greta scarano

CS_Torna su Rai1 “Chiamami ancora amore” CON GRETA SCARANO, SIMONE LIBERATI E CLAUDIA PANDOLFI


(none)

“Chiamami ancora amore”, in onda lunedì 10 maggio alle 21.25 su Rai1, è un viaggio nel “mistero” dei sentimenti e nelle difficoltà di una coppia che scoppia. Dinamiche genitoriali distorte dalle incomprensioni e dalle cieche rappresaglie di chi non è riuscito a mantenere viva la fiamma della comprensione e del rispetto reciproco. E’ una produzione Indigo Film in collaborazione con Rai Fiction, in associazione con About Premium Content, interpretata da Greta Scarano, Simone Liberati e con la partecipazione di Claudia Pandolfi, per la regia di Gianluca Maria Tavarelli.
Nel secondo appuntamento l’assistente sociale indaga sui primi mesi di vita di Pietro e sulle capacità di cura della madre. A obbligarla a questa mossa sono le accuse rivolte da Enrico ad Anna e le prove che lui ha raccolto per dimostrare il comportamento della moglie all’epoca. Rosa Puglisi interroga prima il pediatra del bambino e poi tutte le figure che possono restituirle uno sguardo su quel periodo. Infine decide di affrontare direttamente Anna. Solo dal confronto con lei saprà riconoscere se si tratta di una buona madre o se i suoi errori sono davvero imperdonabili come sostiene il marito. Ma Enrico passa presto da accusatore ad accusato. L’assistente sociale si accorge di alcuni episodi sospetti nel passato del figlio. Rosa Puglisi raccoglie la testimonianza dell’allenatore della scuola calcio di Pietro e la confronta con un accesso insolito al pronto soccorso. I segnali di allarme sembrano confermati sia dall’aggressività mostrata da Enrico verso la moglie a partire dall’inizio della separazione in tribunale, sia dal comportamento di Pietro, il quale fa di tutto per allontanarsi da suo padre, come volesse cancellarlo dalla propria vita.

Redazione

STASERA SU #CANALE5: “Non Mentire” Ultima Puntata| Trama


Non Mentire Stasera su Canale 5: Trama dell'Ultima Puntata

Va in onda su Canale 5 in prima serata, oggi 3 marzo, l’ultimo appuntamento con la fiction Non Mentire, la fiction firmata da Giancluca Maria Tavrelli e prodotta da Indigo per Mediaset, con Alessandro Preziosi nei panni di Andrea affermato chirurgo e Greta Scarano, Laura nella fiction.

Anticipazioni e trama: Dopo che Andrea è stato scagionato, Laura è completamente frustrata e  arrabbiata perchè nulla sembra andare per  il verso giusto. Laura scopre tra l’altro  che sua sorella (e collega di Andrea), Caterina,   ha da tempo una relazione con Tommaso, suo ex e anche  uno degli agenti di polizia che si è occupato del caso di presunto stupro che vede coinvolti proprio Laura e Andrea. Laura sente di non potersi fidare di nessuno. Prese le distanze da Caterina, sua sorella, è sempre più che decisa a far arrestare Andrea, soprattutto quando lo vede in atteggiamenti intimi con un’altra donna, Irene. Accanto a Laura in questa lotta c’è l’ispettrice Vanessa, che cerca di calmarla dicendole di confidare nella giustizia. Vanessa, infatti, sta conducendo delle indagini e un’operazione segreta, per la quale si è servita di Irene, un’agente sotto copertura, per incastrare Andrea.

Redazione

 

Su #Canale5 da oggi “Non mentire” thriller relazionale con Alessandro Preziosi e Greta Scarano


Oggi, Domenica 17 febbraio, in prima serata su Canale 5, al via la nuova serie “Non Mentire” che vede protagonisti Alessandro Preziosi e Greta Scarano.
La fiction, prodotta da Indigo Film e diretta da Gianluca Maria Tavarelli , vanta nel cast anche Fiorenza Pieri, Paolo Briguglia, Claudia Potenza, Duccio Camerini, Simone Colombari e Matteo Martari.

La vicenda si svolge a Torino che, con le sue atmosfere d’altri tempi, i sontuosi edifici barocchi, le caffetterie, i grandi viali e le piazze, ben si presta a fare da sfondo a questo avvincente thriller relazionale in cui la verità e la menzogna vanno di pari passo in questo teso e avvincente thriller che esamina entrambi i punti di vista dei personaggi e osserva i due volti della verità, interrogandosi su un quesito: esistono davvero due versioni per ogni storia?

 Redazione