) e Fabio Vernizzi (piano e tastiere).

«Tenendo conto delle infinite sfumature dell’animo umano e della vita – racconta Giulia Ottonello –  Tenendo conto di quanto siano eclettici i miei gusti musicali. Tenendo conto che a me di base non piacciono i confini, le “etichettature” ed i giudizi, che quasi sempre sono intrisi dal pregiudizio. In più, considerato il momento storico che stiamo vivendo, trovo che non potesse esserci titolo migliore da dare al mio primo album, ed in seguito, al concerto. Questo viaggio intenso, lo percorro con musicisti bravissimi, musicisti che mi hanno conquistata non solo per il loro talento ed esperienza, ma soprattutto per la loro umanità, che emerge in ogni nota.»

 Cantante ed attrice genovese, GIULIA OTTONELLO arriva al grande pubblico partecipando e vincendo la seconda edizione della trasmissione televisiva “Amici” di Maria De Filippi. Dal 2002 a oggi, ha avuto la possibilità di sperimentarsi e lavorare in diversi progetti ed esperienze artistiche molto eclettiche tra loro che comprendono: televisione, discografia, cinema, doppiaggio, teatro e concerti live. Ha recitato in diversi spettacoli teatrali e musical. Dal 2004, La Compagnia della Rancia, è la produzione teatrale per cui ha lavorato maggiormente: “Cantando sotto la Pioggia” nel ruolo di Kathy Selden, “Cats” nel ruolo di Grizabella, “Frankestein Junior” nel ruolo di Elizabeth Benning, per cui viene anche premiata come miglior attrice non protagonista. É la doppiatrice italiana della voce cantata di Amy Adams in “Come d’incanto” e “I Muppet” della Walt Disney. Nel primo film diretto da Paolo Ruffini “Fuga di Cervelli”, interpreta il ruolo di Karen. Autoproduce il suo primo album “I Miei Colori”. Nella stagione teatrale 2015/2016 girerà per l’Italia con il musical “Cabaret”, in cui sarà Sally Bowles. Animalista e vegana, quasi sempre viaggia con il suo fedele compagno Groovo, un piccolo cane pieno di ritmo ed energia.

Giulia Ottonello “Miglior attrice non protagonista” ai Musical Award


28205857_giulia-ottonello-il-premio-come-miglior-attrice-non-2

Giulia Ottonello, partecipò alla seconda edizione di Saranno Famosi, oggi, Amici di Maria De Filippi, si è imposta all’attenzione per la sua ecletticità considerato che eccelleva in tutte le discipline, dal canto al ballo passando per la recitazione. Dotata di notevole humor  dopo vari tentativi a sfondare nella campo musicale, ha rivolto e con successo la sua attenzione al teatro ottenendo il ruolo di Elizabeth in “Frankenstein Junior”,  attualmente in scena a Milano per il quale ha  ricevuto il premio come “Miglior attrice non protagonista”  ai Musical Award. Un risultato che le fa onore e la riporta  alla ribalta e alla mente di chi la ricorda con nostalgia, facendo parte anche lei di quei talenti “autentici” non esplosi, sacrificati alla dura legge del business  che favorisce la scelta di  prodotti in linea con le “tendenze dei consumatori” ma spesso privi di originalità a costituire dei “dejà vu” . 

Giulia Ottonello a Sanremo da soli non si viene presi in considerazione.


ottonello

Di Giulia Ottonello, vincitrice della seconda edizione di Amici, si potrebbe dire che si sono perse le tracce, anche lei non si vede in televisione e non si sente in radio, al pari di tanti altri, invece la bravissima Giulia  si è dedicata essenzialmente al teatro (”Nonostante la crisi ora lavoro per la Compagnia della Rancia che sta portando in giro tre spettacoli, Frankestein Junior, Grease e Rain man, che stanno andando benissimo”) senza trascurare i provini per Sanremo Giovani e l’incisione di alcuni singoli di buona accoglienza raccolti nel suo primo lavoro discografico (Fonte Stop):

I miei colori è il mio primo album, visto che in precedenza erano usciti solo dei singoli o delle collaborazioni con altri artisti, come duetti o tributi. E’ un progetto indipendente, fortemente voluto e seguito da me in tutti questi anni, che aggiunge sfumature a quello che il pubblico conosce di me. Ho lavorato molto più duramente rispetto a chi viene supportato dai colossi discografici. Però, fortunatamente, c’è anche il rovescio della medaglia e in questo modo si è liberi di fare quello che più piace.

D:Le varie delusioni per le mancate ammissioni al Festival, però, non hanno scoraggiato il suo desiderio di far musica:

R: Mi sarò proposta almeno 4 o 5 volte per la categoria “Nuove proposte” ma la cosa non è mai andata in porto. Probabilmente i miei tentativi sanremesi si concludono qui. Credo di aver capito che quando sei sola non vieni presa in considerazione.

D: Rispetto alle prime edizioni del talent show di Canale 5, la situazione televisiva e discografica è notevolmente cambiata. Emma, Valerio Scanu e Marco Carta hanno partecipato e vinto la gara dei Big della kermesse canora che si tiene ogni anno nella città dei fiori. Chiara Galiazzo di X Factor, a pochi mesi dalla vittoria, invece, è salita sull’Ariston dalla porta principale:

R: I talent show nel corso degli anni hanno subito un’evoluzione pazzesca. Quando l’ho fatto io poco più di dieci anni, quando Amici si chiamava ancora Saranno famosi, i discografici mi dicevano: ‘Non sappiamo se sei un prodotto valido perché hai fatto quella trasmissione lì e poi sei anche una donna’. Cose allucinanti insomma! Poi tutto si è ribaltato. Il problema è che si è passato da un estremo all’altro. Dovrebbe essere un punto di partenza…

Giulia ha mantenuto un rapporto splendido con i propri fan nonostante rimanga la ragazza semplice e riservata di un tempo.

(fonte Soundblog)

Quindi per i discografici,  provenire da un talent ed essere una donna era un limite ai tempi? E “Poi tutto si è ribaltato”? …. Chissà come mai? …

Articolo aperto a varie ipotesi, dite la vostra!